Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 16 Gennaio 2017 - Ore 16:07


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IN REGIONE
TURISMO

Riforma turismo lombardo, nuove condizioni per i fenomeni di sharing economy

“Non è un semplice aggiornamento normativo, ma una vera  e propria riforma che offre a tutta la filiera lombarda del turismo uno  strumento moderno, concreto ed innovativo che punta su semplificazione, qualità, formazione ed integrazione”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, a Brescia per presentare agli amministratori locali della provincia, alle associazioni rappresentative della filiera del turismo e dell’attrattività e agli operatori del settore la nuova legge riguardante le “Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo”.

 

La legge affronta alcune aree grigie che stanno conquistando fette di mercato sempre più importanti, come ad esempio il settore delle case vacanza, spinte dal successo e dalle prerogative delle sharing economy, e va a stabilire un quadro normativo che garantisce un ambito di concorrenza leale con regole chiare e uguali per tutti.

 “Per il turismo made in Lombardia questo è l’anno del cambiamento. Anche sull’onda positiva di Expo – ha concluso Parolini - stiamo vivendo infatti un momento decisivo, cruciale e particolarmente favorevole. Con questa legge e attraverso le misure a sostegno del comparto che Regione Lombardia ha messo in campo in questo ultimo periodo, poniamo le basi per compiere un salto di qualità che può offrire al nostro tessuto economico un’occasione di sviluppo stabile e duraturo”.

Tra le principali linee d'intervento la riforma prevede: cooperazione tra soggetti pubblici e privati, semplificazione amministrativa delle procedure per le imprese del turismo e della filiera dell’attrattività, promozione dell’immagine della Lombardia in Italia e all’estero; digitalizzazione della promozione turistica; ammodernamento, potenziamento e riqualificazione delle strutture e delle infrastrutture turistiche,; istituzione di nuovi strumenti finanziari, come lo sviluppo di un sistema lombardo per le garanzie e il credito; sostegno all’innovazione, allo start-up di impresa per lo sviluppo della competitività e a forme e canali distributivi digitali e innovativi.

La norma introduce inoltre una nuova disciplina delle strutture ricettive alberghiere e non alberghiere con l’obiettivo di garantire condizioni di concorrenza leale tra tutti i soggetti che si occupano di ricettività turistica, intervenendo anche sui fenomeni di “sharing economy” che stanno ampliando il sistema ricettivo ma i cui doveri debbono essere commisurati a quelli delle altre strutture ricettive.

Le “case per vacanze” saranno inoltre soggette all'obbligo di comunicazione dell'attività, al rispetto delle norme sulla pubblica sicurezza e alla comunicazione dei flussi. Per le strutture ricettive di piccole dimensioni viene introdotta una nuova denominazione più attrattiva (“foresteria” e “locanda” invece del vecchio “affittacamere).

La Giunta predisporrà inoltre un sistema di classificazione omogenea sul territorio regionale che, alla tradizionale classificazione a stelle, affianca una valutazione integrativa. In essa si evidenziano elementi distintivi e qualificanti come l’accessibilità, la sostenibilità, la data di ultima ristrutturazione.

In riferimento alle agenzie di viaggio e turismo le principali novità introdotte riguardano la possibilità di svolgere anche attività di informazione e accoglienza turistica. Le agenzie online sono soggette a tutte le disposizioni previste per le agenzie della rete ordinaria, nel caso in cui la sede dell’agenzia on line si trovi in uno Stato diverso da quello italiano, a tutela del turista, il titolare dell’attività ha l’obbligo di indicare il responsabile della stessa per il territorio della Lombardia.



Fonte: Comunicato Stampa sab 07 nov 2015, ore 14.23
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:34 LAVORI SOC.UTIL
16 gen - Vai alla news »
Gli unici lavori socialmente utili che dovrebbero essere fatti fare a questi immigrati richiedenti asilo clandestini, è quello di mettere in
15:12 MINNITI-AFRICA
16 gen - Vai alla news »
Minniti non doveva andare in Libia, visto che in Italia non arrivano libici bensi' arrivano dall'Africa sub-shariana, ma doveva andare all'i
15:05 Bravo Emilio
16 gen - Vai alla news »
Del Bono vivacchia senza infamia e senza lode, verebbe da dire. Eredità pesanti le sue, sia quella di Paroli che quella di Corsini, che lo h
15:02 @14.51
16 gen - Vai alla news »
Brescia era una città con grandi disponibilità finanziarie, grazie ai dividendi ASM. Ora siamo con le pezze al c.lo, stiamo svendendo a pezz
15:01 considerazione
16 gen - Vai alla news »
Non vediamo l'ora che se ne vada... L'intervista poi del Giornale di Brescia bisognerebbe leggerla con i contenuti al contrario per capire c
14:59 Martin
16 gen - Vai alla news »
Diano pure degli incapaci agli altri (come all'asilo)intanto chi "oggettivamente" precipita (Sole 24 ore)è Del Bono!. Punto.
14:58 ORIO
16 gen - Vai alla news »
Nel mondo occidentale la donna ha lottato per secoli per raggiungere la libertà e l'indipendenza dall'uomo e per acquisire pari dignità. Nel
14:51 @@destrincapaci
16 gen - Vai alla news »
Il Metrobus è opera del centrosinistra cun piccolo (!) neo: Paroli ha fato di tutto per poterlo inaugurare nella sua consigliatura. E ci è r
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...