Vibrazioni alla scuola Corridoni, le indagini dicono che non ci sono rischi

A dirlo è una nota ufficiale della prefettura di Brescia, che dà conto della riunione di ieri convocata dal prefetto Attilio Visconti per discutere della vicenda

0
La scuola Corridoni di Brescia
La scuola Corridoni di Brescia

“Oggi sono stati condivise le conclusioni preliminari degli studi condotti dall’Università di Brescia, su incarico del Comune di Brescia e dall’Università di Pisa, su incarico di Innse. Le indagini, condotte attraverso accelerometri installati presso la Innse e la Corridoni, consentono di affermare che non sussistono problemi dal punto di vista statico: non vi sono superamenti di valori soglia né vi è alcuna forma di danneggiamento della Corridoni”.

A dirlo è una nota ufficiale della prefettura di Brescia, che dà conto della riunione di ieri convocata dal prefetto Attilio Visconti per discutere della vicenda delle vibrazioni presso la scuola Corridoni e per fare il punto della situazione sugli esiti degli esami condotti dal punto di vista statico.

La riunione fa seguito ad ulteriori incontri, nel corso dei quali sono stati definiti gli esami da fare, esami sull’assetto statico-strutturale, indagini di tipo geologico e sismico sia degli edifici che del terreno. I primi esiti, come detto, sono stati rassicuranti. Ma all’appello mancano ancora i risultati delle indagini geologiche e sismiche. Per quesato il tavolo si riunirà nuovamente prima di Ferragosto per avere gli esiti dell’indagine geologica, che si sta svolgendo anch’essa mediante accelerometri posizionati sul terreno.

“Massima sensibilità – si legge in una nota – è stata espressa, sotto la guida lucida e ferma della Prefettura, da tutti i componenti, in ordine alla necessità di garantire un inizio anno scolastico in sicurezza”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome