Sabato 29 Novembre 2014 - Ore 09:17


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal Camonica
VIA LATTANZIO GAMBARA
Allarme bomba rientrato al Tribunale di Brescia: tutti dentro
I motivi sono ancora sconosciuti ma pochi minuti prima delle 10 all'interno del Tribunale di Brescia è scattato l'allarme incendio. La sede di via Lattanzio Gambara è stata fatta evacuare per consentire di capire l'origine del problema. Secondo le prime informazioni sembre che a far scattare l'allarme sia stata una telefonata arrivata verso le 9,45 che annunciava la presenza di una bomba. Alle 10,30 l'allarme è rientrato e il personale di guardia al Tribunale, dopo aver dichiarato sicuro l'edificio, ha concesso il rientro del pubblico.   ULTERIORI INFORMAZIONI NELLE PROSSIME ORE

Commenti 7
gio 27 nov 2014, ore 10.11
DAL PIRELLONE
Taglio presidi di polizia, Rolfi (Lega): "Dal Governo opera di annientamento"
Si è tenuta nella giornata di ieri, presso la Commissione Antimafia del Consiglio regionale della Lombardia, l’audizione dei rappresentanti sindacali delle forze dell’ordine della Lombardia e di Brescia. Nel merito è intervenuto il richiedente e vice capogruppo della Lega Nord di Brescia, Fabio Rolfi. “Abbiamo ascoltato con attenzione – afferma Fabio Rolfi – quanto esposto dalle rappresentanze sindacali audite oggi presso la commissione antimafia del Pirellone. Sono state messe in evidenza le criticità che nasceranno  a causa delle miopi decisioni del governo centrale di tagliare i presidi di polizia, nelle sue diverse articolazioni di stradale, postale e frontiera, anche in rapporto con il grande afflusso di turisti che investirà la Lombardia per Expo 2015. In particolare, p

Commenti 3
gio 27 nov 2014, ore 09.45
OSPITALETTO
Rapina alla Snai: cassiere sequestrate, malviventi via con la cassa da 20mila euro
Un colpo certamente studiato a lungo, e portato a termine con freddezza, è quello che si verificato nella notte tra martedì e mercoledì a Ospitaletto. Oggetto della rapina il Punto Snai, locale solitamente molto frequentato e perciò a fine giornata ricco di soldi. I malviventi, tre, forse quattro se c'era un palo ad aspettarli in macchina, hanno atteso che il locale chiudesse e, intorno all'una e mezza, uscissero le due cassiere, una di turno al bar e l'altra alle scommesse. Una volta che le due ragazze sono arrivate nel parcheggio, i ladri le hanno avvicinate minacciandole con una pistola a costringendole a ritornare all'interno del locale. Una volta arrivati nell'ufficio, sempre sotto la minaccia della pistola, è stato chiesto alle ragazze di aprire la cassaforte. Di fronte alla loro incapacità,

Commenti 2
gio 27 nov 2014, ore 08.01
IN VETRINA
Doctor Dog diventa il primo Formatore cinofilo certificato nel bresciano
Doctor Dog Andrea Grisi, noto addestratore bresciano conosciuto dai più come “Doctor Dog”, nel corso di oltre 25 anni di esperienza, si è sempre distinto per aver organizzato molte iniziative e sviluppato una serie di progetti volti ad esaltare e diffondere l'importanza di una seria educazione cinofila. Per raggiungere questi obiettivi, il Doctor Dog ha continuato ad aggiornare e migliorare le proprie capacità attraverso la formazione continua fino a raggiungere la certificazione delle competenze da parte dell'Organismo di Certificazione di terza parte, primo e unico organismo in Europa in ambito cinofilo. Andrea Grisi è diventato quindi il primo Formatore cinofilo certificato nel bresciano. La certificazione di terza parte è stata rilasciata dopo una valutazione professionale e oggettiva che ha assicurato che Andrea Grisi possiede i requisiti minimi stabiliti dallo Schema di Certificazione per operare con competenza e professionalità nel settore secondo standard elevati di qualità che, oggi, sono richiesti dall'Unione Europea. La scelta del Doctor Dog di ottenere la certificazione FCC delle competenze è sicuramente nella
Entra nella rubrica

Esperienze di Gusto. Un collettore di eventi dedicati all'enogastronomia Bresciana e Nazionale. Per il programma degli eventi ed ogni altra informazione: http://www.bresciagustosa.com/
  24 25 26 27 28 29 30


I fondi, a volte, ci sono. Ma fa discutere - e mettere le mani tra i capelli - la piattaforma della Regione Lombardia (www.bandimpreselombarde.it) attraverso la quale è possibile accedere alle opportunità di finanziamento pubblico offerte alle imprese lombarde. L'ultimo tilt risale allo scorso 16 ottobre, alle 14, quando il sistema che doveva distribuire ben 6,8 milioni di euro a startup e Pmi nell'ambito del “Bando ricerca e innovazione 2014” è andato in crisi.
Opinioni Link suggerito









IL CASO
Pizzaiolo assunto ringrazia rubando l'auto al titolare
Brutta avventura per il titolare di una pizzeria di Pieve che, dopo aver assunto un giovane pizzaiolo e avergli prestato la sua automobile per andare e tornare dal lavoro si è trovato senza dipendente e senza automobile. Il giovane infatti, residente a S.Apollonio, a tre chilometri di distanza dalla pizzeria, è sparito nel nulla e per farlo ha utilizzato l'auto del suo neo-titolare. Il proprietario della pizzeria ha sporto denuncia il terzo giorno di assenza dal lavoro del ragazzo. Da quanto si legge sul Giornale di Brescia sembra che l'auto sia stata vista ad un distributore di Rovato dove avrebbe fatto il pieno per poi sgommare via a tutta velocità. Al titolare della pizzeria intanto sono arrivate due multe per eccesso di velocità.

Commenti 2
mer 26 nov 2014, ore 12.52
DARFO BOARIO TERME
Scontro frontale tra auto sulla statale 42: due morti
La giornata di ieri si è chiusa con un altro, terribile, incidente strade sulle strade bresciane. Erano le 22 quando due auto si sono scontrate frontalmente lungo la superstrada 42 camuna, non lasciando scampo ai due guidatori. Lo schianto si è verificato all'altezza del chilometro 75, tra gli svincoli di Darfo e Boario. Per cause ancora da chiarire, la Volvo station wagon guidata da Ivan Bettinelli, 47 anni, di Angolo Terme, si è scontrata con la Bmw 530 condotta da Ilario Pellegrinelli, 60 anni, di Darfo Boario Terme. Forse la pioggia, forse l'alta velocità, forse un attimo di distrazione o chissà cos'altro, le due grosse vetture si sono schiantate una contro l'altra. La violenza dell'impatto ha fatto alzare in volo la Volvo, che poi è atterrata sulla strada sottostante la ss42, nei pressi del c

Commenti 9
mer 26 nov 2014, ore 07.25
DATI 2014
Evasione fiscale: a Brescia mancano oltre trentuno milioni di euro
In materia di evasione fiscale Brescia non ha certo da vantarsi. In primis nell'emissione degli scontrini fiscali. Dall'inizio del 2014 ad oggi la Guardia di Finanza ha effettuato oltre 3800 controlli su altrettanti esercizi commerciali che hanno portato a 1.069 casi di mancato rispetto della norma. In trentasei casi al locale è stata imposta la chiusura per tre giorni in seguito a violazioni ripetute per più di quattro volte. Ma Brescia non ha è solo la terra dei mancati scontrini: in trentatré sono finiti sotto la lente delle fiamme gialle, attivi in nove aziende edili dell'ovest bresciano. Nove di loro sono stati denunciati. Secondo i dati comunicati dalla Guardia di Finanza il danno complessivo inflitto alle casse dello Stato ammonterebbe a trentuno milioni di euro, di cui una ventina per Iva mai versata

Commenti 6
mar 25 nov 2014, ore 17.38
FRANCIACORTA
Rovato, coppia di anziani e badante sequestrati dai rapinatori in casa
Un po' di denaro e i gioielli accumulati in un'intera esistenza di coppia, ma più di tutto i rapinatori entrati in azione a Rovato hanno privato una coppia della serenità e tranquillità. Si sono dimostrati estremamente spietati e senza alcun timore i quattro o cinque rapinatori che venerdì nel tardo pomeriggio, intorno alle 18, sono entrati in azione a Rovato in pieno centro storico, prendendo di mira una villetta abitata da una coppia di anziani, 84 anni lei, 88 lui, più la loro badante straniera. Dopo essere entrati nell'abitazione da un balcone al primo piano, dove sono saliti utilizzando una canale, i malviventi hanno minacciato tutti con una pistola. Indossando piumini neri e passamontagna per coprire il volto, si sono fatti mostrare dove era la cassaforte: visto che l'anziano padrone di casa non

Commenti 8
mar 25 nov 2014, ore 07.49
A REZZATO
Senegalese "pestato senza motivo" da due agenti della Locale: denunciati
(e.b) Un cittadino senegalese ha sporto denuncia nei confronti di due agenti della Polizia Locale di Rezzato per lesioni personali, abuso d'ufficio e abuso di autorità. I fatti relativi alla denuncia risalgono alla scorsa settimana quando, davanti ad un supermercato di Rezzato, dove il senegalese è solito trascorrere la giornata, si è scatenata una discussione con un cliente del market, infastidito dalla presenza dell'extracomunitario. Dopo essersi allontanato, l'uomo ha avvisato la Polizia Locale della presenza del senegalese e questa ha inviato sul posto una squadra di agenti che, secondo il racconto del senegalese, avrebbero iniziato immediatamente ad aggredirlo verbalmente. Fino all'arrivo di due responsabili del servizio antitaccheggio, un marocchino e un italiano, che hanno provato a difendere il senegalese s

Commenti 42
lun 24 nov 2014, ore 16.02
CARABINIERI
Piazza Tebaldo, 55 giovani identificati nella notte della movida
Cinquantacinque giovani identificati, di cui venti minorenni. Questo l'esito dei controlli dei carabinieri che questo week end hanno puntato il faro sulle piazze cittadine, in particolare quelle più frequentate dai più giovani. Due degli identificati minorenni sono stati denunciati per aver consumato alcolici in pubblico, mentre un maggiorenne è stato beccato con uno “spinello” in tasca già confezionato e tre grammi di droga pronta per essere smerciata. Nel corso della stessa serata di sabato in tutta la provincia sono state ritirate trenta patenti.

Commenti 11
lun 24 nov 2014, ore 14.14
DOPOPARTITA
Gli ultrà assaltano lo stadio per protestare contro la società
Forti tensioni, ieri, fuori dal Rigamonti. Un gruppo di 300-400 “tifosi” delle rondinelle ha infatti assediato la tribuna per protestare contro la misera prova della squadra e, soprattutto, la gestione societaria. Nel mirino, in particolare, l'allenatore Iaconi e i vertici del club di via Bazoli: da Regazzoni a Corioni. Ma anche il sindaco Del Bono è stato oggetto di uno striscione polemico (“Del Bono: primo cittadino... ultimo tifoso”) con l'accusa di fare troppo poco per salvare il Brescia. Le forze dell’ordine sono intervenute in tenuta antisommossa per gestire la situazione. Ma contro la polizia sono stati lanciati sassi, uova e oggetti vari. La situazione è tornata normale soltanto dopo le 18.

Commenti 3
dom 23 nov 2014, ore 12.16
STAZIONE di BRESCIA
Attraversa senza accorgersi del treno in arrivo: muore così una 18enne di Calvisano
Doveva raggiungere il treno che l'avrebbe portata a casa. Forse era in ritardo ed ha voluto accorciare i tempi, forse era distratta, forse stava chiacchierando con la cugina al suo fianco, o ha semplicemente sottovalutato la velocità del treno in arrivo. Non sappiamo esattamente com'è andata, dobbiamo solo accettare il dolore per la perdita della morte di una 18enne, investita e uccisa da un treno merci diretto a Venezia. La tragedia si è verificata ieri intorno alle 21 nella stazione ferroviaria di Brescia. A perdere la vita una 18enne di origine nordafricana ma cittadinanza italiana, residente a Calvisano, dove era diretto il Brescia-Parma delle 20:54 sul quale avrebbe dovuto salire. Il convoglio viaggiava a una velocità compresa tra gli 80 e i 100 chilometri orari, come da programma. Al macchinista, molto

Commenti 2
sab 22 nov 2014, ore 08.41
OMICIDIO ZUCCA
Nuovo incontro col pm per Franco Zucca: intanto emergono tutte le denunce contro il figlio Sergio
La prima volta, davanti al pm Carlo Pappalardo, Franco Zucca si era avvalso della facoltà di non rispondere, su consiglio dell'avvocato Stefania Amato. Non si sa se parlerà questa mattina, quando si terrà, a Cantonmombello, l’interrogatorio di convalida del suo arresto per aver ucciso, mercoledì pomeriggio, il figlio Sergio, di 40 anni, colpendolo con una martellata in testa e poi con una coltellata all’addome. Intanto il profilo della vittima si delinea sempre di più: Sergio Zucca aveva collezionato una serie di denunce a causa del suo comportamento. Aveva minacciato i vicini di casa, i suoi familiari, l’ex moglie e il suo nuovo compagno. L'ultima verbalizzata dai carabinieri risale a domenica, tre giorni prima dell'omicidio. Sergio Zucca aveva incontrato l'ex moglie - da cui ha avut

Commenti
ven 21 nov 2014, ore 11.24
NELLA BASSA
Fiesse, schianto tra auto e pick up: morto 34enne
Un trentaquattrenne ha perso la vita e un cinquantenne è finito all’ospedale in condizioni critiche. Questo il bilancio del terribile incidente avvenuto ieri sera, intorno alle 20.30 a Fiesse. La vittima, morto tra le lamiere accartocciate della sua Y, era Paolo Umberto Busi, nato a Bozzolo, nel Mantovano, e residente a Piadena, in  provincia di Cremona. L’uomo al volante del pick up era invece residente a Fiesse . Non sarebbe in pericolo di vita, ma i traumi alla schiena sarebbero importanti.

Commenti
gio 20 nov 2014, ore 16.07
IN VIA INDUSTRIALE
Magazzino 47, sui muri del Vantiniano minacce alla polizia e scritte deliranti
(e.b) Scritte oltraggiose contro la Polizia, la Digos, e persino contro la persona dell'ex ispettore di Polizia Filippo Raciti (morto in servizio durante gli incidenti scatenati da una frangia di ultras catanesi contro la Polizia intervenuta per sedare i disordini alla fine del derby siciliano di calcio Catania-Palermo, ndr) sono apparse nella notte tra sabato e domenica in via Industriale, in città, ad opera di ignoti. Bombolette spray nere e rosse usate sui muri di cinta del cimitero Vantiniano per esprimere tutta la propria rabbia nei confronti dei ricchi e della polizia (“Odia i ricchi e la polizia”), ma anche per marchiare il territorio (“zona antifa”) e per lanciare una sfida (“Distruggi le telecamere”). Tra queste scritte deliranti anche un'esibizione di forza:“Il Magazzino non

Commenti 15
gio 20 nov 2014, ore 12.08
OMICIDIO
Franco Zucca in silenzio davanti al pm, a innescare la lite una telefonata
Una telefonata ricevuta da Sergio all'ora di pranzo avrebbe scatenato l'ennesima lite tra padre e figlio. Da cinque anni, cioè dalla morte della moglie e madre, non c'era più dialogo tra i due. E se c'era finiva in discussioni accese e forti incomprensioni. Ieri, però, tutto è degenerato, con il padre che prima impugna il martello e poi ferisce a morte all'addome il figlio Sergio. Sergio era malato, i suoi problemi psicologici erano noti anche ai vicini. Il padre avrebbe cercato di curarlo anche a sua insaputa, ma senza risultati. I carabinieri, sul luogo della tragedia in via Rotonda Montiglio, stanno ricostruendo la dinamica di ciò che è accaduto e, se non c'è dubbio sul fatto che sia stato il padre Franco a impugnare il coltello, si cerca di capire quanto, nella colluttazione tra i

Commenti 3
gio 20 nov 2014, ore 11.41
TRAGEDIA
Terribile schianto tra quattro auto a Roccafranca: un morto e sei feriti
Una mattinata finita in tragedia: una giovane donna 25enne  rimasta uccisa in uno schianto terribile che ha coinvolto ben quattro auto. E' successo prima della 9 a Rocca Franca sulla Sp 2. Secondo una prima ricostruzione, riportata dal Giornale di Brescia, due auto si sarebbero scontrate frontalmente, coinvolgendo in seguito altre due vetture. Oltre alla donna rimasta uccisa, sei persone sono rimaste ferite. Sul posto è intervenuta l'eliambulanza che ha portato d'urgenza il ferito più grave al civile. Gli altri cinque sono stati invece trasferiti in quelli di Chiari e Manerbio. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Stradale, che sta cercando di ricostruire la dinamica e le cause dell'incidente. 

Commenti 5
mer 19 nov 2014, ore 11.07
CALCINATO
Con l'esplosivo fanno saltare il bancomat, ennesimo caso nel Bresciano
Quindici giorni fa l'assalto, col trattore, al bancomat situato nella frazione (leggi la notizia), l'altra notte è toccato a quello in centro al paese, a pochi metri dal municipio. I ladri pare abbiano preso di mira gli istituti di credito di Calcinato, ma sarebbe meglio dire di tutta la provincia visto il susseguirsi di colpi messi a segno dalle valli alla bassa, passando per i laghi. I malviventi sono entrati in azione intorno alle due. Con la giusta quantità di esplosivo, né troppa, che avrebbe distrutto anche le banconote, né troppo poca, hanno fatto saltare lo sportello della Bcc del Garda di piazza Aldo Moro. Nessun indizio concreto è rimasto a disposizione dei carabinieri di Desenzano e a quelli di Calcinato che stanno portando avanti le indagini. (a.c) 

Commenti
mer 19 nov 2014, ore 07.55
DALLA LOGGIA
Reati in città, Del Bono promette tolleranza zero in stile Giuliani
(e.b) Diminuiscono i reati in città, ma non i furti in appartamento. Questo il dato che esce dai numeri elaborati dalla Prefettura sulla città di Brescia e presentati quest'oggi in Loggia. In linea con i risultati emersi dall'indagine condotta dal Sole24Ore, i dati della Prefettura dimostrano un progressivo aumento delle operazioni di controllo e sorveglianza del territorio, in particolare verso la repressione dell'accattonaggio e dei servizi antiprostituzione, ma anche della lotta all'inciviltà urbana. Un risultato positivo al quale si è arrivati “grazie ad una risposta unitaria e coordinata tra le varie forze dell'ordine che hanno lavorato in modo sinergico all'obbiettivo – ha spiegato l'assessore alla Sicurezza, Valter Mucchetti – ma anche grazie ad un'opera di educazione civica portata

Commenti 20
mar 18 nov 2014, ore 17.35
POLIZIA
Duplice arresto nel week end: 32enne albanese e 20enne moldavo in manette
Il servizio congiunto tra il Commissario Carmine della Polizia di Brescia e la Polizia Locale questo week end ha portato all'arresto di due soggetti, l'uno di 32 anni di origini albanese e l'altro di 20 anni di nazionalità moldava. Nel primo caso una pattuglia del Commissariato Carmine stava effettuando alcuni controlli nella zona di via Corsica quando è stata intercettata da un soggetto che ha raccontato di aver visto due persone scappare alla vista della Volante. A quel punto gli agenti hanno iniziato ad inseguire i due soggetti, perdendone uno ma riuscendo a bloccare l'altro all'interno del parco Gallo. L'uomo, un 32enne albanese ha tentato di opporsi al fermo arrivando anche ad aggredire l'agente, ma quest'ultimo l'ha immediatamente immobilizzato e ammanettato. Nel corso della serata la Volante è intervenuta a

Commenti 4
mar 18 nov 2014, ore 12.22
IL CASO
Morte del 17enne, in cella l'automobilista: guidava ubriaco
Mentre familiari ed amici, affranti, non smettono di piangere davanti alla salma, ancora esposta presso la camera mortuaria dell'ospedale di Esine, ci sono importanti novità per quanto riguarda le indagini condotte dalla Polstrada. L'uomo che era alla guida della Fiat Uno contro la quale si è schiantato lo scooter di Damiano Pedri è stato arrestato e portato in carcere con l'accusa di omicidio colposo aggravato. Al momento dell'incidente infatti è stato appurato che era ubriaco. L'uomo, un 37enne residente a Pisogne, in auto col fratello nella notte di sabato, già in passato era stato trovato alla guida con un tasso alcolemico eccessivo, motivo per il quale già gli era stata ritirata la patente. Resta per la verità ancora da chiarire la dinamica esatta dello scontro con il motorino del 17

Commenti 17
mar 18 nov 2014, ore 07.34
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
21

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
IL MIGLIORE A BRESCIA: Chi è il miglior assessore della giunta Del Bono? (un voto al giorno per Ip)
Laura Castelletti (Cultura)
Marco Fenaroli (Casa e Partecipazione)
Gianluigi Fondra (Ambiente)
Federico Manzoni (Mobilità)
Roberta Morelli (Scuola)
Valter Muchetti (Sicurezza)
Paolo Panteghini (Bilancio)
Felice Scalvini (Welfare)
Michela Tiboni (Urbanistica)

IL PEGGIORE BRESCIA: Chi è il peggior assessore della giunta Del Bono? (un voto al giorno per Ip)
Laura Castelletti (Cultura)
Marco Fenaroli (Casa e Partecipazione)
Gianluigi Fondra (Ambiente)
Federico Manzoni (Mobilità)
Roberta Morelli (Scuola)
Valter Muchetti (Sicurezza)
Paolo Panteghini (Bilancio)
Felice Scalvini (Welfare)
Michela Tiboni (Urbanistica)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
09:17 angelino rossi
29 nov - Vai alla news »
son state abolite dalla legge le 5 circoscrizioni, peraltro senza nostalgia di nessuno visti i risultati, e ne creiamo 33 cambiandone il nom
08:46 Mario
29 nov - Vai alla news »
L’Italia spende il 4,2% del proprio Pil in istruzione pubblica. In Europa è 23esima, lontanissima dalla Danimarca prima in classifica
08:44 esastellante
29 nov - Vai alla news »
Il pentastellante snocciola numeri senza saper di cosa sta parlando. Si improvvisa revisore dei conti di bilanci pubblici sena capirne un'ac
07:52 anonimo
29 nov - Vai alla news »
per un mondo piu pulito ..torna al mondo zio benito
06:17 sciupio ;
29 nov - Vai alla news »
Insegnante per 40 anni, pensionata da poco...quante migliaia di volte ho spento la luce in aule vuote !!! Alunni in palestra o nei laborator
01:29 Maschi vergogna!
29 nov - Vai alla news »
Che razza inferiore noi maschi! Smettiamola di parlare di parità, le donne sono superiori e basta!
23:53 Movimento antispiedo
28 nov - Vai alla news »
Meno male, basta con questo spiedo. E' pesantissimo poichè intriso di burro fuso e rifuso quindi anche nauseante, il lombo maiale sem
23:37 votante;
28 nov - Vai alla news »
D'accordo !!!! Passerò anche io alla lega !! Tanto in questo marciume di tutti i partiti politici , almeno la lega ci vuole dife
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
A Brescia arriva la rivoluzione della ceretta con Go Wax
A Milano e in altre capitali mondiali è ormai una “moda” inarrestabile. E da inizio giugno fa tendenza anche a Brescia. Si tratta della ceretta brasiliana, pratica che ha già conquistato dive e donne “normali” in tutto il mondo perché basata su una tecnica che ha quasi del "rivoluzionario" rispetto a quella tradizionale. La "new ceretta" wax è una applicazione a caldo di cera d'api e miele che ha la caratteristica di n
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook


       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008