Gardone Valtrompia piange Paolo Lancini, vittima di una tragica caduta in bici

La tragedia si è consumata intorno alle 13. Per ragioni ancora da chiarire la bici di Lancini è finita nel vuoto in un tratto in cui il sentiero guarda la valle per circa 800 metri di altezza

0
Mountain Bike
Mountain Bike, foto generica

Tutta Gardone Valtrompia piange Paolo Lancini, il biker di 50 anni – operaio alla Omg Zanoletti di Ponte Zanano – che ha perso la vita ieri in un tragico incidente avvenuto lungo il sentiero 422 A, nel tratto che attraversa la frazione di Pregasina a Riva del Garda.

La tragedia si è consumata intorno alle 13. Per ragioni ancora da chiarire la bici di Lancini è finita nel vuoto in un tratto in cui il sentiero guarda la valle per circa 800 metri di altezza. A dare l’allarme è stato il compagno di viaggio, sotto choc. Inutile l’intervento dei soccorritori: soccorso alpino e vigili del fuoco, con il supporto di un elicottero. Purtroppo Paolo Lancini è morto sul colpo. Lascia gli anziani genitori e il fratello Giorgio.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome