Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 06 Dicembre 2016 - Ore 06:51


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL PROGETTO
RIFUGIUATI

Accogliere i rifugiati in famiglia, un incontro per discuterne la fattibilità

Venerdi 18 dicembre alle 20.30 alla Casa delle Associazioni verrà presentato il progetto "Oikos. RifùgiatInFamiglia", promosso da Associazione ADL Zavidovici Onlus , CGIL Brescia, Associazione Puerto Escondido, Cooperativa Il Mosaico, Cooperativa K-Pax, Cooperativa Area, Cooperativa La Rete all'interno del Tavolo Asilo del Forum provinciale del Terzo Settore di Brescia.

 

L'incontro di venerdì vuole essere un primo appuntamento per verificare come la cittadinanza risponde all'idea di accogliere titolari di protezione internazionale o umanitaria in casa propria, mettendo a disposizione non solo uno spazio, ma anche rapporti, contatti e reti.

Il progetto prevede che qualsiasi tipo di famiglia, coppia o single residente a Brescia o provincia può proporsi, rispettando determinati requisiti - per ospitare uno dei più di 1000 i richiedenti asilo e titolari di protezione inseriti nei progetti emergenziali gestiti dalla Prefettura in tutto il territorio di Brescia e Provincia. L'accoglienza è di un massimo di 6 mesi, prorogabili se la famiglia e il beneficiario lo concordano; e prevede un rimborso mensile alle famiglie per le spese di vitto e alloggio.



Fonte: Redazione lun 14 dic 2015, ore 12.50
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
moller
(UTENTE NON REGISTRATO)
I comunisti e i preti si fanno belli alla faccia delle famiglie italiane che non arrivano a fine mese e gli raccontano la favola di pinocchio e alla fine chi li ospita non prende niente e gli stanno a carico a queste famiglie che li ospitano .Poi non dicono che se fanno atti punibili per legge e se tu ti difendi sei intorto tu e non loro e i comunisti e i preti fanno come ponzio pilato se ne lavano le mani .che quelli della cgil se li portino a casa loro e non vengano qua a raccontare le favole
mar 15 dic 2015, ore 10.11
Immagine profilo
GINEVRA 1951
(UTENTE NON REGISTRATO)
ALLORA? Se in base alla Convenzione di Ginevra del 1951 non abbiamo alcun obbligo di concedere asilo e chi scappa dalle guerre può andare clandestinamente solo nel primo Paese confinante, perchè mai dovremmo dare asilo ai Siriani visto che in Italia non c'è piu' lavoro ed abbiamo tanti debiti che non ci consentono di mantenere piu' nessuno? Se non siamo obbligati a mantenere i Siriani che dovrebbero tornare tutti o in Turchia o in Libano o in Giordania dove tra l'altro c'è un campo profughi dell'ONU, altrettanto non dovremmo essere obbligati a concedere asilo agli Africani che oltretutto sono tutelati dalla Carta Africana Rifugiati depositata all'ONU che prevede che i problemi dell'Africa vanno risolti in Africa in spirito di solidarietà tra Stati africani, e obbliga gli stati che l'hanno ratificata insieme all'ONU e all'Unione Africana di trovare asilo agli Africani in AFRICA. Perchè invece li tratteniamo qui e dobbiamo mantenerli noi? Perchè l'Italia a Malta non ha preteso dall'Onu e dall'Unione Africana di rispettare la Carta Africana Rifugiati e di venirsi a prendere gli africani arrivati clandestinamente per riportarli in Africa e di proteggerli e mantenerli loro? E' per ignoranza delle leggi?
mar 15 dic 2015, ore 06.50
Immagine profilo
@kebab
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se non ti sta bene, potresti ritornare nel deserto a raccogliere sterco dai dromedari, eri il migliore
mar 15 dic 2015, ore 01.43
Immagine profilo
@vitt
(UTENTE NON REGISTRATO)
a volte siete anche peggio. nn te ne sei mai accorto?
mar 15 dic 2015, ore 01.27
Immagine profilo
@@vitt
(UTENTE NON REGISTRATO)
Bella questa, i comunisti sono come i preti. E i fascisti invece come sono ?
mar 15 dic 2015, ore 00.11
Immagine profilo
@vitt
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma guarda che i comunisti sono sempre stati bravi a scaricare sugli altri le incombenze e i pesi. Loro si prendono solo i soldi e i meriti. Proprio come i preti!
lun 14 dic 2015, ore 21.10
Immagine profilo
vitt
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tu Galletti che sei stato l'artefice della proposta, ad oggi quanti ne hai ospitati?
lun 14 dic 2015, ore 20.57
Immagine profilo
Karitas
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma è quella iniziativa lanciata mesi fa da Galletti Cgil come alternativa all'altra della Caritas di ospitare nelle singole parrocchie piccoli gruppi di profughi e clandestini a Euro 35,00 cadauno pagati dallo stato? Non è ancora partita? Bisogna fare dibattiti? Guardate che la gente ha bisogno, non può aspettare i comodi di sindacalisti e preti che credono di fare i buoni!
lun 14 dic 2015, ore 19.01
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
E dopo la protezione sussidiaria, che pare esista solo in Italia, con cui abbiamo mantenuto un presunto Jhadista e tutta la famiglia, anche il mantenimento di altri Siriani in famiglia magari arrivati clandestinamente? Ma quali sono i diritti dei Profughi? Secondo la Convenzione di Ginevra del 1951 nessuno Stato è obbligato a concedere asilo e l' art. 31 indica che pare possano andare clandestinamente solo nel primo Paese confinante e non essere puniti per il loro ingresso illegale solo se si presentano alle autorità competenti a giustificarsi con motivazioni valide. Dopodichè possono andare in altri Paesi solo se chiedono l'autorizzazione.Non possono andare clandestinamente dove vogliono! Hanno chiesto l'autorizzazione all'Italia e agli italiani ?
lun 14 dic 2015, ore 14.03
Immagine profilo
ITALIANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
perche' nn ospitare anche chi vive in affitto e fa fatica a pagarlo? chi nn ha un lavoro? Qualche anziano da assistere?
lun 14 dic 2015, ore 13.51
Immagine profilo
ottimo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Gli italiani a vivere dentro ai cartoni o in macchina. Business is business. o no?
lun 14 dic 2015, ore 13.26
Immagine profilo
KEBAB
(UTENTE NON REGISTRATO)
Finalmente una iniziativa non razzista, anche se a Brescia ho i miei dubbi, la mentalità Brescia è molto indietro purtroppo
lun 14 dic 2015, ore 13.00
Immagine profilo
solidarietà
(UTENTE NON REGISTRATO)
lo fanno già in tanti paesi... solo qui siamo indietro
lun 14 dic 2015, ore 12.54
Immagine profilo
KEN
(UTENTE NON REGISTRATO)
SI, E DOPO?
lun 14 dic 2015, ore 12.53
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
06:34 @legadovesei?
06 dic - Vai alla news »
mi rivolgo all' amico che per qualunque avvenimento di cronaca nera sempre si firma ."..rolfi la bordonali beccalossi non hanno niente da di
05:00 maria annette
06 dic - Vai alla news »
State pensando di ottenere assistenza finanziaria, se si è in serio bisogno di prestiti urgenti, se state pensando di iniziare la propria at
03:47 marian
06 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito tra privati per far fronte a difficoltà finanziarie e finalmente fuori dell'impasse causata dalle banche per il
00:00 RenatoBS
06 dic - Vai alla news »
18-35 enni generazione dell'usa e getta. Non mi piace il governo? lo butto via e avanti il prossimo. E così all'infinito ogni 12 mesi…"perch
23:43 Eureka !
05 dic - Vai alla news »
Sconfiggere il populismo di destra con uno nuovo di sinistra ? Finalmente capisco come hanno fatto i pentastellati ad essere primi nei cons
23:38 Acli & Belli
05 dic - Vai alla news »
Tosti questi delle ACLI e tosto pure Belli: consigliano ai governi che verranno di riproporre pari pari il percorso pseudo-riformista che ha
23:38 @@@@@@
05 dic - Vai alla news »
bravi continuate a sperare che adesso viene il bello
22:51 @RenatoBS
05 dic - Vai alla news »
Ehi, Renatino, guardi che il 75% dei giovani dai 18 ai 34 anni ha votato NO al referendum (sono stati voti decisivi) perchè tutte le mattine
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...