Incendiò due roulotte e sparò ad un nomade, in manette un 61enne

Le indagini dei carabinieri hanno portato a individuare un uomo di 61 anni che pare abbia agito per vendetta dopo essere stato derubato

0
Carabinieri - Ph Fotolive Federico Folli
Carabinieri - Ph Fotolive Federico Folli

All’inizio si era ipotizzato un regolamento di conti tra clan, ma ora lo scenario è cambiato.

Un uomo residente sul Garda è stato arrestato dai nei giorni scorsi con l’accusa di incendio e tentato , con l’aggravante dell’odio razziale, per i fatti accaduti in località Bettola, tra Bedizzole e Lonato tra l’1 e il 2 gennaio scorsi. 

In quell’occasione due roulotte vennero incendiate e un uomo, uscito da uno dei due caravan, fu ferito ad una spalla con un colpo di fucile.

Le indagini dei carabinieri, che inizialmente si erano concentrate sulla faida tra clan, hanno portato a individuare un uomo di 61 anni che pare abbia agito per vendetta dopo essere stato derubato – secondo lui – proprio dai nomadi che vivevano nelle due roulotte. Nella sua abitazione è infatti stato rinvenuto il fucile da cui pare sia partito il colpo che ha ferito il nomade.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome