Ovest Bresciano, strage di galline in azienda: titolare sotto accusa

Il titolare dell'azienda, stando alle fonti, sarebbe ora indagato a piede libero con l'accusa di uccisione di animali (554 bis del Codice penale) per non aver agito per tempo

0
Galline, foto generica da Pixabay

Strage di galline in un allevamento avicolo dell’Ovest Bresciano. Secondo quanto riportano diversi media, infatti, nelle scorse settimane ben 10mila galline ovaiole sono morte per asfissia a causa dell’ondata annunciata di caldo e di un malfunzionamento del sistema di areazione dei capannoni.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri forestali. Il titolare dell’azienda, stando alle fonti, sarebbe ora indagato a piede libero con l’accusa di uccisione di animali (554 bis del Codice penale) per non aver agito per tempo. Per lui anche una sanzione da 3mila euro.  L’accusa è quella di non aver dotato la propria azienda di un sistema d’allarme che segnali tempestivamente interruzioni o malfunzionamenti dei meccanismi di ventilazione dei capannoni.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome