Mercoledì 16 Aprile 2014 - Ore 21:34


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal Camonica
SCIACALLAGGIO
Gli rubano il Rolex mentre è a terra che lotta tra la vita e la morte
Certe storie non si vorrebbero mai leggere. Specie quando hanno a che fare con una persona che oggi non c'è più. A raccontarla è il Corsera di Brescia. Qualcuno, soccorritori della prima ora o semplici curiosi, ha trafugato dal corpo del motociclista morto in seguito all'incidente di domenica a Preseglie, il Rolex che portava al polso. L'uomo è deceduto lunedì dopo il ricovero in gravissime condizioni all'ospedale Civile, ma quando le forze dell'ordine hanno riconsegnato ai famigliari gli effetti personali del 48enne, si sono accorti che all'appello mancava il Rolex che il centauro portava al polso. Qualcuno l'ha fatto “sparire” prima dell'arrivo in ospedale.

Commenti 2
mer 16 apr 2014, ore 16.37
IL CASO
Il 74enne al vicino di casa: "Ti uccido". Fermato dai carabinieri
Ha minacciato di morte il vicino di casa che si è difeso avvertendo immediatamente i carabinieri. Il protagonista è un 74enne di Manerba del Garda , incensurato, che dopo una vita di litigi con il vicino di casa per futili motivi, ha minacciato di passare dalle parole ai fatti e di farlo con una delle armi in suo possesso. A quel punto il minacciato ha deciso di far intervenire i carabinieri che, in seguito alla perquisizione della casa del 74enne, dove hanno trovato 5 fucili da caccia e una pistola semiautomatica regolarmente denunciate, hanno sequestrato le armi in suo possesso. Ma l'uomo in casa deteneva anche altre armi non denunciate, in particolare un fucile calibro 12 e una pistola calibro 6,75, oltre a diverse munizioni. A quel punto è scattato il sequestro penale delle armi irregolari e l'uomo è sta

Commenti
mer 16 apr 2014, ore 15.30
FUOCO&FIAMME
Incendio vicino a via Milano: in fiamme una palazzina. Residenti senza casa
Un incendio si è sviluppato poco dopo le 12 in zona via Milano, tra via Bagnadore e va Franchi. Una palazzina, per ragioni ancora da stabilire, è andata in fiamme provocando una nube di fumo che si è alzata alta nel cielo rendendosi visibile anche a chilometri di distanza. Per fortuna non risultano feriti o intossicati, ma solo grossi danni alla palazzina. Sul posto sono intervenute quattro autopompe dei vigili del fuoco. Le fiamme sono divampate dal solaio e ben presto, grazie anche al forte vento di quest'oggi, hanno distrutto tutto il tetto. Ora la palazzina è inagibile e i residenti sono senza casa. 

Commenti
mer 16 apr 2014, ore 14.20
IN VETRINA
La questione dell’usura nei contratti di finanziamento
Finanziamento La questione dell’usura nei contratti di finanziamento è tema centrale del contenzioso bancario, in relazione a cui sono state espresse diverse e contrastanti opinioni. Di seguito ci proponiamo di illustrare gli orientamenti da ultimo emersi e le conseguenze che ne discendono in relazione alla (in)validità delle clausole che fissano gli intessi, nonché di delineare alcuni criteri tecnico metodologici finalizzati alla verifica della rilevanza dei tassi in concreto pattuiti. 1.Gli orientamenti giurisprudenziali La sommatoria dei tassi.  L’orientamento della giurisprudenza maggioritaria (App. Milano n.3283/2013, App. Venezia 342/2013, Trib. Rovereto 30.12.2013, Trib. Benevento n.1936/2012) trae origine dal principio fissato dalla Cassazione con la pronuncia n.350/2013. Secondo tale approccio, si verifica ‘usura originaria’ quando i tassi d’interesse, complessivamente pattuiti, superano il Tasso Soglia Usura. Per valutare la sussistenza dell’usura originaria vanno raffrontati il TEG ed il TEGM con il TSU: se questo è superato sussiste usura originaria. Elemento essenziale di questa valutazione &e
Entra nella rubrica


Polonia, 1962. Anna è una giovane orfana cresciuta tra le mura del convento dove sta per farsi suora: poco prima di prendere i voti apprende di avere una parente ancora in vita, Wanda, la sorella di sua madre. L'incontro tra le due donne segna l'inizio di un viaggio alla scoperta l'una dell'a
  14 15 16 17 18 19 20


L'innovazione è spesso il driver alla base del concetto di business, non solo di prodotto ma anche di servizio. In un mondo che cambia alla velocità della luce serve trasformare velocemente le idee in soluzioni di business anche attraverso metodi di lavoro efficaci, che sfruttino anche le potenzialità offerte dal framework normativo italiano, a favore della nascita di nuove imprese. Per prepararsi alle sfide e alle opportunità offerte dal mondo del lavoro, la Provi
Opinioni Link suggerito









LA STORIA
Lo sfogo della mamma: William vittima come Lucia, cerchiamo solo giustizia
di Elisabetta Bentivoglio - La giustizia è uguale per tutti. Forse non sempre. Di certo non per William Pezzullo, il 27 enne di Travagliato sfregiato con una secchiata di acido dalla ex fidanzata e da un amico 44enne di lei, entrambi condannati in primo grado a 10 anni di carcere. Oggi William, a distanza di due anni da quella terribile notte che gli ha cambiato per sempre l'esistenza, sta peggio di prima. Non solo perchè fisicamente continua a regredire (“Ha perso anche quei due decimi di vista all'occhio sinistro che gli consentivano di vedere almeno le ombre”, racconta mamma Fiorella) ma anche per lo smacco psicologico subito quando il Presidente Napolitano ha conferito l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica a Lucia Annibali, anche lei sfregiata dopo aver lasciato il fidanzato, e si è c

Commenti 6
mer 16 apr 2014, ore 09.22
LE MOTIVAZIONI
Strage di piazza Loggia: "Moltissimi indizi su Maggi"
Su Carlo Maria Maggi “vi sono moltissimi indizi che paiono essere convergenti verso un suo ruolo determinante nell’organizzazione della strage”, mentre non appare “esservi un’ipotesi alternativa a quella accusatoria che possa fare da filo conduttore per tutti gli indizi enumerati”. Questo quanto scrive la V sezione penale della Cassazione motivando perché il 21 febbraio scorso ha deciso di annullare con rinvio le assoluzioni pronunciate nel processo di appello sulla strage di piazza Loggia nei confronti di Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte. “Questa sentenza – scrivono i giudici - non è una pronuncia di colpevolezza, nè un invito alla revisione dell’esito assolutorio, bensì rappresenta uno stimolo ad una nuova valutazione, emendata degli errori riscontr

Commenti
mar 15 apr 2014, ore 18.01
LE INDAGINI
Ex pornoattrice sparita: sequestrata l'auto dell'amico
Le indagini sulla scomparsa della star del porno, Federica Giacomini, in arte Ginevra Hollander, si arricchiscono di nuovi particolari che potrebbero essere utili a far luce su quanto successo alla donna. A marzo i genitori della porno attrice avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri di Desenzano, comune di residenza di Federica. Di lei non avevano più traccia da fine gennaio. Nelle scorse settimane la Polizia ha concentrato le indagini sul 55enne bresciano Franco Mossoni che conviveva con la donna in un appartamento di Vicenza e che, da febbraio, è chiuso in ospedale psichiatrico dopo aver fatto irruzione in un nosocomio vestito da Rambo e con un arma giocatollo tra le mani. Gli investigatori hanno effettuato una perquisizione nella casa di Mossoni trovando balestre, coltelli, vestiti femminili e documenti apparte

Commenti
mar 15 apr 2014, ore 15.29
ANTI TRUFFE
L'avvertimento dell'Auser: se vi chiedono soldi non sono i nostri volontari
L'attenzione alle truffe dovrebbe sempre essere massima. A ricordarlo è l'Auser di Brescia, onlus che promuove il volontariato a sostegno degli anziani e che avverte del pericolo nei confronti di chi, spacciandosi per volontario, telefona o suona il campanello con l'intento di chiedere contributi per sovvenzionare l'associazione. “Chiunque lo faccia – scrivono in una nota – sta abusando del nome dell'associazione per compiere raggiri finalizzati esclusivamente a sottrarre fìdenaro alle persone. Invitiamo tutti (e gli anziani in particolare) a diffidare da simili proposte e ad allertare nel caso le forze dell'ordine”.

Commenti
mar 15 apr 2014, ore 15.14
DALLA QUESTURA
Kossovaro si finge povero e tenta di truffare il parroco: espulso
Sono risultati fondati i sospetti del parroco di Sant’Eufemia che nei giorni scorsi si era presentato in Questura a raccontare quello che gli era capitato nei giorni precedenti. Il sacerdote ha riferito agli agenti che qualche giorno prima sul cancello della sua parrocchia aveva trovato attaccato un biglietto indirizzato a lui e contenente una richiesta di aiuto ed un recapito telefonico sul quale, un certo Luca chiedeva di essere contattato. Il parroco ha provveduto così a chiamare il mittente del biglietto il quale al telefono gli ha chiesto di essere incontrato per potergli parlare dei suoi problemi. All’appuntamento in parrocchia si è così presentato L.D., cittadino kosovaro, di quarantacinque anni. Lo straniero ha raccontato al parroco di abitare nel suo quartiere e di attraversare un periodo molt

Commenti
mar 15 apr 2014, ore 14.48
DA VIA GAMBARA
Tribunale del Riesame: dentro l'udienza dei secessionisti, fuori i loro sostenitori
Dentro l'aula del tribunale del Riesame di Brescia è iniziata alle 11,45 odierne l'udienza dei secessionisti arrestati poco meno di quindici giorni fa con l'accusa di terrorismo. I legali di Rocchetta, Bernardelli, Chiavegato, Meneghelli, Turco, Manessi, Contin, Ferrari, Lanza, Orini, Cattaneo, Lovato e Abeni hanno presentato ricorso al tribunale del Riesame e ora saranno i giudici a dover far chiarezza sulle accuse. Intanto fuori dal tribunale un gruppo di manifestanti ha voluto appendere uno strscione a sostegno degli arrestati con la scritta: “Patrioti veneti liberi”.

Commenti 1
mar 15 apr 2014, ore 14.22
CARABINIERI
Locale chiuso alla Mandolossa per pessime condizioni igieniche
Locale chiuso per condizioni igieniche non a norma e struttura non idonea. A scoprirlo i carabinieri che nel corso del week end hanno controllato a tappeto la zona di via Vallecamonica, via Valsaviore e la Mandolossa, in particolare soffermandosi sui locali notturni. I controlli hanno portato alla scoperta del “The World”, locale dove sono state controllate 20 persone, di cui per 4 sono state avviate le pratiche di espulsione. Un senegalese è stato inoltre arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale che, nel tentativo di evitare i controlli nel locale ha aggredito i militari per poi scappare a piedi. L'uomo però è stato subito bloccato. Il locale resterà chiuso finchè i titolari non risistemeranno il locale.

Commenti
lun 14 apr 2014, ore 15.11
LA CARAMBOLA
Incidente in A4, chiuso il tratto Brescia Ovest-Ospitaletto
Grave incidente poco dopo l'ora di pranzo sull'autostrada A4 in direzione Milano. Tra i caselli di Brescia Ovest e Ospitaletto un'automobile ha effettuato un salto di carreggiata, ma si spera che le due persone a bordo non abbiano subito gravi lesioni. Sul luogo dell'incidente, avvenuto tra il km 213 e 200, è intervenuta la Polizia stradale e gli uomini del 118 con l'eliambulanza. A causa dell'incidente il tratto tra brescia Ovest e Ospitaletto è stato chiuso al traffico, ma all'interno del tratto si sono già fornmati 4 chilometri di coda. Incolonnamenti di 2 chilometri anche in direzione Brescia.

Commenti
lun 14 apr 2014, ore 14.47
DALLE INDAGINI
Arresti Provincia: usciva per andare "in chiesa" e faceva timbrare al collega
Il funzionario della Provincia di Brescia che ora si trova agli arresti domiciliari avrebbe avuto una tecnica tutta sua per uscire dall'ufficio prima dell'orario stabilito. “Vado in chiesa” avrebbe detto ai colleghi prima di infilare la porta e andare al bar a bere un aperitivo con gli amici. Alyro che chiesa. A ciò si aggiungerebbero anche i ritardi nelle entrate, che secondo gli inquirenti erano coperti da un collega al quale il funzionario affidava il proprio cartellino da timbrare all'orario “giusto”. Lui, invece, arrivava con comodo e passava a ritirare il proprio cartellino dal collega.

Commenti 10
lun 14 apr 2014, ore 12.29
IL COLPO
Rubano in casa mentre i proprietari sono in salotto a guardare la tivù
Sono riusciti ad entrare in casa dalla portafinestra al piano terra mentre i padroni di casa stavano guardando la tivù, hanno fatta razzia di oro e borse griffate e poi si sono dileguati senza lasciare alcuna traccia. E' quanto accaduto nela notte tra venerdì e sabato a Sirmione, in zona Colombare. Secondo la prima ricostruzione i malviventi sarebbero riusciti prima ad aprire il chiavistello dell'anta esterna, poi grazie ad un foro fatto sulla parte interna della maniglia, l'hanno forzata con un trapano o un cacciavite e infine, grazie ad un uncino sono riusciti a far girare la maniglia e ad introdursi nell'abitazione. A quel punto i ladri sono saliti al piano superiore dove ci sono le camere e hanno iniziato a rovistare in armadi e cassetti da dove hanno prelevato oro e borse griffate. Il furto è avvenuto tra le

Commenti
lun 14 apr 2014, ore 11.55
IL COLPO
Vandali alla cascina del parco Gallo: è la quarta volta da agosto
Non c'è uno senza due. Non c'è due senza tre e il quattro vien da sé. Un aforisma che per la cascina Parco Gallo si è trasformata in realtà dopo che per la quarta volta dallo scorso agosto i vandali hanno danneggiato il locale. Per entrare i ladri hanno gettato un sasso o altro per rompere due vetrate, poi una volta all'interno hanno arraffato le monete della cassa, forse venti euro in totale. A quel punto sono saliti al piano superiore dove hanno preso una bicicletta. Hanno tentato anche di portar via un televisore, ma i gestori l'hanno trovato non funzionante davanti all'ingresso. Al Giornale di Brescia il gestore ha fatto alcune ipotesi che portano tutte ad un atto di vandalismo: “Il bottino è stato magro, se avessero avuto fame avrebbero mangiato la torta che era appoggiata in bella m

Commenti
lun 14 apr 2014, ore 10.25
IL CASO
Appalti agli "amici" imprenditori: indagati anche due dirigenti
Opere apparentemente urgenti per le quali concedere appalti alle ditte degli “amici”, anche senza che ce ne fosse un reale bisogno. Ma nache appalti gonfiati con progetti creati ad hoc. Sono queste le accuse delle quali dovranno rispondere un imprenditore e un funzionario della Provincia di Brescia, oltre ad alcuni fdirigenti dell'assessorato ai Lavori pubblici dell'Ente. Venerdì è stata eseguita l'ordinanza di custodia cautelare, che ha condotto ai domiciliari il funzionario e in carcere l'imprenditore edile. Nell'inchiesta sono coinvolte in tutto 22 persone . Per otto di questi la Procura di Brescia aveva chiesto l'appliucazione della misura cautelare, rigettata però dal gip. Tra questi otto ci sono anche due responsabili degli uffici provinciali di piazza Tebaldo Brusato, uno ancora in sergizio e l'

Commenti 3
lun 14 apr 2014, ore 09.49
L'INCIDENTE
Moto in sorpasso si schianta contro auto che svolta a sinistra: gravissimo il centauro
Le prime domeniche di sole, le motociclette tolte dai garage dopo l'inverno, tante belle strade panoramiche, piene di curve e tornanti da percorrere. Questi gli ingredienti che fanno sì che purtroppo ogni lunedì ci siano incidenti da raccontare. Quello più grave avvenuto ieri si è verificato a Grazzane di Preseglie in Valle Sabbia. Erano da poco passate le 16 quando Roberto Zanni, 48 anni di Manerba del Garda, a bordo della sua potente motocicletta Bmw 800 si è schiantato contro la fiancata sinistra di una Alfa Romeo Giulietta sulla quale viaggiava una famiglia. La dinamica dell'incidente è la più classica: il centauro era in fase di sorpasso quando l'automobilista ha svoltato verso sinistra, impattando la motocicletta. L'urto ha sbalzato Zanni a una decina di metri di distanza: gravissime

Commenti
lun 14 apr 2014, ore 07.07
CARABINIERI
Coca, sequestrati 160 grammi tra Mazzano e Montirone
La cocaina nel bresciano non sembra mai passare di moda. Né sentire la crisi. I carabinieri, infatti, nei giorni scorsi hanno sequestrato altri 160 grammi di polvere bianca. Una goccia nel mare della Leonessa. La prima operazione è scattata a Mazzano: i militari hanno fermato un 48enne in auto e nel controllo hanno trovato 104 grammi di coca ben nascosti nel risvolto dei pantaloni. Altri 40 grammi, invece, sono stati sequestrati – grazie all'aiuto dei cani antidroga - in un'autorimessa nelle disponibilità di un albanese 35enne, a Montirone. Ancora, in città, è stato arrestato in via Milano un albanese 29enne in possesso di 35 dosi di coca pronte per lo smercio.

Commenti 2
dom 13 apr 2014, ore 14.48
NEL VICENTINO
Ex pornoattrice bresciana non dà segni di vita da tre mesi: c'è preoccupazione
C'è preoccupazione per la scomparsa della bresciana Federica Giacomini, della quale non si hanno più notizie ormai da tre mesi. A dare l'allarme i genitori, che l'hanno sentita per l'ultima volta per gli auguri di Capodanno e il 19 gennaio si sono presentati dai carabinieri di Desenzano per sporgere denuncia. La donna, dal passato turbolento, aveva raggiunto una certa notorietà nel mondo dei film hard. A Vicenza viveva nell'abitazione del bresciano Franco Mossoni, 55enne – noto come il “Rambo” - con precedenti per omicidio che di recente aveva minacciato una guardia giurata per fuggire dall'ospedale psichiatrico San Bortolo. Nella sua abitazione la polizia aveva trovato balestre e coltelli, ma anche carte che facevano riferimento a Federica (a cui risultava intestato il contratto di affitto). L'uomo,

Commenti 3
dom 13 apr 2014, ore 13.22
IDRO
Compra un iPhone 5 a 150 euro. Ma era un "pacco"
La scatola era identica, il contenuto un po' meno. E' l'amara sorpresa che si è trovato di fronte un giovane valsabbino che ha provato ad acquistare un iPhones 5 a prezzo di saldo da un 34enne di origini napoletane. I due si erano dati appuntamento in un centro commerciale, dove il truffatore ha consegnato il telefono all'acquirente in cambio di soli 150 euro: un quinto dell'attuale prezzo di mercato. Quindi è scattata la denuncia ai carabinieri, che sono risaliti al campano grazie alle telecamere del centro. Il 34enne è stato rintracciato – con altri tre “pacchi” - ad Egna, in provincia di Bolzano, ed è stato denunciato per ricettazione, introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi e truffa.  

Commenti 3
dom 13 apr 2014, ore 10.48
PIRELLONE
Mercoledì il consiglio regionale discute di riforma del Titolo V e ludopatia
Il disegno di legge di revisione costituzionale approvato nei giorni scorsi dal Governo -che riguarda tra l’altro la revisione del Titolo V e il superamento del bicameralismo perfetto, l’istituzione del Senato delle Autonomie, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni- sarà al centro mercoledì 16 aprile prossimo (ore 10/20) della seduta di Consiglio regionale. L’ordine del giorno prevede il dibattito e il voto di documenti sul tema, anche alla luce dell’incontro che lunedì 14 aprile che a Roma (Aula dei gruppi parlamentari della Camera) vedrà riuniti i rappresentanti di Giunte e Consigli regionali per precisare le proposte di modifica chieste dal sistema delle Regioni. Sarà poi una riunione congiunta delle Commissioni Affari istituzionali e Riordino delle Auton

Commenti
sab 12 apr 2014, ore 14.02
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
24

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
La Provincia di Brescia è:
Un ente inutile e costoso, da cancellare
Un ente utile, importante e virtuoso
Un ente utile, ma vanno tagliati i costi

Elezioni Aci, si vota martedì 15 aprile dalle 9 alle 15 solo in città:
Bisogna estendere gli orari e aumentare i seggi
Bisogna estendere gli orari
Bisogna aumentare i seggi
Lasciamo tutto così

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
21:24 Belle
16 apr - Vai alla news »
Bella idea quella della bici... Anche se non bisognerebbe rivelare al nemico il tipo di arma da mettere in campo............... ...
21:10 Mah
16 apr - Vai alla news »
Al posto del Bigio propongo la statua di un cittadino che si sloga una caviglia sul lato orientale della piazza perché non ha visto
21:10 Mah
16 apr - Vai alla news »
Al posto del Bigio propongo la statua di un cittadino che si sloga una caviglia sul lato orientale della piazza perché non ha visto
21:01 Distratta
16 apr - Vai alla news »
Ma si può sapere esattamente dov'è 'sto gradino? Non si capisce! D'accordo che si trova sul lato orientale... Ma dove? Ma &eg
20:47 Monica Ruzzenenti Isorella Bs
16 apr - Vai alla news »
Capisco molto bene la sofferenza e la rabbia dei famigliari, perche' anche a mio fratello Dario, deceduto in un incidente stradale in moto n
20:29 Monica Ruzzenenti Isorella Bs
16 apr - Vai alla news »
Capisco molto bene la sofferenza e la rabbia dei famigliari, perche' anche a mio fratello Dario, deceduto in un incidente stradale in moto n
19:35 CASTELLETTI GO HOME!
16 apr - Vai alla news »
il pd non ha bisogno della castelletti per governare....... Laura se ne torni a casa!
19:35 Domanda corretta
16 apr - Vai alla news »
Ma L.O.V.E. bella o brutta che sia non è a Milano in Piazza Affari e non è li che dovrebbe rimanere per i prossimi 40 anni cir
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Rebecchi: il libro su Lucchini? Calzoni risponda a due domande
(a.tortelli) “Dopo aver letto il libro, mi restano due principali domande. Domande che ho anche posto all'autore durante la prima presentazione e che ancora attendono risposta. A che scopo Calzoni ha scritto questo libro? E, ancora, cosa ne direbbe Luigi Lucchini se fosse ancora in vita?”. A porre i quesiti è l'ex deputato bresciano Aldo Rebecchi, che accetta – e rispedisce al mittente – la provocazione lanciata da Ugo Calzoni con il suo ultimo
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook


       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008