Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 05 Dicembre 2016 - Ore 17:36


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL COMMENTO

Sgombero centro sociale Zanzanù, Magazzino 47 solidale agli antagonisti

Con un comunicato il CSA Magazzino 47, Associazione Diritti per tutti e Kollettivo Studenti in Lotta di Brescia intervengono in merito allo sgombero del CSO Zanzanù avvenuto questa mattina a Desenzano.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Questa mattina un dispositivo pazzesco di Polizia e Carabinieri in tenuta antisommossa, decine di agenti della DIGOS, Polizia Locale e Vigili del Fuoco ha sgomberato -alle 4 circa – il Centro Sociale Occupato Zanzanù, uno spazio sociale liberato lo scorso 21 dicembre da compagne e compagni del Collettivo Gardesano Autonomo con l'occupazione dell'ex-ristorante “Spiaggia d'Oro” in località Rivoltella, Desenzano del Garda (BS). Uno stabile di proprietà comunale, da anni abbandonato all'inutilizzo e al degrado, all'interno del quale – in soli 40 giorni – gli occupanti, riaprendone le porte al territorio e restituendo utilità pubblica e sociale all'immobile, hanno proposto decine di iniziative culturali, aggregative, musicali e politiche fuori da logiche commerciali e di profitto.

L'Amministrazione comunale guidata dalla sindaca del Pd Rosa Leso, invece, dopo essersi sottratta a qualsiasi forma di dialogo cui più volte è stata invitata da parte degli occupanti dal giorno dell'occupazione a oggi, ha permesso e avallato il blitz notturno in stile hollywoodiano della Questura, con decine di uomini in assetto da guerra che hanno fatto irruzione all'interno dello stabile urlando e rompendo vetri per poi trovarsi di fronte ben 6 persone. Uno sgombero vigliacco, nascosto dal buio della notte, lontano dagli occhi di chiunque potesse rendersi conto dell'utilizzo spropositato della forza contro chi non ha fatto altro che rivendicare spazi collettivi di aggregazione e autogestione, lontani dalle leggi imperanti dell'individualismo competitivo, della speculazione e del profitto, per giovani e non. Un'operazione coordinata dal (solito) sostituto procuratore Ambrogio Cassiani, personaggio letteralmente e odiosamente ossessionato dalle lotte sociali attive sul nostro territorio.

In questi ultimi anni abbiamo conosciuto le militanti e i militanti del Collettivo Gardesano Autonomo condividendo diversi percorsi di lotta e autorganizzazione dal basso per la giustizia sociale, per la dignità di tutte e tutti e contro la devastazione del territorio. Dalla giusta e quotidiana battaglia contro gli sfratti per morosità incolpevole, per il diritto fondamentale alla casa, ai picchetti a fianco dei lavoratori della logistica in lotta contro le condizioni di iper-sfruttamento cui sono sottoposti fino al movimento contro la linea ad Alta Velocità Brescia-Verona, che vuole devastare il Basso Garda per ingrassare i profitti e le speculazioni dei costruttori.

Proprio perchè abbiamo la possibilità di batterci a fianco delle nostre compagne e compagni del Collettivo Gardesano Autonomo conosciamo la loro determinazione, gioia e voglia di conquistare spazi entro i quali sperimentare nuove forme di vita collettiva nel tempo dell'austerity, della precarietà, della solitudine e siamo certi che non sia finita qua: mentre c'è chi, come la sindaca Leso e il Partito della Nazione al quale fa riferimento, chiude ogni spazio di dissenso mentre sottrae reddito, diritti e servizi fondamentali, c'è anche chi si organizza per costruire un presente e un futuro differenti, in cui a contare sono sogni e bisogni delle persone.













Fonte: Redazione mar 02 feb 2016, ore 18.10
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
purpudor
(UTENTE NON REGISTRATO)
ci lamentiamo che 'sti ragazzi son sempre e solo attaxxati a telefonini e macchinette mangiasoldi, poi quando fanno qualcosa di costruttivo -e che non sarà magari legale al 100%, ma hai visto mai..?- e che non danneggia nessuno, anzi...
gio 04 feb 2016, ore 10.30
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
17:21 @ 14:20
05 dic - Vai alla news »
dai, facci restare tutti a bocca aperta: tu quanti ne hai in casa di rifugiati? guarda che la scusa della casa piccola o dei problemi di lav
16:40 veritas
05 dic - Vai alla news »
Il no ha vinto per i clandestini !! che eresia che popolo di piccini le persone si spostano quando dove sono stanno male tutti lo farebbero
16:36 errata corrige
05 dic - Vai alla news »
Il presunto jhadista al quale abbiamo concesso protezione sussidiaria non percepiva 200 bensi' 2000 euro al mese. Una vera vergogna e speria
16:32 a 14.20
05 dic - Vai alla news »
L'UNHCR, visto che ha tra i suoi capi un italiano, farebbe bene a spiegarci come mai in Africa non si adopera affinchè venga rispettata la C
16:29 veritas
05 dic - Vai alla news »
Pochi elettori hanno capito per cosa votare la propaganda ha infatti imperato importante era dire No come sempre per sempre non so se le rif
16:14 Analisi
05 dic - Vai alla news »
Si comincia ad analizzare nel dettaglio il voto di ieri e sembra che I giovani tra i 18 e i 34 anni abbiano votato all'81% NO. Ma non erano
16:06 Scusa, Luigi
05 dic - Vai alla news »
L'amico Gennarino Migliore l'hai già sentito? Chiedo perché l'ho visto parecchio abbacchiato e preoccupato dopo la scoppola referendaria. Ma
16:05 ferdi68
05 dic - Vai alla news »
Niente male la Boschi come presidente…in questa italia maschilista e zoticona una donna bella e intelligente la voto volentieri
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...