Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 17 Gennaio 2017 - Ore 16:09


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
POLITICA
bresciaingrana

Bresciaingrana, petizione bipartisan per salvare 70 famiglie del latte

“La politica bresciana, bergamasca e cremonese ha fatto quadrato attorno all’ingiustizia che sta interessando il caseificio Bresciangrana, colpito duramente dal terremoto del maggio 2012 con danni che ammontano a circa 2 milioni di euro, ma dimenticato dalla burocrazia di allora: è l'unico caseificio danneggiato tra quelli della Lombardia e dell’Emilia che non ha ricevuto alcun indennizzo per colpa di una svista di qualche burocrate distratto. E' un problema molto serio che coinvolge 65 stalle e una settantina di famiglie delle province di Brescia, Bergamo e Cremona, e va risolto perché quanto è avvenuto non solo è ingiusto ma è anche anticostituzionale. Ecco perché abbiamo coinvolto 21 tra parlamentari, consiglieri e assessori regionali di tali province e inviato una petizione al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e al Governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni. Attendiamo quanto prima lo sblocco di questa situazione per riportare la giustizia ad operare con equità”.

Con queste parole Stefano Berni, Direttore Generale del Consorzio tutela Grana Padano, annuncia l’azione intrapresa a sostegno del caseificio Bresciangrana di Offlaga (BS), presieduto dal bergamasco dott. Silvio Colosio, da parte di 21 politici tra parlamentari, consiglieri e assessori regionali insieme al Consorzio Tutela Grana Padano per sollecitare al Governo una celere risposta ad una situazione che sta arrecando serie difficoltà al caseificio Bresciangrana, pesantemente colpito dal terremoto dell’Emilia e della Lombardia nel Maggio 2012, unico tra tutti gli altri caseifici emiliani e lombardi a non essere ancora stato indennizzato dalle previste provvidenze pubbliche.

“La politica si deve fare carico di ciò che, seppur in modo involontario, la burocrazia ha colpevolmente dimenticato – prosegue Berni - e tale dimenticanza vale poco meno di 2 milioni di euro. Questo è il valore dell'indennizzo pubblico commisurato al danno ricevuto da Bresciangrana con gli stessi parametri di tutte le altre decine di caseifici già da molto tempo indennizzati, tenendo presente che per Bresciangrana il danno cui deve far fronte il pubblico è limitato perché Bresciangrana è uno dei pochi caseifici che aveva avuto l'accortezza di assicurarsi almeno parzialmente e l'assicurazione la sua parte l'ha già fatta proprio perché è risultato inequivocabile che il danno fosse stato causato dal terremoto”.

“Non è possibile né corretto e tantomeno costituzionale – aggiunge Stefano Berni - che Bresciangrana a distanza di oltre due anni rispetto a tutti gli altri non abbia ricevuto neppure un euro dalle istituzioni che hanno destinato ingenti risorse a favore delle imprese terremotate. La politica lombarda di Brescia, Bergamo e Cremona si è unita e chiede all’unisono al Governo azioni concrete per riportare la giustizia in una situazione incredibile ed ingiustificabile e a tutti i firmatari di questa petizione va la nostra più sentita gratitudine. Confidiamo che questo ennesimo appello finalmente venga recepito e che tutto trovi lieta ed equa conclusione".



FIRMATARI PETIZIONE


Assessore Regione Lombardia Mauro Parolini (Brescia)


Assessore Regione Lombardia Viviana Beccalossi (Brescia)


Consigliere Regionale Gian Antonio Girelli (Brescia)


Consigliere Regionale Fabio Rolfi (Brescia)


Consigliere Regionale Alessandro Sala (Brescia)


Consigliere Regionale Michele Busi (Brescia)


Senatore Paolo Corsini (Brescia)


Onorevole Berlinghieri Marina (Brescia)


Onorevole Davide Caparini (Brescia)


Onorevole Miriam Cominelli (Brescia)


Onorevole Guido Galperti (Brescia)


Onorevole Maria Stella Gelmini (Brescia)


Onorevole Laquaniti Luigi (Brescia)


Onorevole Mario Sberna (Brescia)


Consigliere Regionale Agostino Alloni (Cremona)


Consigliere Regionale Federico Lena (Cremona)


Assessore Regione Lombardia Mario Barboni (Bergamo)


Assessore Regione Lombardia Jacopo Scandella (Bergamo)


Onorevole Alberto Bombassei (Bergamo)


Onorevole Giuseppe Guerini (Bergamo)


Onorevole Antonio Misiani (Bergamo)




Fonte: Redazione mer 10 feb 2016, ore 17.23
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:29 PAOLO
17 gen - Vai alla news »
Secondo me, ciò che Max73 intendeva dire è che la legge è assurda, in quanto questi personaggi vengono puniti per motivi estranei alla fede
15:28 a 15.16
17 gen - Vai alla news »
Fanatico a chi? Penso che sapere con chiarezza cosa significhi libertà di religione sia il minimo che ci possiamo chiedere, visto che nessun
15:20 cretini
17 gen - Vai alla news »
I cretini ci sono già, sono quelli che sono appena stati condannati al DASPO perché hanno insultato con offese e saluti nazisti il corteo de
15:16 @??
17 gen - Vai alla news »
Stando a quello che dici bisognerebbe perseguirti per legge, visto che sostieni che i musulmani non dovrebbero avere il diritto di pregare.
15:14 Testa per testa
17 gen - Vai alla news »
Beh, allora la testa di Rolfi, visto il suo attuale ruolo in Regione, per il caso Stamina e il su endorsment frettoloso (video tuttora prese
15:06 @Max73
17 gen - Vai alla news »
Se capisci quello che leggi è scritto chiaro chiaro nell'articolo. Se poi ancora non capisci parlane con il Questore.
14:59 @GrandeEmilio
17 gen - Vai alla news »
Ora, via col tram: facciamolo partorire da Fermi, così andiamo sul sicuro. Nel senso di costi di progettazione ed esecuzione raddoppiati, mu
14:43 sgtegfsrhvs
17 gen - Vai alla news »
Evidentemente un corteo di musulmani è più civile di quattro disadattati bresciani: chissà come sarebbe finita a parti
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...