Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 21 Gennaio 2017 - Ore 22:37


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
VERSO LA DECISIONE

multe in tangenziale sud

Tangenziale sud, cartelli dei limiti mal posti. La Polizia valuta di annullare le multe

Multe si, multe no: questo è il dilemma. Dilemma che affligge la Provincia di Brescia e che, secondo quanto dichiarato al Corsera di Brescia dal comandante della Polizia Provinciale, Carlo Caromani, potrebbe far perdere al Broletto tra i 3 e i 400mila euro di incassi: “Dobbiamo essere per primi i tutori della legalità, se vengono applicate sanzioni dove mancano i presupposti saremmo dalla parte del torto e se il precetto non viene comunicato correttamente è come se il segnale non ci fosse mai stato”.

La questione è sempre quella dei cartelli che imponevano la diminuzione della velocità da 110 a 90 km/h in tangenziale sud durante il periodo che va dal 30 dicembre al 14 gennaio per abbassare le polveri sottili. La Provincia in quel caso aveva posizionato i nuovi cartelli solo sul lato destro della carreggiata e non su quello sinistro come impone la legge. Ciò potrebbe risparmiare agli oltre 5mila automobilisti che hanno superato il limite provvisorio di 90Km/h una multa dai 56 euro (e zero punti) ai 169 euro (e tre punti).

Il presidente della provincia Pierluigi Mottinelli aveva ribadito più volte che le multe erano assolutamente legittime, ma Caromani non sembra della stessa idea: “Sulle tangenziali di Bergamo, Milano, Mantova e Verona il limite è ribadito anche sulla sinistra. La segnaletica deve essere prima di tutto chiara. Questa è una scelta tecnica a favore dei cittadini”. Idea supportata anche dalle parole di Francesca Poma, coordinatrice dei giudici di pace di Brescia, che ha spiegato al Corsera che “eventuali ricorsi contro le sanzioni a 90km/h avrebbero buone probabilità di riuscita perché i limiti devono essere ben specificati. A maggior ragione se temporanei”.





Fonte: Redazione mer 17 feb 2016, ore 10.48
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
TERRONE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ennesima politica ladrona Bresciana
gio 18 feb 2016, ore 00.42
Immagine profilo
chiarezza
(UTENTE NON REGISTRATO)
ma per essere chiari…. le multe non sono nemmeno state emesse a quanto sembra…. tanto sono sicuri del lavoro che hanno fatto. Bravo Mottinelli… bella figura!
mer 17 feb 2016, ore 18.17
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
22:21 Sandro
21 gen - Vai alla news »
Questo anonimo con anima contabile!!? Giusto elaborare dei budget di spesa, ma prima si deve concordare chi partecipa all'operazione. Nel ca
22:17 @@considerazion
21 gen - Vai alla news »
Forse il signore che denigra come la peggiore in assoluto la giunta Paroli ha la memoria corta o non era nato, quando avevamo le giunte Pane
22:16 @hammurabi
21 gen - Vai alla news »
326,26 euro il 17/10/2014. Per la precisione.
22:12 hammurabi
21 gen - Vai alla news »
Scalvini chi? Quello che va alla marcia della pace e poi si fa rimborsare il viaggio dal comune di Brescia?
20:55 Una
21 gen - Vai alla news »
foto di mottinelli senza la fascia? Orrore!
20:52 SE
21 gen - Vai alla news »
è una missione spetta il rimborso spese.
20:46 considerazione
21 gen - Vai alla news »
Certo che difendere un sindaco ed una giunta sottotono e incapaci paragonandoli con altri incapaci dimostra soltanto quanto lontani sono i p
20:18 NO ANARCHIA
21 gen - Vai alla news »
Ieri sera un medico ha detto che nella suo ospedale di Bologna il 60% delle spese è per i burocrati e solo il 40% è per gli ammalati. Chissà
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...