Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 07 Dicembre 2016 - Ore 09:35


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
CALCINATELLO

spara per fermare i ladri, lo accusano di tentato omicidio ma lui dice sia legittima difesa

Spara per fermare i ladri. Accusato di tentato omicidio, spiega: era legittima difesa

Non ci sta ad essere accusato di tentato omicidio il 40enne imprenditore di Calcinatello che nella notte di sabato ha sparato undici colpi“per difendere me stesso e la mia famiglia. Questa storia mi sta logorando, mi sta rovinando”. L'uomo ha raccontato al Corsera di Brescia la sua versione dei fatti: “Ho spiegato tutto ai carabinieri quando mi hanno chiamato in caserma ritirandomi la pistola, non ho sparato per sventare il furto alla banca, delle banche non me ne importa proprio niente: ho agito per legittima difesa, non ascoltate le altre versioni”.

Nella piccola frazione della Bassa bresciana sono tutti dalla sua parte, compresa la sua famiglia: “ Mio figlio non ha fatto niente, basta”. L'uomo, che vive con la madre, il padre malato e il resto della famiglia in un cascinale ha raccontato di aver sentito i ladri, che avevano appena strappatola cassa continua dell'unico bancomat presente in paese, quello della filiale della Bcc del Garda e stavano cercando di trascinarlo sul furgone rubato parcheggiato li vicino, e di essere uscito alla finestra per capire cosa stesse succedendo. La pistola, regolarmente detenuta, ha esploso unidici colpi, di cui sette hanno colpito il furgone dei malviventi. I vicini giurano che avesse sparato in aria ma il ritrovamento del furgone in una cascina abbandonata poco distante ha dimostrato il contrario, così come il sangue trovato sui sedili. “Sto pagando gravissime conseguenze e c’è un’indagine in corso da parte della Procura. Quelli hanno pure divelto un tubo del gas e c’è stata una perdita ma io sono solo un cittadino onesto che ha agito per difendere sé stesso e la sua famiglia – per poi aggiungere - Nessuno sa cosa è successo. Siamo stati in pericolo, ecco tutto, non avrei rischiato simili conseguenze per una banca. Non posso essere più preciso, ho un avvocato che sta seguendo il caso”.



Fonte: Redazione ven 05 feb 2016, ore 14.57
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
TROPPO POTERE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il potere discrezionale dei giudici è incostituzionale? Questa dovrebbe essere la domanda a cui dovrebbe essere data una risposta o no? Dove è scritto nella Costituzione che la Magistratura gode di questo potere immenso che crea disuguaglianza e disparità di trattamento? Idem per la prescrizione dei processi che parimenti creano ingiustizia e disparità di trattamento tra chi riesce e chi non riesce ad avere giustizia(ammesso che col potere discrezionale si possa dire vi sia giustizia). Se le conseguenze di chi si difende sparando devono essere un calvario giudiziario, si faccia una legge che vieta le armi a chi non appartiene alle forze pubbliche, che loro solo hanno il dovere di proteggerci!
gio 11 feb 2016, ore 07.47
Immagine profilo
Italiano
(UTENTE NON REGISTRATO)
La paura aumenta ...Perche'!!!! Lo stato.... Non ci tutela!!!! Maaa abbiamo uno Stato!!!
gio 11 feb 2016, ore 03.28
Immagine profilo
pericoloso
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tu sei pericoloso. Ad averti come vicino di casa armato, bisogna avere paura. Saresti capace di spararmi il giorno che, avendo dimenticato le chiavi in casa, scavalco il cancello. Non date armi a gente come rocanal (anche solo per il nome).
sab 06 feb 2016, ore 17.34
Immagine profilo
rocanal
(UTENTE NON REGISTRATO)
Una bella sventagliata di piombo fa bene a certa feccia! Quelli stavano commettendo un reato con un furgone rubato quindi già colpevoli due volte ! Le forze dell'ordine sono inesistenti ! Quindi per me ha fatto bene a sparare ! Se tutti sparano nessuno ci prova più a ladrare e delinquere perché non ne vale la pena!
sab 06 feb 2016, ore 16.43
Immagine profilo
Traducendo i va
(UTENTE NON REGISTRATO)
..conviene sempre voltarsi dall'altra parte, e se la stessa cosa la fanno le forze dell'ordine (sparare) il risultato è il medesimo.....quindi anche le FFOO si voltano dall'altra parte. A questo punto se non è possibile modificare le leggi vigenti (comunque sempre interpretabili dai magistrati..sia PM che giudicanti anche in senso contrario a quello che vuole la legge) tanto vale esporre il cartello: fate quello che volete, ma per favore non fateci del male perché non ci difendiamo.
sab 06 feb 2016, ore 14.23
Immagine profilo
calcoli
(UTENTE NON REGISTRATO)
come si fa a calcolare la proporzione tra offesa e difesa ma soprattutto se per sbaglio passava qualcuno anche in auto questi colpi in giro ad altezza o meglio bassezza cosa succedeva ? Mi pare la medesima storia della audi gialla se non ci fosse stato tutto quel clamore i signori ladri scappavano ed il signore proprietario prendeva i denari dalla sua assicurazione e fine della storia senza tanti "casini" inutili come per la banca a maggior ragione per la banca.
sab 06 feb 2016, ore 10.10
Immagine profilo
Falce2
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dovrebbero dargli una medaglia per estirpare questa erba malata dal giardino, in modo che fiorisca con l'arrivo della primavera
sab 06 feb 2016, ore 01.35
Immagine profilo
@ 17.25
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sicome che el ga trat al furgù, sa ed ch'el vulia copà e alura i ga de faga el proces per forsa. Ga set riàt, ades?
ven 05 feb 2016, ore 20.14
Immagine profilo
attenzione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non bisogna concedere il porto d'armi a persone instabili.
ven 05 feb 2016, ore 17.53
Immagine profilo
@bah e va...
(UTENTE NON REGISTRATO)
"...evidente dai colpi che hanno attinto il veicolo... " , ma parla come mangi , pà e mortadela , oddio se parli forbito !
ven 05 feb 2016, ore 17.25
Immagine profilo
@ bah e ma!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Per il tentato omicidio, evidente dai colpi che hanno attinto il veicolo, si procede obbligatoriamente d'ufficio. I requisiti delle legittima difesa sono quindi sostanzialmente tre: 1- la difesa deve essere necessaria (per cui non è configurabile l’esimente quando l’agente abbia avuto la possibilità di allontanarsi); 2- il pericolo dell’offesa deve essere attuale (intendendosi come attuale un pericolo presente o incombente e non futuro o già esaurito); 3- la difesa deve essere proporzionata alla offesa (non vi sarà proporzione nel caso di conflitto fra beni eterogenei, allorché la consistenza dell'interesse leso –ad esempio vita o incolumità fisica- sia più rilevante sul piano dei valori costituzionali rispetto a quello difeso –ad esempio il proprio patrimonio- ). Piaccia o no, questa è la legge e chi detiene un'arma ha il dovere di conoscerla. In questo caso chi ha sparato e, probabilmente ferito o ucciso una persona, ha violato la legge.
ven 05 feb 2016, ore 17.07
Immagine profilo
@ bah e ma!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Per il tentato omicidio, evidente dai colpi che hanno attinto il veicolo, si procede obbligatoriamente d'ufficio. I requisiti delle legittima difesa sono quindi sostanzialmente tre: 1- la difesa deve essere necessaria (per cui non è configurabile l’esimente quando l’agente abbia avuto la possibilità di allontanarsi); 2- il pericolo dell’offesa deve essere attuale (intendendosi come attuale un pericolo presente o incombente e non futuro o già esaurito); 3- la difesa deve essere proporzionata alla offesa (non vi sarà proporzione nel caso di conflitto fra beni eterogenei, allorché la consistenza dell'interesse leso –ad esempio vita o incolumità fisica- sia più rilevante sul piano dei valori costituzionali rispetto a quello difeso –ad esempio il proprio patrimonio- ). Piaccia o no, questa è la legge e chi detiene un'arma ha il dovere di conoscerla. In questo caso chi ha sparato e, probabilmente ferito o ucciso una persona, ha violato la legge.
ven 05 feb 2016, ore 17.06
Immagine profilo
ma!
(UTENTE NON REGISTRATO)
A CHE FINE CONCEDONO IL PORTO D'ARMI? SE NON SI PUO' USARE UNA PISTOLA NEMMENO PER SPARARE IN ARIA, MEGLIO SAREBBE NON CONSENTIRE NEMMENO DI AVERLA! Sbaglia chi autorizza il porto d'armi
ven 05 feb 2016, ore 16.22
Immagine profilo
bah?!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tentato omicidio contro chi?! Contro un furgone?! Se nessuno si fa avanti ( ovviamente previo arresto) sporgendo regolare denuncia contro chi ha sparato mi sembra un accusa assurda!!!
ven 05 feb 2016, ore 16.15
Immagine profilo
Sì, sì, certo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Questi si fregano il bancomat e poi,certi che nessuno abbia chiamato il 112 e sicuri di avere tutta la notte a disposizione, stanno a perdere tempo per divertirsi a minacciare e mettere in pericolo gli abitanti, prendendosela proprio con lo sparatore personalmente di persona. Molto credibile. Magistrale, poi, il testo dell'articolo che sostiene che "La pistola, regolarmente detenuta, ha esploso unidici colpi": avessi un'arma che spara da sola non sarei molto tranquillo... E quelli che giurano che avesse sparato in aria, visto che non hanno dubbi, tutti a processo per falsa testimonianza. La legalità prima di tutto, basta con il buonismo!
ven 05 feb 2016, ore 15.29
Immagine profilo
brao
(UTENTE NON REGISTRATO)
BRAvo, avrei fatto lo stesso. forza che ne esci pulito.
ven 05 feb 2016, ore 15.16
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
09:08 considerazione
07 dic - Vai alla news »
Adesso subito l'approvazione della legge di stabilita', poi subito al voto. Tanto una legge elettorale o il taglio degli stipendi e delle in
09:06 @nonn
07 dic - Vai alla news »
questo é il dramma della democrazia italiana. un referendum chiede il si o il no su un argomento e gli elettori votano si o no a seconda de
09:02 considerazione
07 dic - Vai alla news »
Cosa dovrebbe bruciare, visto che il rifiuto urbano dovrebbe drasticamente ridursi con il riciclo e la vendita del differenziato?
09:00 a 8.41
07 dic - Vai alla news »
L'esito del NO al referendum è stato determinato anche questa gestione assurda nei confronti dell'immigrazione, anche se nessuna trasmission
08:41 @NONNA
07 dic - Vai alla news »
Vorrei far presente alla signora che l'articolo in questione parla dei risultati del referendum e non degli immigrati. Evidentemente la sign
07:50 dfiscriminazion
07 dic - Vai alla news »
Anche stamattina c'è la polemica su una famiglia straniera a Roma cacciata via dagli inquilini che non vogliono che venga assegnata loro la
06:39 DISUGUAGLIANZA
07 dic - Vai alla news »
A proposito di lavoro, alla Corte Costituzionale dovrebbe andare anche la lette 97/2013 che all'art. 7 apre i concorsi pubblici a profughi e
05:51 DISUGUAGLIANZE
07 dic - Vai alla news »
Sarebbe davvero ora che si ripartisse dalla corretta interpretazione della Costituzione e dal lavoro, e anzichè citare sempre l'art.1 che st
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...