Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 05 Dicembre 2016 - Ore 05:26


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
CONFARTIGIANATO
confartigianato brescia

Burocrazia e fisco fanno perdere 116 milioni di euro alle aziende bresciane

«È come partire per una competizione, azzoppati e senza un braccio e questo è un male innanzitutto per il Paese. Ogni artigiano sperimenta sulla sua pelle tutti i giorni l'impegno scientifico da parte dello Stato a ostacolare la voglia di fare impresa in Italia». commenta il presidente di Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale Eugenio Massetti il recente rapporto sullo spread burocratico elaborato dall'Osservatorio di Confartigianato.

L’Italia associa ad una più elevata pressione fiscale anche un maggiore onere burocratico legato agli adempimenti fiscali. Il confronto internazionale disponibile in Doing Business 2016 della Banca Mondiale evidenzia un ampio e persistente gap burocratico fiscale a svantaggio delle imprese  italiane. Prendendo a riferimento il tempo necessario per pagare le imposte, si osserva che sono necessarie 269 ore per pagare le imposte in Italia, il 34,3% in più della media Ocse di 177 ore.

Un peso della burocrazia e degli adempimenti fiscali che si traduce in 116 milioni di euro persi ogni anno nella sola provincia di Brescia. Una zavorra che le piccole e medie imprese della provincia più dinamica della regione devono caricarsi sulle spalle mentre cercano di tenere il passo con i competitor esteri. Undici giorni su 365 persi a correre dietro a fisco e burocrazia che si trasformano in una perdita (da mancati ricavi e costi aggiuntivi) vicina al miliardo per l'intera Lombardia (918 milioni di euro) e che alle imprese bresciane vale 116 milioni di euro.

Uno spread che colpisce in particolare l'artigianato bresciano, che di questi 116 milioni volati via per colpa di balzelli, studi di settore e moduli da compilare si ritaglia una quota pari a 35 milioni (il 30,4% sul totale). Uno spread burocratico fiscale per adempiere alle scadenze delle tre maggiori tipologie di tasse — quella sul reddito d'impresa, l'Iva e i contributi sociali sul lavoro che è costa alle imprese di Brescia, nel solo 2015, 288 euro per addetto (contro i 243 euro lombardi), 394 euro per addetto (contro i 446 euro a livello lombardo) se considerate le sole imprese artigiane.



Fonte: Redazione lun 25 gen 2016, ore 11.07
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che novità! Qui da noi lo dicevamo già nel 1990: infatti si diceva che, fra tasse e balzelli vari, si cominciava a guadagnare da settembre.... Più di 25 anni, ma la solfa è sempre questa....
lun 25 gen 2016, ore 14.17
Immagine profilo
ades basta
(UTENTE NON REGISTRATO)
e noi dovremmo stare tutti zitti e piegarci a novanta? perché? perché lo Stato che ci dovrebbe aiutare fa di tutto per affossarci? prima o poi imbracceremo i forconi e allora si che saranno dolori
lun 25 gen 2016, ore 11.15
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
05:04 VINTO NO!
05 dic - Vai alla news »
Ha vinto il NO!!!! E Renzi si è dimesso!!! Ed ora tutti i clandestini e "Belli Fichi " a casa!!! Mattarella prenda atto che secondo quanto
22:31 Alalà !
04 dic - Vai alla news »
Squadristi con fiocchi e controfiocchi. Ci sanno fare loro, altro che i magazzinari.
22:27 @@Sandro
04 dic - Vai alla news »
Guardi che entrerebbe nel PD, che non è nè di destra nè di sinistra e nemmno di centrosinistra o centrodestra. E' una specie di polo dei cit
21:52 Si
04 dic - Vai alla news »
Anche me votè el si (el porsel)
21:11 bah?!
04 dic - Vai alla news »
Avran avuto come maestri i Compagni estremisti
20:21 mvb
04 dic - Vai alla news »
Berlusconi cadde perchè non aveva la maggioranza....e come la perse se non con l'azione di Napolitano? Non sono fantasie, ma quel che si leg
19:22 Sandro
04 dic - Vai alla news »
Se entrassi in un partito, di destra o di sinistra, sarei un elemento disgtegante del partito stesso, proprio perché il pensiero libero e an
18:51 ILVA
04 dic - Vai alla news »
ILVO DEGRADO Porsél e Adolfo votano SI
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...