Salvini accostato al Duce, l’Anpi di Brescia sta con la professoressa sospesa

"Provvedimento intimidatorio". L'Anpi di Brescia, con una nota, si schiera apertamente a favore della professoressa siciliana Rosa Maria Dell'Aria

0
La professoressa siciliana sospesa dal servizio, foto da Rai
La professoressa siciliana sospesa dal servizio, foto da Rai

“Provvedimento intimidatorio”. L’ di Brescia, con una nota, si schiera apertamente a favore della professoressa siciliana Rosa Maria Dell’Aria, sospesa per 15 giorni con stipendio dimezzato per non aver vigilato sulla produzione di un filmato realizzato dai suoi alunni lo scorso 27 gennaio, in occasione della Giornata della memoria, in cui si accostava la promulgazione delle leggi razziali del 1938 al decreto sicurezza del ministro dell’Interno . Un caso diventato nazionale.

IL COMUNICATO INTEGRALE DELL’ANPI BRESCIA

La Commissione Scuola ANPI “Dolores Abbiati” di Brescia esprime la  propria solidarietà alla professoressa Rosa Maria Dell’Aria,  dell’Istituto industriale “Vittorio Emanuele III” di Palermo, sanzionata  con un assurdo provvedimento disciplinare di sospensione  dall’insegnamento per quindici giorni con stipendio dimezzato, che  mostra una chiara matrice repressiva di parte politica governativa. La  motivazione sarebbe, infatti, quella di non aver censurato i propri  studenti che in un video, proiettato all’interno della scuola il 27  gennaio di quest’anno, notavano l’assonanza di alcune norme del “decreto  sicurezza” voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini con quelle  lesive di diritti fondamentali della persona presenti nelle leggi  razziste del nazismo e in quelle fasciste del 1938. L’ingiustificato  provvedimento colpisce, con chiaro scopo intimidatorio, la libertà di  insegnamento e quella di lasciare incensurata l’espressione di idee,  anche critiche verso i politici, da parte degli studenti. Si tratta di  gravi sintomi, pericolosi per la vita democratica italiano, che non  possono passare sotto silenzio.

Il presidente: Romano Colombini

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome