Alcass di Bedizzole, i surgelati tirano: ricavi in crescita del 33 per cento

Alcass SpA, azienda del settore dei prodotti surgelati e senza conservanti, continua il percorso di crescita che l’ha contraddistinta negli ultimi anni

0
Renato Bonaglia, ad dell'Alcass di Bedizzole

Alcass SpA, azienda del settore dei prodotti surgelati e senza conservanti, continua il percorso di crescita che l’ha contraddistinta negli ultimi anni.

Filo conduttore nelle scelte manageriali è la voglia di essere il partner di riferimento in un mercato, come quello della grande distribuzione organizzata e della ristorazione, che richiede costante innovazione e capacità di cambiare. “I nuovi stili alimentari, la scelta dei consumatori verso le tematiche salutistiche e della sostenibilità stanno velocemente modificando i mercati a livello nazionale ed internazionale”m riferisce l’amministratore delegato Renato Bonaglia, “I cambiamenti degli stili di vita e di consumo sono sempre più veloci e le aziende devono sapersi orientare in questo mondo dominato dai social network e dalla crescente consapevolezza che con i propri comportamenti si può incidere sulle scelte dell’industria. Con il nostro marchio Amica Natura stiamo cercando di tessere relazioni dirette con i consumatori per spiegare i nostri valori e cosa vogliamo fare nel prossimo futuro”.

Alcass produce da oltre trent’anni una varietà di prodotti a brand Amica Natura, dalla linea classica a base di carne, al Biologico distribuito presso i negozi specializzati, al Vegano e Vegetariano, fino alle ultime novità sviluppate con l’utilizzo di alimenti “Superfood”, su tutti il cavolfiore.

IL BILANCIO DI ALCASS

Venendo ai dati economici principali, l’esercizio 2018 ha visto una importante crescita del Valore della Produzione che passa da 9,8 milioni di euro del 2017, a 13,1 milioni di euro nel 2018, registrando un aumento del 33,6%. Anche l’EBITDA cresce a 1,47 milioni rispetto ai 1,26 milioni dell’anno precedente. L’utile netto dopo le imposte (di € 226.135) si attesta a 728.801 € contro i 584.204 € del 2017. In miglioramento rispetto al 2017 anche la posizione finanziaria netta.

L’incidenza della quota export sul fatturato aziendale è cresciuta e si attesta attorno al 10%, in ulteriore crescita anche nei primi mesi del 2019.

Nella relazione sulla gestione si evidenzia come negli ultimi anni l’Azienda stia concentrando le forze per ampliare l’export, dirigendo lo sguardo verso mercati esteri sempre più attenti al Made in Italy, ad un’alimentazione genuina e di qualità. Prosegue Bonaglia:  “I mercati esteri, soprattutto Stati Uniti ed Asia, sono molto complessi da affrontare sia per gli aspetti legislativi che per i gusti e le abitudini di consumo. Il nostro modo di lavorare, tuttavia, ci dà grandi chanche poiché da sempre siamo abituati a sfide impossibili e ad adattarci alle richieste del cliente sviluppando prodotti su misura. E’ il caso della certificazione Kosher ottenuta la scorsa estate dal prestigioso ente americano “OK Kosher” che ci ha aperto un importante canale in nord America, oppure dello sviluppo del nuovo prodotto a base di ceci partendo proprio dal seme e non dalla farina, ottenendo così una qualità molto più elevata. E’ stata comunque un’ottima annata per tutto, anche per le linee VEG e BIO che hanno aiutato il business oltre confine, dove i valori di genuinità e innovazione sono molto richiesti”.

ALCASS, LA SCHEDA DELL’AZIENDA

L’ azienda nasce nel 1987 a Bedizzole, in provincia di Brescia con l’intento di sviluppare una gamma di carni porzionate conservate solo tramite il freddo (surgelazione) senza l’utilizzo di conservanti chimici o antiossidanti aggiunti. La svolta imprenditoriale avviene dopo alcuni anni quando si deicide di aprire al mercato salutistico allora agli albori. Nel corso di un decennio l’Azienda diviene una vera specialista del freddo con il lancio di significative innovazioni nel comparto come i primi vassoi di carne a peso fisso predeterminato o i primi prodotti di carne bovina certificati da agricoltura biologica, presentati sul mercato già nel 1998. Agli inizi degli anni 2000 iniziano gli sviluppi della gamma di prodotti a base interamente vegetale, realizzati con le proteine delle piante (principalmente soia e legumi) al posto di quelle della carne. E’ una fase nella quale il consumo vegetariano e vegano è ancora una piccola nicchia, ma l’Azienda intravede in anticipo il potenziale di questi prodotti per il loro elevato contenuto di sostenibilità rispetto alla carne.

Nel 2005 nasce il marchio “Amica Natura” che si fa presto strada tra le più importanti catene di distribuzione alimentare in Italia e all’estero, oltre che nella ristorazione collettiva, nel catering, e nel food-service.  Le molte proposte spaziano dalla linea classica di carne, proponendo secondi piatti surgelati come hamburger, polpette, milanesi e molto altro; alla gamma BIO di primissima scelta; alla linea Vegetariana e Vegana. Ad oggi l’azienda conta circa 40 addetti, opera nel sito industriale di Bedizzole capace di oltre 8000 mq coperti, esporta attivamente in Europa e negli Stati Uniti d’America scegliendo di continuare il suo operato con gli stessi valori di sempre, puntando su qualità, innovazione ed attenzione all’ambiente.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome