L’Università degli Studi di Brescia conferirà la Laurea Honoris Causa in Giurisprudenza a Manlio Milani

“Il conferimento della Laurea Honoris Causa al sig. Manlio Milani – dichiara il Prof. Saccoccio – vuole rappresentare un suggello alla sentenza della Corte di Cassazione che lo scorso 20 giugno, dopo 43 anni e innumerevoli processi, ha messo la parola fine al lungo processo di accertamento della verità sulla strage di Piazza della Loggia"

0
Manlio Milani
Manlio Milani

Il Senato Accademico dell’ degli Studi di Brescia, nella seduta di martedì 17 settembre, ha approvato all’unanimità il conferimento della Laurea Honoris causa a , presidente dell’Associazione familiari dei caduti di e fondatore della Casa della Memoria.

Parte dal Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, prof. Antonio Saccoccio, la proposta di conferimento della Laurea Honoris Causa a Manlio Milani “per tutto quello che ha fatto per tenere viva la memoria – si legge nelle motivazioni – per la ricerca instancabile della verità e l’ottenimento della giustizia, per gli innumerevoli incontri con le scuole e le Università, non solo di Brescia, per i percorsi di incontro e dialogo tra vittime ed ex-terroristi di cui si è reso promotore e da cui è scaturito un modello riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo giuridico orientato verso logiche di giustizia riparativa e non solo retributiva, per l’attenzione al mondo dell’esecuzione della pena e alla dignità dei detenuti”.

Manlio Milani, si legge ancora nelle motivazioni della proposta, “ha svolto un encomiabile ruolo di presenza nelle aule di giustizia, di tenace invocazione della verità, ha promosso un infaticabile lavoro di ricerca storica, di riflessione civile e di riconciliazione memorialistica sulla stagione del terrorismo e della lotta armata. Senza l’opera di Milani e della Casa della Memoria gli archivi di quegli anni, probabilmente, non sarebbero ancora accessibili”.

“Il conferimento della Laurea Honoris Causa al sig. Manlio Milani – dichiara il Prof. Saccoccio – vuole rappresentare un suggello alla sentenza della Corte di Cassazione che lo scorso 20 giugno, dopo 43 anni e innumerevoli processi, ha messo la parola fine al lungo processo di accertamento della verità sulla strage di Piazza della Loggia. Oggi, finalmente, quella pagina si è chiusa grazie all’impegno, alla tenacia e al sacrificio di tante persone tra le quali emerge la figura di Milani”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome