Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 18 Gennaio 2017 - Ore 06:50


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
Archetti

Rovato, il sindaco ritira le deleghe all'assessore Archetti. Ed è polemica

Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti ha ritirato le deleghe all'assessore al Commercio Marianna Archetti. La notizia è stata data in anteprima su Facebook ed è giustificata con il cosiddetto affare-Lanzeni, sollevato dalla lista civica RovatoW. In sostanza il movimento ha accusato la Archetti di aver gestito per mesi un finto profilo Facebook (a nome Marcello Lanzeni) in cui si sosteneva la causa della parte avversa e si criticava il compagno di partito e di giunta Pierluigi Toscani. A sostegno di questa prova anche questioni tecniche, che la Archetti ha sempre smentito. Ma a quanto pare per il Carroccio la spiegazione data dall'ex assessore non è stata sufficiente. Da qui il ritiro delle deleghe, che però ora potrebbe creare un fronte di dissidenti in consiglio (a partire dai consigliri Quaranta e Festa, di cui riportiamo le dichiarazioni).


LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI


Marianna Archetti

“Riguardo la revoca delle mie deleghe è inutile andare a cercare una motivazione in profili facebook di altri. La legge e la perizia parlan chiaro, il profilo non è il mio. Ecco perché nonostante leggiate revoca (termine tecnico) in realtà sia una sospensione. Non posso dire di non esser amareggiata dall’atteggiamento di Belotti ma posso comprendere l’insistenza di cattivi consigli. Al primo posto va sempre il proprio paese. Mi rammarico solo di non poter portare avanti il progetto di Franchising e il Lombardia Carne che ormai avevo riorganizzato completamente”.

Silvia Quaranta (consigliere comunale della Lega Nord)

“I fastidi sono iniziati dall’ultimo consiglio comunale convocato con urgenza e inerente a Cogeme, quando mi sono assentata con giustifica. Consiglio comunale di poca importanza in quanto le decisioni inerenti a Cogeme erano già state prese dal Cda e assemblea dei soci, ma di grande responsabilità per i consiglieri come emerso durante l’incontro voluto dalla Circoscrizione della Franciacorta della Lega Nord, dove erano emerse contrarietà rispetto all’operazione”.

Maurizio Festa (consigliere comunale della Lega Nord)

“Mi rammarico della decisione di Belotti probabilmente accecato dai problemi del Comune e di Cogeme tanto da non riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel perdendo e poi rincorrendo la giusta via che non è sicuramente quella che è stata intrapresa. Spero si ravveda e proceda nella direzione che aveva dichiarato quando lo abbiamo sostenuto durante i due turni della campagna elettorale. Io non sono un consigliere alzamano, ragiono e mi informo sulle varie questioni”

RovatoW (lista civica)

Apprendiamo che il Sindaco Belotti ha ritirato le deleghe all'assessore Marianna Archetti per la questione dei falsi profili resa pubblica il 2 dicembre scorso da noi di RovatoW. La questione politica è tutta interna alla Lega e non vogliamo mettere becco in cose di altri. Da parte nostra non possiamo che rilevare che quanto abbiamo detto quasi due mesi fa si è rivelato vero e confermato. Per noi e per il nostro movimento è importante perché in questi giorni abbiamo subito pressioni di tutti i generi e non è stato facile stare in questo gioco. Siamo stati insultati e dileggiati ma alla fine avevamo ragione noi. E adesso andiamo avanti. Diamo anche atto al Sindaco che, anche se con tempi lunghi, ha saputo intervenire e risolvere la questione che rischiava di bloccare il lavoro della Giunta. Bene, ora Rovato ha di nuovo una Giunta che lavora in concordia e speriamo nei risultati.



Fonte: Redazione ven 22 gen 2016, ore 19.41
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
06:33 Jamessninc
18 gen - Vai alla news »
Пре ;длk 2;га 77;м пол ;ноl 9;ть 02;
06:10 MENO MALE
18 gen - Vai alla news »
Meno male. L'Ordine dei giornalisti semmai dovrebbe guardare nella direzione di chi giustifica l'invasione di clandestini e di chi dimentica
03:18 radko mladic
18 gen - Vai alla news »
Gia' proprio come Bruxelles...miopi ipocriti responsabili della disfatta etnica di un popolo debole e privo di identita', come gli italiani
02:16 Credit Solution
18 gen - Vai alla news »
Ciao! Hai bisogno di sostegno finanziario? Seguire il denaro e si ottiene tutti i tipi di credito subito! € 1.000 a € 10.000.000,00
00:45 Baffone
18 gen - Vai alla news »
'Sto pubblicista(?) voleva zittire un giornalista? E poi dicono che uno va a Predappio...
00:13 Incredibile !
18 gen - Vai alla news »
Incredibile Fabius ! I dilettanti allo sbaraglo furono dal 2008 al 2013 il duo Parolfi (Paroli e Rolfi) e la loro Giunta di "giovani di stud
21:54 Gino
17 gen - Vai alla news »
Per fortuna che ci sono persone serie che sanno cosa devono fare.Questo candidato avrebbe portato alla sconfitta certa come il precedente Ca
21:25 considerazione
17 gen - Vai alla news »
Vero. Infatti sia la chiesa che i musulmani combattono la modernità, il laicismo, il diritto di scegliere consapevolmente e non costretti da
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...