Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 02 Dicembre 2016 - Ore 23:13


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO

Spariti i crocifissi dall'alberghiero di Desenzano, gli alunni: colpa di un insegnante

Scoppia il caso crocifissi all'istituto alberghiero Caterina Dè Medici di Desenzano dove ne sono spariti quattro dall'inizio dell'anno. Il caso è arrivato fino in Consiglio comunale per mano del consigliere leghista, Rino Polloni, che ha documentato la mancanza con una serie di immagini trasformandola in un'interrogazione rivolta al sindaco Rosa Leso (Pd).

A confermare l'ammanco è il vicepreside e responsabile di sede, Daniele Toccacieli che al Corsera di brescia ammette: “ E’ vero, i crocifissi mancano da quattro aule”. Due sembra che si siano rotti, ma gli altri sono spariti e nessuno sa chi sia il responsabile. Un gruppo di studenti ha raccontato al vicepreside di aver visto “un insegnante della scuola riporre il crocifisso in un cassetto della cattedra ma non siamo riusciti a trovarlo. E’ una vicenda davvero delicata, un simbolo del genere non dovrebbe sparire”. Per essere certo che non succeda più Toccacieli, ex democristiano di ferro, “ ne ho ordinati trenta: questo è il simbolo della nostra cultura”.





Fonte: Redazione mer 25 nov 2015, ore 15.34
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@@tutti e putin
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quello è un'altro discorso.....
ven 27 nov 2015, ore 21.56
Immagine profilo
@@tutti&putin
(UTENTE NON REGISTRATO)
E' più facile attaccarsi ai simboli che aderire ad una cultura. In questo i preti, da sempre, sono maestri, e trovano pubblico proprio perchè alla gente piace il simbolo, non la testimonianza di vita e quindi il clero prolifera nei privilegi e nel potere.
gio 26 nov 2015, ore 21.21
Immagine profilo
@@ TUTTI E PUTI
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ripeto che a tanti stranieri, a meno che si parli di stranieri che interpretano i testi sacri in modo radicale e quindi pericolosi per la società, non interessano i simboli della cristianità la colpa è solo di alcuni professori e maestre politicizzati. Ricordati che qualsiasi testo sacro devi prenderlo per quello che è.... Mai interpretarlo ad immagine propria e secondo i tuoi scopi finiresti per diventare anche tu un terrorista. E guarda che non parlo solo dei testi islamici ma di tutti.
gio 26 nov 2015, ore 19.24
Immagine profilo
@tutti&putin
(UTENTE NON REGISTRATO)
Siete l'esempio perfetto del mio commento delle 17.20 di ieri. Per voi la tradizione in se conta più dei valori che rappresenta, cioè quelli della cristianità. Inoltre vi faccio presente che ci sono molti italiani che i crocifissi nelle scuole non li vorrebbero, giusto per ribadire che siamo un paese laico.
gio 26 nov 2015, ore 13.51
Immagine profilo
PUTIN
(UTENTE NON REGISTRATO)
forse qualcosa ce lo può insegnare leggendo le sue parole: “Chi non vuole parlare russo e rispettare leggi russe può tranquillamente andarsene da qualche altra parte. La Russia non ha bisogno di queste minoranze e non abbiamo intenzione di cambiare le nostre leggi per loro”
gio 26 nov 2015, ore 13.25
Immagine profilo
PER TUTTI
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le tradizioni non si cambiano. Chi è contrario può sempre cambiare nazione, città, scuola ecc. Il mondo è grande sta a te scegliere.
gio 26 nov 2015, ore 12.43
Immagine profilo
Kebab tiragno
(UTENTE NON REGISTRATO)
ma il professore magazziniere l'hanno trovato?
gio 26 nov 2015, ore 00.56
Immagine profilo
@kebab
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sei un leghista provocatore, prenditi i lega-razzisti ed espatriate, siete fatti della stessa pasta, i musulmani hanno bisogno dei leghisti e viceversa, in Italia non esisterebbero gli uni senza gli altri
gio 26 nov 2015, ore 00.10
Immagine profilo
@kebab
(UTENTE NON REGISTRATO)
Per natale ti regalo un buon cotechino
mer 25 nov 2015, ore 23.39
Immagine profilo
???????????????
(UTENTE NON REGISTRATO)
Suvvia secondo me Kebab è indipendentista padano incaricato postare per suscitare reazioni contrastanti. Vedete è facile scrivere come un non italofono
mer 25 nov 2015, ore 22.55
Immagine profilo
Ma...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cosa ci sarebbe di sbagliato nel lasciare i simboli religiosi fuori dalla scuola e, semmai, esporre il simbolo della Repubblica Italiana. che è l'unico nel quale tutti possono e dovrebbero riconoscersi?
mer 25 nov 2015, ore 22.52
Immagine profilo
KEBAB
(UTENTE NON REGISTRATO)
Vedete? Siete tutti razzisti !!! Con voi è inutile, bresciani ignoranti
mer 25 nov 2015, ore 22.42
Immagine profilo
Europa!!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tra un po' succederà che nelle aule dovremo mettere crocifissi, mezzaluna e quant'altro di religioso, come nelle bandiere: del comune, della regione, della nazione e dell'Europa. Tutti simboli che alla fine non ci dicono niente...
mer 25 nov 2015, ore 21.23
COMMENTO MODERATO
Messaggio cancellato dalla redazione perché conteneva una o più delle seguenti violazioni alla politica del sito. 1) Insulti o volgarità 2) Affermazioni razziste 3) Spam 4) Denial of service 5) Violazione del Copyright 6) Considerazioni che necessitano di approfondimento legale 7) Considerazioni passibili di denuncia verso terzi 8) Utilizzo di nickname con nome e cognome senza registrazione verificata. Invitiamo l'interessato ad attenersi alle regole del buon senso, della netiquette e alle leggi dello Stato. In caso di gravi e/o ripetute violazioni saremo costretti a segnalare l'identificativo della connessione a chi di dovere. Non si aprono dibattiti pubblici sulle cancellazioni. Chi volesse spiegazioni scriva a: info@bsnews.it
mer 25 nov 2015, ore 20.27
Immagine profilo
@kebab
(UTENTE NON REGISTRATO)
Comunque credo che la colpa sia di qualche professore che ha bisogno di sentirsi al centro dell'attenzione perché, e parlo di esperienze personali, agli stranieri nella fattispecie musulmani, della presenza del crocifisso, delle festività Natalizie ed altro, non interessa un bel niente. Purtroppo ci sono professori catechizzati politicamente che tutte le volte che si avvicinano le festività natalizie e pasquali tirano fuori la boiata di togliere i simboli della cristianità. Mi fate una gran pena!!!!!!!
mer 25 nov 2015, ore 19.23
Immagine profilo
@kebab
(UTENTE NON REGISTRATO)
Caro kebabbaro se non vuoi vedere crocifissi iscrivi i tuoi figli nelle madrasse. Qui siamo in Italia.
mer 25 nov 2015, ore 19.15
Immagine profilo
KEBAB
(UTENTE NON REGISTRATO)
La mia grammatica è sempre perfetta caro infedele
mer 25 nov 2015, ore 18.22
Immagine profilo
@kebab
(UTENTE NON REGISTRATO)
Hai perso la tua grammatica perfetta?
mer 25 nov 2015, ore 18.14
Immagine profilo
KEBAB
(UTENTE NON REGISTRATO)
Finalmente, per rispetto dei nostri figli e nostra religione islam meglio togliere crocifisso
mer 25 nov 2015, ore 17.42
Immagine profilo
Ma dai...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Frasi come "questo è il simbolo della nostra cultura" le trovo ridicole, così si mette il "simbolo" davanti alla "cultura". Non è il crocifisso ad essere importante, ma ciò che esso rappresenta, cioè i valori della cristianità...però del fatto che siano andati persi non ne parla nessuno. Immagino che con trenta crocifissi nuovi gli studenti troveranno la fede...
mer 25 nov 2015, ore 17.20
Immagine profilo
Laico
(UTENTE NON REGISTRATO)
Fossi negli studenti, mi rifiuterei di entrare in classe!! Ma scherziamo??
mer 25 nov 2015, ore 16.11
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:56 X 17.43
02 dic - Vai alla news »
Noooo! Addirittura la macchina t'hanno toccato! Proprio a te! Magari è una Golf comprata a rate e da un mese tu paghi le cambiali e l'auto s
20:41 bepi
02 dic - Vai alla news »
Invece di prendersi i calci andava lasciato sfogare (senza coltelli) da solo nella stanza......mica si sarebbe ucciso...si stancava il furbo
20:36 RAPPER
02 dic - Vai alla news »
Fantastico il rapper di colore che ieri sera a Dalla Vostra Parte ha praticamente evidenziato tutti i benefici di cui godono i profughi o fa
20:02 maria kollo
02 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito facile e veloce? Offriamo sia prestiti personali e di business a ogni persona interessata o di aziende che vann
19:49 io
02 dic - Vai alla news »
Si certo stava lavorando per portare a casa uno stipendio! Ma va......non vado oltre ma ne avrei da dire....
19:47 a 11.34
02 dic - Vai alla news »
A che titolo S: Egidio ci porta musulmani che sono al sicuro in Libanio, vista l'invasione che stiamo subendo e che potrebbero trovare asilo
19:36 EVASORI?
02 dic - Vai alla news »
Che la Guardia di Finanza trovi gli evasori è nei suoi compiti, dato che per scoprirli ci vogliono le prove. Ma che chi arriva clandestiname
18:02 @@CORSI 21,11
02 dic - Vai alla news »
grazie per la spiegazione dettagliata, ma non dovresti prendere tutto alla lettera: erano semplicemente modi dire per invitare, in maniera s
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...