Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 07 Dicembre 2016 - Ore 09:35


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
DA CONFARTIGIANATO
lavoro nero e contraffazione

Lavoro nero, due imprese bresciane su tre esposte alla concorrenza sleale

Lavoro sommerso e contraffazione: due ostacoli non da poco per le imprese artigiane bresciane, che combattono su entrambi i fronti la concorrenza sleale.

Lavoro sommerso - Nella classifica stilata dal recente studio dell'osservatorio di Confartigianato, Brescia segue subito dopo Milano (con 47mila) come provincia lombarda per numero assoluto di imprese esposte: sono 22.678 le imprese bresciane minacciate dalla concorrenza del lavoro sommerso. Il 63,6%. Quasi due imprese su tre delle 35.674 imprese artigiane presenti (al III° trim. 2015) è esposto alla concorrenza di chi lavora in un’impresa irregolare. Tra gli artigiani che pagano le maggiori conseguenze ci sono i 10.637 installatori bresciani, le 3.237 imprese edili, i 2.809 parrucchieri e centri estetici, oltre a trasporti e magazzinaggio (2.007 imprese) e servizi di alloggio e ristorazione (1.043).

Contraffazione - A Brescia le imprese artigiane manifatturiere maggiormente esposte alla concorrenza sleale derivante dalla contraffazione sono invece 1.383, pari all’8,6% delle imprese del manufatturiero, appartenenti in particolare ai settori: tessile, abbigliamento, articoli in pelliccia, articoli di maglieria, cuoio, borse, pelletteria, calzature, gioielleria e pietre preziose, giochi e giocattoli, profumi, cosmetici, saponi, occhialeria - produzione lenti e armature. In calo del 2% rispetto al III° trimestre di un anno fa. Dallo studio, svolto sulla base dei dati dell'Agenzia delle Dogane e della Guardia di Finanza si rileva come a Brescia dal 2008 al 2014 si sono registrati 882 sequestri per un totale di 3.018.517 milioni di pezzi contraffatti sequestrati e un valore complessivo stimato in oltre 54 milioni di euro. A livello lombardo, nello stesso periodo, sono avvenuti 21 mila sequestri di merce contraffatta, che hanno comportato il ritiro dal territorio di oltre 46 milioni di pezzi, il cui valore è stato stimato attorno ai 751 milioni di euro, l'1,1% del valore aggiunto prodotto dalle imprese manifatturiere lombarde.

Per il presidente di Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale Eugenio Massetti: «Oltre che con tasse e burocrazia, le nostre imprese devono confrontarsi pure con la concorrenza sleale. L’abusivo è sconosciuto agli enti e alle associazioni di categoria, lavora e non paga le tasse. Tutto il contrario rispetto all’artigiano vero. Un ritratto, quello dell’abusivo che non è quello del “povero” che cerca di sbarcare il lunario come può, quanto piuttosto di personaggi pronti a speculare sulle imprese regolari per guadagnare di più. Importante capire – conclude il presidente Massetti – che non si tratta di imprese che offrono servizi e prodotti a prezzi migliori, ma piuttosto di un gruppo di persone che lavora nell’illegalità e spesso senza alcuna competenza e che, dunque, può mettere in serio pericolo anche la sicurezza dei clienti».



Fonte: comunicato stampa mar 12 gen 2016, ore 11.53
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma gli enti competenti perchè non controllano? Ispettori Inps, Inail, Guardia di Finanza, cosa fanno? E' qui che devono agire... e per tutelare non solo i lavoratori ma tutti noi che poi utilizziamo i prodotti di questo lavoro.
mer 13 gen 2016, ore 22.59
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
09:08 considerazione
07 dic - Vai alla news »
Adesso subito l'approvazione della legge di stabilita', poi subito al voto. Tanto una legge elettorale o il taglio degli stipendi e delle in
09:06 @nonn
07 dic - Vai alla news »
questo é il dramma della democrazia italiana. un referendum chiede il si o il no su un argomento e gli elettori votano si o no a seconda de
09:02 considerazione
07 dic - Vai alla news »
Cosa dovrebbe bruciare, visto che il rifiuto urbano dovrebbe drasticamente ridursi con il riciclo e la vendita del differenziato?
09:00 a 8.41
07 dic - Vai alla news »
L'esito del NO al referendum è stato determinato anche questa gestione assurda nei confronti dell'immigrazione, anche se nessuna trasmission
08:41 @NONNA
07 dic - Vai alla news »
Vorrei far presente alla signora che l'articolo in questione parla dei risultati del referendum e non degli immigrati. Evidentemente la sign
07:50 dfiscriminazion
07 dic - Vai alla news »
Anche stamattina c'è la polemica su una famiglia straniera a Roma cacciata via dagli inquilini che non vogliono che venga assegnata loro la
06:39 DISUGUAGLIANZA
07 dic - Vai alla news »
A proposito di lavoro, alla Corte Costituzionale dovrebbe andare anche la lette 97/2013 che all'art. 7 apre i concorsi pubblici a profughi e
05:51 DISUGUAGLIANZE
07 dic - Vai alla news »
Sarebbe davvero ora che si ripartisse dalla corretta interpretazione della Costituzione e dal lavoro, e anzichè citare sempre l'art.1 che st
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...