Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 27 Settembre 2016 - Ore 03:49


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
L'OPINIONE
luigi lacquaniti

Bomba carta a Collio, Lacquaniti (Pd): l'odio verso i profughi arriva fino alle bombe?

Con un comunicato il deputato bresciano del Pd, Luigi Lacquaniti, esprime solidarietà nei confronti dei titolari della forneria di San Colombano dove nella notte tra domenica e lunedì è stata fatta esplodere una bomba carta, presumibilmente a carattere di protesta contro il fratello del titolare che gestisce l'albergo dove sono ospitati i profughi.


DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:


Nella notte di domenica 17 gennaio una bomba carta è stata fatta esplodere a Collio davanti a un bar pasticceria del paese. Probabilmente l’obiettivo non è casuale, visto che il titolare dell’attività che ha subito il raid è fratello del gestore dell’albergo dove sono ospitati una quindicina di profughi. E visto che il locale è già stato fatto oggetto di intimidazioni, durante il periodo delle proteste seguite all’arrivo dei richiedenti asilo, con lanci di pietre e petardi, di inviti on line al boicottaggio, e addirittura di tiro al bersaglio con armi da fuoco contro un cavallo di proprietà della famiglia.

Nel caso tutto questo fosse effettivamente confermato, esprimo la mia piena e totale solidarietà ai titolari del Bar Pasticceria e dell’Albergo che tutt’ora ospita in convenzione con la Prefettura i profughi. Sono certo che i Carabinieri, che sono stati chiamati ad intervenire, sapranno fare piena luce sull’episodio.

Mi domando fino a che punto possa arrivare l’odio per mettere le bombe contro i bar dei parenti di chi ospita i profughi. Che, per inciso, da parte loro non hanno causato a Collio nessun problema reale. Ma di fronte ad una comunità che si stava finalmente tranquillizzando qualcuno per forza ha di nuovo voluto creare tensione.



Fonte: comunicato stampa mar 19 gen 2016, ore 15.16
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
ECCO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ecco, proprio da queste parole emerge come gli atti di violenza siano sempre esecrabili e controproducenti. Questo gesto altro non fa che aumentare le condizioni di difesa chiudendo ancor piu' la bocca a chi cerca di risolvere il problema in modo pacifico e civile. Che questi profughi non abbiano alcun diritto di pretendere asilo e nemmeno le remunerative protezioni sussidiarie e umanitarie dovrebbe emergere palesemente dalle leggi internazionali, ma gesti come questi imbavaglieranno ancor piu' la possibilità di parlarne!
mer 20 gen 2016, ore 07.05
Immagine profilo
Suggerimento
(UTENTE NON REGISTRATO)
Caro Onorevole Pd perchè non fai come suggerisce il tuo confratello Galletti Cgil: te li prendi in casa tu? Magari li riparti con altri onorevoli del tuo partito. Saremmo tutti contenti: voi perchè fate, una volta nella vostra vita, quello che dite e noi che non li vogliamo. Scelte non imposte e nella massima libertà di tutti, giusto?
mar 19 gen 2016, ore 22.40
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Come giudica il lavoro del sindaco di Brescia Emilio Del Bono?
Buono / Molto buono
Positivo
Sufficiente
Non molto positivo
Cattivo / Molto cattivo
Non so

Ha fatto tanto
Ha fatto poco
Ha fatto abbastanza

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
01:26 Chris
27 set - Vai alla news »
6 commenti e nemmeno uno relativo all'articolo; solo insulti, polemiche e schiamazzi...inutile poi chiedersi perché la politica
17:05 UN GENTILUOMO
26 set - Vai alla news »
Il raffinato lettore delle ore 14,49 ama anche lui incanutirsi sulle tastiere ? Pare proprio di si. Lo stile molto civile ed educato della
16:00 Centrale
26 set - Vai alla news »
Salviamo la Centrale, e andiamo a comandare
15:51 x Viviana
26 set - Vai alla news »
Se vi sta così tanto a cuore il trasporto pubblico perchè non riconoscete il rimborso chilometrico adeguato alla metropolitana di Brescia?
15:44 @rassista
26 set - Vai alla news »
Essere razzista non é avere un parere diverso. E' un crimine.
15:01 @ a 16.28
26 set - Vai alla news »
Righe su righe su righe per non dire nulla. Io so solo che qui degli amministratori pubblici giocano a fare i populisti con i soldi dei citt
14:49 Rassista
26 set - Vai alla news »
Che bello dev'essere sentirsi sempre dalla parte giusta: oltre a sistemarti la coscienza facendo un emerito c...o (a parte incanutirsi sulle
11:16 speculatore
26 set - Vai alla news »
il mercato himtf se non cambia le regole è ridicolo,penso che molti abbiano capito che i veri speculatori sono quelli che fanno finta di ven
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...