Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 17 Gennaio 2017 - Ore 22:18


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO

posti di blocco alla ricerca dei responsabili della bomba alla polgai

Bomba alla Polgai, si batte la pista anarco-insurrezionalista

Posti di blocco in tutta la città per individuare il responsabile o i responsabili che questa notte hanno posizionato e fatto esplodere davanti alla sede della Polgai di via Veneto una bomba costruita in modo rudimentale e nascosta all'interno di una pentola a pressione a sua volta contenuta all'interno di uno zainetto abbandonato da un uomo con il volto coperto pochi minuti prima deoll'esplosione.Bomba che secondo gli inquirenti avrebbe potuto uccidere se al momento dell'esplosione ci fosse stato qualcuno nelle vicinanze. Per fortuna l'ora tarda, erano le 4,37 di notte, ha evitato il peggio. 

Gli uomini della Questura, su ordine della Prefettura, stanno mettendo la città sotto la lente d'ingrandimento per provare a risolvere il caso e attribuire le responsabilità del'accaduto che, ricordiamo, non ha ancora ricevuto nessuna rivendicazione.

Sin dalle prime ore però la pista più accreditata dalle forze dell'ordine sembra essere quella anarco-insurrezionalista. Il 10 aprile del 2013 venne recapitata ad un'agenzia di investigazioni di Brescia, sita in via Cipro, un pacco bomba che però fu giudicato innocuo in quanto non avrebbe potuto esplodere a causa di un difetto di fabbricazione. In quell'occasione la Questura sospettò si trattasse di un atto intimidatorio da parte di gruppi anarco-insurrezionalisti che però avrebbero sbagliato il mittente.



Fonte: Redazione ven 18 dic 2015, ore 15.51
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
21:54 Gino
17 gen - Vai alla news »
Per fortuna che ci sono persone serie che sanno cosa devono fare.Questo candidato avrebbe portato alla sconfitta certa come il precedente Ca
21:25 considerazione
17 gen - Vai alla news »
Vero. Infatti sia la chiesa che i musulmani combattono la modernità, il laicismo, il diritto di scegliere consapevolmente e non costretti da
21:17 klero
17 gen - Vai alla news »
Questi non distruggono la chiesa, che sarà sempre più ricca, ma distruggono noi e le nostre tradizioni. Bisogna assolutamente togliere l'8 p
20:20 Beluhinlgailm
17 gen - Vai alla news »
мос ;квk 2;Бе 83;ух 080;н Дми ;трl 0;
20:10 a 19.52
17 gen - Vai alla news »
Se questo dovesse succedere come ci ha già peraltro detto Gabrielli, significa che o siamo già pieni di terroristi, oppure anche quelli che
19:52 @NONNA
17 gen - Vai alla news »
Ci faranno soccombere quelli come te. State facendo il gioco dell'ISIS. State creando nuovi terroristi. Il primo attentato in Italia forse e
19:23 @se tanto
17 gen - Vai alla news »
Meglio di no: in mezzo a quella brutta gente che sono i preti non c'è nulla da imparare. E poi meglio che servano la società che gente come
19:07 a 17.52
17 gen - Vai alla news »
Ho toccato un nervo scoperto? Davvero comodo non sottoscrivere la Carta dei Valori di cittadinanza e integrazione ed avere lo stesso in reg
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...