Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 03 Dicembre 2016 - Ore 20:47


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
DALLA QUESTURA
Polizia

Controlli della polizia: 2 arresti e 16 indagati a piede libero

L’attività di prevenzione e controllo del territorio della Questura, svolta anche con l’ausilio di equipaggi di Milano ha portato durante la settimana al conseguimento dei seguenti risultati: 2 persone sono state arrestate e 16 indagate a piede libero per reati diversi; 500 i cittadini identificati, 241 i veicoli controllati, 27 i provvedimenti di espulsione a carico di cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale.

L'ultimo intervento segnalato dalla Polizia è stato quello della mattinata di oggi. Una Volante è intervenuta alla scuola elementare di via Vespucci a seguito del danneggiamento avvenuto di notte ad opera di ignoti sulla macchinetta distributrice degli snack.



Fonte: Comunicato stampa sab 06 feb 2016, ore 14.14
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
fratt
(UTENTE NON REGISTRATO)
Frattini??? Ahahahahah!
mar 09 feb 2016, ore 16.45
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Frattini questa mattina in TV si è chiesto una cosa importante e cioè se la Merkel è andata in Turchia e ha deciso di regalargli 3 miliardi a nome dell'Europa oppure in piena autonomia imponendoci le sue scelte. Anche noi lo vorremmo sapere! Poi ha detto una cosa non condivisibile che anche lui era d'accordo sull'ingresso della Turchia in Europa! Che errore enorme sarebbe questa decisione di far entrare la Turchia in Europa per farci islamizzare meglio! Quei soldi che la Merkel vuol dare alla Turchia perchè non li utilizza per difendere i confini esterni di Schengen e non far arrivare nessuno in Europa e incaricare Frontex ai rimpatrii?
mar 09 feb 2016, ore 11.25
Immagine profilo
@ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Già, Obama adesso flirta con la sinistra cattocomunista italiana per farci invadere dai migranti. Ci si dimentica che noi italiani siamo, dal dopoguerra, una colonia americana: siamo servi della Nato ed ospitiamo il secondo arsenale di ordigni nucleari europeo di fattura americana dopo quello che risiede nientemeno che in Turchia. Dagli States abbiamo importato tantissmi usi e costumi orrendi, compreso il mito del benessere fine e a se stesso. Ed abbiamo dimenticato per strada di essere la patria di Dante, Michelangelo, Caravaggio, ma anche di Verdi, D'Annunzio e Pirandello per arrivere ai giorni nostri. E poi siamo servi politici dell' Europa economica e finanziaria della Merkel che ogni giorno ci ricorda che siamo più vicini alla Grecia che alla Germania o alla Francia. Tranquillo, americani ed europei sono già da tempo alleati per per "letamarci" come italiani, ancor prima che sbarchi un solo nuovo immigrato.
mar 09 feb 2016, ore 10.19
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le navi anche Americane che soccorreranno i naufraghi che partono dalla Libia dovrebbero tutte portarle in Tunisia che in base all'art. II comma 1 della Carta Africana Rifugiati in quanto la Tunisia membro dell'OUA oRGANIZZAZIONE uNIONE aFRICANA DEVE IMPEGNARSI A FARE QUANTO IN SUO POTERE PER ACCOGLIERE I RIFUGIATI ED ASSICURARE LA SISTEMAZIONE DI QUANTI TRA LORO PER SERIE RAGIONI NON POSSONO O NON VOGLIONO RITORNARE NEL LORO pAESE DI ORIGINE O IN QUELLO DI CUI HANNO LA CITTADINANZA. pOI IN BASE ALL'ART. 3 DI QUESTA CARTA AFRICANA RIFUGIATI, NON PARE POSSA RIFIUTARE L'AMMISSIONE ALLA FRONTIERA, NON POSSA RESPINGERLI E ESPELLERLI. Non è ora di svegliarci?
mar 09 feb 2016, ore 09.00
Immagine profilo
OBAMA
(UTENTE NON REGISTRATO)
I migranti che Obama soccorrerà con le proprie navi, se li dovrebbe però portare in America. Troppo comodo fare i buonisti a spese degli altri.
mar 09 feb 2016, ore 08.11
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dopo l'accordo tra Obama e Mattarella i migranti possono preparare le partenze in tranquillità. Le flotte USA di navi e aerei verranno inviati in loro soccorso e sbarcheranno in massa nel nostro Paese dove soffocheranno nell'enorme letamaio allestito con cura dalla sinistra cattocomunista.
mar 09 feb 2016, ore 07.39
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quello che dico io lo si può verificare nelle varie leggi e trattati. Basta un dito per vedere tutto su internet e verificare se è giusto o è sbagliato pensare che anche i trattati europei prevedono delle possibilità di difesa dall'immigrazione clandestina e sul rimpatrio tramite Frontex. Se non lo vogliono fare, allora significa che davvero il futuro sarà di sottomissione all'ISLAM.
mar 09 feb 2016, ore 07.07
Immagine profilo
PENSIERO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cio che mi chiedo è se per caso la Droga circoli ormai nell'aria e nell'acqua al punto tale che siamo ormai tutti anestetizzati e drogati, perchè davvero sembra di vivere in una barzelletta dove cio' che di regola e sempre stato ritenuto giusto è diventato sbagliato e ciò che di regola è sempre stato ritenuto sbagliato viene di colpo ritenuto giusto. Drammatico!
mar 09 feb 2016, ore 06.51
Immagine profilo
@SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ti sei mai chiesta/o perché il mondo non fa quello che dici tu? È ora che te ne fai una ragione.
mar 09 feb 2016, ore 00.13
Immagine profilo
@ISaLAM
(UTENTE NON REGISTRATO)
Al Sisi è sostenuto anche dal Governo Italiano, che lo definisce 'grande statista' per il motivo che ENI ha enormi interessi in Egitto. Però vi piace tanto parlare della religione: buoni e cattivi, così siete contenti.
mar 09 feb 2016, ore 00.07
Immagine profilo
@ISLAM
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non conosci proprio nulla della situazione politica egiziana. Il Generale al-Sisi é un militare e non risponde alle autorità religiose, anzi ha imposto al paese una dura dittatura proprio contro il precedente governo, espressione della confraternita dei fratelli musulmani che avevano vinto le elezioni. Il Generale al-Sisi é appoggiato soprattutto da Putin, così ammirato da Salvini.
lun 08 feb 2016, ore 20.50
Immagine profilo
@AFRICANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
E in India, com'è la situazione? O sei tanto preso a vedere cosa succede a Brescia che non vedi quello che ti succede intorno?
lun 08 feb 2016, ore 18.57
Immagine profilo
ISLAM
(UTENTE NON REGISTRATO)
Corano o non Corano la tortura in Egitto si applica eccome. Questa è la dimostrazione evidente che non esistono musulmani moderati o no?
lun 08 feb 2016, ore 18.49
Immagine profilo
@orio
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non hai letto il Corano, non c'è nulla di anti islamico nella tortura visto che è descritta con particolari nel vostro libro...poi:problemi vostri morti nostri?? Ah io mm faccio L asilo , italiano e oltre a tre lingue parlo anche arabo...e studio ancora.... Ad
lun 08 feb 2016, ore 16.59
Immagine profilo
#perafricano
(UTENTE NON REGISTRATO)
Torna in Africa allora voi siete civili come in Egitto li arrestate li torturate li uccidete li buttate a margine strada... Noi trogloditi voi assassini.
lun 08 feb 2016, ore 16.57
Immagine profilo
AFRICANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Bresciani trogloditi
lun 08 feb 2016, ore 16.23
Immagine profilo
@orio
(UTENTE NON REGISTRATO)
La tortura in Egitto é anti-islamica, contro i "fratelli musulmani". Il regime attuale é nostro amico. Non mi hai ancora detto che classe fai all'asilo.
lun 08 feb 2016, ore 15.53
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Grazie al buonismo di una sinistra narcisista e inqualificabile, il nostro Paese è ridotto già oggi ad un immenso letamaio dove i nostri figli e nipoti saranno costretti a convivere subendo, fra non molto, la violenza di una orrenda educazione islamica. Anche l'Egitto ci sta dimostrando in cosa consista realmente la TORTURA.
lun 08 feb 2016, ore 15.33
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Certamente l'immigrazione sta investendo l'Europa intera, ma esplode soprattutto in Italia dove impera il BUONISMO, accogliente e connivente anche con chi entra per delinquere, ben sapendo che lo può fare liberamente e impunemente.
lun 08 feb 2016, ore 13.33
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma quelli che scappano dalla Libia non sono Libici, ma appartenenti ad altri Stati Africani che per arrivare in Libia hanno dovuto attraversare altri Stati molti dei quali hanno sottoscritto la Carta Africana Rifugiati che li obbliga a concedere asilo e che probabilmente come fanno in pratica tutti, li lasciano passare per andare a cercare asilo in altri Stati. Dunque ricapitolando la Convenzione di Ginevra non obbliga nessuno Stato a dare asilo ma prevede solo che chi scappa non venga punito per l'ingresso illegale solo se va all'autorità a giustificare con motivazioni valide le cause del suo ingresso illegale. Quindi entrare illegalmente in un territorio non è consentito nemmeno dal diritto internazionale a meno che non ci siano motivazioni valide e questo ingresso illegale non punito è da intendersi riferito al primo paese confinante. Libano, Turchia e Giordania sono Paesi confinanti della Siria che non possono punire penalmente i profughi siriani. Ma da questi Paesi i profughi possono andare in altri Paesi solo se chiedono l'autorizzazione e sono autorizzati.Quanti sono Stati autorizzati a venire in Europa con carte alla mano? Idem per l'Africa che in piu' è invece obbligata dalla Carta Africana Rifugiati a dare asilo ai propri fratelli africani. CI VORREBBE UN AVVOCATO DI DIRITTO INTERNAZIONALE A SPIEGARE DIRITTI E DOVERI DEI RIFUGIATI E DEI VARI STATI MAGARI NELLE VARIE TV CHE SE NE GUARDANO BENE DI APPROFONDIRE O NO?
lun 08 feb 2016, ore 13.21
Immagine profilo
@orio
(UTENTE NON REGISTRATO)
Certo: l'immigrazione esiste perché ci sono i buonisti. Altrimenti non esisterebbe. Che anno fai dell'asilo, tesoro?
lun 08 feb 2016, ore 12.57
Immagine profilo
@scusate
(UTENTE NON REGISTRATO)
Gli stati africani hanno assunto un impegno per accogliere i rifugiati che arrivano sul loro territorio, non quelli che che arrivano sul territorio altrui. Se poi vuoi dare una occhiata a quello che accade intorno alla Siria, scoprirai che il Libano accoglie quasi 2 milioni di profughi, idem la Turchia. É come se in Europa fossero arrivati 160 milioni di rifugiati. Seduti nel burro della ricca Europa é facile insegnare ai poveri cosa devono fare. Vero?
lun 08 feb 2016, ore 12.56
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Gli Stati membri dell'OUA sono solo gli Stati Africani in quanto OUA sta per Organizzazione Unità Africana, quindi questa Carta Africana Rifugiati pare invece obbligare proprio solo gli Stati Africani a dare asilo, con l'intervento dell'ONU e dell'Unione Africana. All'art. II punto 3. quando indica che nessuno puo' essere sottoposto da parte di uno Stato membro (Stato Africano) a misure quali il RIFIUTO DI AMMISSIONE ALLA FRONTIERA, IL RESPINGIMENTO O L'ESPULSIONE, pare emergere che sia un obbligo in primis per loro concedere asilo agli Africani loro fratelli. Mentre la Convenzione di Ginevra del 1951 non obbliga invece nessuno Stato a concedere asilo o no?
lun 08 feb 2016, ore 11.42
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che fatica arrampicarsi sugli specchi! Voi cattocomunisti di immigrati ne avete importati oltre 400.000 in 3 anni raschiando il Mediterraneo palmo a palmo e li avete disseminati ovunque, perfino negli Alberghi a 5 Stelle. Tanta parte di voi, da quanto è emerso, di immigrazione vive, vegeta e gozzoviglia alla faccia degli italiani laboriosi.
lun 08 feb 2016, ore 11.28
Immagine profilo
@scusate
(UTENTE NON REGISTRATO)
Appunto. Non dice in nessun punto che tocca unicamente agli stati africani. Anche agli stati africani: non é che il Marocco abbia più doveri che l'Italia.
lun 08 feb 2016, ore 11.28
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quello che si legge in internet della Carta Africana Rifugiati e':Partendo dal Preambolo della Carta Africana Rifugiati al punto 8. indica." Convinti che tutti i problemi del nostro continente devono essere risolti nello spirito della Carta dell'Organizzazione dell'Unità Africana e nell'Ambito dell'AFRICA" al punto 9 e 10 c'è un richiamo alla convenzione delle nazioni unite sui rifugiati. al punto 11 indica"Convinti che l'efficacia delle misure preconizzate dalla presente Convenzione al fine di risolvere il problema dei Rifugiati in Africa richiede una collaborazione stretta e continua tra l'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITA' AFRICANA E L'ALTO COMMISSARIATO DELLE NAZIONI UNITE PER I RIFUGIATI". Poi si passa all'art.II Asilo- il punto ! Indica che gli stati membri dell'OUA s'impegnano a fare quanto in loro potere nell'ambito delle proprie rispettive legislazioni per accogliere i rifugiati ed assicurare la sistemazione di quanti tra loro per serie ragioni, non possono o non vogliono ritornare nel loro Paese. Al punto 3 indica "NESSUNO PUO' ESSERE SOTTOPOSTO DA PARTE DI UNO STATO MEMBRO A MISURE QUALI IL RIFIUTO DI AMMISSIONE ALLA FRONTIERA, IL RESPINGIMENTO O L'ESPULSIONE che lo obbligherebbe a ritornare o a restare in un territorio dove la sua vita e libertà sarebbero minacciate. Al punto 4. indica che quando uno Stato membro incontra difficoltà nel continuare a concedere asilo ai rifugiati tale Stato potrà rivolgere appello agli Stati Membri sia direttamente, sia tramite l'OUA, e gli altri Stati membri in uno spirito di solidarietà AFRICANA e di COOPERAZIONE INTERNAZIONALE adotteranno misure appropriate per alleviare l'onere di detto Stato membro concedendo l'ASILO. ECC. All'art. VIII e' INDICATO CHE GLI STATI MEMBRI COLLABORERANNO CON L'ALTO COMMISSARIATO DELLE NAZIONI UNITE PER I RIFUGIATI. LA PRESENTE CONVENZIONE COSTITUIRà PER L'AFRICA IL COMPLETAMENTO REGIONALE EFFICACE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE DEL 1951 SULLO STATUS DEI RIFUGIATI. All'art. XVI indica che all'entrata in vigore della Convenzione, il Segretario Generale amministrativo dell'OUA LA depositerà presso il Segretario Generale delle Nazioni Unite ai sensi dell'art. 102 dello Statuto delle Nazioni Unite. Se non erro è l'Africa e non noi che per prima è obbligata a dare asilo ossia tutti gli Stati che hanno ratificato questa Convenzione ivi compresi Tunisia, Algeria, Marocco ecc.o no?
lun 08 feb 2016, ore 10.51
Immagine profilo
@scusate
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma la Carta africana che tu citi non dice affatto quello che dici. Ma l'hai letta?
lun 08 feb 2016, ore 09.36
Immagine profilo
SCUSATE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Scusate ma al di là di chi ha fatto o meno la guerra, e speriamo che l'Italia non ci entri proprio in guerra in Libia, cio' che il Governo, oppure l'Europa, oppure Frontex puo' fare, ammesso che si voglia, è chiedere al Marocco, alla Tunisia, allìaLGERIA DI SCARICARE NELLE LORO COSTE I PROFUGHI AFRICANI CHE SCAPPANO DALLA lIBIA, VISTO CHE NON PARE SI POSSANO RIFIUTARE VISTO CHE HANNO SOTTOSCRITTO LA CARTA AFRICANA RIFUGIATI e PRETENDERE DALL'ONU CHE LI ACCOLGA IN QUESTI PAESI DATO CHE LA CARTA AFRICANA RIFUGIATI E' STATA DEPOSITATA ALL'ONU. Salvandoli e portandoli nelgli Stati Africani anzichè in Italia, i traffici cesserebbero subito o no? Perchè nessuno lo chiede e lo fa?
lun 08 feb 2016, ore 08.38
Immagine profilo
@orio
(UTENTE NON REGISTRATO)
I bombardamenti in Libia li hanno fatti i tuoi amici destri-leghisti che erano allora al governo. Potevano opporsi e non l'hanno fatto. Quindi senza uno stato in Libia l'ondata migratoria é passata da lì perché non c'é nessun controllo ed i trafficanti fanno quello che vogliono. Il tuo amico MAroni ha fatto allora quello che non si può non fare: ha accolto 50mila rifugiati e li ha distribuiti in tutte le regioni. Il confine Marocco-Spagna é più facilmente controllabile perché il Marocco ha uno stato con il quale si può collaborare. Leggi un po' di più invece di ripetere come un pappagallo la propaganda.
lun 08 feb 2016, ore 07.32
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Solo a sinistra ci si ostina a non ammettere la verità: La guerra in Libia è stata provocata dalle mire commerciali della Francia,subito appoggiata dall'Inghilterra e sostenuta pavidamente dalla fanfara di sinistra diretta da Napolitano, pronta ad entrare a gamba tesa forzando le decisioni del Governo.Questa è la causa del disastro in Libia che ha poi spalancato la diga dell'immigrazione. Breve nota geografica: Basta guardare la carta geografica per capire che chi proviene dal Marocco, dall'Algeria, dal Mali, dal Senegal, dal Ghana sa bene che sarebbe piu' breve e piu' sicuro l'ingresso in Europa attraversando le poche miglia di mare dello Stretto di Gibilterra. Perchè preferiscono rischiare la vita attraversando il canale di Sicilia? E' semplice,la Spagna si difende dall'immigrazione con determinazione, anche con le armi. In Italia l'ipocrisia dell'accoglienza sbandierata ai quattro venti da una sinistra cattocomunista vorace, è un invito allettante per chi fugge da guerre e miseria, ma anche no, che dunque arriva in massa accolta a braccia aperte da una sinistra subito pronta con cinismo masochista a sfilare continuamente soldi dalle tasche ormai vuote della propria gente.
lun 08 feb 2016, ore 06.54
Immagine profilo
FORZA ITALIA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma la Presidente italiana di Schengen non è di Forza Italia che è all'opposizione? Perchè non grida a questo Governo e ai tutti noi quali sono i doveri dell'Europa rispetto alla difesa dei confini esterni? E che i compiti di Frontex non sono quelli di scaricare il mondo sulle nostre coste, ma semmai quelli di non far entrare nessuno che non sia in regola coi documenti previsti dal regolamento Schengen CE 562/2006, di aiutarci a rimpatriare i clandestini e di prendere accordi con Europol e con gli Stati Terzi? Si attivi allora Frontex per i rimpatri o dormono tutti tra gli allori dei lauti stipendi?
lun 08 feb 2016, ore 06.03
Immagine profilo
CHE CARINI
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma che carini questi Stati Europei che vogliono chiudere Schengen, lasciando fuori Grecia e Italia, presi d'assalto anche a causa di scelte di guerra non nostre nel caso della Siria, ma principalmente di Francia e Inghilterra nel caso della Libia. Invece hanno il dovere di attivare l'Agenzia Frontex istituita con regolamento CE 2007/2004 che deve presidiare i confini esterni col compito di non far entrare in Europa chiunque non sia in regola coi documenti previsti da questo regolamento e nel caso questo succeda deve attivare Frontex per aiutare gli Stati membri a rimpatriare i clandestini presenti nei vari Stati Europei anche con fondi europei. Piaccia o non piaccia l'Europa questi REGOLAMENTI li ha firmati e dovrebbe rispettarli ed aiutarci. La solidarietà europea consiste nel difendere i confini esterni e nel rimpatriare i clandestini e non nel distribuirsi i clandestini o no?
lun 08 feb 2016, ore 05.51
Immagine profilo
@orio
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ricordi proprio male. Maroni nel marzo del 2011, dopo i bombardamenti in Libia, votati anche dalla Lega, annunciava l'arrivo di 50mila rifugiati, che poi ha distribuito nelle diverse regioni. Non ricordi gli africani messi negli alberghi in alta quota della Val Canonica? Conosci anche poco la geografia perché é ovvio che se le guerre sono in Siria e Libia, la gente che fugge non scappa in Spagna ma i Grecia e Italia. Bocciato in storia e geografia !
dom 07 feb 2016, ore 21.17
Immagine profilo
DOMANDA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Davvero il 50% degli arrivati negli ultimi mesi è stato rimpatriato? Perchè non ce lo fanno vedere allora perchè la sensazione è che Frontex e persino le navi battenti bandiera di Stati Europei, anzichè portarli nei loro porti, sembra invece abbiano tutte la brutta abitudine di scaricare tutti in Italia e l'Italia anzichè impedirlo li accetta tutti. Dove si possono leggere queste notizie che nessuno scrive?
dom 07 feb 2016, ore 17.55
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
E' appena il caso di ricordare ai fans della sinistra tutta, che nel triennio 2008-2011 il Governo Berlusconi riusci' a contenere l'immigrazione ben al di sotto dei 10.000 ingressi l'anno, in parte poi respinti da Maroni. Poi, grazie all'impegno illuminato ed eroico di Napolitano, il fenomeno è esploso con sommo gaudio della sinistra che di immigrazione si nutre. Ed è appena il caso di ricordare alla sinistra accogliente che in Spagna tutti i Governi di destra e di sinistra hanno saputo contenere l'immigrazione a livelli ben inferiori ai 10.000 l'anno e ne ha respinti una parte consistente senza incorrere in nessuna sanzione della UE, che invece è ben felice di sanzionare il nostro Paese dove la solita sinistra piagnona non si sogna nemmeno di togliere l'appoggio all'unica grande azienda, quella dell'immigrazione clandestina, che ha saputo sviluppare in questi anni.
dom 07 feb 2016, ore 11.31
Immagine profilo
non si può?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Difficile pensare che non si possa, semmai è piu' facile pensare che non si voglia. Dall'Europa fino ad ora abbiamo ricevuto solo cose negativa, ma leggendo su internet Schengen regolamento CE 562/2006 e anche il regolamento CE 2007/2004 che istituisce un'Agenzia preposta al controllo delle frontiere esterne (Frontex) pare abbiamo delle possibilità inaspettate. Non solo questa Agenzia puo' essere chiamata in causa per aiutarci a controllare i confini esterni, ma soprattutto la possiamo coinvolgere per rimpatriare i clandestini come emerge dal regolamento CE 2007/2004 punto 5 e 11 e all'art. 9 c'è anche scritto che l'Agenzia puo' usufruire degli strumenti finanziari comunitari previsti per il rimpatrio. Governo e opposizione non dovrebbero allora incidere in questa Europa che ci vuole tagliare fuori da Schengen e imporsi affinche' ci aiutino a difendere i confini esterni e a rimpatriare i clandestini?
dom 07 feb 2016, ore 10.33
Immagine profilo
Forse
(UTENTE NON REGISTRATO)
Forse è meglio articolare la risposta a "DOMANDA". 1) A parte il fatto che le ambasciate sono inviolabili, anche se queste accettassero di metterci dei clandestini quanti ce ne starebbero? qualche decina per ogni Paese, non certo le migliaia, quindi NO. 2) Cosa vuol dire "campi profughi continentali"? L'ONU gestisce dei campi (peraltro il più delle volte già ai limiti del collasso) che stanno all'interno di Stati, i quali Stati, già in gravissime difficoltà come conferma l'assistenza dell'ONU, mai potrebbero accettare di ricevere centinaia di migliaia di altre persone. 3) FRONTEX è già attiva, in Italia e non solo ma, evidentemente, non è sufficiente; considera comunque che circa il 50% degli arrivati negli ultimi mesi è stato rimpatriato poco dopo l'arrivo con il contributo proprio di FRONTEX. Forse, invece di ripetere slogan facili quanto inutili per intortare i cittadini e guadagnare voti seminando paura, i politici dovrebbero cominciare a pensare, proporre e mettere in atto politiche (appunto) diverse, smettendo di provocare guerre, smettendo fornire armi a chi fa guerre, smettendo di fare affari con Paesi i cui governi corrotti svendono le ricchezze dei loro popoli mantenendoli in miseria: sarebbe un inizio e scommetto che avremmo meno pressione alle frontiere.
dom 07 feb 2016, ore 10.31
Immagine profilo
@domanda
(UTENTE NON REGISTRATO)
La risposta alle tue domande é molto semplice. No, non si può. Peró fai bene a chiedere perché così ti rendi conto che é facile dire "rimpatrio" ma é solo uno slogan. Anche MAroni se n'é accorto quando era ministro, fallendo proprio sul rimpatrio.
dom 07 feb 2016, ore 09.50
Immagine profilo
DOMANDA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Domanda: Si puo' eventualmente procedere al rimpatrio consegnandoli alle Ambasciate o Consolati presenti in Italia e che ci pensino loro a rimpatriarli? 2? In caso non siano identificabili si puo' consegnarli all'ONU che li porti in Campi Profughi/Rifugiati continentali e provvedano loro ad identificarli e provvedere al rientro nei territori di provenienza visto che paghiamo l'ONU anche per questo? 3) Possiamo chiamare in causa l'Europa e chiedere l'aiuto di Frontex dato che nel regolamento EUROPEO CE 2007/2004 al punto 5) e 11) rientra tra i compiti di Frontex anche quello di aiutare gli stati membri al rimpatrio dei clandestini presenti nei loro territori? Visto che paghiamo profumatamente sia l'ONU che l'EUROPA, perchè non chiediamo aiuto a loro, dato che rientra nelle nostre possibilità, anzichè lasciar circolare liberamente chi andrebbe invece espulso?
dom 07 feb 2016, ore 09.02
Immagine profilo
@ domanda
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le stime dei presenti in maniera irregolare sono difficili (proprio perché in quanto "clandestini" sfuggono a qualunque censimento) e variano dalle 300000 alle 600000 persone; il rimpatrio, per la maggioranza di questi, è solo un facile slogan perché nella pratica chi lo propone come panacea non spiega affatto come si potrebbe procedere. Di moltissimi è quasi impossibile stabilire con certezza la nazionalità, quindi dove li rimpatri? Ancora di più sono quelli che provengono da stati che non hanno alcuna intenzione di riprenderseli, quindi che fai? Dichiari guerra? E le spese chi le paga? Se prendiamo come attendibile una cifra di 500000 persone solo di trasporto aereo o navale, anche a prezzi stracciati tipo 200 euro ciascuno siamo a 100 milioni; poi ci sono le spese per catturarli (uomini e mezzi) e tenerli prigionieri (dove li metti?) e si arriverebbe a miliardi: credi davvero che gli Italiani pagherebbero centinaia di euro di tasse in più per questo?
dom 07 feb 2016, ore 08.41
Immagine profilo
ERA ORA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Pare che una famiglia alla quale un extracomunitario con decreto di espulsione, ha ucciso un figlio, abbia denunciato Renzi, Alfano e Orlando. Forse questo processo farà chiarezza una volta per tutte, quali siano i diritti degli italiani calpestati dai favoritismi verso gli extracomunitari? Aspettiamo con ansia il processo!
dom 07 feb 2016, ore 07.36
Immagine profilo
domanda
(UTENTE NON REGISTRATO)
Qualcuno ci spiega cosa succede dopo che è stato emanato un provvedimento di espulsione? Il cittadino extracomunitario viene caricato sul primo aereo in partenza per il proprio Paese oppure viene lasciato libero di circolare ancora? Gli italiani il biglietto di aereo forse glielo pagherebbero volentieri!
dom 07 feb 2016, ore 06.47
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:21 @Bianche
03 dic - Vai alla news »
Secondo me facendo riferimento alle tue convinzioni, al tuo spessore intellettuale e all'ortografia, domani voterai si
20:21 a 19.53
03 dic - Vai alla news »
Figurati se le prostitute lavorano gratis. Comodo sviare sul tema che ha messo in evidenza il rapper bello fico. Chi paga queste prostitute
20:18 Triioooooo!!!!
03 dic - Vai alla news »
Ma il trio beccalossi/rolfi/bor donali non ha niente da dire? eppure se dopo più di 24 ore ancora non esce un responsabile vuol dire che sia
19:53 Bianche
03 dic - Vai alla news »
Secondo me ci sono molte "bianche" che adorano fare sesso divertente con i ragazzi "neri" e non c'è bisogno di pagare nessuno, perché la qua
15:53 a 15.17
03 dic - Vai alla news »
Si spera almeno che gli italiani se le paghino coi loro soldi. Mentre ai falsi profughi chi le paga le prostitute bianche tanto cantate dal
15:17 @???
03 dic - Vai alla news »
VEramente sono i puttanieri bianchi che cercano le prostitute di colore. Sono gli stessi che di giorno se la prendono con gli immigrati e d
13:29 SI
03 dic - Vai alla news »
Farà votare SI' a più persone.
13:27 @8.36
03 dic - Vai alla news »
Quante str....te!
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...