Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 03 Dicembre 2016 - Ore 20:44


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
L'APPUNTAMENTO
Immigrati

Europa e diritto d'asilo, se ne parla giovedì alla Fondazione Micheletti

Giovedì 28, dalle 18, nella sala di lettura della Fondazione Luigi Micheletti (via Cairoli 9, Brescia), si terrà una conferenza dal titolo: “L'Europa, l'Italia e il diritto d'asilo oggi”. L'evento, promosso da Fondazione Micheletti con l'adesione della Casa della Memoria e di Adl Zavidovici, sarà centrato sulla relazione di Chiara Peri, responsabile dell'advocacy e della progettazione presso il Centro Astalli di Roma, sede italiana del Jesuit Refugee Service (JRS). La relazione sarà introdotta da René Capovin (Fondazione Micheletti) e sarà seguita dai commenti di Agostino Zanotti (Associazione ADL Zavidovici, Brescia) e Alice Gnocchi (Associazione Cross Point, Brescia). La conferenza intende approfondire origine e realtà della cosiddetta “emergenza rifugiati”.

 Al di là della rappresentazione mediatica delle vicende in atto e delle annesse reazioni politiche, l'incontro punta a fornire un'analisi fattuale dei numeri di arrivi e delle misure di accoglienza adottate. Particolare attenzione sarà prestata ai provvedimenti in discussione a livello europeo in materia di diritto d'asilo e alla riorganizzazione del sistema di accoglienza italiano. Con questa iniziativa, la Fondazione Micheletti intende avviare una riflessione sul presente e sul futuro del diritto d'asilo, in quanto istituzione centrale nella cultura politica affermatasi in Italia e in Europa sulle tragedie della Seconda guerra mondiale. Tale percorso avrà come interlocutori principali operatori ed esperti del settore e punta a migliorare la qualità del relativo dibattito pubblico.

Chiara Peri è responsabile dell'advocacy e della progettazione presso il Centro Astalli di Roma, sede italiana del Jesuit Refugee Service (JRS). Ha partecipato in qualità di ricercatrice a diversi progetti di ricerca relativi a diritto internazionale e politiche sociali. Docente di diritti umani presso il John Felice Rome Centre della Loyola University di Chicago. Blogger dal 2004



Fonte: Comunicato stampa mer 27 gen 2016, ore 10.49
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
?????
(UTENTE NON REGISTRATO)
LA PROTEZIONE SUSSIDIARIA E UMANITARIA NVENTATA DALL'EUROPA, cosi' come i concorsi pubblici voluti dall'Europa aperti anche a Profughi e eXTRAue ANDREBBERO ELIMINATI SUBITO PERCHè OLTRE CHE FUNGERE DA RICHIAMO PER IL MONDO SONO PALESEMENTE INCOSTITUZIONALI, E ANCORA LA NOSTRA cOSTITUZIONE PREVALE RISPETTO ALL'eUROPA: rENZI VADA IN eUROPA A SANCIRE ANCHE I NOSTRI DIRITTI E NON SOLO QUELLI DEI FALSI PROFUGHI E CLANDESTINI. sI PORTI LA SENTENZA DELLA cORTE cOSTITUZIONALE 348/2007
gio 28 gen 2016, ore 11.35
Immagine profilo
bilanciato
(UTENTE NON REGISTRATO)
un discorso bilanciato e che prevede molti punti di vista... praticamente sarà un monologo inutile come quasi sempre... complimenti agli organizzatori. Magari il prossimo incontro intitolatelo confronto così la sciocchezza sarà completa... mamma mia che superiorità intellettuale che dimostrano!
gio 28 gen 2016, ore 07.32
Immagine profilo
ANATEMA
(UTENTE NON REGISTRATO)
C\'è da chiedersi se l\'invasione che stiamo subendo non sia stata determinata dall\'assurda invenzione della protezione sussidiaria e umanitaria creata dall\'Europa che l\'Europa dovrebbe abolire immediatamente perchè crea una sorta di condizione sociale privilegiata \"quella di richiedente protezione umanitaria o sussidiaria ecc.\" che mette solo certe persone su un gradino suoperiore di accoglienza e di mantenimento non previsto per gli abitanti della comunità europea e per questo incostituzionale. Nella sentenza 348/2007 la Corte Costituzionale sostiene che con l\'adesione ai trattati comunitari l\'Italia è entrata a far parte di un ordinamento piu\' ampio cedendo parte della sovranità, MA COL SOLO LIMITE DEI PRINCIPI E DEI DIRITTI PREVISTI DALLA COSTITUZIONE. Perciò questa protezione sussidiaria o umanitaria non prevista per gli italiani, lede il principio di uguaglianza e non pare sia costituzionale, perciò inaccettabile. Se poi si pensa che questa protezione è stata concessa a un presunto Jhadista è davvero insopportabile o no.
mer 27 gen 2016, ore 14.36
Immagine profilo
ASILO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Speriamo sia la volta buona che si affronta il tema secondo il diritto internazionale, ossia la Convenzione di Ginevra del 1951 che consente si' di scappare dalle guerre ma non di andare clandestinamente dove si vuole invadendo gli altri stati a proprio piacere e pretendendo magari di farsi mantenere. Il diritto di scappare clandestinamente secondo l'art. 31 della Convenzione di Ginevra è possibile solo limitatamente al primo paese confinante purchè si vada immediatamente alle autorità di quel paese a giustificare con motivazioni valide l'ingresso illegale. Dopodichè si puo' andare in altri Paesi solo se si chiede l'autorizzazione e se questi Paesi l'autorizzazione te la concedono. Perchè nessun politico e trasmissione TV vanno a fondo sul diritto di asilo internazionale.
mer 27 gen 2016, ore 13.47
Immagine profilo
dubbio
(UTENTE NON REGISTRATO)
Certo che se ragionano come la Boldrini per cui l'Italia dovrebbe accogliere 10 milioni di rifugiati o presunti tali, siamo proprio messi bene
mer 27 gen 2016, ore 12.49
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:21 @Bianche
03 dic - Vai alla news »
Secondo me facendo riferimento alle tue convinzioni, al tuo spessore intellettuale e all'ortografia, domani voterai si
20:21 a 19.53
03 dic - Vai alla news »
Figurati se le prostitute lavorano gratis. Comodo sviare sul tema che ha messo in evidenza il rapper bello fico. Chi paga queste prostitute
20:18 Triioooooo!!!!
03 dic - Vai alla news »
Ma il trio beccalossi/rolfi/bor donali non ha niente da dire? eppure se dopo più di 24 ore ancora non esce un responsabile vuol dire che sia
19:53 Bianche
03 dic - Vai alla news »
Secondo me ci sono molte "bianche" che adorano fare sesso divertente con i ragazzi "neri" e non c'è bisogno di pagare nessuno, perché la qua
15:53 a 15.17
03 dic - Vai alla news »
Si spera almeno che gli italiani se le paghino coi loro soldi. Mentre ai falsi profughi chi le paga le prostitute bianche tanto cantate dal
15:17 @???
03 dic - Vai alla news »
VEramente sono i puttanieri bianchi che cercano le prostitute di colore. Sono gli stessi che di giorno se la prendono con gli immigrati e d
13:29 SI
03 dic - Vai alla news »
Farà votare SI' a più persone.
13:27 @8.36
03 dic - Vai alla news »
Quante str....te!
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...