Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



04 Dicembre 2016 - Ore 17:17


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
AMBIENTE

Raccolta differenziata, slitta di un mese la partenza. Si parte ad inizio aprile

La partenza della differenziata a sistema misto dei rifiuti slitta di un mese. Avrebbe dovuto essere introdotta il 1 marzo, ma alcuni passaggi vanno ancora perfezionati, cosa che concederà alla Loggia qualche settimana in più per far arrivare il messaggio del cambiamento a tutti i residenti della prima zona interessata: quella a sud-est, vale a dire i quartieri di Buffalora, Sant'Eufemia, San Polo e San Polino.

A quanto racconta il sindaco al Giornale di Brescia, il problema da risolvere sarebbe quello del nuovo regolamento sui rifiuti la cui votazione in consiglio era stata fissata per l'8 febbraio, data che però coincideva anche con la discussione (mai senza polemiche) sulla variante al Pgt. “Saremmo pronti per il 20 marzo - spiega Del Bono, ma visto che la settimana dopo è Pasqua, abbiamo deciso di spostare tutto all’inizio di aprile. Non il 1°, forse il 2”. Ancora da stabilire se il ritardo si protrarrà anche sugli avvi negli altri quartieri della città.





Fonte: Redazione lun 11 gen 2016, ore 11.38
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mi piacerebbe sapere quanto introita il comune dalla vendita dei rifiuti riciclati: vetro, lattine, plastica, carta. E vorrei sapere anche che intenzioni ha il comune sulla Tari, visto che l'anno prossimo entrerà a pieno regime una direttiva comunitaria che imporrà il calcolo della Tasi in base al consumo effettivo e non, come oggi, in base ai metri quadrati e n. componenti (chi più inquina più paga). Perciò per il generico la calotta con il badge non sarebbe male (esteso a tutti i comuni dell'hinterland così chi abita a Brescia, se vuole fare il furbo, per buttare lo sporco senza la registrazione deve andare, per esempio, a Gardone Vt o a Rodengo)e il riciclato con le isole ecologiche anche.
mer 13 gen 2016, ore 23.13
Immagine profilo
UTENTE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sono curioso di vedere come faranno la differenziata nei palazzoni di S.Polo :) Già mi aspetto rifiuti abbandonati in ogni dove dentro e fuori le torri.
mar 12 gen 2016, ore 11.03
Immagine profilo
Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Lo sporco in giro c'è comunque: questo dipende dalla civilità delle persone (basta vedere intorno ai cassonetti). In linea di massima però credo che il comune deve adempiere ad una funzione sociale ed anche educativa, non solo tariffe ed eventualmente lucro. Quindi penso che spingere la gente a differenziare con il conferimento soggettivo e l'abbattimento delle tariffe sarebbe un giusto modo per far capire quanto sia importante per tutti tenere pulito l'ambiente, oltre ai benefici che porterebbe per la chiusura di un'altra linea del termoinceneritore.
lun 11 gen 2016, ore 19.41
Immagine profilo
@gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quello che pare a me non conta niente. Potrei anche essere d'accordo. ..però ci sarebbe qualcuno che per avere meno peso /aperture cassonetto registrate butterebbe in giro lo sporco, più o meno differenziato. Ed in giro lo sporco sui ciglia delle strade non manca.Io proporrei un pò di lavoro coatto x i carcerati; catenella alle caviglie e pulire. Stanno all'aria aperta, si muovono e forse si rieducano.
lun 11 gen 2016, ore 18.43
Immagine profilo
Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non è giusto che paghi per un servizio che uso solo parzialmente. Se faccio da me la differenziata è giusto che paghi solo per il generico, non ti pare?
lun 11 gen 2016, ore 16.18
Immagine profilo
Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ho sbagliato scrivee il commento sul generico. Il generico o lo lasci a cassonetto come ora e metti la calotta con la card nominativa oppure fai il porta a porta senza card e fai pagare come oggi in base ai metri quadrati e al n. dei componenti (naturalmente molto meno rispetto ad oggi). Per il resto per me non sarebbe una cattiva idea.
lun 11 gen 2016, ore 16.14
Immagine profilo
@Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Nessuno ti impedisce di procedere in proprio a raccogliere materiale riciclabile e a venderlo in proprio. Quando ero ragazzino si faceva (carta, vetro e metalli).....ma non facevano i miliardi (in lire), ma neanche i milioni (in lire): solo qualche 10000 lire. Ovviamente la TARI la devi pagare ugualmente. E il porta a porta è naturale che costi di più.
lun 11 gen 2016, ore 16.13
Immagine profilo
Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Perchè? Basta mettere la calotta con la card nominativa e tutto è fatto. Per il resto invece?
lun 11 gen 2016, ore 16.09
Immagine profilo
@ Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
A livello di gestione della tariffa quello che proponi è impossibile da gestire.
lun 11 gen 2016, ore 15.53
Immagine profilo
Gorgo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma non sarebbe più semplice e più economico per i cittadini adottare una forma volontaria di conferimento? Cioè: il differenziato (platica, carta, vetro,umido) lo si può portare all'isola ecologica direttamente dal cittadino, chi non può paga il servizio. Il generico, che alla fine è poca cosa, lo ritirano una volta alla settimana come era una volta e paghi in base al rifiuto generico che produci (così sei incentivato a riciclare). I costi si ridurrebbero drasticamente per il cittadino, il comune si finanzia le isole ecologiche con la vendita del rifiuto da riciclare e non avremmo sto cacchio di camino che esala lavanda... Certo, bisogna mettere da parte gli interessi economici. Ma il comune non dovrebbe agire per il bene dei cittadini?
lun 11 gen 2016, ore 14.15
Immagine profilo
# georgie
(UTENTE NON REGISTRATO)
i vantaggi sono solo per il comune e le sue casse, mica per i cittadini...
lun 11 gen 2016, ore 12.54
Immagine profilo
georgie
(UTENTE NON REGISTRATO)
alternativo90 lo sono già visto che ci toccherà pagare il 6% in più mentre la differenziata dovrebbe far diminuire le tariffe
lun 11 gen 2016, ore 12.22
Immagine profilo
ALTERNATIVO90
(UTENTE NON REGISTRATO)
Questi nuovi metodi di raccolta sono e saranno un flop
lun 11 gen 2016, ore 12.20
Immagine profilo
dai...
(UTENTE NON REGISTRATO)
non saranno 30 giorni a sistemare l'ambiente malato di brescia. Dai, evitiamo le polemiche inutili
lun 11 gen 2016, ore 11.59
Immagine profilo
signor si
(UTENTE NON REGISTRATO)
quando le intenzioni di fare ci sono allora si discute anche per due giorni, quando invece sono solo le belle parole del sindaco Tentenna allora si può anche aspettare un altro mese
lun 11 gen 2016, ore 11.49
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
16:59 Porsél
04 dic - Vai alla news »
Me vote al porsél
16:52 @orio
04 dic - Vai alla news »
Ma la conosci la geografia?
16:03 @@quasimodo
04 dic - Vai alla news »
Laura cosa fai, parli di te in terza persona come Maradona? E comunque a una frase come "Se a essere avuto voglia di fare qualcosa per la ci
15:38 DEGRADO
04 dic - Vai alla news »
Gnuranc de bresa
15:28 ILVA
04 dic - Vai alla news »
affluenza spinge il no... SI senza accento ILVO !
15:26 Oscar
04 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA FINANZIARIA IN 24 ORE FACILE (assistance.financia ire55@gmail.com) Em ail : assistance.financiai re55@gmail.com Ci ao ! Questo
15:26 Oscar
04 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA FINANZIARIA IN 24 ORE FACILE (assistance.financia ire55@gmail.com) Em ail : assistance.financiai re55@gmail.com Ci ao ! Questo
15:25 Oscar
04 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA FINANZIARIA IN 24 ORE FACILE (assistance.financia ire55@gmail.com) Email : assistance.financiai re55@gmail.com C
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...