Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 05 Dicembre 2016 - Ore 17:34


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LOMBARDIA
spedali civili

Conti strutture sanitarie, il Civile in cima alla classifica con 650 milioni di ricavi

I conti economici della sanità lombarda col segno più: sono infatti in pareggio o in attivo le 35 realtà della regione che comprendono Aziende ospedaliere, Aziende ospedaliere universitarie e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. Lo mostrano i dati emessi dall'Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), rispetto alla situazione finanziaria del 2014. Altre regioni che, come la Lombardia hanno fatto bene, sono Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Puglia, Basilicata e Sicilia.

Rispetto alla situazione bresciana, come riporta il Bresciaoggi,  gli Spedali Civili sono quelli che hanno prodotto il maggior volume, con 650 milioni e 628 mila euro, superando anche il Niguarda, (500 milioni e 214 mila i ricavi dell'azienda milanese. Buoni i ricavi anche per l'azienda di Desenzano e  ricavi netti sono stati così ovviamente inferiori: 208 milioni e 845 mila per l'azienda di Desenzano e 118 milioni e 190 mila per la Mellini di Chiari. Come appare evidente la voce che fa «incassare» di più alle tre aziende è quella che va sotto il titolo di «entrate proprie», che riguardano ricoveri, prestazioni ambulatoriali, visite, esami: sono 500 milioni la Mellini di Chiari con rispettivamente 170 milioni e 905 mila e 250 mila quelli di Chiari.

A livello di spese, ricorda sempre il quotidiano, la voce più preponderante in tutte e tre è quella del personale: 286 milioni e 512 mila euro al Civile, a Desenzano a 121 milioni e 846 mila e a Chiari a 67 milioni e 572 mila. Altra spesa ingente per gli Spedali Civili la farmaceutica e quella agli emoderivati (113 milioni e 628 mila), mentre per Desenzano e Chiari è la casella dei «servizi non sanitari», rispettivamente 29 milioni e 578 mila e 18 milioni e 173 mila. 



Fonte: Redazione ven 06 nov 2015, ore 08.58
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
qb
(UTENTE NON REGISTRATO)
ormai si paga tutto... altro che sanità garantita
ven 06 nov 2015, ore 09.38
Immagine profilo
jil
(UTENTE NON REGISTRATO)
bene, peccato i recenti scandali
ven 06 nov 2015, ore 09.35
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
17:21 @ 14:20
05 dic - Vai alla news »
dai, facci restare tutti a bocca aperta: tu quanti ne hai in casa di rifugiati? guarda che la scusa della casa piccola o dei problemi di lav
16:40 veritas
05 dic - Vai alla news »
Il no ha vinto per i clandestini !! che eresia che popolo di piccini le persone si spostano quando dove sono stanno male tutti lo farebbero
16:36 errata corrige
05 dic - Vai alla news »
Il presunto jhadista al quale abbiamo concesso protezione sussidiaria non percepiva 200 bensi' 2000 euro al mese. Una vera vergogna e speria
16:32 a 14.20
05 dic - Vai alla news »
L'UNHCR, visto che ha tra i suoi capi un italiano, farebbe bene a spiegarci come mai in Africa non si adopera affinchè venga rispettata la C
16:29 veritas
05 dic - Vai alla news »
Pochi elettori hanno capito per cosa votare la propaganda ha infatti imperato importante era dire No come sempre per sempre non so se le rif
16:14 Analisi
05 dic - Vai alla news »
Si comincia ad analizzare nel dettaglio il voto di ieri e sembra che I giovani tra i 18 e i 34 anni abbiano votato all'81% NO. Ma non erano
16:06 Scusa, Luigi
05 dic - Vai alla news »
L'amico Gennarino Migliore l'hai già sentito? Chiedo perché l'ho visto parecchio abbacchiato e preoccupato dopo la scoppola referendaria. Ma
16:05 ferdi68
05 dic - Vai alla news »
Niente male la Boschi come presidente…in questa italia maschilista e zoticona una donna bella e intelligente la voto volentieri
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...