Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 02 Dicembre 2016 - Ore 23:13


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
CULTURA
Massimo Minini

Fondazione Brescia Musei, il cda approva lo statuto. Minini si dimette

Prima ha approvato l'accordo e la convenzione per il cambio della natura della Fondazione Brescia musei, poi ha rassegnato le dimissioni.

L'emorragia che nelle scorse settimane ha colpito il cda di Brescia Musei prosegue con le dimissioni del suo presidente, Massimo Minini e dell'intero Cda. A dare il via al fuggi fuggi erano stati prima i il consigliere della Camera di Commercio che “ha manifestato l'intenzione di far entrare nel cda un ente strumentale a lei collegata” ha spiegato il sindaco Emilio Del Bono al Giornale di Brescia, e poi quello della Fondazione Cab che però “si è detta disponibile a finanziare da ente esterno a progetti mirati”.

Resta incerto il futuro della Fondazione Brescia Musei, anche se Minini ha già anticipato al GdB che sicuramente presenterà la sua candidatura attraverso il nuovo bando.




Fonte: Redazione mer 17 feb 2016, ore 15.20
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
rompino
(UTENTE NON REGISTRATO)
In un anno Di Corato ha fatto nulla, a Teletutto ha parlato solo di cosa ha fatto a Siena. Non lo sopporta nessuno perchè è strafottente e non ascolta nessuno, lui si che si autoreferenzia. Piace solo alla Castelletti, perchè altrimenti sarebbe un suo insuccesso... Minini? uno che le cose le fa davvero, uno che l'arte la conosce davvero. peccato si sia dimesso il cda e non il direttore.
sab 20 feb 2016, ore 22.35
Immagine profilo
@opinionista
(UTENTE NON REGISTRATO)
rispetto la tua opinione che ritengo totalmente sbagliata. Questo signore ha saputo nel marasma scorgere, quando ancora non erano noti, artisti che oggi sono in tutti i musei del mondo. Poi sulla considerazione dell'arte come mondo autoreferenziale… mi permetto di invitarla a leggere qualche ottimo libro di storia dell'arte anche moderna, vi troverà dipinti ed opere che hanno influenzato il mondo nei decenni a seguire. Quando Depero, Picasso, Braque dipingevano le loro opere sembravano dei matti. Oggi il nostro mondo è giunto la dove loro erano già quasi un secolo prima. Se poi vogliamo misurare con il metro dei soldi (che ritengo sbagliato) basterà vedere il valore delle opere degli artisti che Minini ha saputo individuare quando non acora famosissimi. Chi ha avuto il coraggio di seguire i consigli di Minini oggi si può vantare di avere in casa un Anish Kapoor magari pagato poco e che ora vale una fortuna, l'investimento sarebbe stato mostruosamente redditizio. Quindi anche sotto il profilo puramente economico la sua teoria della autoreferenzialità si mostra con il fiato corto. Detto questo…. egregio Minini… lasci stare questa amministrazione… lasci stare questo modo di fare politica. Non è un ambiente adatto a Lei. Mi associo con l'intervento di @Minini
ven 19 feb 2016, ore 04.09
Immagine profilo
Sooliti noti
(UTENTE NON REGISTRATO)
Restando al merito strettamente politico sotteso alla questione, la Fondazione Brescia Musei ha imboccato una strada talmente diversa da quella originaria che le cose si stanno complicando non poco. E alcuni soci non ci vedono più il passato, un buon passato. Secondo me, non è casuale che il nuovo statuto del 2014 riporti come prima finalità della Fondazione proprio al punto a): la conservazione, la manutenzione, il restauro, lo studio e ricerca e la gestione dei beni e dei musei di cui sia proprietaria, locatrice, comodataria o comunque posseduti anche in forma di affidamento da parte di privati e/o Enti pubblici. Qui sta la buona novella e qui, per qualcuno, il vero business, ovviamente tutto immobiliare e ben mascherato dalle finalità culturali. Capisciammè ?
gio 18 feb 2016, ore 09.56
Immagine profilo
Opinionista
(UTENTE NON REGISTRATO)
"massimo minini, un nome che vale molto nel mondo dell'arte". Bene, considerando che il mondo dell'arte è un mondo autoreferenziale ed elitario di chiacchieroni e che si erge su speculazione e tratta di aria fritta praticamente massimo minimi è un nome che vale molto in un mondo che si basa sul nulla, ergo è un nome che non vale niente. Preciso che questa è una mia opinione quindi spero non venga censurata.
gio 18 feb 2016, ore 08.44
Immagine profilo
Marcel
(UTENTE NON REGISTRATO)
questa fondazione sta diventando la barzelletta della città e stendiamo un velo pietoso sull'ultima trovata di esporre i disegni di Christo in vendita a 1 milione l'uno (incassati dall'artista)…così la metamorfosi si completa, Santa Giulia diventa una galleria d'arte privata con la benedizione di Minini e Castelletti
gio 18 feb 2016, ore 01.09
Immagine profilo
@minini
(UTENTE NON REGISTRATO)
massimo minini, un nome che vale molto nel mondo dell'arte. Era una speranza per la qualità della vita culturale bresciana lasciata nelle mani (poco esperte e capaci) della assessora castelletti. Minini di fatto bistrattato ed usato da questa amministrazione che lo ha poi messo in un cantuccio, zittito dal direttore di bresciamusei. Minini presidente di un cda che è esploso per ragioni poco chiare e sicuramente poco legate alla promozione della cultura nella nostra città. Mi permetto di esprimere una mia idea sul futuro di minini, spero lasci perdere queste cavolate, ritorni per cortesia al suo lavoro che ha sempre svolto in modo egregio. Regalando alla città più esposizioni interessanti di quelle proposte da bresciamusei…. Siamo di sinistra minini, ma non per questo mandiamo giù tutto...
mer 17 feb 2016, ore 18.16
Immagine profilo
claudio56
(UTENTE NON REGISTRATO)
Qui gatta ci cova, mi chiedo proprio perchè uno debba dimettersi per poi ripresentarsi allo stesso bando. Forse si capirà.
mer 17 feb 2016, ore 15.30
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:56 X 17.43
02 dic - Vai alla news »
Noooo! Addirittura la macchina t'hanno toccato! Proprio a te! Magari è una Golf comprata a rate e da un mese tu paghi le cambiali e l'auto s
20:41 bepi
02 dic - Vai alla news »
Invece di prendersi i calci andava lasciato sfogare (senza coltelli) da solo nella stanza......mica si sarebbe ucciso...si stancava il furbo
20:36 RAPPER
02 dic - Vai alla news »
Fantastico il rapper di colore che ieri sera a Dalla Vostra Parte ha praticamente evidenziato tutti i benefici di cui godono i profughi o fa
20:02 maria kollo
02 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito facile e veloce? Offriamo sia prestiti personali e di business a ogni persona interessata o di aziende che vann
19:49 io
02 dic - Vai alla news »
Si certo stava lavorando per portare a casa uno stipendio! Ma va......non vado oltre ma ne avrei da dire....
19:47 a 11.34
02 dic - Vai alla news »
A che titolo S: Egidio ci porta musulmani che sono al sicuro in Libanio, vista l'invasione che stiamo subendo e che potrebbero trovare asilo
19:36 EVASORI?
02 dic - Vai alla news »
Che la Guardia di Finanza trovi gli evasori è nei suoi compiti, dato che per scoprirli ci vogliono le prove. Ma che chi arriva clandestiname
18:02 @@CORSI 21,11
02 dic - Vai alla news »
grazie per la spiegazione dettagliata, ma non dovresti prendere tutto alla lettera: erano semplicemente modi dire per invitare, in maniera s
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...