Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



25 Settembre 2016 - Ore 03:57


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
Ikea

La Loggia: il maxicentro commerciale Ikea mette a rischio il commercio cittadino

“Guardiamo con grande preoccupazione al nuovo polo commerciale Ikea che andrà a competere con il nostro centro urbano”. A prendere posizione è il sindaco di Brescia Emilio Del Bono, che per la prima volta esplicita le preoccupazioni per le possibili ricadute sulla città dell'apertura del nuovo maxicentro commerciale Ikea di Roncadelle, fissata per Natale del prossimo anno.

Il nuovo centro - 165 negozi e un nuovo ipermercato Coop - sorgerà a ridosso della Tangenziale Sud, e anche le ricadute sul traffico potrebbero essere notevoli. Ma a preoccupare sono soprattutto le conseguenze per il commercio di Brescia. Il primo effetto c'è già stato: la Coop ha rimandato i lavori per il nuovo iper da 15mila metri quadri agli ex Magazzini Generali. Ma anche i progetti di recupero delle aree industriali della ex Santoni (San Polo) e della ex Idra (Triumplina) ne potrebbero essere notevolmente penalizzati. Come tutte le realtà già attive, a partire dal Freccia Rossa e ovviamente dai piccoli negozi della città

Insomma: a poco potrebbero servire per rilanciare lo shopping cittadino un nuovo Pgt che taglia del 70 per cento il consumo di suolo e provvedimenti come quello di dimezzare gli oneri delle ristrutturazioni per spingere al riuso di vecchie industrie dismesse a fronte di una novità tanto consistente.  



Fonte: Comunicato stampa sab 09 gen 2016, ore 11.10
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Simpatia
(UTENTE NON REGISTRATO)
Meglio tardi che mai... non capisco di che cosa si preoccupi adesso il sindaco, visto che il progetto dell'Ikea è da un pò che si conosce e se ne parla. E cmq prima di preoccuparsi del centro Ikea dovrebbe preoccuparsi di rimettere in sesto la città di Brescia, con i suoi negozi e la sua popolazione. Non è per niente bello vedere zone come via S. Faustino e dintorni in balia di balordi che vagano come polli senza testa. La città è in primis sporca, mal frequentata, piena di negozi di rabattame di dubbissima qualità e provenienza. Le zone che ho elencato sono solo esempi, a Bs ho studiato ed il ricordo di negozi curiosi e arini sono solo un ricordo. Quindi il sindaco non dovrebbe pensare all'Ikea ma ai Call centre stranieri, alle decine di negozi cinesi che rovinano il contesto e a tutte quelle attività di dubbia legalità che sono spuntate come funghi negli ultimi anni.
dom 10 gen 2016, ore 18.24
Immagine profilo
Sindaco riflett
(UTENTE NON REGISTRATO)
Di negozi in centro ne stanno rimanendo aperti pochi, ed ogni giorno ne chiude uno! I negozi rimasti aperti sono decisamente cari (a causa degli alti costi legati al centro) ed i commessi spesso non troppo simpatici, gli orari di apertura sono gli stessi orari in cui la gente lavora... Con la chiusura domenicale! Forse una maggiore flessibilità... E non serve a nulla fare un'apertura straordinaria ogni tanto, serve continuità! Senza dimenticare il problema parcheggi, e vivibilità del centro! Sembra usai che si faccia l'impossibile per scontentare il cliente, anzichè assecondarlo nelle esigienze ! Questo porta inevitabilmente a preferire altre situazioni commerciali per effettuare gli acquisti. È questo non a nulla a che fare con il nuovo centro Ikea (forse è un mettere le mani avanti per giustificare la chiusura dei prossimi negozi in centro). Anche il centro commerciale di Roncadelle ha sempre molti negozi con la serranda abbassata già da oltre un paio di anni (e non hanno aperto altri centri commerciali) se devo scegliere un centro commerciale cerco qualcosa che abbia la scelta, una buona varietà dei prodotti con commessi disponibili e gradevoli, purtroppo le risorse umane sono sempre meno motivate e questo incide molto sugli acquisti (sfido chiunque a dire che spende i suoi soldi anche se servito male!!!! Si cambia negozio!) inutile avere 50 negozi se poi sono quasi solo gioiellerie, profumeria, telefonia ed intimo... Esempio...perché in centro a Desenzano le serrande non sono abbassate nonostante l'apertura del centro commerciale Leone, il più gettonato della provincia??? Sindaco fatti delle domande, pensa da imprenditore una volta tanto!!!! Non andare contro alle novità ma cerca di trarne dei vantaggi... (Sistemazione del centro, abbassare i costi di gestione dei negozi in centro, aumentare la sicurezza, pubblicizzare ed incentivare i numerosi e sconosciuti siti storici, i musei, qualche giornata con ingresso gratuito, creare iniziative interessanti, qualche sagra enogastronomica, bus navetta gratuiti che dal futuro centro Ikea portino a visitare il centro - con i negozi aperti magari anche la domenica è con orario continuato- qualche idea buttata lì giusto per iniziare.... ) Caro Emilio, apri la mente! Vai incontro e non contro alle potenziali risorse!
dom 10 gen 2016, ore 09.45
Immagine profilo
stradivarius
(UTENTE NON REGISTRATO)
Verrebbe da dire, con tono liberista già da qualche commentatore evocato, che purtroppo: competition is competition, per giunta sempre più spietata nel caso dei centri commerciali. Ma l'aspetto politico è desolante. Mi chiedo chi demolì il commercio al dettaglio del centro città autorizzando il Frecciarossa ? Quali soliti noti stavano dietro le quinte con la pistola politica puntata alla tempia di Corsini ? Quali soliti noti progettarono e costruirono ? E oggi Del Bono piange per l'Ikea alle porte dela città, ma il segretario del PD provinciale Orlando è un...Avatar del Sindaco piddino di Roncadelle che diede la benedizione al mega centro commerciale oppure è la stessa persona ? No, perchè allora all'orizzonte c'è solo un perseverare diabolico che porterà ad altre cattedrali nel deserto semivuote o chiuse con relativo consumo di suolo e drammi occupazionali. E non a caso il vero problema di Del Bono è cosa fare a questo punto nelle aree ex-Idra ed ex-Santoni dove già vedeva due bei centri commerciali e milionate di oneri di urbanizzazione nelle casse comnunali.
dom 10 gen 2016, ore 00.13
Immagine profilo
un bresciano...
(UTENTE NON REGISTRATO)
a del bono tira il xxxx non prendere gli oneri comunali.... non ditemi che adesso si preoccupa dei negozi del centro....
sab 09 gen 2016, ore 20.41
Immagine profilo
no giargia
(UTENTE NON REGISTRATO)
ma che bravo il ns sindaco si accorge ora del centro ikea.......
sab 09 gen 2016, ore 13.37
Immagine profilo
qwerty
(UTENTE NON REGISTRATO)
Faccio notare che il responsabile di tale scelta è il segretario provinciale del PD.... farvela fuori nelle sedi opportuno no vero? Credo che i cittadini siano un po' stufi di questi giochetti e dichiarazioni di comodo.... Poi, la freccia rossa credo abbia fatto molti più danni e l'allora sindaco è anch'esso del pd. Traetene le dovute conclusioni.
sab 09 gen 2016, ore 13.37
Immagine profilo
giampi
(UTENTE NON REGISTRATO)
ah quindi sarebbe colpa dell'ikea. non di come da anni il centro sia lasciato nel degrado più totale vero? tranne pochissime zone il centro di brescia è una vergogna
sab 09 gen 2016, ore 13.10
Immagine profilo
bah?!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Rilanciare il centro cittadino?! Credo che al sindaco interessi solo far veicolare più gente possibile per riscuotere il pizzo dei parcheggi...tutti a pagamento!!! Vuoi rilanciare il centro? Inizia con i parcheggi gratuiti come fanno i centri commerciali , elimina le barriere architettoniche , permetti il fast food in centro e vedrai che qualche risultato verrà.
sab 09 gen 2016, ore 12.48
Immagine profilo
Hark65
(UTENTE NON REGISTRATO)
...non é che ci voleva un genio per capirlo.....e dirlo solo adesso che ormai i giochi sono fatti e il cantiere praticamente a regime del 100%..mi sembra troppo scontato....personal mente lo avevo già intuito ancorché anni fa si parlava di questo progetto e la riconferma si é avuta con l'ormai certa chiusura del centro commerciale "Le Rondinelle".....ed io certamente non sono un genio....bisognerebb e chiedere le motivazioni all'Amministrazione Comunale di Roncadelle....alla Provincia di Brescia se ha pensato alle ricadute viabilistiche dato che sono stati fatti lavori alla tangenziale e forse si poteva intervenire in anticipo....ma staremo a vedere.....speriamo in bene per i negozianti cittadini e limitrofi....
sab 09 gen 2016, ore 12.34
Immagine profilo
Eh, già...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Questo è il capitalismo, ragazzi, in particolare nella sua versione più scintillante, nota anche come liberismo. I piccoli negozi? Le attività già esistenti? I problemi legati al traffico? Lo spopolamento del centro che, quindi, finisce per essere fruito solo da chi non ha possibilità di consumare nei megacentri commerciali? Ecchissenefrega, l'unica cosa che conta è il profitto e, ovviamente, i pesci più grossi e feroci divorano tutti glia altri. Con buona pace di tutti coloro che, a partire dai commercianti e dai piccoli imprenditori, hanno sempre visto qualsiasi regola come un'insopportabile limite all'iniziativa privata.
sab 09 gen 2016, ore 12.34
Immagine profilo
RISPARMIARE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il commercio cittadino ? pullover a 150 euro e parmigiano reggiano a 35 euro al kilo ? ( tanto per fare un esempio... )
sab 09 gen 2016, ore 12.22
Immagine profilo
area
(UTENTE NON REGISTRATO)
ma le amministrazioni comunali (quella che rilascia le autorizzazioni e quella "penalizzata") che si accapigliano non sono della stessa sinistra area? PS anche Le Rondinelle chiuderanno definitivamente (Roncadelle geniale nell'ancassare ici-imu)
sab 09 gen 2016, ore 12.11
Immagine profilo
attesa
(UTENTE NON REGISTRATO)
Aspettiamo che Tentenna diventi sindaco di Roncadelle. Allora difenderà a spada tratta quello che ora avversa, come ha fatto, lui e sodali, con il terreno di via Riccobelli. O no?
sab 09 gen 2016, ore 12.01
Immagine profilo
SIMON73
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cavoli ma i nostri politici sono dei VERI PAGLIACCI!!!!!!!! S olo ora, dopo anni e anni di discussioni si accorgono di questo?????? PAGLIA CCI CHE NON SIETE ALTRO!!!!! Probab ilmente voi non vivete su questa terra...dove eravate prima? Quando c'era la possibilità di negare la nuova struttura? Adesso vi fate paladini di nulla... Mi vergogno di essere rappresentato da persone di così basso profilo... Dove eravate? Povera Italia...tutto per interessi... Ormai, quando i buoi sono fuori dalla stalla... DA VERGOGNARSI.
sab 09 gen 2016, ore 11.53
Immagine profilo
quindi
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi: benissimo i grandi e numerosi centri commerciali (che hanno già ucciso il commercio in città) quando sono dentro i confini comunali, 'vibrante protesta' se sono appena fuori i confini comunali. Praticamente un genio.
sab 09 gen 2016, ore 11.49
Immagine profilo
ikkki
(UTENTE NON REGISTRATO)
svegliaaaaaaaaaaaaa
sab 09 gen 2016, ore 11.11
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Come giudica il lavoro del sindaco di Brescia Emilio Del Bono?
Buono / Molto buono
Positivo
Sufficiente
Non molto positivo
Cattivo / Molto cattivo
Non so

Ha fatto tanto
Ha fatto poco
Ha fatto abbastanza

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
19:08 Noname2016
24 set - Vai alla news »
Quando gli italiani smetteranno di buttare i mozziconi per terra avverrà la rinascita
18:13 SIMONA73
24 set - Vai alla news »
...proprio quello che intendevo... Chiedi come ci si trova ad aver sempre il contratto a termine... Almeno gli statali hanno un contratto
18:08 w i centri comm
24 set - Vai alla news »
w i centri commerciali che danno lavoro... I verdi bastian contrari e' ora che la smettano di criticare: e troppo cemento e troppo inquiname
17:45 INCIVILI
24 set - Vai alla news »
I mezzi di A2A seguano il corteo per pulire Brescia dalle urine e feci che lasceranno i cani sul percorso. Cosi come quotidianamente non p
16:28 @1501
24 set - Vai alla news »
I sindaci leghisti hanno sempre perso le loro pagliacciate e lo sanno anche loro che perderanno. Ma siccome non pagano loro, ci provano. Cos
15:06 Mah...
24 set - Vai alla news »
E ci sono quelli che aspettano con calma altri pesanti ribassi prima di comprare. Così va il mercato, e lo si sa. Ma nessuno ricorda che le
15:01 a 14.41
24 set - Vai alla news »
Sai già ancor prima di iniziare che saranno condannati? Sai anche se li condanneranno per i divieti di burqa e niqab? Certo che dopo i risar
14:55 @@@sandro
24 set - Vai alla news »
Caparbieria ? Neologismo sostitutivo di caparbietà ? E poi, le direzioni che Lei descrive (proposte è un parolone perchè non ci sono nè udit
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...