Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 03 Dicembre 2016 - Ore 01:20


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
I NUMERI
simona bordonali

Oltre 13mila richiedenti asilo in Lombardia, Bordonali: invasione silenziosa in atto

"In Lombardia è in atto una vera e propria invasione silenziosa, nel disinteresse totale del governo italiano". Queste le parole con cui Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia ha commentato i dati del Viminale in merito al problema dell'immigrazione, aggiornati al 10 febbraio 2016.

"I numeri sono agghiaccianti e dicono che nella nostra regione sono presenti ben 13.062 richiedenti asilo. Secondo i dati forniti dal Viminale, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di clandestini e solamente 5 su 100 sono rifugiati politici. Nonostante ciò, i costi dell'accoglienza raggiungono spese folli. Il governo italiano spende ben 166 milioni di euro all'anno per mantenere queste 13.000 persone presenti in Lombardia, tra l'altro in costante aumento nonostante i riflettori sul problema dell'immigrazione si siano spenti. La nostra Regione è la più massacrata, quella che è costretta dal governo ad accogliere più richiedenti asilo. Abbiamo addirittura superato la Sicilia in questa triste classifica" aggiunge Bordonali.

"Nel 2015 in Italia sono arrivate 153.842 persone. Tra queste, solo 21.434 donne e 16.478 minori. Non è difficile capire che i restanti 115.930 uomini non scappano da alcuna guerra, a meno che non lascino donne e bambini a combattere. Anche la provenienza di queste persone testimonia come si tratti esclusivamente di immigrazione economica. Vengono tutti da Paesi dell'Africa subsahariana. Quasi nessuno da Siria, Libia e altri Stati in guerra" aggiunge l'assessore regionale all'Immigrazione.

"Ricordiamo al governo che gli immigrati economici sono di fatto clandestini e che andrebbero espulsi a norma di legge. L'Italia continua a essere lo zimbello d'Europa, avendo rimpatriato solo 14.000 clandestini sui 150.000 immigrati sbarcati nel 2015" conclude Bordonali.








Fonte: Redazione gio 11 feb 2016, ore 17.11
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
BERLUSCONI
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ci si mette anche Berlusconi a dire nei TG che i profughi hanno diritto di asilo? Nemmeno lui che è all'opposizione ci vuole proteggere dalla sopraffazione islamica che sta avvenendo anche con l'invasione clandestina di profughi veri e falsi? Ci dicano in base a quale legge l'Italia è obbligata a dare asilo? Questo obbligo non è previsto nè dalla Convenzione di Ginevra del 1961 nè dal protocollo aggiuntivo di New York? Gli italiani avrebbero diritto di sapere quale legge esattamente prevede questo obbligo perchè è indigeribile e incostituzionale sia dare protezione umanitaria o sussidiaria a presunti Jhadisti, sia consentir loro di accedere persino ai concorsi pubblici come ci ha imposto l'Europa con la legge 97/2013, sia dare le pensioni sociali ai parenti 65enni di stranieri che non hanno versato un solo contributo nelle casse italiane e che sono mancanti del requisito della cittadinanza italiana come prevede l'art. 38 primo comma della Costituzione.
dom 14 feb 2016, ore 13.19
Immagine profilo
ASILO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Anche la legge che ci ha imposto l'Europa la 97 del 2013 che apre i concorsi pubblici a profughi e extraUE è incostituzionale in quanto contrasta con l'art.51 della nostra Costituzione che riserva l'accesso agli UUffici pubblici a chi ha cittadinanza italiana con unica deroga per gli italiani non appartenenti alla Repubblica. Poi l'Europa non aveva alcun diritto di imporci questa legge perchè il trattato sul funzionamento dell'Unione Europea all'art. 45 (ex art.39) sui LAVORATORI al punto 4. indica chiaramente che le disposizioni sui lavoratori non sono applicabiliagli impieghi nella Pubblica Amministrazione. Questa legge è stata abolita oppure no? Perchè chi ottiene l'asilo o protezioni varie non è indiffirente per gli italiani visto che l'Europa ha previsto per loro persino di accedere ai concorsi pubblici impropriamente! Qualcuno lo ha detto in Europa di leggersi il trattato che non prevede che l'Europa si intrometta nella Pubblica Amministrazione?
sab 13 feb 2016, ore 08.07
Immagine profilo
preoccupazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Secondo me è giusto parlare di invasione, oltre ai 13.000 richiedenti asilo, ci sono gli altri clandestini che erano già presenti in Lombardia e di cui nessuno è in grado di stimare con precisione il numero. D'altronde basta fare un giro a piedi in qualsiasi paese o città per verificare che il loro numero è in costante aumento e nessuno di questi ha un lavoro regolare.
ven 12 feb 2016, ore 16.58
Immagine profilo
AIUTO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dico che sul diritto di asilo anche l'opposizione mi sembra tiepida a in linea con quanto sostiene il Governo. Anche l'opposizione sostiene che chi scappa dalla guerra ha diritto all'asilo, mentre sarebbe drammatico che fosse davvero cosi' perchè questo significherebbe che interi Stati possono trasferirsi dove vogliono a scapito dei diritti di chi in quegli Stati ci vive e pretendere di essere serviti, riveriti e mantenuti e ora possono persino accedere per merito delle imposizioni europee ai concorsi pubblici? Senza contare che sostenere che chi scappa dalla Siria ha diritto di asilo, significa che ne hanno diritto anche i terroristi e i Jhaidisti? Sconcertante. E' già capitato che l'Italia abbia concesso la protezione umanitaria o sussidiaria ad un presunto Jhadista e a tutta la sua famiglia e anzichè parlarne e sostenere in Europa che la protezione sussidiaria e umanitaria noi non la possiamo accettare perchè prevista solo per gli stranieri e non per gli italiani è incostituzionale e incentiva l'invasione, si preferisce sorvolare sul problema. Non solo il trattato di Dublino andrebbe rivisto ma anche il diritto di asilo e questa invenzione della incostituzionale protezione umanitaria e sussidiaria o no?
ven 12 feb 2016, ore 07.37
Immagine profilo
@AIUTO
(UTENTE NON REGISTRATO)
In Italia è in atto l'invasione perché la Meloni è incinta??? Ahahahahah! Sei il consulente di geopolitica della Bordonali? Ahahahahah! Dai, diccene un'altra...
ven 12 feb 2016, ore 01.35
Immagine profilo
sbievarjbar
(UTENTE NON REGISTRATO)
Invasione per 10000 su 10 milioni di abitanti?? Invadere la Polonia è un invasione.
ven 12 feb 2016, ore 01.27
Immagine profilo
AIUTO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Condivisibile l'indignazione, anche se l'opposizione non brilla piu' di tanto su questo tema tra i piu' sentiti e mal sopportati dalla gente. Forza Italia a livello nazionale è pressochè inesistente e la Meloni è in un momento magico della vita ed ha giustamente altre priorità, cosi' l'invasione sta avendo la meglio e con un'Europa che continua a non essere chiara su cosa vuole fare esattamente e il nostro Governo che mentre stiamo andando a fondo noi sul piano economico e lavorativo si preoccupa solo degli immigrati, non ci resta che piangere!
gio 11 feb 2016, ore 20.05
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
23:22 bibi
02 dic - Vai alla news »
VENDUTO
20:56 X 17.43
02 dic - Vai alla news »
Noooo! Addirittura la macchina t'hanno toccato! Proprio a te! Magari è una Golf comprata a rate e da un mese tu paghi le cambiali e l'auto s
20:41 bepi
02 dic - Vai alla news »
Invece di prendersi i calci andava lasciato sfogare (senza coltelli) da solo nella stanza......mica si sarebbe ucciso...si stancava il furbo
20:36 RAPPER
02 dic - Vai alla news »
Fantastico il rapper di colore che ieri sera a Dalla Vostra Parte ha praticamente evidenziato tutti i benefici di cui godono i profughi o fa
20:02 maria kollo
02 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito facile e veloce? Offriamo sia prestiti personali e di business a ogni persona interessata o di aziende che vann
19:49 io
02 dic - Vai alla news »
Si certo stava lavorando per portare a casa uno stipendio! Ma va......non vado oltre ma ne avrei da dire....
19:47 a 11.34
02 dic - Vai alla news »
A che titolo S: Egidio ci porta musulmani che sono al sicuro in Libanio, vista l'invasione che stiamo subendo e che potrebbero trovare asilo
19:36 EVASORI?
02 dic - Vai alla news »
Che la Guardia di Finanza trovi gli evasori è nei suoi compiti, dato che per scoprirli ci vogliono le prove. Ma che chi arriva clandestiname
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...