Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 06 Dicembre 2016 - Ore 06:55


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
POLITICA
susanna camusso

Da Brescia la Cgil lancia la carta dei diritti universali del lavoro

Il sindacato si rimette in gioco e lo fa promuovendo una serie di assemblee in tutti i luoghi di lavoro ma anche e soprattutto presentando la “Carta dei diritti universali del lavoro” annunciata questa mattina dal segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ospite della Camera di Commercio di Brescia. La carta sarà di fatto il nuovo statuto per i lavoratori del futuro.

Una carta uscita da una consultazione straordinaria degli iscritti al sindacato “che per la prima volta nella storia della Cgil si sono riuniti per discutere la direzione politica e strategica della confederazione”. Un’apertura verso i cambiamenti subiti in questi anni dal mondo del lavoro che impongono “anche a noi di cambiare”, ha ammesso la Camusso.

La carta contiene una serie di diritti che la Cgil considera universali, a partire dalla maternità, ma anche al diritto alla sicurezza ed ad essere informati sulle proprie condizioni di lavoro, diritto alla formazione, a non essere discriminati e alla riservatezza.



Fonte: Redazione ven 22 gen 2016, ore 16.46
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Domande
(UTENTE NON REGISTRATO)
Camusso: che ne pensi del reddito di cittadinanza per chi non ha un lavoro? Che ne pensi di riformare la cassa integrazione e la Naspi, facendo un unico istituto per tutti i lavoratori, anche quelli autonomi? Che ne pensi di introdurre le stesse norme del privato nel pubblico, compresa la sanità, uniformando tutti i contratti in tema di licenziamento, con gli ammortizzatori sociali di cui sopra? Che ne pensi di riformare il sistema pensionistico per favorire le nuove generazioni ed eliminare tutta la sterminata galassia dei privilegi, non solo dei politici, sindacati, e pensioni d'oro, ma anche di chi, in passato avete tutelato, cioè di tutti quei lavoratori andati in pensione con il retributivo, indipendentemente dai contributi versati, e metterli a contributivo con un minimo vitale e fissare un tetto massimo, per esempio Euro 2.000,00 netti per tutti (dall'operaio al presidente della Repubblica)? Che ne pensi di rendere trasparente la gestione dei sindacati con indicazione analitica di come vengono spesi i soldi dei tesserati e i contributi pubblici? Avanti con le riforme, allora. Per un'Italia più giusta e più moderna...
dom 24 gen 2016, ore 22.56
Immagine profilo
@hwidignwjd
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma che c...o dici? Solo perchè uno vuole un sindacato che tuteli i più deboli, allora è un sindacato fascista? Ammettiamo che quello di oggi è una lobby che tutela solo chi è già tutelato, si autoreferenzia, è spesso il rifugio di gente che non ha voglia di lavorare e che preferisce fare il funzionario sindacale perchè è più comodo, ha il telefonino gratis di ultima generazione (che la confederazione provvede diligentemente a sostituire ogni anno perchè altrimenti è troppo vecchio), buoni della coop per fare la spesa, rimborsi vari, che in azienda di scordi, in più ti senti "importante" anche se non hai uno straccio di diploma perchè la "racconti" ai lavoratori come meglio credi e loro dipendono da te.... Dai, sii coerente e ammettile certe cose che non vanno e che va riformato il sindacato. Troppo fucina di privilegi e troppo poco strumento di lotta di tutti i lavoratori e di chi un lavoro non l'ha!
dom 24 gen 2016, ore 22.48
Immagine profilo
@@hwidignwjd
(UTENTE NON REGISTRATO)
ahhh... ecco cosa vuoi! una bella corporazione sindacale fascista! ahahah! che gente...
dom 24 gen 2016, ore 21.44
Immagine profilo
@hwidignwjd
(UTENTE NON REGISTRATO)
Certo, accontentiamoci sempre del peggio, cioè un sindacato autoreferenziato che non tutela chi ha bisogno di tutele e che vive di contributi statali e di tessere di categorie che ancora non conoscono che fine fanno i loro soldi (extracomunitari). A proposito: mi sapete spiegare come mai molti dirigenti e sindacalisti cgil hanno una marea di buoni pasto della Coop da spendere, tanto che le stesse coop hanno problemi perchè i veri clienti, quelli che pagano, sono sempre meno? Via questi sindacati e finalmente formiamo confederazioni che affrontano i problemi di tutti i lavoratori... Questi sono veri sindacati, non ste schifezze qua....
dom 24 gen 2016, ore 20.23
Immagine profilo
hwidignwjd
(UTENTE NON REGISTRATO)
vedrete che ridere quando ci sarà solo un sindacato governativo: voi morti di fame, precari, operai e impiegati (cioè tutti) che fate gli spiritosi sulla CGIL!!
sab 23 gen 2016, ore 23.12
Immagine profilo
geronimo
(UTENTE NON REGISTRATO)
la cgil de smetterla di diferdere i beduini e i lazzaroni e cacciare quella buona a nulla di camusso che ci ha venduto come giuda io come iscritto nn mi dimentico del famoso numero magico 40 faccia di c...o,dimostrino che anno le palle!!!!!!!!!!!!!!
sab 23 gen 2016, ore 22.18
Immagine profilo
jobs act
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dopo aver svenduto i diritti dei lavoratori (italiani) senza che il sindacato muovesse foglia, la sinistra e la cgil continuano a raccontare balle e a distribuire favole ai pochi lavoratori italiani che ancora gli credono e soprattutto ai nuovi sfruttati (che hanno tolto il lavoro agli italiani) che sono gli extracomunitari, nuova fucina di tessere per la cgil. E così continuerà ad autoreferenziarsi...
sab 23 gen 2016, ore 20.57
Immagine profilo
sandro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Meno male che la CGIL comunque perde iscritti dei lavoratori in maniera deteriorante! Ormai gli iscritti alla cgil sono solo gli extracomunitari! Finalmente arroganza e potere incomincia a scricchiolare!
sab 23 gen 2016, ore 09.01
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
06:34 @legadovesei?
06 dic - Vai alla news »
mi rivolgo all' amico che per qualunque avvenimento di cronaca nera sempre si firma ."..rolfi la bordonali beccalossi non hanno niente da di
05:00 maria annette
06 dic - Vai alla news »
State pensando di ottenere assistenza finanziaria, se si è in serio bisogno di prestiti urgenti, se state pensando di iniziare la propria at
03:47 marian
06 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito tra privati per far fronte a difficoltà finanziarie e finalmente fuori dell'impasse causata dalle banche per il
00:00 RenatoBS
06 dic - Vai alla news »
18-35 enni generazione dell'usa e getta. Non mi piace il governo? lo butto via e avanti il prossimo. E così all'infinito ogni 12 mesi…"perch
23:43 Eureka !
05 dic - Vai alla news »
Sconfiggere il populismo di destra con uno nuovo di sinistra ? Finalmente capisco come hanno fatto i pentastellati ad essere primi nei cons
23:38 Acli & Belli
05 dic - Vai alla news »
Tosti questi delle ACLI e tosto pure Belli: consigliano ai governi che verranno di riproporre pari pari il percorso pseudo-riformista che ha
23:38 @@@@@@
05 dic - Vai alla news »
bravi continuate a sperare che adesso viene il bello
22:51 @RenatoBS
05 dic - Vai alla news »
Ehi, Renatino, guardi che il 75% dei giovani dai 18 ai 34 anni ha votato NO al referendum (sono stati voti decisivi) perchè tutte le mattine
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...