Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 07 Dicembre 2016 - Ore 13:26


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
PROGETTO REGIONALE

Brescia, Chiari, Palazzolo e Rovato uniti per fare "Impresa in franchising"

Brescia, Chiari, Palazzolo sull’Oglio e Rovato. Sono questi i quattro comuni capofila dei Distretti urbani del Commercio che hanno aderito all’iniziativa “Fare impresa in franchising in Lombardia”, il progetto pilota di Regione Lombardia nato per sostenere l’occupazione e la rigenerazione dell’offerta commerciale nei centri urbani attraverso lo sviluppo di attività di franchising.

Dopo un primo momento contraddistinto dalla raccolta delle manifestazioni di interesse dei franchisor orientati ad insediarsi nelle aree a rischio di desertificazione commerciale e l’indicazione dei locali sfitti da parte dei comuni interessati, il progetto è entrato ieri nel vivo a Milano, dove, nello spazio Belvedere al 31° piano di palazzo Pirelli, si sono svolti gli incontri tra i 25 enti locali e i 104 Franchisor che hanno aderito all’iniziativa. L’evento ha permesso ai rappresentati dei comuni e delle aziende di entrare in contatto per condividere le rispettive esigenze e le agevolazioni da mettere in campo in favore dei potenziali affiliati. Si apre ora una nuova fase del progetto, che porterà nei prossimi giorni alla pubblicazione di un bando regionale - finanziato con 500mila euro - per l’erogazione di contributi ai franchisee interessati ad aprire un’attività nelle location commerciali scelte.

“Fare impresa in franchising in Lombardia” è un’idea promossa dall’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mauro Parolini, che in una nota ha sottolineato come “questa iniziativa, realizzata con il supporto tecnico del Salone Italiano del Franchising di Milano e del Sistema Camerale, sia uno strumento flessibile e articolato a sostegno del commercio e per la rivitalizzazione dei centri storici”.

 “Da un lato – ha spiegato l’assessore – vi è la necessità di sostenere lo sviluppo dell’occupazione, dall’altra quella di mettere in campo forme di contrasto alla desertificazione commerciale che subiscono i nostri centri urbani. Con questo provvedimento cerchiamo di raggiungere entrambi questi risultati, introducendo una forma di rilancio territoriale del tutto inedita, in collaborazione con i Comuni e le società di franchising”.

 “Abbiamo pertanto deciso di sfruttare le grandi potenzialità di questo settore, che permette di valorizzare l’imprenditoria locale, limitando i rischi di start-up. Il franchising è inoltre una forma di attività economica che si presta alla eventuale riconversione di negozi al dettaglio tradizionali e – ha aggiunto Parolini - garantisce all’imprenditore una maggiore capacità competitiva, oltre a formazione e assistenza”.

 “Le prime due fasi del progetto hanno registrato un successo inaspettato. Nei prossimi giorni – ha anticipato infine Parolini - partirà la ‘fase tre’, che coincide con la pubblicazione di un bando su cui stiamo lavorando e che porterà all’erogazione di un contributo a fondo perduto di 10mila euro a fronte di un investimento complessivo di almeno 20mila per la riconversione di un’attività esistente o l’apertura di una nuova attività di commercio, ristorazione o di servizi. A questo contributo regionale si  aggiungeranno poi le agevolazioni rese disponibili dai comuni, dalle associazione coinvolte e dai franchisor che investiranno nel progetto rinunciando a parte dei loro profitti”.

 “Questo progetto innovativo si inserisce in un ampio contesto di misure dedicate al commercio e si integra con le forme di commercio più  tradizionale. Sono infatti numerose le iniziative e gli incentivi economici che abbiamo adottato in favore del settore per sostenere, ad esempio, la riqualificazione degli esercizi commerciali e gli interventi per migliorare la sicurezza dei negozi, che sono sempre più esposti alla microcriminalità, ma anche le misure per la lotta alla contraffazione e all'abusivismo commerciale o la valorizzazione dei negozi storici, veri e propri punti di riferimento per le comunità e fattori di attrattività turistica”.

 

 Il progetto è articolato in tre fasi: raccolta delle manifestazioni di interesse da parte dei franchisor che in fase di realizzazione della misura offriranno sconti e condizioni di favore nel contratto di affiliazione ai franchisee (già conclusa), raccolta delle manifestazioni di interesse e indicazione degli spazi commerciali sfitti da parte dei Comuni, che in fase di realizzazione della misura offriranno agevolazioni ai franchisee che aprono l’attività nelle location da loro individuate (già conclusa) e infine apertura bando regionale rivolto ai franchisee interessati che parteciperanno all’assegnazione del contributo attraverso il Sistema Camerale. Dopo la fase di negoziazione tra Franchisor, Franchisee e Comune interessato finalizzata alla formalizzazione del contratto di affiliazione, verrà programmata un’attività formativa in favore dei nuovi affiliati che porterà all’apertura dei punti vendita e all’erogazione del contributo.



Fonte: Comunicato Stampa ven 22 gen 2016, ore 12.12
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
12:41 aria
07 dic - Vai alla news »
aria acqua terra malati cittadini anche malati brescia e provincia
12:20 De Sita
07 dic - Vai alla news »
PRESTITO FACILE PER TUTTI IN FESTA ( finance.europa12@gma il.com ) IN 24 ORE Acces sibile Prestito a tutti 24 ore Sono uno associare in mo
12:18 De Sita
07 dic - Vai alla news »
PRESTITO FACILE PER TUTTI IN FESTA ( finance.europa12@gma il.com ) IN 24 ORE Acces sibile Prestito a tutti 24 ore Sono uno associare in mo
12:14 De Sita
07 dic - Vai alla news »
PRESTITO FACILE PER TUTTI IN FESTA ( finance.europa12@gma il.com ) IN 24 ORE Acces sibile Prestito a tutti 24 ore Sono uno as
12:12 @NONNA
07 dic - Vai alla news »
Sa cosa significa "PAURA DEL DIVERSO"? Nientemeno che "XENOFOBIA": Per xenofobia, letteralmente "paura dello straniero", si intende un atteg
12:09 considerazione
07 dic - Vai alla news »
I nodi da sciogliere, da decenni, sono sempre gli stessi: lavoro, pensioni, immigrazione, europa, debito pubblico, fisco, eliminazione sprec
11:17 MALATI MENTE?
07 dic - Vai alla news »
Ma che bella scusa quella di dare dei malati di mente a chi mette in evidenza la realtà. Davvero una bel modo di agire!!! Fortuna che con un
10:53 a 10.32
07 dic - Vai alla news »
Anzi la Dottoressa Parsi ha anche detto che non solo è giustificata la paura, ma anche la paura del diverso. Ed è giustificatissimo che sian
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...