Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



04 Dicembre 2016 - Ore 07:06


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
L'INTERROGAZIONE
giorgio sorial

Terrorismo, Sorial (M5S) interroga Alfano: Brescia a rischio per carenza di forze dell'ordine

Mentre consiglieri e assessori regionali della Lega Nord chiedono a gran voce al Governo di mantenere in Lombardia le forze dell'ordine straordinarie arrivate in occasione di Expo, a loro si unisce anche il Movimento Cinque Stelle che si sta mobilita per garantire la sicurezza dei bresciani.

Dopo la strage di Parigi del 13 novembre scorso, la denuncia del sindacato di Polizia sulla mancanza di risorse umane e non tra le forze dell'ordine bresciane appare ancora più allarmante.

Nel tentativo di portare alla luce il problema, il deputato bresciano del M5S Giorgio Sorial, ha presentato un'interrogazione al ministro Alfano denunciando la carenza di organico bresciano del comparto sicurezza e chiedendo “un'implementazione strutturale e organizzativa che miri a ristabilire nelle varie interrelazioni funzionali, un'equilibrata distribuzione delle risorse umane, strumentali e tecnologiche che purtroppo, a Brescia e in provincia risultano scarse”.




Fonte: Redazione mer 18 nov 2015, ore 15.40
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@@ipocrisie
(UTENTE NON REGISTRATO)
Vite di stenti e di sacrifici? Nè più nè meno di altri operai ed impiegati di altre aziende, con la differenza che chi lavora per esempio alla Beretta è molto più tutelato di un armaiolo piccolo, prende molto di più e non si sognerebbe mai di fare cambio con un'azienda piccola, visti i molti vantaggi dell'azienda gardonese!
gio 19 nov 2015, ore 14.45
Immagine profilo
@ipocrisie
(UTENTE NON REGISTRATO)
E allora dai, le cose giuste tu le sai, dimmi perchè non le fai? E magari, già che ci sei, abolisci anche l'8 per mille per finanziare questi operai rimasti senza lavoro. Sarebbe sicuramente una missione più nobile, non credi?
gio 19 nov 2015, ore 14.18
Immagine profilo
@ipocrisie
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se fosse per me quegli operai li lascerei anche a casa a godersi la vita di stenti e sacrifici che hanno fatto fino ad ora pagandoli con i soldi della miliardaria evasione fiscale tutta italiana, altra schifosa ipocrisia del bel paese insieme a quella della falsa lotta al terrorismo da sostenere in quei paesi che noi armiamo. SVEGLIA!!!
gio 19 nov 2015, ore 14.14
Immagine profilo
Corrotto
(UTENTE NON REGISTRATO)
Preferisco dare i soldi ai politici corrotti, perché si devono ingrassare, la sicurezza dei cittadini può attendere. Siete d'accordo? Ma i 59 milioni che i legazzari patani devono ritornare allo Stato, chi li deve rimborsare? Bozzi, Maru' o Salvaci da lui?
gio 19 nov 2015, ore 00.07
Immagine profilo
@I SOLDI CI SON
(UTENTE NON REGISTRATO)
Per molti degli argomenti che hai citato (solare, spazzatura, ambiente, ecc.) dare soldi vorrebbe dire chiudere utility che fanno utili proprio perchè hanno una posizione di monopolio! Se per esempio potessi produrmi la mia energia per scaldare e corrente elettrica da me, A2A dovrebbe chiudere... Quindi avanti a finanziare il vecchio... E quindi il tema della guerra, tanto caro perchè alla fine il più redditizio, e le ultime due mondiali, per non parlare delle risorgimentali, ne danno grande esempio, è sempre quello sul quale far leva, magari condito di retorica patriottica o religiosa per ingannare la gente...
mer 18 nov 2015, ore 23.17
Immagine profilo
I SOLDI CI SONO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dunque violare il Patto di Stabilità si poteva, si può. L'ha detto Valls. Non per risanare, beninteso, l'assetto idrogeologico di un Paese dell'Unione, né per metterne in sicurezza l'edilizia scolastica, né per assumere medici e infermieri nel Servizio Sanitario Pubblico, né per creare occupazione nella salvaguardia e fruizione del patrimonio culturale e paesaggistico, né per alzare le pensioni, né per il reddito minimo garantito, né per quello di dignità, né per un programma di edilizia popolare, né per finanziare la ricerca scientifica, né per non far crepare la produzione artistica, né per la giustizia, né per i trasporti, né per le infrastrutture, né per la Rete, né per la spazzatura, né per l'ambiente, né per il solare, né per gli acquedotti, né per la solidarietà, né per l'accoglienza. No. Per tutto questo bisogna tagliare, e caso mai privatizzare, perché lo dice il Patto di Stabilità. Invece per più soldati e poliziotti nelle strade, più fucili e più bombe in mano allo Stato, del Patto di Stabilità ce ne freghiamo.
mer 18 nov 2015, ore 23.09
Immagine profilo
Osservazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quanti soldi che dobbiamo spendere per la sicurezza: nuovi organici causa il terrorismo e quindi ancora soldi, poi continuiamo ad accogliere clandestini senza controllo e li paghiamo pure.... Solo scelte che distruggono risorse...
mer 18 nov 2015, ore 21.44
Immagine profilo
@Bah
(UTENTE NON REGISTRATO)
Soliti politicanti che danno aria alla bocca, stile democristiano...
mer 18 nov 2015, ore 21.41
Immagine profilo
@Ipocrisie
(UTENTE NON REGISTRATO)
Chiudiamo tutte le nostre fabbriche d'armi, a cominciare dalla Beretta. Dai allora partiti e sindacati che date la colpa a noi che fabbrichiamo le armi (Pd in primis) fatelo, spiegatelo ai vostri tesserati lavoratori di queste aziende, vi voglio proprio vedere all'opera...
mer 18 nov 2015, ore 21.40
Immagine profilo
Ipocrisie
(UTENTE NON REGISTRATO)
....come se la lotta al terrorismo si basasse solo sul numero di agenti delle forze dell'ordine e non sulle armi che l'Italia e la nostra provincia continuano ad inviare in Medio Oriente, compresa l'Arabia Saudita fiduciaria dell'ISIS!!!
mer 18 nov 2015, ore 21.19
Immagine profilo
Bah
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma è dello stesso partito che ha votato contro l'espulsione degli stranieri illegalmente presenti sul territorio nazionale? Dello stesso partito che vuole lo Ius soli. ..come in Francia e Belgio? ...vediamo il risultato. Ma ha prestato il servizio militare obbligatorio?
mer 18 nov 2015, ore 20.00
Immagine profilo
@ma per piacere
(UTENTE NON REGISTRATO)
Scherzi? Molto meglio finanziare i partiti marci, tranne uno che non li vuole, che sulla sicurezza dei cittadini.
mer 18 nov 2015, ore 18.57
Immagine profilo
Mah...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non dispongo dei dati riguardanti Brescia e provincia (sarebbe interessante che se qualcuno sapesse indicare quante sono le unità in servizio tra PS, CC, GdF, CFS, Polize locali ecc. pubblicasse le cifre), ma di certo l'Italia ha un numero spropositato di agenti rispetto a qualsiasi altro Paese europeo: all'inizio del 2013 gli organici dell'insieme delle Forze dell'Ordine in Italia era di 278.461 dipendenti; in Germania di 243.201 (35.260 in meno dell'Italia); In Francia 184.576 (93.885 in meno); in Spagna 181.110 (97.351 in meno). Dunque, sarebbe meglio esigere che le forze disponibili siano impiegate bene, magari levando dagli uffici operatori di polizia addestrati e pagati per lavorare in strada e costretti a sbrigare lavoro da impiegati.
mer 18 nov 2015, ore 17.04
Immagine profilo
filo
(UTENTE NON REGISTRATO)
bravo, Giorgio...
mer 18 nov 2015, ore 16.01
Immagine profilo
allucinanti
(UTENTE NON REGISTRATO)
oh, ma non vi va mai bene niente. siete allucinanti
mer 18 nov 2015, ore 16.00
Immagine profilo
ma perpiacere
(UTENTE NON REGISTRATO)
a parte il fatto che non voto m5s credo che fare allarmismo serva davvero a poco. ma voi ditemi: se le forze dell'ordine di Parigi non sono state in grado di prevedere e fermare gli attentati, crediamo che due auto in più alla polizia possano farlo. Parliamo di sicurezza, piuttosto. non di terrorismo.
mer 18 nov 2015, ore 15.59
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
06:32 ASSURDO
04 dic - Vai alla news »
Non ci bastano quelli che ci invadono dall'Africa, Venerdi' su RAI3 ad Agorà che andrebbe premiata perchè è pressochè l'unica trasmissione R
01:14 @quasimodo
04 dic - Vai alla news »
Vicesindaco perfetta. L'ordine degli ingegneri si fa vivo solo quando ci sono questioni particolari. Ma di che state parlando. Un conve
01:00 SI SI SI
04 dic - Vai alla news »
SI SI SI SI SI SI SI
00:14 @@Bianche
04 dic - Vai alla news »
Esatto, vince sempre...big bamboo !
00:12 Trio BBR
04 dic - Vai alla news »
Non si esprimono i tre tenores, anzi un tenore e due soprano: tutti stonati, molto stonati rispetto alla realtà. ed ai fatti.
00:10 Stellante
04 dic - Vai alla news »
Una forte realtà civica partendo dell'elenco fatto da Belli ? Anche le pietre della Loggia sanno che si tratta solo di "liste civetta" fatte
21:33 Sandro
03 dic - Vai alla news »
Nel panorama politico bresciano abbiamo gruppi e/o partiti che si richiamano, almeno nel nome, al civismo : Scelta civica - Rete civica - No
21:04 GENI SINISTRI
03 dic - Vai alla news »
Se l'iniziativa è controproducente per i sostenitori del NO.....
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...