Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



07 Febbraio 2016 - Ore 09:13


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
DALLA QUESTURA
Controlli della polizia: 2 arresti e 16 indagati a piede libero
L’attività di prevenzione e controllo del territorio della Questura, svolta anche con l’ausilio di equipaggi di Milano ha portato durante la settimana al conseguimento dei seguenti risultati: 2 persone sono state arrestate e 16 indagate a piede libero per reati diversi; 500 i cittadini identificati, 241 i veicoli controllati, 27 i provvedimenti di espulsione a carico di cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale. L'ultimo intervento segnalato dalla Polizia è stato quello della mattinata di oggi. Una Volante è intervenuta alla scuola elementare di via Vespucci a seguito del danneggiamento avvenuto di notte ad opera di ignoti sulla macchinetta distributrice degli snack.

Commenti 4
sab 06 feb 2016, ore 14.14
IL CASO
Ragazzina investita sulle strisce. La madre: aiutatemi a trovare il pirata
"Aiutatemi a trovare chi ha investito mia figlia sulle strisce". A lanciare l'appello è Claudia Cellini, madre della 14enne Laura che martedì scorso è stata travolta da un'auto mentre attraversava la strada. Secondo la ricostruzione della madre, la ragazzina stava attraversando il passaggio pedonale di viale Europa, all'altezza di via Broccacci (un punto “regolato dal semaforo che al momento del suo passaggio era verde”), quando un'auto grigia di dimensioni non grandi l'ha investita. Erano all'incirca le 18.45. Claudia è riuscita a rialzarsi e a spostarsi sul marciapiede, per poi avvisare la sorella che ha allertato i sanitari. Ma il conducente dell'auto non si è fermato. “Ora ha la gamba ingessata. Vorremmo sapere se qualcuno ha visto”. Questo l'appello della madre, che

Commenti
sab 06 feb 2016, ore 10.51
IN VIA FOLONARI
Strappano la targa della Cgil: le telecamere riprendono i due vandali
Nella notte tra giovedì e venerdì la targa con il logo della Cgil, che si trova a lato del portone di ingresso della Camera del Lavoro di Brescia in via Folonari 20, è stata strappata e fatta cadere a terra. Il fatto, di cui è stata informata la Questura di Brescia, è stato filmato dalle telecamere interne ed è avvenuto poco prima delle due di notte. Le immagini registrate mostrano chiaramente che gli autori dell'atto vandalico erano in due . Non è la prima volta che avvengono atti vandalici e tentativi di intimidazione contro le sedi della Cgil in città o in provincia.

Commenti 5
ven 05 feb 2016, ore 16.11
 
Il risveglio di Brescia passa dalla Lombardia Orientale
Sandro Belli di Sandro Belli* - Mi guardavano con stupore, scambiandosi occhiate che volevan dire: "Sempre utopista questo individuo!". Sono passati poco più di quattro anni da questi incontri e il tema della Lombardia Orientale e di Brescia capofila, proposto allora, ha pian piano preso concretezza.Come spesso accade, le associazioni e gli operatori economici fanno da primi propulsori, poi la politica, se è attenta, segue. E così gli agricoltori lombardoorientali dell'Unione di Brescia Mantova e Cremona, così l'Aler (Azienda Lombarda Edilizia Residenziale), la Corte d'Appello di Brescia Mantova e Cremona e la Sovraintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici e più recentemente la Confartigianato che, sotto l'abile guida di Eugenio Massetti oggi ha preso il nome significativo di ''Conf. imprese Unione di Brescia e Lombardia Orientale". Tutti hanno capito l'importanza o la necessità di dar vita ad una realtà forte: la Lombardia orien
 
Siglata l'unificazione delle quattro organizzazioni artigiane
MATTINZOLI di Enrico Giorgio Mattinzoli* - Dopo anni di dibattiti, incontri, diffidenze, speranze, progetti sottoscritti e successivamente disattesi; finalmente si è arrivati ad una intesa: le quattro Organizzazioni di Categoria dell'Artigianato hanno siglato l'accordo per l'unificazione. Soddisfatti i Presidenti di Associazione Artigiani, Confartigianato, CNA e Assopadana. La firma definitiva dell'accordo avverrà sabato 16 giugno 2050 alla presenza del Presidente del Consiglio che atterrerà alle 09,30 all'Aereoporto G. D'annunzio da poco in piena attività. La giornata per il Presidente del Consiglio è prevista densa di impegni, dopo l'intervento con le Organizzazioni Artigiane presso la Sala Conferenze dello Stadio di Brescia in località Parco delle Cave da poco terminato, il capo del Governo taglierà il nastro del Salone della Ricerca e della Tecnologia presso la Fiera di Brescia rinata dopo anni di inattività, per poi recarsi alla ex C


Confartigianato guarda oltre la Leonessa. Con l'obiettivo di diventare uno dei poli di aggregazione del mondo dell'artigianato ad Est di Milano. E' questa una delle novità annunciate oggi, nel corso della tradizione conferenza di fine anno, dall'associazione presieduta da Eugenio Massetti. Una svolta non solo d'intenzione, che si concretizza anche in modifiche nella denominazione (da “Confartigianato Brescia” a “Confartigianato Brescia e Lombardia Orientale”)
Opinioni
 
Islam moderato bresciano: se esiste lo dimostri
Rolfi di Fabio Rolfi* - Le notizie ricorrenti di attentati di matrice islamista, a volte realizzati da singoli soggetti particolarmente radicalizzati, impongono una seria riflessione, anche a livello locale, su come impostare le nostre relazioni con le comunità islamiche organizzate presenti sul nostro territorio. Si tratta di un ragionamento necessario, dato che il tema rimarrà centrale per i prossimi decenni; i conflitti che attraversano e insanguinano quella parte di mondo, ormai riguardano e coinvolgono anche noi, ma soprattutto non finiranno con un bombardamento sulla Siria. Se da un lato non si può certamente fare di tutta un erba un fascio, dall’altro occorre però pretendere dalle comunità islamiche bresciane molto più di quello che fino oggi hanno dato o fatto per creare le giuste distinzioni tra chi si limita a pregare un Dio diverso dal nostro e chi invece, in nome di quest’ultimo, ammazza o più prosaicamente pretende di
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














CALCINATELLO
Spara per fermare i ladri. Accusato di tentato omicidio, spiega: era legittima difesa
Non ci sta ad essere accusato di tentato omicidio il 40enne imprenditore di Calcinatello che nella notte di sabato ha sparato undici colpi“per difendere me stesso e la mia famiglia. Questa storia mi sta logorando, mi sta rovinando”. L'uomo ha raccontato al Corsera di Brescia la sua versione dei fatti: “Ho spiegato tutto ai carabinieri quando mi hanno chiamato in caserma ritirandomi la pistola, non ho sparato per sventare il furto alla banca, delle banche non me ne importa proprio niente: ho agito per legittima difesa, non ascoltate le altre versioni”. Nella piccola frazione della Bassa bresciana sono tutti dalla sua parte, compresa la sua famiglia: “ Mio figlio non ha fatto niente, basta”. L'uomo, che vive con la madre, il padre malato e il resto della famiglia in un cascinale ha raccontato di aver

Commenti 14
ven 05 feb 2016, ore 14.57
DAI SOCIAL
Investita da un'auto pirata in viale Europa, l'appello delle compagne su Facebook
E' stata investita il 2 febbraio intorno alle 18,45 in viale Europa, mentre usciva dall'allenamento di nuoto sincronizzato. L'auto che l'ha investita però, dopo averla travolta in pieno, ha tirato dritto. Sulla Facebook, la “Russian Synchro School Brescia” ha lanciato un appello per individuare la persona che, senza preoccuparsi ha travolto e abbandonato Laura sull'asfalto. “Aiutateci, un auto pirata martedì 2 febbraio ha investito la nostra Laura – e raccontano - Zona Mompiano: Attraversava Viale Europa all'angolo di Via Boccacci alle 18:45 circa. L'auto dopo l'accaduto ha continuato a proseguire verso l'ospedale civile di Brescia”. Poi l'appello alla cittadinanza: “Se qualcuno avesse telecamere in quella zona oppure ha visto qualcosa vi preghiamo di segnalarlo alle autorità &nd

Commenti 1
ven 05 feb 2016, ore 12.47
DAL TRIBUNALE
Insegnante di pianoforte fa sesso con l'alunna 14enne: condannato a 4 anni
Arrestato il 20 marzo scorso con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una sua alunna 14enne, ieri l'insegnante 42enne di pianoforte è stato condannato a 4 anni di reclusione, pena poi tramutata negli arresti domiciliari. La vicenda ha avuto inizio quando i genitori della ragazzina hanno trovato messaggi piccanti sul cellulare della figlia, da lì le indagini dei Carabinieri che hanno piazzato una telecamera nascosta nello studio dove l'insegnante teneva lezioni private di pianoforte. Nel marzo scorso i militari sono entrati in azione cogliendo il professore mentre aveva rapporti sessuali con la 14enne, consenziente. La vicenda è successa a Mantova ma l'uomo si è trasferito subito dopo a Brescia con la moglie, provando a giustificarsi dicendo che credeva avesse 16 anni. Non era la prima volta che

Commenti 7
ven 05 feb 2016, ore 10.53
MONTICHIARI
Famiglia intossicata da monossido di carbonio: li salva il cane Chuck
Il braciere rimasto acceso e un'intera famiglia intossicata dal monossido di carbonio. La loro salvezza? Chuck. Il loro fedele amico a quattro zampe che, bisognoso di uscire di casa per fare i suoi bisogni si è accorto che i suoi padroni non lo consideravano. Si erano già assopiti a causa del monossido di carbonio che si era già sprigionato in grossa quantità nella stanza. L'animale però non si è dato per vinto e ha iniziato ad abbaiare insistentemente fino a quando è riuscito a svegliare i padroni che, dopo essersi accorti di quanto stava succedendo sono immediatamente usciti di casa e hanno chiamato aiuto. Chuck ha salvato loro la vita.

Commenti
ven 05 feb 2016, ore 10.22
TRAFFICO
Incidente alla rotonda dell'Eib. Lunghe code sulla tangenziale verso Castelmella
Traffico in tilt e lunghe code lungo la tangenziale ovest in direzione Castelmella. Un incidente che ha coinvolto tre automobili ha reso necessario l'arrivo di due ambulanze per trasportare i due feriti, per fortuna non gravi, all'ospedale Civile di Brescia e una pattuglia della Polizia Locale che sta effettuando i rilievi. L'incidente è avvenuto poco prima delle 9, proprio in corrispondenza della rotonda dell'Eib.

Commenti
ven 05 feb 2016, ore 09.34
IL CASO
Auto in fiamme in corso Martiri della Libertà: il piromane è tornato a colpire?
Un nuovo caso di auto in fiamme, anzi due. Stando alle prime notizie raccontate dal Giornale di Brescia sembra che le fiamme che hanno distrutto la Mazda6 parcheggiata in corso Martiri della Libertà abbiano coinvolto anche l'automobile parcheggiata a fianco. L'incendio ha preso origine intorno all'1,15 di notte quando qualcuno ha avvertito i Vigili del Fuoco che un'automobile stava bruciando. Sul posto i vigili del fuoco hanno spento le fiamme. Sulla natura dell'incendio stanno lavorando i carabinieri. Npon è certo la prima volta che in città succedono episodi di automobili incendiate. Era già successo mesi fa ed è successo ancora la scorsa settimane, quando sono state bruciate due auto in via Tosoni. In quel caso il metodo utilizzato per incendiarle era simile a quello usato dal piromane che quest'esta

Commenti 1
ven 05 feb 2016, ore 09.28
CHIARI
Militari fuori servizio sventano una rapina: preso un 33enne cubano, complice in fuga
Erano fuori servizio ma quando si indossa la divisa delle forze dell'ordine il lavoro è h24. Grazie a questa dedizione due carabinieri e un finanziere sono riusciti a fermare un ladro che si stava introducendo in una villetta di via Togliatti, a Chiari. Erano circa le 19 quando i tre hanno notato un'auto aggirarsi lentamente tra le villette, cosa che li ha subito insospettiti. Da lì la decisione lungimirante di seguirlo. Dall'auto è sceso un uomo che si è infilato subito nel giardino di un'abitazione scavalcando la recinzione. A quel punto i tre militari sono entrati in azione e, dopo una breve colluttazione con il complice che attendeva in auto hanno chiamato i rinforzi, giunti dopo poco sul posto. Il ladro però, accortosi di ciò che stava accadendo si è dato alla fuga, non prima di abb

Commenti 4
gio 04 feb 2016, ore 15.45
CALCINATELLO
Imprenditore spara per fermare i ladri: accusato di tentato omicidio
L'imprenditore che sabato 30 gennaio aveva sparato ben undici colpi per evitare che un gruppo di malviventi portasse a termine il furto dello sportello bancomat della filiale Bcc del Garda di Calcinatello non li avrebbe sparati in aria ma ad altezza furgone. E' quanto emerge in seguito al ritrovamento del furgone abbandonato dai ladri in una cascina abbandonata del paese in seguito alla fuga. I malviventi avevano legato lo sportello dei prelievi al furgone con cavi d'acciaio così da far presa e riuscire a sradicarlo, ma le grida di alcuni vicini di casa hanno messo in allarme l'imprenditore che, armata la pistola ha sparato undici colpi. I testimoni avevano raccontato che si trattava di colpi in aria, mentre il ritrovamento del furgone sembra dire il contrario in quanto gli inquirenti avrebbero trovato tracce di sangue, forse

Commenti 13
gio 04 feb 2016, ore 14.26
DAL TRIBUNALE
Senegalese assolto dopo una condanna di nove per violenza sessuale
Prima la condanna a nove anni di carcere per abusi sessuali, poi in appello l'assoluzione “perché il fatto non sussiste”. I quasi 1200 rapporti sessuali per i quali un senegalese di 45 anni, regolare in Italia, è stato condannato non sono mai stati consumati. Questo l'epilogo della storia di un operaio d'azienda senegalese accusato di aver abusato per sei anni su una bambina che all'epoca del processo di primo grado ne aveva nove. Nel primo processo le testimonianze della bimba erano risultate determinati per la successiva condanna, ma il processo d'appello ha portato alla luce la relazione della ginecologa che aveva ritenuto incompatibili le condizioni fisiche della piccola con le violenze sessuali raccontate.

Commenti 6
gio 04 feb 2016, ore 10.43
LE DICHIARAZIONI
Omicidio-sucidio, i famigliari di Marinella: la malattia di lui non centra con il delitto
Emergono nuovi particolari dell'omicidio-suicidio avvenuto lunedì sera in città. E' il Giornale di Brescia a riportare le parole della famiglia di Marinella Pellegrini, accoltellata a morte dal marito, Paolo Piraccini, 56 anni, che dopo averla quasi decapitata si è tolto la vita imboccando l'autostra A4 e scontrandosi con un Tir. I famigliari della donna, che vivono nella grande casina di Bagnolo Mella, sono disperati non solo per la sua morte ma perché si sarebbe potuta evitare: “Marinella voleva allontanarsi dal marito e lui questo non lo accettava. La malattia (di Paolo Piraccini, ndr) non c’entra nulla con quanto accaduto”. Da quanto raccontano l'assassino tre anni fa aveva avuto un tumore “dal quale è guarito Lui però continuava a sentirsi un malato. Era sempre ag

Commenti
gio 04 feb 2016, ore 10.09
REZZATO
Aggangiano il bancomat al carro attrezzi per rubarlo. Ladri in fuga e soldi salvi
Prima hanno rubato un furgone sufficientemente grande da trasportare la cassa di un bancomat, poi si sono diretti in via Garibaldi, a Rezzato alla filiale del Credito cooperativo di Brescia e hanno tentato di agganciare lo sportello automatico in retromarcia per asportarlo, ma l'allarme ha iniziato a suonare e si sono spaventati. Nel giro di cinque minuti i carabinieri erano sul posto ma dei ladri non c'era più traccia, probabilmente fuggiti in auto facendo perdere le proprie tracce. Ingenti i danni al bancomat ma salvi i contanti contenuti nella cassa continua.

Commenti 1
gio 04 feb 2016, ore 09.44
LA SCOPERTA
Franciacorta, sequestrato un carico di tonni rossi non rintracciabili. Multa da 100mila euro
Il personale del Distretto Veterinario di Rovato dell’ATS di Brescia, il 30 gennaio scorso, a seguito di segnalazione della Polizia Stradale Sezione di Bergamo, ha identificato e sequestrato una partita di prodotti ittici, sull'autostrada A4 in territorio di Franciacorta. L’intervento si è concluso il 2 febbraio con la distruzione di quanto rinvenuto, da parte di una ditta autorizzata. Tale azione è frutto di un lavoro congiunto della ATS di Brescia e della Guardia Costiera di Venezia, che da tempo collaborano per tutelare la salute del consumatore. Gli alimenti sono stati rinvenuti in un automezzo refrigerato che è risultato contenere 24 tonni freschi, per un totale di 1200 chilogrammi, posti in contenitori di polistirolo, privi dell’etichettatura che permette di identificare il tipo di alimento, l

Commenti
mer 03 feb 2016, ore 17.23
LE NOVITA'
Omicidio-suicidio: Piraccini aveva annunciato le sue intenzioni ad una cliente
L'ultimo capitolo dell'omicidio-sucidio che ha portato Paolo Piraccini, 55enne titolare di un bar a Palazzolo a sgozzare la moglie, Marinella Pellegrini, fino quasi a decapitarla con un coltello da cucina, riguarderà l'esame tossicologico che la Procura dovrebbe disporre nei confronti dell'uomo, che dopo l'omicidio si è suicidato schiantandosi contro un Tir in A4. Il via libera all'esame dovrebbe arrivare già domani, mentre il pm Roberta Amadeo non ha disposto l'autopsia sul corpo della moglie. Come ha raccontato al Giornale di Brescia una ragazza dell'est che spesso frequentava il bar di Piraccini, sembra che l'uomo avesse già premeditato l'omicidio-suicidio. “Domenica sera mi ha detto che avrebbe ucciso la moglie il lunedì, giorno di chiusura del bar – ha raccontato la giovane –

Commenti
mer 03 feb 2016, ore 14.48
IL CASO
A Pontoglio rimosso da ignoti uno dei cartelli della polemica
Prima l'avevano imbrattato con una bomboletta spray di colore nero, ora l'hanno rimosso del tutto. Uno dei nuovi cartelli di Pontoglio inneggianti alle “tradizioni cristiane” è stato rimosso da ignoti nella notte tra venerdì e sabato. I primi ad accorgersene sono stati alcuni residenti. Il cartello è lo stesso preso di mira dai vandali qualche settimana fa con le bombolette, quello al confine con la provincia di Bergamo verso il comune di Palosco. In quella situazione l'amministrazione comunale aveva fatto ripulire il cartello in fretta e furia. Il caso dei cartelli, che ha creato un caso politico nazionale, con interrogazioni in parlamento e parole al vetriolo tra favorevoli e contrari, è tutt'altro che chiuso. La Prefettura aveva scritto al sindaco per chiederne la rimozione, ma quest'ultimo

Commenti 25
mer 03 feb 2016, ore 14.17
IL DRAMMATICO BILANCIO
A Brescia cinque donne assassinate dai loro compagni nel 2015
Sono cinque le donne uccise nel Bresciano nel 2015. Un triste bilancio che ha avuto inizio il 16 marzo quando Anna Mura è stata trovata morta dal figlio nella loro casa di Castenedolo con una profonda ferita alla testa. Al momento l'unico indiziato resta il marito, in fuga per 48 ore dopo la tragedia. Un giorno più tardi, il 17 marzo è stata uccisa Gloria Trematerra di Niardo ad opera del marito che ha ferito anche la figlia 18enne. Il terzo omicidio risale a settembre quando la 70enne Natalina Badini, con forti problemi di carattere psichico è stata colpita a morte dal marito, esasperato dalla situazione. E' stata invece soffocata Cesara Musteata, la 18enne di Lonato, mentre Simona Simonini è stata freddata a mani nude in seguito ad una lite con il compagno. Il 2016 è appena iniziato ma

Commenti
mer 03 feb 2016, ore 12.49
CARABINIERI
Baby estorsori a Salò: se rivuoi il tuo cellulare dacci 400 euro
Un uomo ha perso il suo smartphone con tutti i contatti di lavoro e ha ritrovarlo sono stati due minorenni che nel giro di poco si sono trasformati in baby estorsori. E' successo qualche giorno fa a Salò quando l'uomo ha chiesto aiuto ai carabinieri per ritrovare il suo cellulare. Nel tentativo di recuperarlo il malcapitato aveva inviato un sms al proprio numero chiedendo la restituzione del telefono ma coloro che l'hanno ritrovato hanno risposto chiedendo 400 euro in cambio e aggiungendo: “Non fare scherzi, guarda che ho degli amici”. L'appuntamento era fissato per il giorno successivo alla fermata dell'autobus dove l'uomo è arrivato con i carabinieri in borghese che, dopo aver assistito allo scambio, hanno fermato il minorenne. Poco distante il complice, anch'esso miniorenne. I due sono stati quindi segnalat

Commenti
mer 03 feb 2016, ore 12.18
TRAFFICO
Tangenziale sud, mattinata di code a causa di un incidente a quattro
Una mattinata di lunghe code in tangenziale sud a causa di un incidente nella zona di Brescia est, tra Rezzato e Ponte San Marco, che ha coinvolto quattro veicoli, per fortuna senza gravi conseguenze per i conducenti. L'unico ad aver bisogno del ricovero in ospedale è stato il conducente di un Tir per il quale è dovuta intervenire anche una squadra di vigili del fuoco per liberarlo dall'abitacolo. L'incidente è avvenuto durante l'orario di entrata al lavoro e la Polizia intervenuta sul posto ha deciso di chiudere parzialmente l'arteria per consentire la rimozione dei veicoli, cosa che però ha provocato lunghe code in direzione della città. La strada è stata regolarmente riaperta intorno alle 9,20 ma le code sono ancora in smaltimento.

Commenti
mer 03 feb 2016, ore 10.19
LA DENUNCIA DELLA CGIL
Detenuti mettono a ferro e fuoco la cella: panico a Canton Mombello
“Quattro detenuti, già responsabili nei giorni scorsi di episodi di disordine e di atti di autolesionismo, nella serata del 1 febbraio hanno creato il panico nel carcere di Canton Mombello”. A raccontarlo è la Cgil in una nota, dove spiega che nella serata di lunedì all'interno dell'istituto penitenziario si sono respirati “attimi di terrone quando un detenuto si è barricato appiccando il fuoco agli oggetti presenti in cella – proseguono - nel frattempo gli altri tre si sono “ armati “ di lamette tenute in mano e in bocca, oltre a brandire una bomboletta di gas con minaccia di farla esplodere”. Trambusto, fuoco, fumo, grida di allarme tra tutti i detenuti che temevano che l’incendio si propagasse in tutto l’Istituto, “hanno quindi innescato una re

Commenti 9
mer 03 feb 2016, ore 09.48
LA DUPLICE TRAGEDIA
Uccide la moglie a coltellate e si schianta in A4. Storia di un dramma annunciato
La malattia del marito la preoccupava, ma quello che la preoccupava maggiormente era la depressione nella quale era caduto e che gli aveva tolto la voglia di reagire. Marinella Pellegrini, uccisa a coltellate dal marito Paolo Piraccini, titolare di una pizzeria d'asporto, che poi si è tolto la vita andando a schiantarsi contro un tir in A4, era una donna riservata anche se, come riporta il Giornale di Brescia, qualcosa aveva fatto trapelare della situazione che viveva ogni ogni giorno in famiglia: “Un paio di mesi fa mi aveva confidato che il marito, operato due anni prima di tumore, non voleva più fare i controlli dall’oncologa. Lei aveva insistito, cercando di convincerlo a ripensarci, magari cambiando medico”. Il tentativo di farlo reagire innescava in lui una profonda rabbia, sfociata in una tremenda

Commenti 1
mer 03 feb 2016, ore 09.27
LA DUPLICE TRAGEDIA
Uccide la moglie a coltellate, liti e depressione all'origine dell'omicidio-suicidio
All'origine della tragedia che ha portato alla morte dei coniugi residenti in via Cefalonia ci sarebbero liti furiose e la depressione di lui, legata ad alcuni problemi di salute. E' quanto hanno ricostruito fino a questo momento gli inquirenti dopo che la scorsa notte Paolo Piraccini, 56 anni titolare di una pizzeria d'asporto ha ucciso a coltellate la moglie Marinella Pellegrini, di un anno più giovane in seguito ad una tremenda lite. Dopo averla accoltellata a morte, l'assassino ha chiamato il cognato annunciandogli l'intenzione di farla finita. Il cognato ha avvertito immediatamente i carabinieri che si sono recati nell'appartamento di via Cefalonia. Per evitare che l'uomo la facesse finita gettandosi sotto un treno sono stati bloccati anche i convogli in arrivo a Brescia.  Un'ora più tardi l'uomo ha imboccato

Commenti 1
mar 02 feb 2016, ore 17.26
IL COMMENTO
Sgombero Zanzanù, Borghesi (Lega): i centri sociali rispettino la legge, basta giustificarli
In merito allo sgombero avvenuto questa mattina a Desenzano, sono intervenuti il segretario provinciale della Lega Nord di Brescia Paolo Formentini e il deputato leghista Stefano Borghesi. "Ringraziamo gli agenti della Digos per aver ripristinato la legalità sgomberando l’ex ristorante della spiaggia d’oro a Desenzano, occupato dal 21 dicembre dai "bravi ragazzi" del Magazzino 47 e del collettivo autonomo gardesano. - hanno dichiarato - Ricordiamo che nei giorni scorsi sono stati condannati in primo grado tre componenti dello stesso centro sociale, accusati di aver distrutto un gazebo della Lega Nord in corso Zanardelli a Brescia. Atti antidemocratici e situazioni di illegalità come queste non devono più verificarsi. Anche i centri sociali devono comportarsi rispettando le regole e non devo

Commenti 5
mar 02 feb 2016, ore 16.09
DESENZANO
Sgomberato nella notte l'ex ristorante Spiaggia d'Oro occupato
Questa mattina prima dell'alba il centro sociale Zanzanù di Rivoltella è stato sgomberato dalle forze dell'ordine. Gli antagonisti avevano occupato l'ex ristorante Spiaggia d'Oro il 21 dicembre scontro, cosa che aveva creato non poche polemiche, dando seguito anche a due esposti. L'edificio era abbandonato da tre anni e gli antagonisti chiedevano che fosse ristrutturato e messo a disposizione delle associazioni e delle realtà giovanili della zona. Intorno alle 4 del mattino le forze dell'ordine hanno fatto irruzione nello stabile dove erano presenti sei persone, tutte fermate e subito dopo rilasciate, tranne una.

Commenti 1
mar 02 feb 2016, ore 11.33
IL PROCESSO
Studente di destra picchiato, l'accusato del Magazzino 47: mai visto prima, ero al lavoro
“Non so perché abbiano fatto il mio nome, visto che non c’ero, forse perché sono un esponente in vista del panorama politico cittadino”. Si è difeso così M.B esponente del centro sociale cittadino Magazzino 47 accusato insieme a L.B del pestaggio dell'allora 16enne Riccardo Daini, studente simpatizzante di destra che due anni fa fu aggredito con calci e pugni prima di entrare a scuola da un gruppo di antagonisti. Ieri, in un'aula di tribunale stracolma di giovani simpatizzanti di destra e sinistra, tanto da richiedere l'intervento della Digos per tenerli separati, l'imputato ha dichiarato di non aver mai visto prima “la persona che mi accusa di averla picchiata – per poi aggiungere - quella mattina ero al lavoro”. Il giudice ha aggiornato l'udienza al prossimo 2 maggio.

Commenti 24
mar 02 feb 2016, ore 09.55
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
7

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Il miglior aperitivo bresciano è:
Pirlo
Champagnone
Mascetti

Quale di questi Comuni bresciani a vocazione turistica non hai mai visitato?
Sirmione
Desenzano
Salò
Limone
Tremosine
Ponte di legno
Montecampione
Darfo
Monte Isola
Iseo

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
09:02 DOMANDA
07 feb - Vai alla news »
Domanda: Si puo' eventualmente procedere al rimpatrio consegnandoli alle Ambasciate o Consolati presenti in Italia e che ci pensino loro a r
08:41 @ domanda
07 feb - Vai alla news »
Le stime dei presenti in maniera irregolare sono difficili (proprio perché in quanto "clandestini" sfuggono a qualunque censimento) e varian
07:36 ERA ORA
07 feb - Vai alla news »
Pare che una famiglia alla quale un extracomunitario con decreto di espulsione, ha ucciso un figlio, abbia denunciato Renzi, Alfano e Orland
06:47 domanda
07 feb - Vai alla news »
Qualcuno ci spiega cosa succede dopo che è stato emanato un provvedimento di espulsione? Il cittadino extracomunitario viene caricato sul pr
06:13 @eva
07 feb - Vai alla news »
Ma credi che a qualcuno interessa quello che scrivi?
00:48 grande lega
07 feb - Vai alla news »
Solo una questione di poltrone. Anche la lega non è molto diversa dai partiti della prima repubblica. Lasciate la politica fuori dall
00:28 si
07 feb - Vai alla news »
"Good guys", invece di "canzonare" potreste fare così: alla mattina passa uno di voi a prendere le coperte, le conservate dove vi pare e all
22:28 mustagoal
06 feb - Vai alla news »
...grande Mustacchio colognese DOC , che hai SCORNATO IL BRESA.....
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Regione Lombardia - Banche dati
- Regione Lombardia - Istituzione
- Calcio Bresciano
- Lo shop dell'Albero della vita
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...