Il viaggio tra le donne di Franco Matticchio | MOSTRAMI UNA MOSTRA/76

A Cisano di San Felice del Benaco, all’interno di Palazzo Cominelli, la Fondazione  Raffaele Cominelli ha allestito una mostra dal tratto esclusivo, come la matita dell’artista che espone

0
Donne, mostra a Palazzo Cominelli, Cisano di San Felice del Benaco, foto BsNews.it (Enrica Recalcati)
Enrica Recalcati, opinionista di BsNews.it
La scrittrice , opinionista di BsNews.it

di Enrica Recalcati – A Cisano di San Felice del Benaco, all’interno di Palazzo Cominelli, la Fondazione  Raffaele Cominelli ha allestito una mostra dal tratto esclusivo, come la matita dell’artista che espone.  La mostra è frutto di un progetto espositivo pluriennale avviato da Rosanna Padrini Dolcini per indagare bravi autori poco conosciuti al grande pubblico.

“Donne” di Franco Matticchio è un piacevole viaggio nell’intimo della figura femminile, ritratta dall’abile mano di un artista che possiede un dono particolare per il disegno e una capacità, del tutto personale, di arricchirlo di connotati empatici. Franco Matticchio nasce a Varese nel 1957, città dove tutt’ora vive e lavora. Esordisce nel 1979 disegnando per la pagina della cultura del “Corriere della sera”. Nel corso degli anni realizza illustrazioni per numerose riviste e quotidiani, tra cui “Diario”, “Linea d’Ombra”, “L’Indice dei libri del mese”, “Vivimilano” e “Il Sole 24 Ore”, disegnando anche una copertina per “The New Yorker” (13 dicembre 1999) e un calendario per “Internazionale” (2019). Illustra le copertine per la riedizione di tutte le opere di Giorgio Scerbanenco e di Carlo Emilio Gadda per Garzanti e di Paul Watzlawick per Feltrinelli. Per l’infanzia pubblica Che animale sei? (Guanda, 2005), Ti tirano le pietre (Gallucci, 2006) e Favole per bambini molto stanchi (Bompiani, 2015).  Nel 1984 realizza titoli di testa del film Il mostro di Roberto Benigni. Nel 1993 un suo spot per Legambiente viene premiato al Festival Internazionale del Cinema d’Animazione di Annecy.  Matticchio come fumettista negli anni Ottanta crea Mr. Jones (il nome è ispirato alla canzone The Ballad of a Thin Man di Bob Dylan): un gatto bendato protagonista di una serie di storie surreali pubblicate dalla rivista “Linus” dal 1985 al 1992 e riunite nei volumi Sensa Senso (Milano Libri-Rizzoli, 1993) e Jones e altri sogni (Rizzoli Lizard, 2016). Nel 2017 esce sempre per Rizzoli Lizard, Il signor Ahi e altri guai, una raccolta di strisce, degli anni Settanta, che hanno come protagonista un misterioso e timido uomo con un occhio al posto del viso.  Le sue tavole sono state presentate in in spazi pubblici e privati, come la galleria Nuages di Milano e la galleria dell’Incisione di Brescia.Nel 2017 la Galerie Martel di Parigi gli dedica una personale.

Questa mostra, curata da Melania Gazzotti e Rosanna Padrini Dolcini, espone più di sessanta disegni dedicati alla figura femminile, immagini casuali o rubate passando, ma rimaste impresse nella memoria dell’artista.  «Si tratta di figure immaginate, anche se in parte nascono da ciò che vedo» dice l’autore, scarabocchi o ritratti finiti, schizzi o immagini-fumetto su carta bianca o carta di giornale.  Nel 1999, infatti, disegna una copertina per la rivista “New Yorker”, le cui pagine diventeranno spesso la tavola base per i suoi disegni. Art Spiegelman dice di lui: «Serio e giocoso, surreale e filosofico, il mio gatto Houdini e io amiamo il modo in cui Matticchio pensa e disegna». Occhi, capelli, visi, abiti eleganti, pose plastiche o iperattive, sono le donne disegnate, tutte dotate di grande fascino e forte personalità. Donne famose o colte dalla strada, ma comunque capaci di catturare lo sguardo per quel pizzico di mistero che riescono a espandere.  Pastelli, acquarelli, china, matita per ritrarre Angela Davis, una Gioconda con la mosca in fronte o sconosciute e ricercate signore a spasso col cagnolino.  In Palazzo Cominelli fini atmosfere, sospese e rarefatte, dove compiacersi e godere guardando questa mostra di  un grande talento del disegno.

LA SCHEDA

Donne

Palazzo Cominelli

Via padre Santabona, 9

Cisano di San Felice del Benaco

Ingresso libero fino al 6 ottobre

Sabato e domenica

dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19

LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI

Tutte le puntate della rubrica MOSTRAMI UNA MOSTRA di Enrica Recalcati

GUARDA LA FOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome