Dal carcere il foreign fighter si difende: non ho mai ucciso

Secondo le indagini il 25enne, arrestato in Siria e in carcere in Italia dalla scorsa settimana, avrebbe combattuto a fianco della Polizia dell’Isis

0
Terrorismo internazionale
Terrorismo internazionale

Si è difeso dicendo di non aver mai né combattuto né ucciso.

Il foreign fighter italo-marocchino, originario del bresciano, ha risposto così alle accuse mossegli dagli inquirenti durante l’interrogatorio di garanzia che si è svolto nel di Brescia. L’uomo è accusato di aver combattuto a fini terroristici. .

Secondo le indagini il 25enne, arrestato in Siria e portato in carcere in Italia la scorsa settimana, avrebbe combattuto in nello schieramento della Polizia dell’Isis addetto alla sorveglianza dell’applicazione della Sharìa. Lui, però, ha negato di essere un uomo violento e di aver mai ucciso o combattuto.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome