Giovedì 05 Marzo 2015 - Ore 08:59


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal Camonica
DAL TRIBUNALE
Incidente in galleria: la Procura apre un fascicolo. Ipotesi di omicidio colposo
Il drammatico incidente successo lunedì pomeriggio lungo la statale 42 a Breno dove hanno perso la vita due persone e ne sono rimaste ferite altre dieci, di cui sette in modo grave, sarà analizzato dalla procura di Brescia che a tal proposito ha aperto un fascicolo. Secondo il Palagiustizia si tratterebbe di un “atto dovuto” per consentire gli accertamenti su quanto è accaduto quel pomeriggio sotto la galleria Montepiano. L'iposi di reato è “duplice omicidio colposo”. Intanto sono migliorate le condizioni del bambino rimasto ferito gravemente durante l'incidente, che i medici oggi hanno dichiarato fuori pericolo di vita.  

Commenti 6
mer 04 mar 2015, ore 17.57
LA VICENDA
Trentottenne ubriaco corre sulla Brebemi per 50 chilometri senza una gomma
Era talmente ubriaco che, dopo aver distrutto l'automobile sulla tangenziale sud di Brescia, si è immesso sulla Brebemi ed è riuscito a viaggiare per 50 chilometri senza accorgersi che gli mancava una gomma. E' successo domenica mattina intorno alle 8 e il protagonista è un 38enne di Pavia. Stava sfrecciando sulla tangenziale Sud quando ha urtato il guardrail sfasciando fari, paraurti e perdendo una ruota. Come se nulla fosse, in piena ebrezza da alcool, ha proseguito il suo camino fino al casello di Chiari Est dove ha centrato lo spartitraffico del casello perdendo la gomma. Senza demordere ha proseguito la sua corsa immettendosi sulla Brebemi e segnando pesantemente l'asfalto per 50 chilometri a causa del cerchione che toccava il manto stradale. All'altezza di Lisciate però la Polstrada si è accor

Commenti 12
mer 04 mar 2015, ore 12.36
CARABINIERI
Rompono 87 lampioncini sulla ciclabile di Salò: denunciati cinque ventenni
Sono responsabili del danneggiamento di ben 87 lampioncini installati lungo la ciclabile “Gagliardi” di Salò. Danneggiamento avvenuto il primo febbraio ad opera di cinque giovani tra i 18 e i 22 anni, tutti pregiudicati per precedenti singoli e reati contro il patrimonio . Dopo un mese di indagini i carabinieri sono riusciti a risalire ai cinque, raccogliendo contro di loro indizi di colpevolezza inconfutabili. I ragazzi avrebbero danneggiato i lampioncini durante una notte di abuso di alcool, senza rendersi conto che in pochi minuti hanno procurato un danno al Comune di migliaia di euro. Ogni lampioncino infatti è costato circa 350 euro, per un danno quindi di oltre 30mila euro. I cinque sono stati denunciati in stato di libertà.

Commenti 12
mer 04 mar 2015, ore 11.27
IN VETRINA
I cavatori di Aib al fianco dei cittadini: non c’è economia senza ambiente
Daniela Grandi Il settore estrattivo dell’Associazione industriali bresciani, annuncia la responsabile Daniela Grandi, è pronto a collaborare con i cittadini per condividere le scelte sul riutilizzo delle superfici. Una sola cava di prestito e un’importante riduzione del territorio da utilizzare. E’ questo il risultato dell’azione del “sistema Brescia” (cittadini, istituzioni, amministrazioni, associazioni e imprenditori) per mitigare l’impatto ambientale del progetto Alta Velocità sulla Leonessa ed evitare ricadute negative sul fronte economico. "Lavorando uniti i risultati arrivano ed esser passati dalle sette cave di prestito previste a una soltanto, e da 230 ettari a 34, è un risultato eclatante ottenuto grazie agli sforzi congiunti di tutti gli attori del territorio ed è un percorso che dobbiamo continuare. - afferma la Grandi - Noi siamo dalla parte dei cittadini e dell’ambiente, oltre che del lavoro, e vogliamo continuare ad operare nella piena convinzione che non può esistere crescita economica per il territorio senza un’adeguata tutela ambientale. Per questo abbiamo deciso di lanciare il pr
Entra nella rubrica

Un film in programmazione al Nuovo Eden. Una donna sposata e un uomo single si incontrano. Si amano e litigano altrettanto appassionatamente. Nel frattempo, un cane randagio vaga per la città; le stagioni passano e un altro film ha inizio... L'ultimo film di Jean-Luc Godard, uno degli esponen
  02 03 04 05 06 07 08


I dati diffusi lunedì 9 febbraio dall’ISTAT hanno permesso di aggiornare al 2012 le informazioni relative alla ricchezza prodotta da ciascun territorio. Nella provincia di Brescia il valore aggiunto nel 2012 si è attestato sui 34.273 milioni di euro, in contrazione dello 0,8% rispetto all’anno precedente. Alcuni settori trainano e in particolare è aumentato il valore aggiunto dell'agricoltura (2,5%), mentre si è ridotto del 4,2% nell’industria, a seg
Opinioni Link suggerito

















VEROLANUOVA
Mef, terzo furto in quattro anni. Ladri via con 800 paia di scarpe e la cassaforte
Sono entrati per la terza volta in quattro anni alla Mef di Verolanuova e per la terza volta hanno fatto razzia di scarpe, abbigliamento vario e accessori. A dare l'allarme uno dei due fratelli titolari dell'azienda, arrivato all'alba in stabilimento. Quando è entrato si è accorto che gli scaffali del negozio erano vuoti, la nuova collezione era sparita e delle 800 paia di scarpe non c'era nemmeno più l'ombra. I ladri, almeno sei o sette secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di Verolanuova intervenuti sul posto, non si sono limitati ad abiti e scarpe ma hanno portato via anche una cassaforte dal peso di sette tonnellate e prima di andarsene nella notte hanno pensato bene di bere anche un caffè e fumare una sigaretta. Disperati i titolari dell'azienda che ancora una volta dovranno fare i conti con u

Commenti 5
mer 04 mar 2015, ore 10.39
LA TRAGEDIA
Marmentino, si sente male nel bosco e cade in un dirupo: morto 68enne
Insieme alla moglie aveva deciso di inoltrarsi nei boschi di Marmentino, in località Poffe, probabilmente in cerca di una capra sfuggita al gregge, ma mentre camminava si è sentito male ed è caduto in una scarpata di 30 metri. La moglie ha dato immediatamente l'allarme e la macchina dei soccorsi è giunta poco dopo sul posto. Difficili le operazioni per raggiungere l'uomo, Giuseppe Gallia, 68 anni, ma quando i soccorritori ce l'hanno fatta e hanno iniziato il massaggio cardiaco l'uomo era già morto e a nulla sono serviti gli sforzi per rianimarlo.

Commenti 2
mer 04 mar 2015, ore 10.02
IL CASO
Sudamericana scomparsa a Palazzolo: ritrovata in casa, morta da due mesi
Quando sono arrivati sul posto i Carabinieri della caserma di Palazzolo, la Polizia locale, un'ambulanza e i Vigili del fuoco, era decisamente troppo tardi. I suoi vicini di casa hanno chiamato le forze dell'ordine solo quando dal suo appartamento, in vicolo Salnistro, hanno iniziato ad uscire odori nauseabondi e sospetti: era da due mesi che nessuno aveva più notizie di Dominga Alcantara, 50enne di origine sudamericana ma con cittadinanza italiana. Le forze dell'ordine hanno aperto la porta di casa nel pomeriggio di ieri. La triste scoperta del cadavere, in avanzato stato di decomposizione, è avvenuta nel bagno. Seppur sia troppo presto averne la certezza - il cadavere è stato portato alla camera mortuaria dell'ospedale Richiedei di Palazzolo, in attesa dell'autopsia - l'ipotesi avanzata dalle persone che hanno trov

Commenti
mer 04 mar 2015, ore 07.38
REITERAZIONE
Non rispetta il divieto di avvicinarsi: 59enne stalker di Manerba in carcere
Gli era stata data la possibilità di redimersi, ma il 59enne di Manerba non ha resistito alla tentazione di continuare a perseguitare la sua ex convivente e così è finito in carcere. L'uomo era già stato arrestato pochi giorni prima, sempre per aver violato la prescrizione di divieto di avvicinarsi alla donna impostagli dal giudice, ma questa volta non aveva più nessuna carta da giocare per evitare il carcere e così, reo di aver perpetrato atteggiamenti da stalker, è stato condotto in carcere a Brescia.

Commenti 3
mar 03 mar 2015, ore 12.10
I CASI
Aggrediti agenti della Polizia Locale, quattro in ospedale. Arrestati italiano e cinese
Due episodi di violenza hanno portato quattro agenti della Polizia Locale di Brescia in ospedale con ferite guaribili in 5 giorni. Il primo è successo nella notte. Quando era circa l'1,30 è scoppiata una lite nel piazzale della Stazione tra un cittadino italiano di 43 anni e un rumeno. Gli agenti della Locale hanno tentato di dividerli ma l'italiano si è scagliato contro di loro assestando calci e pugni. Una volta bloccato gli agenti l'hanno portato al comando di via Donegani dove ha accusato un malore ed è stato trasportato in ospedale in codice giallo. L'altro episodio è successo nel pomeriggio di lunedì in via Rose dove un cittadino cinese è stato sorpreso a gettare rifiuti sul territorio comunale. Sorpreso da un agente della Locale, l'uomo è stato multato. Peccato che non l'

Commenti 4
mar 03 mar 2015, ore 10.23
DAL CARCERE
Tentato stupro, il 37enne marocchino: ero ubriaco, non ricordo nulla
Convalidato l'arresto per Abdellak Laknin, il giovane cittadino marocchino di 37 anni accusato di tentato stupro e aggressione ai danni di una giovane donna di 25 anni. Il Gip del Tribunale di Brescia, Lorenzo Benini lo ha deciso dopo che, durante l'interrogatorio per la convalida dell'arresto, l'uomo è rimasto in silenzio e si avvalso della facoltà di non rispondere, dicendo solo: “Erp ubriaco, non ricordo niente”. Secondo l'accusa la donna sarebbe stata raggiunta dal marocchino mentre, poco prima delle 6 di venerdì mattina, stava entrando nel posto di lavoro, sul retro del locale. La scena però è stata vista da un addetto delle pulizie di un'azienda vicina che è intervenuto mettendo in fuga l'aggressore. Il 37enne ora è rinchiuso nel carcere di Canton Mombello.  &nb

Commenti 23
lun 02 mar 2015, ore 17.36
INCIDENTE
Breno, camion perde carico e travolge veicoli: due morti e un bimbo grave
Terribile incidente a Breno: due persone sono morte in un incidente stradale avvenuto all'interno di una galleria, lungo la Statale 42. In base alle prime informazioni sembra che il camion, proveniente da un'acciaieria, avrebbe perso il carico travolgendo i veicoli vicini. Oltre alle due persone morte sul colpo si registrano diversi feriti, rimasti incastrati nelle lamiere. Tra questi anche un bambino, in condizioni gravissime, che è stato trasportato al reparto di pediatria dell'ospedale dei Civili di Brescia. Sul posto la polizia stradale che sta cercando di ricostruire la dinamica dell'incidente e i vigili del fuoco: la Statale intanto resta chiusa.

Commenti 14
lun 02 mar 2015, ore 15.59
IL CASO
Sesso di iniziazione per entrare in comunità per minori: scandalo a Berzo Inferiore
A far scattare le indagini è stata la denuncia di una ragazzina di 11 anni che ha rivelato alla madre che i due figli dell'amministratore di una comunità per minori di Berzo Inferiore alla quale era stata affidata l'avrebbero costretta a pratiche sessuali di iniziazione. Da lì le indagini dei carabinieri e la scoperta che non si trattava di un caso isolato, ma di un vero e proprio rituale. A raccontare la drammatica storia è il dorso bresciano de Il Giorno dove si legge che sarebbero almeno 7 le minorenni ad aver subito gli stessi abusi sessuali da parte dei due responsabili della struttura dal 2009 al 2013. Secondo quanto ha raccontato la undicenne agli inquirenti, al momento dell'entrata nella struttura le ragazzine venivano costrette contro la loro volontà ad un rito di iniziaziazione che preved

Commenti 10
lun 02 mar 2015, ore 14.36
L'OPERAZIONE
Ragazzina costretta a scene hard sul web: sette arresti tra Genova e Brescia
Gli agenti della Polizia di Stato di Genova hanno fermato un gruppo di professionisti della fotografia accusati di aver adescato una minorenne su un social network inducendola a compiere atti sessuali per la produzione di materiale pedopornografico. L'operazione, avviata nelle prime ore di questa mattina, riguarda sei province del Nord Italia, tra cui anche Brescia. In queste ore gli agenti stanno eseguendo 5 arresti, 2 arresti domiciliari, un obbligo di dimora e 13 perquisizioni personali e domiciliari.

Commenti 4
lun 02 mar 2015, ore 10.49
CALABRIA
Auto giù dal viadotto, morto sul colpo il pm Federico Bisceglia
Svolgeva il ruolo di magistrato nella Procura di Napoli, ma per diversi anni ha lavorato a Brescia, prima alla Procura dei Minori, poi a quella della Repubblica. Federico Bisceglia, 45 anni, è morto nella notte tra sabato e domenica in un incidente avvenuto sull'autostrada A3, nei pressi di Castrovillari, in Calabria. Nell'incidente è rimasta ferita anche una persona che viaggiava con lui a bordo di una Lancia K che, per cause ancora in corso di accertamento, è finita fuori strada proprio mentre transitava su un viadotto, cadendo per 30 metri prima di schiantarsi. Andatosene da Brescia solo un anno e mezzo fa, Bisceglia nella nostra città si è occupato con energia e competenza prima di reati legati ai minori, poi di reati ambientali a cominciare dal caso Caffaro, dalle discariche e dalle faccende relativ

Commenti
lun 02 mar 2015, ore 07.12
VALLE SABBIA
Bagolino, padre trova corpo della figlia 21enne nel fiume
Un dispiegamento di forze rapido e massiccio, soccorso alpino, vigili del fuoco anche dal trentino, ambulanze, e carabinieri della locale stazione,ma per la ragazza purtroppo non c'era più nulla da fare. E' una tristissima vicenda quella vissuta nella giornata di ieri dalla comunità di Bagolino, svegliatasi all'alba con una notizia drammatica. Una studentessa universitaria di 21 anni dopo essersi alzata ed essere rimasta un po' in casa con i familiari, poi alle 10 ha preso l'auto ed è uscita. Preoccupato per lei, a causa del periodo difficile vissuto in università, dopo un'ora il padre ha deciso di uscire a cercarla. La ricerca è terminata quando ha scorto la sua auto nei pressi del Ponte Prada, all'ingresso del paese. Uscito dall'auto, l'uomo ha sceso il ripido versante fino a che ha scorto nell

Commenti 2
lun 02 mar 2015, ore 06.31
VIA ORZINUOVI
Picchiata e violentata alle sei della mattina: arrestato marocchino 37enne
Come ogni mattina la mamma l'aveva accompagnata in automobile fino a pochi metri dall'ingresso della palestra dove lavora, però ieri la ragazza non è riuscita ad entrare. Sulla sua strada si è messo un marocchino che - non è da escludere - forse con premeditazione, l'ha aggredita e poi violentata. E' un racconto drammatico quello che è stato fatto dai testimoni presenti sul luogo dell'aggressione, i dintorni di una palestra di via Orzinuovi, aperta di mattina presto per consentire ai clienti di allenarsi prima del lavoro in ufficio. L'episodio presenta molte analogie con il caso verificatosi un mese fa in via Milano, quando un tassista riuscì a sventare un tentativo di stupro ai danni di una 40enne (leggi la notizia).I fatti. La 25enne, impiegata presso la palestra, dopo essere stata lasciata

Commenti 43
sab 28 feb 2015, ore 07.42
LA BRAVATA
Desenzano, due minorenni scappano di casa: ritrovate stanche e affamate
La mattina del 25 febbraio due minorenni residenti a Desenzano del Garda, una di origini marocchine di anni 15 e l’altra rumena di anni 16, amiche e compagne di scuola, sono uscite di casa ma non si sono mai presentate a scuola l’istituto scuola facendo perdere le proprie tracce. I genitori si sono accorti della scomparsa delle figlie solo nel pomeriggio, dopo essere stati avvisati dalla segreteria della scuola che ha segnalato loro l'assenza. I genitori a quel punto hanno tentato di mettersi in contatto con le due minorenni chiamandole al cellulare, ma senza ottenere risposta. A quel punto è scattata la denuncia di scomparsa La mattina seguente una volante del Commissariato di Desenzano del Garda in servizio di perlustrazione, ha notato le minorenni sul lungolago in località Rivoltella. Le due ragazze, infre

Commenti 4
ven 27 feb 2015, ore 10.01
IL MISTERO
Prima scompare, poi ricompare: è giallo sulla bandiera Usa del parco Torri Gemelle
Come è sparita, la bandiera americana è anche (misteriosamente) ricomparsa. Resta da capire come sia successo. Dopo che la Polizia Locale aveva segnalato la scomparsa della bandiera a stelle e strisce che sventolava vicino a quella italiana nel parco Torri Gemelle e aveva avvertito anche la Digos dell'ammanco, la preoccupazione è che non si trattasse della bravata di qualcuno ma, considerato il delicato momento di politica internazionale, di un preciso messaggio contro gli Stati Uniti. Preoccupazione scongiurata nel primo pomeriggio di oggi quando la bandiera americana è tornata a sventolare di fianco al Tricolore facendo tirare un sospiro di sollievo a tutti. Il settore Verde Pubblico del Comune eviterà così di fare denuncia verso ignoti. Resta solo da capire come abbiano fatto gli autori del

Commenti 6
gio 26 feb 2015, ore 16.44
POLIZIA LOCALE
Giro di vite su bar e locali commerciali: oltre 1300 controlli nel 2014
Tra le diverse azioni che la Polizia Locale svolge quotidianamente, anche nel 2014 una parte consistente ha riguardato il lavoro di monitoraggio delle attività commerciali presenti sul territorio cittadino. I controlli hanno interessato in modo omogeneo tutti i 1.300 esercizi commerciali, un numero abbastanza elevato, tale da richiedere un’incessante ricognizione e una programmazione dettagliata in ambito operativo. I controlli congiunti con i reparti specialistici della Questura, l’Asl, la Camera di Commercio, la Guardia di Finanza e la Polizia Postale (in totale 149) si sono concentrati per lo più nella zona della stazione, di via Milano e del centro storico (quartiere del Carmine). Complessivamente i sequestri di merce (circa 20mila pezzi che comprendono abbigliamento, accessori, oggettistica, fiori, piante

Commenti 6
gio 26 feb 2015, ore 15.53
IL CASO
Furto bandiera Usa al parco Torri Gemelle: allertata la Questura di Brescia
Una sparizione che mette in allerta. La bandiera americana che svettava, di fianco a quella italiana, nel parco bresciano Torri Gemelle intitolato alle vittime dell'11 settembre di New York è sparita e al momento l'opzione più accreditata da parte della Polizia Locale che ha scoperto l'ammanco è che si tratti di un furto. Se sia una bravata di qualche ragazzino o un preciso messaggio contro gli Stati Uniti (considerato anche che la bandiera italiana non è stata toccata) è ancora tutto da stabilire. Gli agenti della Locale, dopo aver accertato che l'assenza della bandiera a stelle e strisce non era dovuta a qualche manutenzione della stessa, ha provveduto ad informare anche la Questura di Brescia, dato il delicato clima internazionale di questo periodo storico. Ora non resta che prendere visione delle

Commenti
gio 26 feb 2015, ore 09.46
IL CASO
Gardone Val Trompia, 36enne minaccia di morte la ex compagna: arrestato
E' stato arrestato, dopo essere stato colto in flagranza di reato per atti persecutori. Si tratta di un 36enne pregiudicato di Gardone Valtrompia e la sua vittima è l'ex convivente con il quale l'uomo ha avuto anche una figlia. Oltre alle minacce di morte e alle telefonate e ai messaggi che arrivavano a qualsiasi ora del giorno e delle notte, la ex compagna ha iniziato a preoccuparsi quando l'uomo si è appostato sotto casa sua, fuori dal lavoro o dalla casa del suo nuovo compagno, sempre con la stessa richiesta di riprendere il rapporto. L'uomo è stato così arrestato e dovrà attenersi alla misura del divieto di avvicinamento e di comunicazione, con qualsiasi mezzo, con la donna.

Commenti 4
mer 25 feb 2015, ore 17.11
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
27

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Chi è il miglior artista musicale bresciano?
Omar Pedrini
Francesco Renga
Fausto Leali
Luisa Corna
Charlie Cinelli
Irene Fargo
L'Aura
Ettore Giuradei
Plan de fuga
Don Turbolento
Altri (suggerite i nomi a info@bsnews.it)

Chi è il miglior calciatore passato da Brescia?
George Hagi
Roberto Baggio
Joseph Guardiola
Andrea Pirlo
Luca Toni

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:06 ACIBS
05 mar - Vai alla news »
Proporrei di concedere a questo signore l'iscrizione gratuita alla prossima Millemiglia. Uno che ciucco come un'aola riesce a guidare per de
08:03 @ carroccino
05 mar - Vai alla news »
Riciapet !!!
07:59 constatazione;
05 mar - Vai alla news »
Nessun allarme a Brescia ?? Voleva forse intendere che tutti i sistemi di allarme delle case e negozi sono stati disattivati dai ladri ????
07:52 domanda;
05 mar - Vai alla news »
Solo 50 euro?? Le regole o si seguono o non si seguono x cui la sanzione dovrebbe essere più cara !!!!
22:29 stradivarius
04 mar - Vai alla news »
Quando uno mette a repentaglio la vita degli altri pensare che possa esser oggetto di simpatia ed entusiasmo fa rabbrividire. Già, fa
22:21 stradivarius
04 mar - Vai alla news »
Bravi, tutti, nei commenti. La volete capire o no che il problema sta nel vigente Codice Penale e nel vigente Codice di Procedura Penale ai
20:31 Alba
04 mar - Vai alla news »
Grande cagnolone .... Occhio che ti becchi una denuncia per eccesso di difesa ....... :(
20:17 xy
04 mar - Vai alla news »
Le Procure non procedono nei confronti di un morto, ancorché sia responsabile del sinistro. Pertanto il fascicolo è stato aper
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
A Brescia arriva la rivoluzione della ceretta con Go Wax
A Milano e in altre capitali mondiali è ormai una “moda” inarrestabile. E da inizio giugno fa tendenza anche a Brescia. Si tratta della ceretta brasiliana, pratica che ha già conquistato dive e donne “normali” in tutto il mondo perché basata su una tecnica che ha quasi del "rivoluzionario" rispetto a quella tradizionale. La "new ceretta" wax è una applicazione a caldo di cera d'api e miele che ha la caratteristica di
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook


       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008