Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 08 Dicembre 2016 - Ore 01:09


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
rimosso uno dei cartelli di pontoglio inneggiante alla tradizione cristiana

A Pontoglio rimosso da ignoti uno dei cartelli della polemica

Prima l'avevano imbrattato con una bomboletta spray di colore nero, ora l'hanno rimosso del tutto. Uno dei nuovi cartelli di Pontoglio inneggianti alle “tradizioni cristiane” è stato rimosso da ignoti nella notte tra venerdì e sabato. I primi ad accorgersene sono stati alcuni residenti.

Il cartello è lo stesso preso di mira dai vandali qualche settimana fa con le bombolette, quello al confine con la provincia di Bergamo verso il comune di Palosco. In quella situazione l'amministrazione comunale aveva fatto ripulire il cartello in fretta e furia.

Il caso dei cartelli, che ha creato un caso politico nazionale, con interrogazioni in parlamento e parole al vetriolo tra favorevoli e contrari, è tutt'altro che chiuso. La Prefettura aveva scritto al sindaco per chiederne la rimozione, ma quest'ultimo aveva risposto illustrando le proprie motivazioni ed escludendo la rimozione. Se per la Prefettura il cartello non era conforme all'articolo 39 del Codice della Strada, per la giunta di Pontoglio (ad esclusione del vicesindaco) sono assolutamente legittimi.



Fonte: Redazione mer 03 feb 2016, ore 14.17
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
????
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ieri sera a La Gabbia hanno fatto vedere delle donne italiane che si sono convertite all'islam, sostenendo che nell'islam la donna è rispewttata. Tra loro c'era anche una universitaria. Ma c'è da chiedersi se abbiano letto veramente il Corano dove la donna è ritenuta inferiore all'uomo, che se non ubbidisce si puo' picchiare, che puo' essere ripudiata 2 volte. E poi c'è la discriminatoria poligamia per soli uomini che puo' avere fino a 4 mogli. O non hanno letto il Coraro oppure stanno applicandi la taqqya che è la possibilità che il Corano dà ai musulmani di raccontare bugie?
gio 04 feb 2016, ore 08.57
Immagine profilo
limitazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se non sbaglio una Signora di Padova pare sia stata punita dalla giustizia italiana per avere scritto su internet una frase che secondo la giustizia istigava alla violenza contro la Signora Kyenge. Lei personalmente non ha commesso nessuna violenza, ma ha solo scritto nero su bianco una frase di istigazione all'odio. Lo stesso rigore allora dovrebbe essere applicato al Corano visto che nel Corano apertamente si indica che i miscredenti e gli infedeli sono da uccidere o no? E nel Corano di versetti contro le nostre leggi ce ne sono diversi.
gio 04 feb 2016, ore 07.55
Immagine profilo
@limitazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma che discorso fai? Chiunque violi una legge va fermato e punito, ma le responsabilità sono personali. Anche i preti pedofili vanno messi in galera e d il fenomeno é ampiamente diffuso nel clero ed anche tollerato, come lo stesso papa ha denunciato. Ma non per questo dobbiamo chiudere le chiese o ritenere i cristiani pedofili. Ugualmente i musulmani non possono essere colpevolizzati per gli atti violenti di pochi fanatici criminali.
gio 04 feb 2016, ore 06.57
Immagine profilo
limitazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma Obama èun Musulmano per caso? Non è mai stato detto. Giustifica tanto l'Islam che c'è da pensare che lo sia. Anche lui fa finta di non sapere che il Corano è pieno di versetti di odio e morte verso gli infedeli? Nemmeno la libertà di pensiero e parola sono da considerarsi totali, anche la libertà di parola è libera fino a che non scade nell'apologia di reato, perciò anche la libertà di religione deve essere ritenuta libera fino a che non istiga all'odio e alla morte e per questo la religione islamica dovrebbe essere non totalmente lasciata libera, ma nessuno si muove.
gio 04 feb 2016, ore 06.05
Immagine profilo
@Teo
(UTENTE NON REGISTRATO)
avere tradizioni cristiane non significa essere religiosi o super cattolici. Anche un ateo se non è un invasato vive nella nostra società condividendo le tradizioni cristiane. Immagino che tu con la tua famiglia o i tuo parenti sarete stati assieme la viglia o il giorno di natale. O mi vuoi dire che hai tenuto aperto lituo ufficio e hai lavorato anche a natale…. Questo intende il cartello. Ovvero se ti offende natale ecc forse questo posto (italia) non è esattamente il luogo dove fermarti come immigrato. Io ad esempio non amo dover stare solo con amici, per questo non vivrei mai in Arabia Saudita, dove bere anche un caffè al bar con una amica è impossibile. Io li rispetto e non pretendo che loro cambino le loro tradizioni.
gio 04 feb 2016, ore 06.01
Immagine profilo
@obama
(UTENTE NON REGISTRATO)
ed infatti se noti in questa campagna per le primarie democratiche tutti Hillary Clinton compresa critica spesso la politica del Presidente...
gio 04 feb 2016, ore 05.56
Immagine profilo
Obama
(UTENTE NON REGISTRATO)
Oggi Obama é andato a far visita ad una moschea a Baltimora ed ha detto «Troppo spesso i musulmani vengono colpevolizzati per gli atti violenti di pochi. Questo è inaccettabile. La nostra nazione è «un’unica famiglia»
mer 03 feb 2016, ore 22.47
Immagine profilo
@@?????????????
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sì, e nella peggiore specie, cioè quella terroristica nascondendosi perchè non hanno il coraggio delle loro azioni. Poi,quando fa comodo perchè l'opinione pubblica gli è contro, danno le colpe agli altri...
mer 03 feb 2016, ore 21.37
Immagine profilo
@??????????
(UTENTE NON REGISTRATO)
come sempre i sinistri quando nn gli vanno le cose si fanno giustizia da se'. alla faccia del garantismo e della fiducia che dicono di avere x lo stato
mer 03 feb 2016, ore 20.50
Immagine profilo
dx
(UTENTE NON REGISTRATO)
Subito un altro!!! Più grande!!!
mer 03 feb 2016, ore 20.31
Immagine profilo
???????????????
(UTENTE NON REGISTRATO)
Legalità è fatta!!!
mer 03 feb 2016, ore 20.18
Immagine profilo
@Teo A.
(UTENTE NON REGISTRATO)
Perchè, qualcuno ti impedisce di andare a Pontoglio, a rimanerci e a manifestare? Guarda che è solo un invito. Mi piacerebbe che andassi anche in qualche luogo dell'Aspromonte a manifestare liberamente contro la mafia. Là non ci sono cartelli che te lo vietano... Quanto all'inutilità del cartello è una tua opinione. Io trovo inutili, per esempio, quelli che indicano i gemellaggi...
mer 03 feb 2016, ore 20.18
Immagine profilo
@girarli
(UTENTE NON REGISTRATO)
Insieme a preti, vescovi e chiesaiuoli, vero?
mer 03 feb 2016, ore 20.06
Immagine profilo
girarli
(UTENTE NON REGISTRATO)
Più che rimuoverli li avrei girati, in modo che possano essere letti da chi li ha scritti. Dovessimo applicare quanto é scritto nei cartelli i primi da cacciare da Pontolgio sarebbero proprio il Sindaco e suoi assessori.
mer 03 feb 2016, ore 19.44
Immagine profilo
Teo A.
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma come si permette il diversamente alfabetizzato sindaco di esporre un invito del genere? Lo metta dentro casa sua e a spese sue, se proprio vuole, non in un luogo dove a pieno diritto può stare chiunque e con soldi che appartengono a tutti i cittadini. Io ad esempio, non intendo assolutamente rispettare la tradizione cristiana, perché non sono affatto religioso e non voglio croci in giro, né madonne né cristi, né imposizioni o inviti di sorta al rispetto della religione cristiana e pretendo di soggiornare, frequentare e transitare e fare qualsiasi altra cosa rispettando solo il diritto sancito dalla Costituzione della Repubblica, dovunque mi aggrada sul mio suolo patrio, anche a Pontoglio, come è mio diritto; inoltre, se nulla e nessuno mi può vietare di andare a Pontoglio e fregarmene altamente della sua cultura tradizionale, perché io me ne frego e sono pronto a dirlo nella piazza principale di quel buco di provincia, mettendomi, se mi aggrada, a pregare anche a pecoroni come fanno i barbuti orientali, e se qualcuno osasse impedirmelo (Art. 19 della Costituzione: Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si tratti di riti contrari al buon costume), chiamerei la forza pubblica, allora provate a spiegare qui il significato di quell'inutile cartello e a giustificare la spesa per quell'inutilissimo invito. Concludi con un ringraziamento a chi ha rimosso il cartello.
mer 03 feb 2016, ore 18.58
COMMENTO MODERATO
Messaggio cancellato dalla redazione perché conteneva una o più delle seguenti violazioni alla politica del sito. 1) Insulti o volgarità 2) Affermazioni razziste 3) Spam 4) Denial of service 5) Violazione del Copyright 6) Considerazioni che necessitano di approfondimento legale 7) Considerazioni passibili di denuncia verso terzi 8) Utilizzo di nickname con nome e cognome senza registrazione verificata. Invitiamo l'interessato ad attenersi alle regole del buon senso, della netiquette e alle leggi dello Stato. In caso di gravi e/o ripetute violazioni saremo costretti a segnalare l'identificativo della connessione a chi di dovere. Non si aprono dibattiti pubblici sulle cancellazioni. Chi volesse spiegazioni scriva a: info@bsnews.it
mer 03 feb 2016, ore 17.24
Immagine profilo
@Tradizioni
(UTENTE NON REGISTRATO)
Praticamente stai dicendo che il popolo lombardo si fa giustizia da sè? Se fosse davvero così saremmo da tempo immemore indipendenti, non trovi?
mer 03 feb 2016, ore 16.58
Immagine profilo
!!!!!
(UTENTE NON REGISTRATO)
i CARTELLI VERRANNO RIMOSSI, MA IL CORANO E I SUOI VERSETTI DI ODIO E MORTE PREDICATI LIBERAMENTE NELLE MOSCHEE CERTAMENTE CONTINUERANNO AD ESSERE LASCIATI LIBERI DI ESSERE PREDICATI, LA SOLITA PREFERENZA VERSO GLI IMMIGRATI E I MUSULMANI!
mer 03 feb 2016, ore 16.44
Immagine profilo
Tradizioni
(UTENTE NON REGISTRATO)
Si sa che quello lombardo è un popolo che, tradizionalmente, di fronte ad un problema non è uso a stare con le mani in mano. Dopo quasi due mesi, durante i quali i cittadini di Pontoglio erano sbeffeggiati per l'ignoranza esibita dagli sgrammaticati ed insensati cartelli, evidentemente qualcuno non ha più potuto sopportare e, rimboccatesi lombardamente le maniche, invece di attendere un risolutivo intervento sello Stato, ha iniziato a fare pulizia.
mer 03 feb 2016, ore 16.12
Immagine profilo
@AFRICANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Kebab, che cartelli avete in India? A proposito, ma li sai leggere i nostri?
mer 03 feb 2016, ore 15.12
Immagine profilo
@Sussidiarietà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Naturalmente interviene dove fa comodo. Perchè non interviene per impedire che i magazzinari rovescino il gazebo della Lega? Già, quella violenza è giusta....
mer 03 feb 2016, ore 15.10
Immagine profilo
KEBAB
(UTENTE NON REGISTRATO)
Peccato non si possano rimuovere i bresciani ...
mer 03 feb 2016, ore 15.00
Immagine profilo
Sussidiarietà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dove il servizio pubblico si dimostra insufficiente, giustamente interviene il privato. ;-))
mer 03 feb 2016, ore 14.44
Immagine profilo
@sx
(UTENTE NON REGISTRATO)
Soliti terroristi che si nascondono nell'anonimato. Però, guardacaso, sx e d'accordo...
mer 03 feb 2016, ore 14.41
Immagine profilo
sx
(UTENTE NON REGISTRATO)
i ga fat bè
mer 03 feb 2016, ore 14.21
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
23:56 @@Sandroschi
07 dic - Vai alla news »
Ascolti Sandro, si iscriva al Partito Democratico, si faccia un selfie con la Boschi e la faccia finita. Era quello che aspettava da quando
23:40 basta cagate
07 dic - Vai alla news »
bresciani che costringono donne cinesi a prostituirsi,esiston o appena nella tua mente malata !
23:34 BRESCIANI FATTI
07 dic - Vai alla news »
C'è molta fame di droga nel bresciano. Meno male che qualcuno gliela procura.
23:31 NOI POCHI
07 dic - Vai alla news »
Eccezioni, ovviamente. Come quei pochi bresciani che stuprano bambini, anche pagandoli, evadono il fisco, inquinano, godono con le extracomu
23:05 prodigi
07 dic - Vai alla news »
Sono prodigi dei puttanieri bresciani, razzisti commentatori di giorno e frequentatori di ragazze stranieri costrette a prostituirsi di nott
23:02 falso
07 dic - Vai alla news »
I furti sono diminuiti. Chi dice il contrario o é in malafede o male informato o entrambi.
22:59 truffa
07 dic - Vai alla news »
C'é anche la notizia di bresciani arrestati per truffa gigantesca ai danni di cittadini di Dubai, oppure l'arresto di bresciani che costring
21:04 RISORSE
07 dic - Vai alla news »
giovani profughi in cerca di lavoro e di una vita migliore vittime di una cospirazione a sfondo razziale
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...