Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 09 Dicembre 2016 - Ore 10:37


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
L'OPINIONE
Bonometti

Lavoro, serve un nuovo statuto

di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema.

Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben più rilevante della visione economica e politica, in sostanza delle prospettive del nostro paese. A mio parere, si può ben discutere dell’andamento dell’industria manifatturiera in Italia, e si potrebbe anche concordare sul fatto che la situazione potrebbe – dovrebbe, anzi – essere migliore, a prescindere dal fatto che essa sia o meno la seconda in Europa, che è questione minore. Ma sull’importanza no, non si può essere d’accordo, non può essere messa in dubbio.

In un paese come l’Italia, poverissimo di materie prime, con un settore primario ridotto ai minimi termini (l’ISTAT dice che importiamo il 90% della frutta e verdura che consumiamo), con un terziario che stenta a diventare avanzato, su che cosa dovrebbe scommettere l’Italia? Sulle Poste, sulla finanza, sulle rimesse dei pensionati emigrati? Quanto alla produttività di struttura (non del lavoro, dice Savoldi) vorrei osservare che il lavoro – in particolare il costo del lavoro per unità di prodotto - incide, anche pesantemente in certi settori, sul costo di struttura. Può spiegare qualcuno come si fa ad essere competitivi strutturalmente quando Clup ed energia sono il doppio del costo dei competitori? Chieda notizie Savoldi ai suoi colleghi del tessile, del calzaturiero, della fine che hanno fatto comparti un tempo vitali per la nostra provincia e per la nostra occupazione, e troverà certamente interessanti spunti di riflessione.

Condivido pienamente l’affermazione di Savoldi sulla necessità di nuove conoscenze e tecnologie. Ma come? Dove? Con quali mezzi? Con quale ricerca? Con quali fondi? Con la competitività sempre più risicata delle aziende? Con la coperta sempre più corta che ha portato, e sta ancora portando, alla scomparsa di protagonisti illustri della storia industriale bresciana? Su questo Savoldi tace, come il “saggio” con il millepiedi nella famosa storiella. Su un’ultima questione sono d’accordo con Savoldi. Quella di un nuovo Statuto dei Lavoratori. Con una sola precisazione: che sia uno Statuto dei diritti e dei doveri dei Lavoratori e delle Imprese. Altrimenti restiamo nel passato, mentre predichiamo il verbo del futuro, restando vittime – tutti – delle nostre incapacità e delle nostre miopie.

* Presidente AIB 



Fonte: Opinione gio 07 gen 2016, ore 12.38
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
10:30 CIE?
09 dic - Vai alla news »
Se è stato indicato come centro di identificazione ed espulsione, allora da quel centro non devono proprio uscire per strada e tra la gente
10:24 VITALIZI?
09 dic - Vai alla news »
aDESSO STANNO DICENDO IN tv CHE STANNO TERGIVERSANDO SULLE ELEZIONI PERCHè QUALCHE DEPUTATO SE NON SI ARRIVERà A SETTEMBRE NON MATURERà IL
09:47 @mvb
09 dic - Vai alla news »
LE MERAVIGLIE BERLUSCONLEGHISTE - TERZA PUNTATA: 15) sostanzioso taglio dei fondi alle forze d’ordine (mancava persino la benzina per le vol
09:38 Dove sono i dir
09 dic - Vai alla news »
Capisco tutto, ma la gente che deve lavorare cosa fa? Si deve comprare un auto nuova? O mette una tenda in ufficio?
09:16 Censis 2016
09 dic - Vai alla news »
Migliaia di sottoprecari e sottopagati che sopravvivono con lavoretti saltuari. Il tutto, come si legge nell'ultimo rapporto annuale Censis,
09:09 @@Sandro
09 dic - Vai alla news »
Sabato 10 dicembre il Movimento 5 stelle scende in piazza con tutti i cittadini di Brescia e provincia. “Ribadia mo il NO alla politica di
09:04 considerazione
09 dic - Vai alla news »
Ecco come siamo ridotti: ad avere lavori stagionali. E, oltretutto, spacciati come bella notizia. Altro che lavoro a tempo indeterminato che
08:46 @ORIO
09 dic - Vai alla news »
Si prepari anche Lei, che tra poco arriva qualcuno che mette mano seriamente a due capitoli clamorosi della storia repubblicana: evasione fi
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...