Palazzolo sull’Oglio: nuove fototrappole contro l’abbandono di rifiuti

Le fototrappole andranno a monitorare aree sensibili e agricole nelle quali il fenomeno di abbandono rifiuti si è più spesso verificato

0
Rifiuti - foto generica
Rifiuti - foto generica

Il Comune di Palazzolo sull’Oglio ha ottenuto un cofinanziamento regionale di € 2.897,16 per l’acquisto di dotazioni tecnico/strumentali destinate alla , partecipando ad un bando di Regione Lombardia.

È stato presentato infatti da parte del Comune di Palazzolo sull’Oglio e di Erbusco, in gestione associata per quanto riguarda le funzioni e relativi servizi di Polizia locale, il progetto denominato “Progetto tutela ambientale e sicurezza urbana anno 2019″.

Il contributo, assegnato per l’ammissione del progetto al bando regionale, verrà utilizzato per l’acquisto da parte del Comune di Palazzolo sull’Oglio di nuove fototrappole, in modo da intensificare ancora di più sul territorio palazzolese l’installazione di tali dispositivi e contrastare maggiormente il fenomeno illecito dell’abbandono dei .

Le hunter camere mobili, fototrappole con caratteristiche di occultamento e collocazione rapida e non continua, andranno a monitorare aree sensibili e agricole, nelle quali il fenomeno di abbandono rifiuti si è più spesso verificato.

Le telecamere mobili che verranno utilizzate saranno caratterizzate da buona risoluzione e visione sia di giorno che di notte, facilmente occultabili, con staffa e due inclinazioni, batteria e caricabatteria e memoria estraibile e saranno in grado di rilevare anche le targhe dei veicoli in movimento.

Tali strumenti tecnologici possono permettere un maggiore monitoraggio e una maggiore prevenzione di illeciti, con la possibilità di identificare i trasgressori e accertare e contestare loro il mancato rispetto delle norme in materia ambientale, nonché agevolare lo sviluppo di indagini in caso di discariche abusive.

In tal modo un’efficace azione deterrente da parte della Polizia locale, finalizzata alla prevenzione, può realizzarsi anche con l’uso di strumenti tecnologici idonei a monitorare il territorio e identificare con certezza gli autori dei reati.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome