Cordoglio ed emozione in casa Atlantide: è morto Giuseppe Zambonardi

Il presidente dell'Atlantide Pallavolo Brescia Giuseppe Zambonardi, 80 anni, era stato ricoverato agli Spedali Civili

0
Giuseppe e Roberto Zambonardi con il sindaco Emilio Del Bono
Sport brescia Loggia presentazione Centrale McDonald’s pallavolo nella foto giuseppe e roberto zambonardi e il sindaco del bono 19-09-2017 Agenzia Reporter Zanardelli

Il presidente dell’Atlantide Pallavolo Brescia Giuseppe Zambonardi, 80 anni, è scomparso questa mattina all’alba dopo una che lo aveva costretto al ricovero agli di Brescia da alcune settimane.

Gli sono stati vicini il figlio Roberto, allenatore della prima squadra, e la figlia Silvia segretaria della società.

Giuseppe, dopo una vita come dirigente d’azienda in Iveco, coinvolto dalla passione del figlio per la pallavolo, ha dato vita all’Atlantide Pallavolo Brescia nel 2001 portandola come presidente dalla serie D alla serie A/2. Sempre molto attento ai valori sociali dello sport, con il figlio e lo staff della società, ha dato vita negli anni ad uno dei principali settori giovanili della provincia coinvolgendo negli anni migliaia di famiglie bresciane.

Sempre presente nella vita dei suoi atleti, dai più piccoli delle giovanili alla prima squadra, Giuseppe Zambonardi ha saputo coinvolgere negli anni, attorno all’Atlantide, con la sua intelligenza, le sue capacità manageriali e la sua empatia, personalità del mondo dell’imprenditoria e della politica bresciana.

Alle 19 di oggi venerdì è prevista la veglia presso l’abitazione di via Randaccio 18 a Brescia dove verrà allestita la camera ardente. I funerali si svolgeranno sabato 22 giugno, nella chiesa Pavoniana di Santa Maria Immacolata di Brescia in via Pavoni 11 alle 13.45.

Atleti, allenatori, dirigenti, partner e amici della grande famiglia Atlantide esprimono le più sentite condoglianze a Roberto, Silvia, al nipotino Filippo e a tutti i familiari.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome