Presa di mira una vetrata, tentato furto nella sede di Aism Brescia

Il malvivente ha cercato di sfondare il vetro di una porta che dà sul cortile interno dell'edificio in via Strada Antica Mantovana

2
Vetrata presa di mira dai ladri
La vetrata della porta nella sede di Aism Brescia presa di mira dai ladri

Lascia l’amaro in bocca il tentativo di furto che un ladro (o più ?) ha cercato di mettere a segno questa notte tentando di introdursi nella sede bresciana dell’, Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

Il malvivente ha cercato di sfondare il vetro di una porta che dà sul cortile interno dell’edificio in via Strada Antica Mantovana e attraverso la quale si accede al salone polivalente della struttura e alla palestra, dove quotidianamente le persone con sclerosi multipla praticano attività di benessere utili a migliorare la propria qualità di vita.

Fortunatamente il ladro è stato interrotto e non è riuscito a terminare il suo “lavoro”. La struttura in cui ha sede l’associazione, che offre molteplici servizi alle persone con sclerosi multipla, è dotata comunque di un sistema di allarme connesso ad un servizio di vigilanza.

Il tentativo di furto ha lasciato senza parole non solo il Consiglio direttivo, i dipendenti di Aism Brescia e molte persone che frequentano la sede dell’associazione, ma anche tutti i volontari che proprio in questi giorni sono impegnati nella campagna di raccolta fondi nazionale “Le erbe aromatiche di Aism”, manifestazione che accompagna la Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla e il cui ricavato è destinato esclusivamente al finanziamento di progetti di ricerca scientifica sulla patologia.

“Ci sono centinaia di volontari che ogni giorno in questa provincia si dedicano e si prodigano per cambiare la realtà della Sclerosi multipla. Con l’informazione, i servizi e la raccolta fondi per finanziare la ricerca scientifica. Vi sacrificano le loro vite e il loro tempo, con amore. Poi ci sono i balordi che tentanto di vanificare questo patrimonio. La ‘sorpresa’ di questa mattina nella nostra sede” scrive l’associazione sulla sua pagina Facebook.

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome