23 Novembre 2014 - Ore 19:22


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal Camonica
DOPOPARTITA
Gli ultrà assaltano lo stadio per protestare contro la società
Forti tensioni, ieri, fuori dal Rigamonti. Un gruppo di 300-400 “tifosi” delle rondinelle ha infatti assediato la tribuna per protestare contro la misera prova della squadra e, soprattutto, la gestione societaria. Nel mirino, in particolare, l'allenatore Iaconi e i vertici del club di via Bazoli: da Regazzoni a Corioni. Ma anche il sindaco Del Bono è stato oggetto di uno striscione polemico (“Del Bono: primo cittadino... ultimo tifoso”) con l'accusa di fare troppo poco per salvare il Brescia. Le forze dell’ordine sono intervenute in tenuta antisommossa per gestire la situazione. Ma contro la polizia sono stati lanciati sassi, uova e oggetti vari. La situazione è tornata normale soltanto dopo le 18.

Commenti 1
dom 23 nov 2014, ore 12.16
STAZIONE di BRESCIA
Attraversa senza accorgersi del treno in arrivo: muore così una 18enne di Calvisano
Doveva raggiungere il treno che l'avrebbe portata a casa. Forse era in ritardo ed ha voluto accorciare i tempi, forse era distratta, forse stava chiacchierando con la cugina al suo fianco, o ha semplicemente sottovalutato la velocità del treno in arrivo. Non sappiamo esattamente com'è andata, dobbiamo solo accettare il dolore per la perdita della morte di una 18enne, investita e uccisa da un treno merci diretto a Venezia. La tragedia si è verificata ieri intorno alle 21 nella stazione ferroviaria di Brescia. A perdere la vita una 18enne di origine nordafricana ma cittadinanza italiana, residente a Calvisano, dove era diretto il Brescia-Parma delle 20:54 sul quale avrebbe dovuto salire. Il convoglio viaggiava a una velocità compresa tra gli 80 e i 100 chilometri orari, come da programma. Al macchinista, molto

Commenti 2
sab 22 nov 2014, ore 08.41
OMICIDIO ZUCCA
Nuovo incontro col pm per Franco Zucca: intanto emergono tutte le denunce contro il figlio Sergio
La prima volta, davanti al pm Carlo Pappalardo, Franco Zucca si era avvalso della facoltà di non rispondere, su consiglio dell'avvocato Stefania Amato. Non si sa se parlerà questa mattina, quando si terrà, a Cantonmombello, l’interrogatorio di convalida del suo arresto per aver ucciso, mercoledì pomeriggio, il figlio Sergio, di 40 anni, colpendolo con una martellata in testa e poi con una coltellata all’addome. Intanto il profilo della vittima si delinea sempre di più: Sergio Zucca aveva collezionato una serie di denunce a causa del suo comportamento. Aveva minacciato i vicini di casa, i suoi familiari, l’ex moglie e il suo nuovo compagno. L'ultima verbalizzata dai carabinieri risale a domenica, tre giorni prima dell'omicidio. Sergio Zucca aveva incontrato l'ex moglie - da cui ha avut

Commenti
ven 21 nov 2014, ore 11.24
IN VETRINA
Doctor Dog diventa il primo Formatore cinofilo certificato nel bresciano
Doctor Dog Andrea Grisi, noto addestratore bresciano conosciuto dai più come “Doctor Dog”, nel corso di oltre 25 anni di esperienza, si è sempre distinto per aver organizzato molte iniziative e sviluppato una serie di progetti volti ad esaltare e diffondere l'importanza di una seria educazione cinofila. Per raggiungere questi obiettivi, il Doctor Dog ha continuato ad aggiornare e migliorare le proprie capacità attraverso la formazione continua fino a raggiungere la certificazione delle competenze da parte dell'Organismo di Certificazione di terza parte, primo e unico organismo in Europa in ambito cinofilo. Andrea Grisi è diventato quindi il primo Formatore cinofilo certificato nel bresciano. La certificazione di terza parte è stata rilasciata dopo una valutazione professionale e oggettiva che ha assicurato che Andrea Grisi possiede i requisiti minimi stabiliti dallo Schema di Certificazione per operare con competenza e professionalità nel settore secondo standard elevati di qualità che, oggi, sono richiesti dall'Unione Europea. La scelta del Doctor Dog di ottenere la certificazione FCC delle competenze è sicuramente nella
Entra nella rubrica

Una performance sussurrata per due persone alla volta, nata dall'incontro tra due delle menti più originali e sovversive della scena performativa britannica: Ant Hampton (precedentemente conosciuto per il suo lavoro come Rotozaza) e Tim Etchells (Forced Entertainment). Nella sala di lettura v
  23 24 25 26 27 28 29 30


I fondi, a volte, ci sono. Ma fa discutere - e mettere le mani tra i capelli - la piattaforma della Regione Lombardia (www.bandimpreselombarde.it) attraverso la quale è possibile accedere alle opportunità di finanziamento pubblico offerte alle imprese lombarde. L'ultimo tilt risale allo scorso 16 ottobre, alle 14, quando il sistema che doveva distribuire ben 6,8 milioni di euro a startup e Pmi nell'ambito del “Bando ricerca e innovazione 2014” è andato in crisi.
Opinioni Link suggerito









NELLA BASSA
Fiesse, schianto tra auto e pick up: morto 34enne
Un trentaquattrenne ha perso la vita e un cinquantenne è finito all’ospedale in condizioni critiche. Questo il bilancio del terribile incidente avvenuto ieri sera, intorno alle 20.30 a Fiesse. La vittima, morto tra le lamiere accartocciate della sua Y, era Paolo Umberto Busi, nato a Bozzolo, nel Mantovano, e residente a Piadena, in  provincia di Cremona. L’uomo al volante del pick up era invece residente a Fiesse . Non sarebbe in pericolo di vita, ma i traumi alla schiena sarebbero importanti.

Commenti
gio 20 nov 2014, ore 16.07
IN VIA INDUSTRIALE
Magazzino 47, sui muri del Vantiniano minacce alla polizia e scritte deliranti
(e.b) Scritte oltraggiose contro la Polizia, la Digos, e persino contro la persona dell'ex ispettore di Polizia Filippo Raciti (morto in servizio durante gli incidenti scatenati da una frangia di ultras catanesi contro la Polizia intervenuta per sedare i disordini alla fine del derby siciliano di calcio Catania-Palermo, ndr) sono apparse nella notte tra sabato e domenica in via Industriale, in città, ad opera di ignoti. Bombolette spray nere e rosse usate sui muri di cinta del cimitero Vantiniano per esprimere tutta la propria rabbia nei confronti dei ricchi e della polizia (“Odia i ricchi e la polizia”), ma anche per marchiare il territorio (“zona antifa”) e per lanciare una sfida (“Distruggi le telecamere”). Tra queste scritte deliranti anche un'esibizione di forza:“Il Magazzino non

Commenti 13
gio 20 nov 2014, ore 12.08
OMICIDIO
Franco Zucca in silenzio davanti al pm, a innescare la lite una telefonata
Una telefonata ricevuta da Sergio all'ora di pranzo avrebbe scatenato l'ennesima lite tra padre e figlio. Da cinque anni, cioè dalla morte della moglie e madre, non c'era più dialogo tra i due. E se c'era finiva in discussioni accese e forti incomprensioni. Ieri, però, tutto è degenerato, con il padre che prima impugna il martello e poi ferisce a morte all'addome il figlio Sergio. Sergio era malato, i suoi problemi psicologici erano noti anche ai vicini. Il padre avrebbe cercato di curarlo anche a sua insaputa, ma senza risultati. I carabinieri, sul luogo della tragedia in via Rotonda Montiglio, stanno ricostruendo la dinamica di ciò che è accaduto e, se non c'è dubbio sul fatto che sia stato il padre Franco a impugnare il coltello, si cerca di capire quanto, nella colluttazione tra i

Commenti 3
gio 20 nov 2014, ore 11.41
TRAGEDIA
Terribile schianto tra quattro auto a Roccafranca: un morto e sei feriti
Una mattinata finita in tragedia: una giovane donna 25enne  rimasta uccisa in uno schianto terribile che ha coinvolto ben quattro auto. E' successo prima della 9 a Rocca Franca sulla Sp 2. Secondo una prima ricostruzione, riportata dal Giornale di Brescia, due auto si sarebbero scontrate frontalmente, coinvolgendo in seguito altre due vetture. Oltre alla donna rimasta uccisa, sei persone sono rimaste ferite. Sul posto è intervenuta l'eliambulanza che ha portato d'urgenza il ferito più grave al civile. Gli altri cinque sono stati invece trasferiti in quelli di Chiari e Manerbio. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Stradale, che sta cercando di ricostruire la dinamica e le cause dell'incidente. 

Commenti 5
mer 19 nov 2014, ore 11.07
CALCINATO
Con l'esplosivo fanno saltare il bancomat, ennesimo caso nel Bresciano
Quindici giorni fa l'assalto, col trattore, al bancomat situato nella frazione (leggi la notizia), l'altra notte è toccato a quello in centro al paese, a pochi metri dal municipio. I ladri pare abbiano preso di mira gli istituti di credito di Calcinato, ma sarebbe meglio dire di tutta la provincia visto il susseguirsi di colpi messi a segno dalle valli alla bassa, passando per i laghi. I malviventi sono entrati in azione intorno alle due. Con la giusta quantità di esplosivo, né troppa, che avrebbe distrutto anche le banconote, né troppo poca, hanno fatto saltare lo sportello della Bcc del Garda di piazza Aldo Moro. Nessun indizio concreto è rimasto a disposizione dei carabinieri di Desenzano e a quelli di Calcinato che stanno portando avanti le indagini. (a.c) 

Commenti
mer 19 nov 2014, ore 07.55
DALLA LOGGIA
Reati in città, Del Bono promette tolleranza zero in stile Giuliani
(e.b) Diminuiscono i reati in città, ma non i furti in appartamento. Questo il dato che esce dai numeri elaborati dalla Prefettura sulla città di Brescia e presentati quest'oggi in Loggia. In linea con i risultati emersi dall'indagine condotta dal Sole24Ore, i dati della Prefettura dimostrano un progressivo aumento delle operazioni di controllo e sorveglianza del territorio, in particolare verso la repressione dell'accattonaggio e dei servizi antiprostituzione, ma anche della lotta all'inciviltà urbana. Un risultato positivo al quale si è arrivati “grazie ad una risposta unitaria e coordinata tra le varie forze dell'ordine che hanno lavorato in modo sinergico all'obbiettivo – ha spiegato l'assessore alla Sicurezza, Valter Mucchetti – ma anche grazie ad un'opera di educazione civica portata

Commenti 20
mar 18 nov 2014, ore 17.35
POLIZIA
Duplice arresto nel week end: 32enne albanese e 20enne moldavo in manette
Il servizio congiunto tra il Commissario Carmine della Polizia di Brescia e la Polizia Locale questo week end ha portato all'arresto di due soggetti, l'uno di 32 anni di origini albanese e l'altro di 20 anni di nazionalità moldava. Nel primo caso una pattuglia del Commissariato Carmine stava effettuando alcuni controlli nella zona di via Corsica quando è stata intercettata da un soggetto che ha raccontato di aver visto due persone scappare alla vista della Volante. A quel punto gli agenti hanno iniziato ad inseguire i due soggetti, perdendone uno ma riuscendo a bloccare l'altro all'interno del parco Gallo. L'uomo, un 32enne albanese ha tentato di opporsi al fermo arrivando anche ad aggredire l'agente, ma quest'ultimo l'ha immediatamente immobilizzato e ammanettato. Nel corso della serata la Volante è intervenuta a

Commenti 4
mar 18 nov 2014, ore 12.22
IL CASO
Morte del 17enne, in cella l'automobilista: guidava ubriaco
Mentre familiari ed amici, affranti, non smettono di piangere davanti alla salma, ancora esposta presso la camera mortuaria dell'ospedale di Esine, ci sono importanti novità per quanto riguarda le indagini condotte dalla Polstrada. L'uomo che era alla guida della Fiat Uno contro la quale si è schiantato lo scooter di Damiano Pedri è stato arrestato e portato in carcere con l'accusa di omicidio colposo aggravato. Al momento dell'incidente infatti è stato appurato che era ubriaco. L'uomo, un 37enne residente a Pisogne, in auto col fratello nella notte di sabato, già in passato era stato trovato alla guida con un tasso alcolemico eccessivo, motivo per il quale già gli era stata ritirata la patente. Resta per la verità ancora da chiarire la dinamica esatta dello scontro con il motorino del 17

Commenti 17
mar 18 nov 2014, ore 07.34
I DATI
Droga, in Prefettura segnalati tre bresciani al giorno per consumo
Non sono spacciatori di dorga, ma consumatori sì. Secondo un'indagine condotta dal Corsera di Brescia, nel 2013 sono state 1370 le persone segnalate alla Prefettura perché beccate con la droga in tasca “per uso personale”. E proprio il fatto che si tratti di dosi per uso personale fa in modo che la loro fedina penale resti pulita ma non li scagiona dalla segnalazione in Prefettura che poi li indirizza verso il programma terapeutico più idoneo attraverso un doppio colloquio con gli assistenti sociali. Se però non ci presenta ai colloqui, allora scattano le sanzioni e l'eventuale ritiro della patente di giuda (anche per 36 mesi), la sospensione del passaporto e del permesso di soggiorno se si tratta di un cittadino extracomunitario. Secondo i dati della Prefettura, a quanto pare tra i bresciani l

Commenti 3
lun 17 nov 2014, ore 15.05
SEBINO
Detenzione illegale di fucili da caccia rubati: in arresto due giovani fratelli di Piancamuno
Settimane di lavoro intenso per i carabinieri di Valle Camonica e alto Sebino. Dopo il fermo, e il processo per direttissima, della romena 39enne che ha creato scompiglio in un supermercato di Darfo (leggi la notizia), e l'arresto di un pluripregiudicato agli arresti domiciliari trovato in un bar a Pisogne, c'è da registrare il fermo di due giovani fratelli di Piacamuno. Dopo alcune settimane di indagini i carabinieri di Artogne nella notte tra venerdì e sabato hanno trovato nell'abitazione di Pisogne dei due fratelli ben 3 fucili da caccia oltre a munizioni, reti per la cattura di volatili e 11 gabbie con relativi uccelli da richiamo. Le armi sono rislutate essere rubate lo scorso 24 ottobre a un cacciatore. Il giudice davanti al quale sono stati portati i due fratelli, di 20 e 28 anni, ha disposto per loro la misura cautel

Commenti 2
lun 17 nov 2014, ore 07.34
SULLA PROVINCIALE
Incidente mortale nella notte a Gratacasolo, perde la vita un 17enne
Un diluvio mortale che è costato la vita a un 17enne di Pian Camuno. E' successo questa notte a Gratacasolo, mentre la pioggia scorreva scrosciante lasciando isolate ben tre frazioni del comune di Pisogne tra lago d’Iseo e Valcamonica. Uno schianto e un ragazzo, Damiano Pedri, residente alla Beata di Pian Camuno, rimasto ucciso. Secondo la ricostruzione riportata dal giornale di Brescia, il 17enne era in sella al suo motorino - un Mbk - e si è scontrato contro una Fiat Uno, a bordo della quale c'erano due uomini di 32 e 36 anni. Lo schianto è avvenuto attorno alle 2 in via Provinciale. Il ragazzo è stato sbalzato dallo scooter a una ventina di metri oltre il punto d'impatto. Sul posto il 118, la Polizia Stradale di Iseo e Darfo.

Commenti 3
dom 16 nov 2014, ore 10.18
CASTEGNATO
Camion impazzito scavalca la corsia in A4: due morti, traffico in tilt per ore
Ore 18:30, il traffico da rientro serale vive il suo giornaliero momento clou: è proprio allora che avviene un gravissimo incidente sulla A4 tra Brescia Ovest e Ospitaletto, nel territorio di Castegnato, al chilometro 210. Un camion che viaggiava in direzione Venezia, per motivi ancora del tutto da chiarire, sbanda, si schianta contro due macchine e si rovescia parzialmente sulla corsia dell'opposto senso di marcia. Il bilancio è pesantissimo: sono morti sul colpo l'autista del mezzo pesante e un viaggiatore a bordo di una Megane station wagon. Ferito in maniera grave, ma non sarebbe in pericolo di vita, un altro automobilista, un 35enne bergamasco, trasportato d'urgenza in Poliambulanza. Le vittime sono il camionista, un macedone di 36 anni residente in provincia di Torino, che trasportava un carico di resine per la realizz

Commenti
ven 14 nov 2014, ore 07.22
CELLATICA
Ritrovato senza vita il corpo di Luciano Mensi
Sono terminate nel peggiore dei modi le ricerche di Luciano Mensi: l'uomo è stato trovato steso a terra, privo di vita, nel pomeriggio di ieri. Mancava da casa dal 30 ottobre (leggi la notizia), familiari ed amici erano in apprensione perché non aveva con sé i medicinali per il diabete e perché avrebbe dovuto sottoporsi a sedute di chemioterapia a causa del male che lo ha colpito. Le ricerche, iniziate martedì mattina, si sono concluse alle 16 di ieri, quando una delle squadre dei volontari di protezione civile ha trovato il suo corpo vicino alla chiesetta di San Rocco, in località Fantasina a Cellatica. Sulla salma non è stato riscontrato nessun segno di violenza, nulla che lasci intendere che Luciano abbia avuto una morte violenta.(a.c.)

Commenti 1
gio 13 nov 2014, ore 08.03
SOCCORSO ALPINO
Valcamonica, non rientra a casa: trovato senza vita 80enne
Le ricerche sono iniziate intorno alle 19.20 di martedì sera e purtroppo si sono concluse tragicamente. E' stato infatti ritrovato senza vita un 80enne residente in zona Prestine che non era rientrato a casa dopo essere uscito per una passeggiata. I tecnici della Stazione di Breno, dopo che i familiari hanno dato l'allarme, si sono attivati con le ricerche nella zona di Nodano, tra Prestine e Campolaro, a circa 1300 metri di quota e hanno ritrovato l'80enne già deceduto, probabilmente per un malore. Sul posto l'automedica e i Carabinieri di Breno.

Commenti
mer 12 nov 2014, ore 10.55
BRESCIA
Si spacciano per tecnico del gas e vigile: truffati due anziani a Mompiano
L'ingegno al servizio della truffa, ai danni di una coppia di anziani ultraottantenni. Fa male dover scrivere, ancora una volta, di un episodio che vede come vittime anziani indifesi che vivono da soli. L'ultimo caso è avvenuto lunedì mattina in via Salvemini a Mompiano. Erano circa le dieci quando la truffa architettata da una coppia di giovani dall'accento italiano è andata in scena. Uno dei due si è intrufulato in un'abitazione da una finestra aperta, quella del bagno dove c'erano i panni ad asciugare. Dopo aver prelevato due cornici fotografiche, l'uomo è uscito e si è presentato alla porta di casa vestito da agente di polizia locale, dicendo di aver recuperato la refurtiva di un furto appena verificatosi. La coppia di anziani, 88 anni lui e 86 lei, l'ha fatto entrare, fidandosi ciecamente. Po

Commenti
mer 12 nov 2014, ore 07.58
IN CITTA'
Senzatetto accampati al Tarello, da Facebook: "Dov'è la Polizia locale?"
(e.b) Il brutto tempo di questi giorni non rende la vita semplice ai tanti senzatetto che vivono in città. Non tutti riescono a prendere posto nelle strutture di accoglienza che offrono un riparo per la notte e così per alcuni l'unica soluzione resta trovare riparo dalla pioggia sotto pensiline e cavalcavia. Già nelle scorse settimane sulla pagina Facebook dedicata alla “Brescia che non vorrei” era apparsa un'immagine scattata da un pendolare che ritraeva alcuni senzatetto intenti a dormire vicino alla biglietteria della stazione ferroviaria. L'immagine aveva fatto scattare immediatamente la polemica sulla sicurezza in Stazione. Oggi la situazione si ripete anche in altre zone (riparate) della città, come testimoniano le immagini pubblicate in questi giorni dagli utenti della Brescia che non vor

Commenti 12
mar 11 nov 2014, ore 10.11
IL SOCCORSO
Cade nel fosso per la pioggia e resta intrappoolata in auto: soccorsa 50enne a Padenghe
L'asfalto reso viscido dalla pioggia ha provocato lo sbandamento di un'utilitaria guidata da una 50enne che, a causa del mancato controllo del'auto è finita in un fosso. E' successo nel primo pomeriggio di lunedì 10 in via Pratello, a Padenghe del Garda. La donna è rimasta intrappolata nell'abitacolo e per estrarla è servito l'intervento dei vigili del fuoco e della polizia stradale. La donna è stata trasportata all'ospedale di Desenzano in codice giallo.

Commenti
lun 10 nov 2014, ore 18.03
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
8

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
IL MIGLIORE A BRESCIA: Chi è il miglior assessore della giunta Del Bono? (un voto al giorno per Ip)
Laura Castelletti (Cultura)
Marco Fenaroli (Casa e Partecipazione)
Gianluigi Fondra (Ambiente)
Federico Manzoni (Mobilità)
Roberta Morelli (Scuola)
Valter Muchetti (Sicurezza)
Paolo Panteghini (Bilancio)
Felice Scalvini (Welfare)
Michela Tiboni (Urbanistica)

IL PEGGIORE BRESCIA: Chi è il peggior assessore della giunta Del Bono? (un voto al giorno per Ip)
Laura Castelletti (Cultura)
Marco Fenaroli (Casa e Partecipazione)
Gianluigi Fondra (Ambiente)
Federico Manzoni (Mobilità)
Roberta Morelli (Scuola)
Valter Muchetti (Sicurezza)
Paolo Panteghini (Bilancio)
Felice Scalvini (Welfare)
Michela Tiboni (Urbanistica)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:43 Renzi docet
23 nov - Vai alla news »
"ha amministrato con arroganza, nell'interesse di pochi, con giochi di potere evidenti e che non ha mai accettato chi non la pensasse c
14:01 Ciarli
23 nov - Vai alla news »
Brescia diamo una svolta importante alla società della ns città e provincia
12:23 PD PERSI DAPPERTUTTO
23 nov - Vai alla news »
rimestare nel pentolone è la forza del pd, oltre alle ciance e al voto agli immigrati non sapere fare altro ....siete al fondo del se
12:02 Mirko
23 nov - Vai alla news »
El Bresa l'è na vera delusiu......
12:01 Ultrà
23 nov - Vai alla news »
Scambiamo la An con il Brescia calcio???? Schifezze nel calcio, campioni nel nuoto... Meno mal che ci siete voi!!!
12:00 Ultrà
23 nov - Vai alla news »
Semplice: tutti a casa tranne Caracciolo.....
11:14 stradivarius brixiensis
23 nov - Vai alla news »
Una curiosità: ma il cosiddetto piano di riqualificaizione del borgo, che l'impresa costruttrice celebrava come uno dei più im
10:58 abbraccio
23 nov - Vai alla news »
Povera ragazza, cosí giovane, tutti la descrivono come piena di vita e di gioia, generosa e altruista. Era diventata cittadina di ita
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
A Brescia arriva la rivoluzione della ceretta con Go Wax
A Milano e in altre capitali mondiali è ormai una “moda” inarrestabile. E da inizio giugno fa tendenza anche a Brescia. Si tratta della ceretta brasiliana, pratica che ha già conquistato dive e donne “normali” in tutto il mondo perché basata su una tecnica che ha quasi del "rivoluzionario" rispetto a quella tradizionale. La "new ceretta" wax è una applicazione a caldo di cera d'api e miele che ha la caratteristica di n
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook


       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008