Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



04 Dicembre 2016 - Ore 17:18


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IMMIGRAZIONE
profughi al lavoro a sant'eufemia

Sant'Eufemia, profughi al lavoro per pulire il quartiere. In cambio? Un giro in città

Il fortunato progetto di inclusione pensato Acli, Caritas e consiglio di quartiere di Sant'Eufemia per “occupare” , senza stipendio né contributi, i profughi ospitati all'hotel Mille Miglia di Brescia potrebbe essere replicato anche in altre zone della città.

A Sant'Eufemia i profughi, muniti di ramazza e sacco nero, sono stati affiancati da due volontari ciascuno e, come racconta il Corsera di Brescia, due volte a settimana, girano i punti caldi del quartiere – oratorio, scuola, chiesa, etc – pulendo le strade dai rifiuti abbandonati dalla gente.

Inoltre, secondo il piano di Acli, Caritas e consiglio di quartiere, presto potrebbero anche fare altro, vale a dire entrare nelle case dei residenti per piccole sistemazioni a domicilio. In cambio gli organizzatori chiedono alle famiglie di accompagnare in città i profughi per fargli conoscere Brescia.

Non è la prima volta che Brescia sperimenta forme di collaborazione gratuita da parte dei profughi ospitati in città. Eì' ciò che succede già per il cimitero Vantiniano, dove alcuni profughi una volta a settimana mantengono siepi e vialetti puliti. L’esperimento è andato bene e sarà presto allargato anche al cimitero San Francesco di Paola, zona Sant’Eufemia, a quelli di Mompiano e di via Volta.

Una volta finito il percorso di studi per imparare l'italiano (i profughi la mattina frequentano le lezioni) il progetto prevede per loro l'individuazione di un lavoro regolarmente pagato.




Fonte: Redazione mar 17 nov 2015, ore 12.28
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@Leghista
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi anche il pensionato che riceve l'integrazione al minimo dovrebbe fare dei lavori per la collettività, come chi è pensionato sociale che non ha versato, oppure il pensionato andato col retributivo mentre avrebbe la pensione dimezzata col contributivo, chi riceve il contributo affitto, quello sanitario, ecc... Quanti soldi che lo stato risparmierebbe? E chi organizzerebbe tutto questo e a quale costo?
mer 18 nov 2015, ore 14.39
Immagine profilo
ottomana?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Si saranno stufati di stare sdraiati sull'ottomana fuori dall'albergo tutto il giorno... Ma non mi risulta che questi siano stati riconosciuti come profughi.
mer 18 nov 2015, ore 14.20
Immagine profilo
Leghista
(UTENTE NON REGISTRATO)
Personalmente trovo una cosa giusta, e non vedo perché debba fare notizia, che chi riceve soldi dal pubblico ricambi la collettività con il proprio lavoro. Anzi, da tempo penso che la cosa andrebbe estesa a tutti i cittadini, stranieri, italiani o padani che ricevono contributi pubblici: ricevi 200 euro dai servizi sociali per pagare le bollette? Benissimo, fai un certo numero di ore di lavoro per il tuo Comune.
mer 18 nov 2015, ore 09.10
Immagine profilo
kiesa
(UTENTE NON REGISTRATO)
Già che ci siete, andate a sistemare i vialetti e le aiuole del vescovato, così Monari può stare tranquillo e vedere tutto in ordine dall'alto delle sue mura...
mar 17 nov 2015, ore 16.45
Immagine profilo
Sfruttamento
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ecco una nuova forma di sfruttamento: lavoro gratis di manovalanza generica in cambio di 35 Euro che vanno alle "congreghe". E intanto se uno vuole lavorare come spazzino, giardiniere, ecc. non lo può fare e rimane disoccupato. Soluzione perfetta in un'economia in crisi e con una disoccupazione alle stelle!
mar 17 nov 2015, ore 16.44
Immagine profilo
Ekonomia
(UTENTE NON REGISTRATO)
Bravi, bene... Così le cooperative che campavano sui lavori appaltati dal comune per la pulizia delle strade, i giardini, ecc, non avranno più lavoro. Attenti ai florovivaisti che si sono accaniti con Bagnolo perchè i lavori li fanno i volontari! Ma, già, se sono stranieri il discorso cambia, va tutto bene e sono disposti anche a perdere il lavoro... Razzisti!!!
mar 17 nov 2015, ore 16.41
Immagine profilo
sepe
(UTENTE NON REGISTRATO)
Certo che quasi quasi se mi forniscono sicuramente un lavoro pagato ci vado anche io a fare il volontario
mar 17 nov 2015, ore 16.38
Immagine profilo
AFRICANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tutto qua ? vogliamo almeno 300 euro al mese ! Razzisti !
mar 17 nov 2015, ore 14.33
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
16:59 Porsél
04 dic - Vai alla news »
Me vote al porsél
16:52 @orio
04 dic - Vai alla news »
Ma la conosci la geografia?
16:03 @@quasimodo
04 dic - Vai alla news »
Laura cosa fai, parli di te in terza persona come Maradona? E comunque a una frase come "Se a essere avuto voglia di fare qualcosa per la ci
15:38 DEGRADO
04 dic - Vai alla news »
Gnuranc de bresa
15:28 ILVA
04 dic - Vai alla news »
affluenza spinge il no... SI senza accento ILVO !
15:26 Oscar
04 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA FINANZIARIA IN 24 ORE FACILE (assistance.financia ire55@gmail.com) Em ail : assistance.financiai re55@gmail.com Ci ao ! Questo
15:26 Oscar
04 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA FINANZIARIA IN 24 ORE FACILE (assistance.financia ire55@gmail.com) Em ail : assistance.financiai re55@gmail.com Ci ao ! Questo
15:25 Oscar
04 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA FINANZIARIA IN 24 ORE FACILE (assistance.financia ire55@gmail.com) Email : assistance.financiai re55@gmail.com C
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...