Lumezzane, micetti abbandonati: sono fratelli di altri già curati

Al momento non si sa chi possa aver compiuto il gesto, ma i volontari di A.mici&co scrivono di essersi già attivati per individuare il responsabile

0
gattini abbandonati
gattini abbandonati

«Ecco, ci risiamo»: inizia così lo sfogo dei volontari dell’associazione A.mici&co di Lumezzane, che la mattina del 21 settembre si sono ritrovati sulla rampa che scende verso l’ingresso della loro sede una cassetta di plastica contentente tre micetti neri.

Gattini del tutto simili a quelli che i volontari hanno accolto già 4 mesi fa e 8 mesi fa: si tratterebbe quindi di cuccioli nati da una stessa gatta.

«Considerate che questa gatta in un anno ha fatto 12 piccoli e sono stati abbandonati tutti da noi …ci sarebbe costato molto meno far sterilizzare la gatta e anche il padre» scrivono i volontari sulla pagina Facebook dell’associazione chiarendo che invece ora saranno costretti a spendere molto di più per questi micetti, che necessitano di visite, vaccini, trattamenti antiparassitari e sterilizzazione.

Al momento non si sa chi possa aver compiuto il gesto, ma i volontari di A.mici&co scrivono di essersi già attivati per individuare il responsabile e chiarire una volta per tutte i vantaggi della sterilizzazione.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome