Venerdì 22 Agosto 2014 - Ore 05:53


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal Camonica
LAGO di GARDA
Lonato, auto travolge centauro in sella alla sua Harley: morto sul colpo
Con la sua Harley Davidson Nightster guidava la colonna di motociclette custom sulle strade verso il Garda, a Lonato. A Barcuzzi, nell'avvicinarsi allo svincolo per la tangenziale, un'auto che procedeva in senso contrario ha svoltato a sinistra senza accorgersi della sua presenza, investendo in pieno la motocicletta. E' morto praticamente sul colpo Gianantonio Ghisi, 49enne di Montichiari, assistito prontamente dai sanitari del 118 che però non hanno potuto fare nulla per strapparlo alla morte. Ad investirlo una albanese di 33 anni alla guida di un'Audi A3, rimasta gravemente ferita nell'impatto e trasportata presso l'ospedale di Desenzano. (a.c.)

Commenti 1
sab 09 ago 2014, ore 08.32
URAGO MELLA
Pedone investito sulle strisce pedonali in via Risorgimento: è gravissimo
Ennesimo investimento di pedone quando non sono trascorse ancora 48 ore da quello che è costato la vita ad 86enne, investito da un auto in retromarcia in via Zara. E' successo questa mattina verso le 11 in via Risorgimento, a Urago Mella. La vittima, che ora si trova ricorverato in gravissime condizione all'ospedale Civile di Brescia, è un 69enne residente in via Collebeato. L'uomo è stato investito da una Opel Agila mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. L'impatto è stato violentissimo, tanto che il 69enne è stato sbattuto contro il parabrezza della vettura per poi cadere a terra. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 118 di Brescia, oltre alla Polizia Locale che ha effettuato i rilievi.

Commenti
ven 08 ago 2014, ore 17.02
L'ENNESIMO CASO
Si mette in mezzo per sedare una lite: accoltellato a Cologne
Settimana insanguinata nell'Ovest bresciano. Dopo l'accoltellamento avvenuto in piazza a Chiari che ha portato alla morte di un giovane tunisino, nella notte tra giovedì e venerdì un nuovo episodio di violenza ha avuto come protagonisti due italiani e un albanese nella vicina Cologne. Uno dei due italiani e l'albanese si sono messi a litigare all'interno di un bar, poi la discussione è degerata e l'extracomunitario ha tirato fuori il coltello. Preoccupato per quanto stava per succedere, un altro italiano ha cercato di fermare l'albanese, rimediando però una coltellata. Al momento il ferito ha ritenuto superficiale la lesione, tanto da decidere di tornare a casa e automedicarsi, ma nella notte le sue condizioni sono peggiorate e lpuomo ha deciso così di rivolgersi al pronto soccorso, dove i medici l'

Commenti 6
ven 08 ago 2014, ore 16.06
IN VETRINA
A Brescia arriva la rivoluzione della ceretta con Go Wax
Brasilian Wax A Milano e in altre capitali mondiali è ormai una “moda” inarrestabile. E da inizio giugno fa tendenza anche a Brescia. Si tratta della ceretta brasiliana, pratica che ha già conquistato dive e donne “normali” in tutto il mondo perché basata su una tecnica che ha quasi del "rivoluzionario" rispetto a quella tradizionale. La "new ceretta" wax è una applicazione a caldo di cera d'api e miele che ha la caratteristica di non attaccarsi alla pelle ma – anche grazie alla tecnica di applicazione con strato spesso - di inglobare esclusivamente il pelo (qui il video esplicativo: https://www.youtube.com/watch?v=HnHmQRNTFvA). Risultato: la ceretta è meno irritante, lo strappo è più efficace (la ricrescita più lenta) e i tempi della “cura” decisamente più veloci. E per le più vezzose esiste anche la possibilità di fare cerette artistiche, modellate e decorate con strass. A Brescia la "new ceretta" - per donna e per uomo, anche senza appuntamento - è quella di “Go Wax – The new ceretta”, che ha aperto i battenti a giu
Entra nella rubrica


Gli spazi della ex centrale idroelettrica di Cedegolo (BS), in Valle Camonica, una delle sedi del MusIL - Museo dell'Industria e del Lavoro di Brescia, accolgono dal 12 luglio al 2 novembre 2014, la mostra di Franca Ghitti (1932-2012) dal titolo: FERRO, TERRA, FUOCO, LEGNO. Il monumentale edificio p
  18 19 20 21 22 23 24


“Aperitivo” frizzante, ieri, alla fondazione Micheletti di via Cairoli, in città. A tenere banco la presentazione – promossa da Bsnews.it in collaborazione con la fondazione - del libro Imperi senza dinastie, scritto da Ugo Calzoni. Nel volume pubblicato da Compagnia della stampa Calzoni parte dall'avventura imprenditoriale dell'acciaiere Luigi Lucchini - vissuta da testimone diretto - per aprire una provocatoria riflessione sul mondo industriale della Leonessa: div
Opinioni Link suggerito









LAGO di GARDA
Vacanze e sballo: spinelli e cocaina in campeggio, dodici turisti nei guai
Vacanze immerse nella natura, a due passi dal lago. Per respirare aria buona? Più che altro per respirare il fumo di spinelli lontano da occhi indiscreti. I carabinieri della caserma di Salò hanno rovinato i piani di alcuni gruppi di turisti, italiani e stranieri, trovati in possesso di marijuana e cocaina. L'operazione fa parte dei normali controlli che ogni anno i militari mettono in campo per la prevenzione dello spaccio e dell'utilizzo di stupefacenti. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno compiuto diversi sopralluoghi in campeggi del medio a alto Garda, individuando complessivamente dodici utilizzatori di droghe leggere o di cocaina. I loro nomi sono stati segnalati alla Prefettura. Sono in corso indagini per cercare di scovare chi ha fornito le dosi.Di ieri la notizia che proprio sul Garda, a Manerba, è stato f

Commenti 9
ven 08 ago 2014, ore 08.36
LA TRAGEDIA
Muore l'86enne investito in via Zara sulle strisce mancanti
Non ce l'ha fatta Remo Frossi, l'86 investito ieri mattina – mercoledì 7 agsoto - in via Zara mentre attraversava la strada in prossimità della sua abitazione, dove prima dei lavori di asfaltatura c'erano le strisce pedonali. L'anziano è morto dopo 24 ore di agonia durante le quali i medici dell'ospedale Civile di Brescia, dove è stato ricoverato subito dopo l'incidente, hanno tentato di salvargli la vita. L'uomo era uscito di casa da pochi istanti per fare alcune commissioni quando un'auto , che stava facendo una manovra in retromarcia, l'ha travolto in pieno buttandolo a terra. Sono giorni che i residenti della via lamentano i disagi causati dall'aumento di traffico dovuto ai lavori in via Dalmazia per la realizzazione della Tav. Tra le lamentele anche la mancanza di strisce pedonali dove poter att

Commenti 2
gio 07 ago 2014, ore 16.25
L'INCIDENTE
Scontro tra moto e pullman sul Tonale : ferito il 40enne centauro
Brutto incidente all'ora di pranzo, erano le 12,30 circa, sulla statale 42 che collega il passo del Tonale con Ponte di Legno. Ad avere la peggio un motociclista lituano di 40anni che stava scendendo dal passo e, dopo aver affrontato una curva in modo troppo aperto e azzardato si è trovato dinanzi un pullman. Impossibile per il mezzo pesante sterzare ed evitare la moto. Il motociclista ha subito un colpo violentissimo e, al momento dell'arrivo dei soccorsi, presentava numerosi traumi. Sul posto sono giunte l'eliambulanza del 118 che l'ha condotto all'ospedale Civile dove ora è ricoverato in prognosi riservata.  

Commenti 1
gio 07 ago 2014, ore 15.06
IL CASO
Shopping mattutino di marjiuana: in manette un 46enne
Il suo business illegale di spaccio di marijuana le permetteva di far girare quasi 10mila euro ogni settimana. Il modus operandi? Semplice. Il 46enne valsabbino utilizzava il ristorante dove lavorava a Manerba come base per lo spaccio. A insospettire i carabinieri è stato proprio il continuo andirivieni dal ristorante da parte di ragazzi e ragazzini che, già alle 8 del mattino, erano pronti a riscuotere la droga. In realtà l'uomo, usicto di prigione da poco meno di un anno, non vendeva al dettaglio, bensì in grosse quantità (dall'etto al mezzo chilo per volta) e riforniva i vari spacciatori del lago di Garda.

Commenti
gio 07 ago 2014, ore 14.34
IL CASO
Butta il cane nel cassonetto: 20mila euro di multa al veterinario
Charlie era il cane di un'anziana signora residente in centro storico. A metà luglio il cane si è sentito male, tanto male da richiedere l'intervento del veterinario che, una volta arrivato a casa della proprietaria non ha potuto fare niente per alleviare il suo dolore e il cane è deceduto. A quel punto il veterinario ha chiesto all'anziana signora 80 euro come compenso per la prestazione veterinaria e il successivo smaltimento dell'animale, subito riposto in un sacco nero per poterlo trasportare fuori da casa. Peccato che una volta uscito di casa il veterinario si sia sbarazzato del sacco nero gettandolo nel cassonetto più vicino. A seguire tutta la sequenza una vicina di casa dell'anziana proprietaria di Charlie che, avvisata, ha raggiunto incredula il cassonetto in questione. Lì, dentro il sacco

Commenti 9
mer 06 ago 2014, ore 17.59
LE INDAGINI
Tunisino ucciso dal connazionale a coltellate: dietro la morte un giro di droga
La scena è stata simile a quelle che si vedevano nei film western, con la differenza che l'arma utilizzata per uccidere il rivale non è una pistola ma un coltello lama 20 centimetri. I due tunisini, probabilmente per regolare debiti legati allo spaccio di droga, si sono dati appuntamento nella notte tra lunedì e martedì in piazza a Chiari, e lì il primo a colpire ha anche ucciso. Jamal Ati, tunisino di 37 anni, ha sferrato il colpo mortale con un coltello da cucina e l'intenzione di uccidere, Mohammed Hameni, tunisino anche lui ma di 10 anni più giovane. La scena è stata vista da diversi testimoni, grazie ai quali l'assasino è stato individuato e fermato dai carabinieri nell'arco di 20 minuti dall'assassinio. Jamal ha provato durante la fuga a chiedere ospitalità a due c

Commenti
mer 06 ago 2014, ore 17.14
I FURTI
Garage trasformato in magazzino di bici e motorini rubati: indagati uomo e donna
Sono stati notati dai residenti per il loro andirivieni da un garage in via Sorbana con al seguito spesso motorini e biciclette sempre diversi. A seguito della segnalazione in Questura, personale della Squadra Mobile ha effettuato un servizio di appostamento mirato per verificare i movimenti di M.M., cittadino senegalese del 1975, pluripregiudicato e di M.A., cittadina bresciana del 1953, residente in quella via e da cui spesso lo straniero viene ospitato. Constatata la fondatezza della segnalazione, nella serata di lunedì scorso i poliziotti hanno proceduto alla perquisizione dello straniero proprio mentre usciva dal garage in questione. Indosso all’uomo è stato rinvenuto un cacciavite mentre all’interno del locale sono state trovate tre biciclette ed uno scooter con telaio limato. All’interno della rim

Commenti
mer 06 ago 2014, ore 15.36
IL CASO
Richiede asilo politico a Brescia, ma era già stato espulso due volte
Nell’ambito del dispositivo Mare Nostrum, la Questura di Brescia è impegnata direttamente per fronteggiare l’afflusso di profughi in Provincia. Le attività condotte riguardano la compartecipazione alle primarie operazioni di assistenza e soccorso, l’istruzione dell’iter amministrativo ai fini del riconoscimento dello status di protezione internazionale e l’attività di contrasto a forme elusive delle norme in materia di immigrazione. Nei mesi scorsi è stato sottoscritto un accordo tra Comuni, Province, Regioni e Stato per condividere e coordinare l’accoglienza sull’intero territorio nazionale dei profughi provenienti dalla Libia. L’accordo prevede che i profughi vengano accolti sull’intero territorio nazionale, suddividendoli nelle Regioni secondo criteri

Commenti 6
mer 06 ago 2014, ore 15.05
L'INCIDENTE
Strisce pedonali mancanti: investito anziano in via Zara. E' grave
Un anziano di 86 anni era appena uscito di casa per fare alcune commissioni quando, a pochi passi dall'uscio, è stato investito mentre atteraversava sulle strisce pedonali da un'automobile in retro. L'incidente è successo in via Zara e l'uomo è rimasto gravemente ferito. La strada, a lungo interessata dai cantieri, è ancora sprovvista degli attraversamenti pedonali e, in particolare nel punto dell'incidente mancano le strisce pedonali a caiusa di una recente riasfaltatura. Il disagio è stato sollevato da diversi residenti della zona e non solo. Proprio questa mattina il sindaco Emilio Del Bono ha annunciato che entro la fine di settembre tutte le strisce pedonali mancanti in città saranno ripristinate. Intanto l'anziano investito questa mattina è stato trasportato all'ospedale Civile dov

Commenti 3
mer 06 ago 2014, ore 14.39
ORZINUOVI
Ha biglietto irregolare, l'autista del bus glielo fa notare e viene preso a morsi
E' stato fin troppo paziente per due settimane intere, ed è stato ripagato con percosse assolutamente ingiustificate, di inaudita violenza. E' capitato ad un autista della compagnia Saia in servizio sulla linea Orzinuovi-Brescia, finito in ospedale a causa di un giovane extracomunitario. Tutto è successo quando l'autista ha fatto notare al giovane di colore che il biglietto con il quale da due settimane saliva sulla corriera era insufficiente per coprire la tratta Orzinuovi-Brescia. All'osservazione l'extracomunitario ha reagito dando una forte sberla all'uomo, poi un morso e infine una violenta testata. Il racconto è dello stesso conducente, riportato stamane sulle colonne di Bresciaoggi che riporta la notizia: «Era da tre settimane che saliva con un biglietto identico e poi rimaneva in pullman fino a Bresci

Commenti 32
mer 06 ago 2014, ore 07.26
L'ALLARME
Sonico, esonda il torrente. Sfollate un centinaio di persone
Nella notte Sonico è stata invasa dall'acqua. Tutta colpa delle due ore di pioggia battente che dalle 22,30 all'1 di notte non ha mai smesso di cadere ingrossando a tal punto il fiume da sradicare un castagno che cresceva sulle sponde e trascinarlo fino all'imbocco della tombinatura del torrente Re che, a quel punto, è esondato. In pochi minuti le strade del piccolo paese della Val Camonica si sono trasformate in una fanghiglia colpa di sassi e detriti di ogni genere che si infiltrava negli scantinati e sotto le porte delle case provocando numerosi allagamenti. L'allarme è stato lanciato all'1,10 del mattino da un residente del paese. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco di Edolo e dei carabinieri , oltre ai tecnici della Protezione Civile e del Comune che alle 2,40 hanno istituito l'unità di cris

Commenti
mar 05 ago 2014, ore 15.58
NELLA NOTTE
Lite degenerata, ucciso a coltellate nordafricano in piazza a Chiari
Ucciso in piazza da una serie di coltellate all'addome e al torace. E' questo il dramma che si è consumato nella  notte, intorno all'1.40 a Chiari in piazza Martiri della Libertà. Si tratterebbe, secondo le prime informazioni, di una lite degenerata: la vittima è un uomo di origini nordafricane. Nonostante l'arrivo dei soccorsi non c'è stato nulla da fare per salvare l'uomo, morto dissanguato. Sono in corso le indagini per stabilire il motivo che ha portato a questa violenza e soprattutto per stabilire chi è stato a colpire il nordafricano mortalmente.

Commenti 4
mar 05 ago 2014, ore 09.41
VIOLENZA
Per un cellulare una gang aggredisce un 32enne a Sanpolino: fratture, tagli e ricovero in ospedale
L'accerchiamento, il rifiuto di consegnare il cellulare e come reazione una violenza inaudita, fermatasi solo grazie all'intervento coraggioso di alcuni passanti che casualmente transitavano lungo la via. Scene di ordinaria folla quelle che si sono vissute sabato sera lungo corso Bazoli a Sanpolino. Sfortunato protagonista, involontario, della vicenda è un 32enne di colore, di origine ghanese, adottato da una famiglia bresciana. Il giovane stava camminando lungo la via quando sarebbe stato accerchiato da alcuni ragazzotti, non si sa se residenti in zona o provenienti da fuori, che l'avrebbero minacciato per spingerlo a consegnare il telefono cellulare. Al suo fermo rifiuto sarebbero iniziate le percosse: calci, pugni, schiaffi, e forse anche mazzate con una spranga, difficile spiegare altrimenti le ferite e le fratture alle mani ri

Commenti 3
mar 05 ago 2014, ore 07.23
LE INDAGINI
Si spara a Caravaggio, ma la pista porta a Brescia
Le indagini sono solo all'inizio, ma i sei bossoli, il cappello e il telefono cellulare rimasti a terra a seguito della sparatoria successa nella notte tra domenica e lunedì a Caravaggio (Bergamo), apparterebbero a senegalesi di casa nella provincia di Brescia. Questo quanto emerso dalle prime indagini su quanto accaduto nella notte a Caravaggio. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, i colpi di pistola sarebbero stati sparati da tre automobili lanciate a gran velocità sulla Statale che collega Treviglio e Caravaggio. Spari segnalati anche da alcune chiamate giunte al 112 che hanno raccontato di un inseguimento vero e proprio, culminato solo nel piazzale di fronte al “Centro Verde” di Caravaggio. All'arrivo dei carabinieri però le automobili e i suoi proprietari non c'erano più. Per ter

Commenti 7
lun 04 ago 2014, ore 17.52
IN VALTROMPIA
Auto contro bicicletta: gravissimo 56enne di Sarezzo
E' stato investito mentre, in sella alla sua bicicletta, percorreva via Petrarca, tra Ponte Zanano Gardone Valtrompia. L'inpatto con l'automobile è stato tanto violento da scaraventare il ciclista, un 56enne residente a Sarezzo, contro il parabrezza dell'auto infrangendolo in parte. F.B. Queste le iniziali dell'uomo, è apparso subito in condizioni gravissime. I soccorritori intervenuti sul posto lo hanno trasportato in codice rosso all'ospedale Civile dove ora versa in condizioni critiche. Intanto in via Petrarca sono arrivati, per i rilievi, anche gli uomini della Stradale di Iseo.

Commenti
lun 04 ago 2014, ore 16.05
CARABINIERI
Arsenale da scasso e merce taroccata: denunciati quattro stranieri pregiudicati
Domenica intensa per i carabinieri di Limone del Garda che, nel giro di 24 ore, hanno denunciato quattro soggetti, tutti styranieri, tre dei quali sorpresi con un arsenale da scasso conservato nella loro automobile. I tre, tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio, sono stati fermati dai carabinieri per un controllo di routine, ma presto i militari si sono accorti che nell'auto c'era un arsenale di strumenti per lo scasso, compresi cacciaviti e lime. Sempre domenica, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà anche un altro cittadino di origini senegalesi, già denunciato per fatti analoghi qualche settimana prima, mentre era intento a vendere merce taroccata di note marche d'abbigliamento.

Commenti 3
lun 04 ago 2014, ore 14.58
A BRENO
Provocazioni, insulti e tensione alla manifestazione animalista per Moro
Doveva essere una manifestazione pacifica quella organizzata ieri pomeriggio – sabato 2 agosto - a Breno dalle associazione animaliste per sensibilizzare l'opinione pubblica sui maltrattamenti e le violenze contro gli animali, ma così non è stata. Un gruppo di duecento persone si è riunito a Breno, paese dove è stato massacrato e ucciso a sprangate e sassate Moro, un cane da pastore colpevole di non voler ubbidire ai padroni. I responsabili, due pastori della zona padre e figlio, sono accusati di maltrattamento e violenze contro gli animali e ora dovranno rispondere dell'uccisione di Moro. I manifestanti hanno sfilato al grido di “assassini” continuando a rivolgere insulti a pastori, cacciatori e in generale a chi è ritenuto colpevole di non accudire nel modo giusto gli animali. Non

Commenti 7
dom 03 ago 2014, ore 11.01
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
12

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Gioco dalla torre, chi buttiamo giù?
Gino Corioni
Mario Balotelli

Parlamentari bresciani, chi è il migliore?
Paolo Corsini (Pd)
Miriam Cominelli (Pd)
Guido Galperti (Pd)
Massimo Muchetti (Pd)
Alfredo Bazoli (Pd)
Marina Berlinghieri (Pd)
Claudio Cominardi (M5s)
Ferdinando Alberti (M5s)
Vito Crimi (M5s)
Girgis Sorial (M5s)
Tatiana Basilio (M5s)
Stefano Borghesi (Lega)
Raffaele Volpi (Lega)
Davide Caparini (Lega)
Mariastella Gelmini (Pdl)
Giuseppe Romele (Pdl)
Riccardo Conti (Pdl)
Gregorio Gitti (Monti)
Mario Sberna (Civica Monti)
Luigi Laquaniti (Sel)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
23:59 certo
21 ago - Vai alla news »
Eh già, quando c'è di mezzo il solito immigrato assassino non bisogna "strumentalizzare" altrimenti il coccolaimmigr
23:21 max69
21 ago - Vai alla news »
Che era già scemo
23:16 max69
21 ago - Vai alla news »
Che era già scemo
23:01 attenzione
21 ago - Vai alla news »
c'é un pazzo tra i commentatori!
22:56 @basta
21 ago - Vai alla news »
Chi augura disgrazie e morte agli altri, si commenta sa solo.
22:55 per la cronaca
21 ago - Vai alla news »
Il coccolaimmigrati è uno squilibrato che anche di fronte a due bambini morti ha il coraggio di difendere l'immigrato assassino di tu
22:53 vergognoso
21 ago - Vai alla news »
che si strumentalizzi il dramma di una famiglia per fini politici. Vergogna. Condoglianze a tutte le persone coinvolte da questa immane disg
22:49 basta così
21 ago - Vai alla news »
L'unica cura per il povero coccolaimmigrati è che un bel rumeno o un bel marocchino o magari uno di questi clandestini senegalesi-nig
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Aci, le elezioni bresciane rinviate al 28 maggio
Non c'è tregua per l'ente di via Enzo Ferrari. A pochi giorni dal voto, infatti,  le carte sono tornate a mescolarsi nelle aule di tribunale, con il risultato che le elezioni per il consiglio direttivo dell'Aci – fissate per il 15 aprile - sono state rinviate al 28 maggio. Giovedì, infatti, il Tar di Brescia si è espresso d'urgenza sul ricorso presentato da Giampiero Belussi (candidato per i soci speciali del fronte guidato da Aldo Bonomi) sospendendo &ndas
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook


       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008