Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



04 Dicembre 2016 - Ore 15:16


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IMMIGRAZIONE
profughi

Profughi, scenari futuri: il Prefetto di Brescia pensa a ex caserme e prefabbricati

"Duemila richiedenti asilo a Brescia, provincia di un milione 250 mila abitanti, non sono tanti, sono meno di uno ogni 625 abitanti. Numeri sostenibili, soprattutto se paragonati alle folle di profughi che ci sono in Giordania, Libano e Turchia, i Paesi vicini alla Siria e all'Iraq. La preoccupazione per i sicuri nuovi arrivi nelle prossime settimane però c'è. E' pronto un bando da 20 milioni di euro per accogliere altri 900 profughi in provincia di Brescia, il totale salirà così a 2.308 potenziali posti".

Parole del Prefetto Valerio Valenti, intervistato nei giorni scorsi dal dorso bresciano del Corriere della Sera. Valenti ha esposto i possibili progetti futuri: "Stiamo pensando anche a soluzioni alternative per ospitarli, tipo la ex caserma Serini di Montichiari, ma anche casette prefabbricate o altro".



Fonte: redazione lun 07 mar 2016, ore 19.23
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Togliatti???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Togliatti...Togliatt i...ah quello che indicava a Stalin i fuorusciti rifugiati in Russia da fucilare. P.S.I comunisti eliminati in Russia furono più numerosi di quelli fucilati dai tribunali speciali italiani!
lun 04 apr 2016, ore 01.16
Immagine profilo
Gramsci
(UTENTE NON REGISTRATO)
Anche Gramsci non rappresentava un pericolo per i fascisti, tant'è che non l'hanno fatto fuori, l'hanno carcerato e poi gli hanno concesso l'amnistia. Forse sapevano che erano politici medi, da non temere...
lun 04 apr 2016, ore 00.33
Immagine profilo
Togliatti
(UTENTE NON REGISTRATO)
Diciamo che anche Togliatti è stato un politico medio italiano: senza palle e dedito al compromesso, cioè mediocre. Quindi nulla di eccezionale tanto da non rappresentare mai un pericolo per americani e democristiani che l'hanno sempre intortato per bene...
lun 04 apr 2016, ore 00.30
Immagine profilo
x@20.22
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma fammi capire: le fabbriche hanno chiuso e chiudono per colpa della lega? Gli operai si sono fatti intortare dalla lega? Mi sembra proprio il contrario e i fatti lo dimostrano: il pci e la cgil li hanno sempre intortati, incapaci di interpretare quello che era la fatica del lavoro e finendo per dare diritti in eccesso a pubblico impiego e grandi aziende, cioè dove è più semplice, ignorando e disinteressandosi delle piccole, dove gli operai non erano e non sono mai stati rappresentati. Parli anche di mettere in discussione il sistema operante, cioè, nazionalizzare l'economia come nei paesi sovietici con i danni generazionali provocati? Con l'esproprio proletario? Tutti discorsi contro natura umana, come lo è sempre stato il socialismo reale e come in comunisti hanno sempre dimostrato: una volta andati al potere sono diventati tiranni. Perciò nulla da imparare da quel mondo...
lun 04 apr 2016, ore 00.23
Immagine profilo
@@22.03
(UTENTE NON REGISTRATO)
Un'amnistia che ha fatto comodo anche ai numerosi criminali partigiani... Inoltre il buon Togliatti ha anche concesso l'articolo 8 della costituzione sulla religione cattolica... Mi sembra che il pci fosse già abituato al "compromesso"...
lun 04 apr 2016, ore 00.09
Immagine profilo
@22.03
(UTENTE NON REGISTRATO)
No, il PCI ha cominciato fare stupidaggini concedendo l'amnistia ai criminali fascisti in cambio di noccioline nel 1946, dopo di che è finito in mano a traditori che tra boiate come l'eurocomunismo ed il compromesso storico hanno avviato il percorso che ha portato all'attuale PD. Mi rendo conto che la sintesi è brutale ma questo è quanto.
dom 03 apr 2016, ore 23.25
Immagine profilo
@@20.22
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il pci si' invece...
dom 03 apr 2016, ore 22.03
Immagine profilo
@ 20.22
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma dove sarebbe la "buona partenza" di Lega o 5 stelle? Nessuno di questi due ha mai messo in discussione le basi del sistema imperante. I primi hanno intortato essenzialmente la classe operaia del nord che, lasciandosi abbindolare dalle cretinate antimeridionaliste e, oggi, xenofobe, si è vista soffiare sotto il naso le fabbriche e devastare le conquiste raggiunte con decenni di sacrifici e di lotte, mentre i secondi sono perfetti per distrarre i disillusi e i fresconi che abboccano alla facile demagogia del "sono tutti ladri" e "noi siamo i salvatori", senza prospettare alcun reale cambiamento di sistema.
dom 03 apr 2016, ore 21.55
Immagine profilo
@18.38
(UTENTE NON REGISTRATO)
Condivido. Anche perche' la gente dimentica presto e poi quando tenti di cambiare non vieni capito. Alcuni movimenti come lega e cinquestelle sono partiti bene ma poi abbiamo visto dove sono arrivati...
dom 03 apr 2016, ore 20.22
Immagine profilo
@18,38
(UTENTE NON REGISTRATO)
Guarda, per quanto schifo mi faccia questo sistema, almeno questo lo devo ammettere: dal 1945 ad oggi siamo stati liberi almeno di votare chi ci pare, di costituirci in partiti, movimenti, associazioni e di provare a cambiare le cose. Certo che ogni volta che si è intravista una possibilità di cambiamento, il Potere è intervenuto innalzando i livelli di scontro (vedi strategia della tensione, per esempio), ma è ovvio che le cose vadano così; il problema è che sono pochissimi ad essere disposti a lottare davvero e a pagare il prezzo della lotta.
dom 03 apr 2016, ore 19.29
Immagine profilo
@ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
"i sellini e i grillini dell'ultima ora, un'orda sparuta di prepotenti che hanno saputo condizionare gli ultimi 50 anni di storia, riducendo a brandelli il tessuto produttivo del Paese." Scusi, i grillini cosa minchia c'entrano con gli ultimi 50 anni di storia ? E poi cosa minchia hanno da spartire grillini e sellini ? E, infine, i grillini non ci sono proprio nell'ammucchiata politica che dscrive mentre sono invece gli unici a pensare che tutto debba ripartire dall'azzeramento di una classe politica autoreferenziale, inciucista e spartitoria. Quella dei renzini e dei verdini, dei craxini e dei berluschini, dei leghini e dei casini, dei furbini, dei privilegini e degli affarini personali. Capisciammè ?
dom 03 apr 2016, ore 19.02
Immagine profilo
@@15.02
(UTENTE NON REGISTRATO)
Secondo te da 150 anni a questa parte siamo stati liberi di votare le persone che ci piacevano o quelle che ci hanno imposto o il meno peggio? Siamo vittime anche noi della globalizzazione. Quindi non abbiamo assolutamente le forze e i mezzi per ospitare clandestini nè, tantomeno, offrire lavoro a stranieri.
dom 03 apr 2016, ore 18.38
Immagine profilo
@civiltà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma dobbiamo per forza aumentare? In meno staremmo meglio anche perchè l'Italia è sempre stata molto popolata, quindi in meno staremmo meglio. Quindi agli stranieri che lavorano qui e che contribuiscono ricordo che abbiamo una disoccupazione intergenerazionale che tocca il 12% e quindi non ne servono. E per quanto riguarda i clandestini sono un costo insostenibile per uno stato con problemi enormi di debito pubblico e disoccupazione.
dom 03 apr 2016, ore 18.33
Immagine profilo
@ 15.02
(UTENTE NON REGISTRATO)
In parte hai ragione ma se anche noi subiamo danni da un sistema di commercio mondiale comandato dal grande capitale è proprio perché i nostri governanti sono servi di questi poteri. Altrettanto vero è che i nostri governanti li scegliamo noi e, quindi, siamo responsabili eccome. Dal 1945 in poi ad ogni elezione gli Italiani hanno, di fatto, scelto partiti assolutamente succubi degli USA, ponendosi in una condizione servile e godendo i frutti di questa scelta. Oggi, siamo anche succubi di una Unione Europea progettata e costruita esclusivamente nell'interesse dei grandi capitalisti e del sistema bancario, eppure gli Italiani o continuano a votare per gli stessi partiti, al limite per qualche demagogo, oppure non votano affatto (il che porta allo stesso risultato).
dom 03 apr 2016, ore 18.20
Immagine profilo
@civiltò
(UTENTE NON REGISTRATO)
dalle tue parole In Italia sono arrivate circa 200mila persone, ma solo poche decine di migliaia di sono fermate". No dico allora quelli che vediamo sono allucinazioni? Quelli che stazionano fissi in galera per vari reati sono finti extracomunitari? Sei sicuro di quel che scrivi? Sembra che tu creda alle banalità della boldrina…..
dom 03 apr 2016, ore 17.45
Immagine profilo
civiltà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Bisogna dare il giusto peso ai fenomeni: nel 2015 sono attivati in Europa circa un milione di rifugiati/immigrati che su una popolazione di circa 500 milioni di abitanti, sono una goccia nel mare, non solo perfettamente assorbitili ma addirittura necessari in certe aree dell'EU, per esempio in Germania. In Italia sono arrivate circa 200mila persone, ma solo poche decine di migliaia di sono fermati, e di fatto la popolazione straniera in Italia é ormai stabile, con la gran parte dei migranti ormai integrati nel tessuto sociale del paese e producono ricchezza. Senza immigrazione il bilancio demografico europeo sarebbe negativo. In Italia siamo praticamente a bilancio zero con un minimo incremento dello 0,2 per mille/anno, che sarebbe gravemente negativo senza il contributo degli immigrati e dei loro figli.
dom 03 apr 2016, ore 15.42
Immagine profilo
@civiltà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Proprio perchè siamo troppi e le risorse sono limitate, bisogna che tutte le popolazioni si civilizzino, cioè imparino a fare meno figli, migliorando la qualità della vita di tutto il pianeta. Le migrazioni di popoli sono dovute principalmente a problemi economici e di sopravvivenza? Bene: venite in Europa ed in particolare in Italia dove c'è una crisi spaventosa e dove c'è una disoccupazione alle stelle? Per fare cosa? Per impoverire anche questa parte del pianeta? C'è l'Australia da popolare, gli Stati Uniti, il Canada. Forse là ci sono più risorse e migliori condizioni di vita e prospettive. Oppure pensate che gli stati europei siano in grado di mantenervi, visto che il lavoro non c'è o, se c'è, non è tutelato ed è a livelli di schiavitù?
dom 03 apr 2016, ore 15.09
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ed eccola di nuovo oggi in TV la casta intoccabile dei paladini dello sfascio, del parassitismo, del reddito da fancazzismo, traguardi ambiti della loro filosofia di vita. Ci sono dentro tutti. Sono la scoria venefica e corrosiva dell'estrema sinistra in cui sgomitano per farne orgogliosamente parte, sindacalcomunisti, gli ambientalisti di comodo, gli immancabili centri sociali, i sellini e i grillini dell'ultima ora, un'orda sparuta di prepotenti che hanno saputo condizionare gli ultimi 50 anni di storia, riducendo a brandelli il tessuto produttivo del Paese. Rimane in vita qua e là qualche centro produttivo che si ostina ancora a portare qualche briciolo di ricchezza nelle casse esangui dello Stato e nelle tasche vuote degli italiani? L'ILVA ad esempio, le piattaforme estrattive dell'Adriatico, i pozzi in Basilicata? Bisogna distruggerli questi pochi centri rimasti in vita e sostituirli con moderne immense, orrende e improduttive distese di pale eoliche e pannelli solari. E poi fare dell'intero Paese UN IMMENSO CAMPO PROFUGHI, dove l'unico obiettivo da perseguire sia la MORTE CERTA PER DISSANGUAMENTO DELLA NOSTRA SOCIETA', crudelmente demolita dopo i fasti e le glorie recentissime del miracolo economico che il mondo ci ha invidiato.... Bei tempi che furono
dom 03 apr 2016, ore 15.08
Immagine profilo
@Proposta
(UTENTE NON REGISTRATO)
Guarda che anche noi stiamo subendo un commercio mondiale che ci sta schiacciando e facendoci diventare dipendenti dall'estero. I nostri prodotti infatti stanno per essere soppiantati da quelli provenienti dall'estero perchè costano meno e sono più convenienti. Quindi anche noi abbiamo molti danni da questo sistema mondiale. Non dobbiamo quindi sentirci in colpa per un sistema che ci penalizza nè, tantomeno, avere l'obbligo di ospitare i clandestini che vengono qui. Perchè allora non ricominciamo a produrre e a consumare i nostri prodotti agricoli e industriali e eliminiamo quelli importati? Non avremmo le fabbriche che chiudono e nemmeno le "colpe" dei mali che cercano di farci credere che noi creiamo nelle altre parti del mondo, non trovi?
dom 03 apr 2016, ore 15.02
Immagine profilo
civiltà
(UTENTE NON REGISTRATO)
-Proposta- ha perfettamente ragione, pone il problema dell'immigrazione nella cornice di uno sviluppo mondiale che é interconnesso. Un altro esempio: Costa d'Avorio, Ghana, Togo, Benin, Nigeria, Camerun sono grandi consumatori di pomodori: fino a 10 anni fa riuscivano a produrre gran parte dei prodotti di cui avevano bisogno, ora Italia e Cina (in gran parte) esportano pomodori in scatola che hanno progressivamente ammazzato la produzione locale. Chi trovi a raccogliere i pomodori nel sud d'Italia? Guarda caso proprio di giovani degli stessi paese che poi mandano i pochi soldi guadagnati in Italia per comprare nei loro paesi i pomodori in scatola....... prodotti in Italia.
dom 03 apr 2016, ore 14.00
Immagine profilo
a proposta
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non riusciamo nemmeno a farci ascoltare per i nostri problemi, nel nostro Paese sedicente democratico,la vedo dura risolvere i problemi dell'Africa. Oppure, tutto è possibile, dicono che si vedono piu' facilmente i problemi degli altri che i propri perchè i propri li teniamo alle spalle e non li vediamo ! Comunque sarebbe già un grande risultato se si facesse chiarezza sul diritto di asilo che ci vendono, raccontandoci bugie, come un dovere da concedere, invece il diritto internazionale non obbliga nessuno Stato a concedere asilo. ABBIAMO APPENA SUBITO UN RICATTO DA PARTE DELLA TURCHIA CHE CI IMPEGNA A VERSARE MILIARDI, SENZA SAPERE COME VERRANNO SPESI E SENZA CHE LA TURCHIA AVESSE alcun diritto di ricattarci.Tra l'altro ci manderà in cambio persone già residenti e rifugiate in Turchia che secondo la nostra legge Martelli, neanche dovremmo far entrare in Italia e nessuno ne parla! In Africa poi tanti Stati hanno ratificato la Convenzione Africana Rifugiati che li imopegna a dar asilo in Africa e nemmeno di questo si parla, mentre sarebbe doveroso venisse spiegato se questa Convenzione obblighi questi Stati a riprendersi indietro coloro che pensano che invadere gli altri Stati sia un diritto. Avrebbe dovuto chiarirlo l'Europa nell'incontro a Malta con l'ONU e l'UNIONE AFRICANA, MA nessun giornale ha riportato gli esiti di questo incontro e se il problema migranti sia almeno stato affrontato o se siano andati là a farsi una vacanza! Ci hanno quasi imposto di non nominare la parola clandestino come fosse un reato, ed invece la Corte Costituzionale con sentenza 250/2010 lo ha definito costituzionale, Almeno che Governo e anche giornalisti si leggessero la sentenza della Cassazione 18549 del 2006 solo per evitare che ci facciano ancora credere che l'asilo sia per l'Italia un dovere da concedere! Di questo dovrebbero parlare anche in TV ma se ne guardano bene
dom 03 apr 2016, ore 13.39
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
a Civiltà: la tua esposizione è la solita contorsione mentale grillina o sellina, fumosa che mai e poi mai indica una concreta strada da seguire . E' proprio dietro ai bizantinismi che si nascondono tutti coloro che non hanno mai proposte concrete realistiche e costruttive. Il problema del clima? E' la nebbia persistente che invade la mente dei sedicenti eco-ambientalisti ai quali per la verità del clima e dell'ambiente non gliene importa in realtà proprio nulla.
dom 03 apr 2016, ore 10.59
Immagine profilo
Proposta
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tutti coloro che sono fermamente contrari all'arrivo di immigrati, che siano profughi di guerra o profughi economici, potrebbero darsi da fare per limitare il problema all'origine; lo slogan che molti ripetono, "aiutiamoli a casa loro", non dovrebbe essere praticato attraverso l'inutile carità, ma esercitando tutta la pressione possibile sui nostri governi, le nostre aziende, le nostre istituzioni affinché smettano di considerare i Paesi dai quali provengono i migranti terreno di conquista e sfruttamento. Illustro di seguito un solo caso sul quale possono impegnarsi come meglio ritengono opportuno quanti tengono ad evitare ondate migratorie: in Nigeria è in corso un conflitto che, oltre al valore economico enorme, si può definire anche simbolico e con ricadute pesanti sull’intero continente.mIl conflitto riguarda la Monsanto, multinazionale americana dell’agroalimentare, e una fetta consistente di società civile, un centinaio di organizzazioni di base alle quali fanno riferimento circa cinque milioni di persone. Il colosso americano vuole introdurre in Nigeria mais e cotone transgenico, la società civile si oppone duramente tanto che si è arrivati a momenti di forte tensione con il governo federale che sembra intenzionato a concedere tutti i lasciapassare alla Monsanto (strano eh?). Non è un caso che la multinazionale faccia pressioni proprio adesso, in Nigeria ma anche in una buona parte dei Paesi africani. Una serie di contingenze economiche e politiche infatti sembrano favorevoli. In primo luogo la crisi economica e il prezzo del petrolio caduto ai minimi storici. Per un Paese come la Nigeria, per esempio, è una catastrofe e la diversificazione è diventata un imperativo assoluto. In secondo luogo siccità e carestia che si abbattono su vaste porzioni del continente impongono di sviluppare un’agricoltura locale che sappia far fronte ai bisogni della popolazione senza dipendere dalle importazioni. Si tratta di fattori oggettivi che mettono in condizioni di grande debolezza molti Paesi. La Monsanto lo sa e ha avviato la sua offensiva continentale. Gli oppositori nigeriani della multinazionale non temono tanto i danni alla salute che i semi transgenici potrebbero provocare, quanto la totale dipendenza, poi, dall’estero. Questa volta non più una dipendenza che, in momenti migliori, può essere revocata. La dipendenza dai semi diventerebbe “eterna”, una sorta di cappio al collo a meno di non diventare, a propria volta, produttore di sementi geneticamente modificate. Ma ci vogliono tecnologie e competenze che in Africa non ci sono. La Monsanto peraltro sa molto bene che l’Africa dal punto di vista demografico sarà il continente che crescerà di più nell’intero pianeta. Ciò significa che avrà bisogno estremo di un’agricoltura intensiva, sicura, non intaccabile da batteri. E che diventerà ancora più dipendente e sottosviluppato, se i piani della Monsanto si realizzeranno. Certo, battersi contro una multinazionale è meno semplice che sbraitare contro l'invasione o invocare respingimenti, deportazioni e pugno di ferro contro i migranti ma impedire che i popoli diventino ancora più miserabili è l'unico modo per evitare che bussino alle nostre porte.
dom 03 apr 2016, ore 10.18
Immagine profilo
civiltà
(UTENTE NON REGISTRATO)
La nostra civiltà é già fallita se si arrocca in una fortezza: dobbiamo renderci conto che il mondo sta cambiando drammaticamente con dinamiche globali, in termini economici, sociali e climatici. Basti pensare alla quantità di risorse che consumiamo noi, paesi ricchi: non sarà mai possibile che tutti gli abitanti del globo consumino come noi, non ci sono risorse sufficienti e se ci fossero affogheremmo tutti per le conseguenze climatiche di tale consumo. Le migrazioni dei popoli sono determinate, da sempre, dagli squilibri economici, oppure dalle guerre, e nel prossimo futuro dalle conseguenze dei cambiamenti climatici. Se non inseriamo le problematiche dell'immigrazione in questo scenario, facciamo la fine dei polli del Manzoni, beccandoci gli uni con gli altri ma uniti dallo stesso infausto destino.
dom 03 apr 2016, ore 09.37
Immagine profilo
a 22.26
(UTENTE NON REGISTRATO)
Chi è contro i profughi è un povero fallito nella vita? Ma che ragionamento superficiale è mai questo? E' proprio per questo che l'ISIS arriva a pubblicare delle foto con la bandiera nera dell'ISIS persino sul Vaticano!!! Nessuno sostiene che chi scappa dalle guerre non debba essere protetto, ma lo si dovrebbe mettere in atto garantendo i diritti di tutti, facendo un bilanciamento dei valori in gioco. Dalla Siria ad esempio scappano anche i Jhadisti e gli appartenenti dell'ISIS quelli che vogliono sopraffare anche noi, e noi rendiamo loro il gioco facile concedendogli l'asilo e il mantenimento e la protezione sussidiaria o umanitaria per 5 anni? Tutela che non hanno nemmeno i nostri disoccupati? Meglio sarebbe che Stati Europei e Comunità internazionale si mettessero a un tavolo per rivedere queste leggi e assicurare la protezione dei profughi a livello continentale,in Campi ONU-UNHCR pagati profumatamente per questo. ognuno nei propri continenti, e prevedere il divieto di invasione. Solo cosi' si tutelerebbero i diritti di tutti, quelli dei profughi e i nostri, dato che il diritto internazionale non obbliga gli Stati a concedere asilo. Il fallimento e la sopraffazione della nostra civiltà la subiremo tutti quanti molto presto, con ragionamenti cosi' superficiali e non in linea con le leggi!!! Poveri i tuoi figli, ma anche i miei se prevarranno le idee di chi la pensa come te!!!
dom 03 apr 2016, ore 07.05
Immagine profilo
@X il volontari
(UTENTE NON REGISTRATO)
L'avere le cose senza saperle apprezzare e valutare, guardando sempre i problemi degli altri come se a te non capitassero mai perche' sei bravo, ti porta anche a sottovalutare le situazioni che ti capitano e che magari gia' vivi, con l'inevitabile conseguenza che prima o poi i nodi arrivano catastroficamente al pettine. Visti i ragionamenti puerili che fai propendo per pensare che tu sia gia' sulla buona strada per il verdetto finale...
sab 02 apr 2016, ore 23.33
Immagine profilo
X il volontario
(UTENTE NON REGISTRATO)
Hai fatto cemtro. !!! Chi è contro i profughi è un povero fallito della vita. Concordo pienamente con te. Domandino ta set po' un vecio... Trascorri gli ultimi anni di vita con una filosofia d amore e non di odio. Tanto il karma ti raggiunge sempre. Chi dopo e chi prima. E tu sei in vantaggio
sab 02 apr 2016, ore 22.26
Immagine profilo
a 21.26
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ben detto!!!
sab 02 apr 2016, ore 21.57
Immagine profilo
a 20.57
(UTENTE NON REGISTRATO)
Concordo pienamente. Bellissima risposta
sab 02 apr 2016, ore 21.15
Immagine profilo
klero
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quel tipo con famiglia a posto, senza mutuo e figli bravi sarà sicuramente un volontario Karitas: di quelli che pensano di aiutare gli altri impicciandosi con i loro consigli senza trama e senza senso, incapaci di capire la realtà di chi è in difficoltà, ma che non rinunciano del loro. Quello che hanno loro è legittimo, sacrosanto, meritato e guadagnato. Sono gli altri che non meritano quello che hanno loro perchè sono inferiori e poco intelligenti. Ma non è ancora sera neanche per lui...
sab 02 apr 2016, ore 21.06
Immagine profilo
@mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Perchè ti infastidiscono le domande? Dovresti essere ben lieto di dare le risposte e soprattutto di venire incontro a chi è in difficoltà. Oppure chi non fa domande è sempre più gradito di chi ne fa? Quando si sanno le condizioni, i patti sono chiari, non trovi?
sab 02 apr 2016, ore 21.01
Immagine profilo
a x domandino
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le contraddizioni in cui cade questo signore sono frutto del suo modo di vedere le cose: tutto a posto, trova anche il tempo di fare volontariato e di fare la morale a chi ha problemi seri. Classico: a pancia piena si permette di dire a uno che non ha un lavoro di fare volontariato! Propongo a questo signore tanto realizzato (e baciato dalla fortuna da non accorgersene) di lavorare part time e di dare l'altra metà giornata a quello che il lavoro non l'ha. Vediamo se è disposto a farlo, visto che si dichiara a parola così solidale tanto da difendere gli stranieri. E mi piacerebbe vedere se la sua vita, senza lavoro e prospettive, sarebbe così rosea come continua a dipingerla oggi, ignaro delle difficoltà e delle amarezze della vita. Dai una mano agli altri, come dici: rinuncia al tuo allora...
sab 02 apr 2016, ore 20.57
Immagine profilo
a VOLONTARIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma come ti permetti di offendere cosi' chi nemmeno conosci, e tu saresti un volontario, è difficile arrivare al tuo livello di rozzezza e maleducazione. sono proprio nelle tue medesime condizioni e in piu' rispetto a te ho anche nipoti. Probabilmente la mia età piu' matura mi fa capire rispetto a te le falsità, le ipocrisie, i pericoli, che sono reali e che alla tua età grazie al cielo non si vedono nè percepiscono nemmeno con la lente di ingrandimento.
sab 02 apr 2016, ore 20.15
Immagine profilo
mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quando io ero disoccupato non facevo così tante domande. Così come non le fanno le badanti straniere. Meglio per te, vuol dire che te lo puoi permettere di stare senza lavoro.
sab 02 apr 2016, ore 16.23
Immagine profilo
mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
convivenze, vitto e alloggio compresi, la notte dorme, parzialmente autosufficiente.
sab 02 apr 2016, ore 16.22
Immagine profilo
X domandino
(UTENTE NON REGISTRATO)
Chi è contro il diverso ( come il,tuo caso ) da la colpa del proprio fallimento in vita a qualcunaltro. Io della mia vita sono soddisfatto buon lavoro, casa senza mutuo moglie e figli tranquilli. Essere felice vuol dire saper vivere con tutti Probabilmente tu sei senza lavoro , senza famiglia l senza amici e pure con debiti. Trovi il problema non dentro nel tuo cervello ma negli altri. . Ti semti inutile e quindi odi tutti. Il problema non è il profugo. Ma sei tu . Il,profugo ha voglia di ricominciare una vita tu hai perso la,speranza di vivere. Mi dispiace per i tuoi problemi. Riparti dal volontariato. Dai una mano agli altri per sentirsi bene con te stesso. Vivi la vita in maniera differente da come fai adesso e riuscirai ad uscirne. Basta scrivere mille messaggi xenofobi contro tutti. Spegni internet ( sei sempre collegato scrivi messaggi ogni 5 minuti ) e esci all aria aperta. Spero tu non sia ammalato ovviamente ma anche in questo caso cerca di vivere al meglio Un abbraccio
sab 02 apr 2016, ore 16.13
Immagine profilo
@mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mi spiego: è con convivenza a servizio intero o ridotto? E' senza convivenza a tempo pieno o parziale? A quale livello? Prevede prestazioni notturne e la persona è o non è autosufficiente? Prevede vitto e alloggio?
sab 02 apr 2016, ore 15.53
Immagine profilo
VOLONTARIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma quanti anni hai tu, volontario dei miei stivali, che ti permetti di sfottere. Come va il mondo lo ha appena detto il Premier del Belgio in TV che non esclude nuovi attacchi terroristici in Europa E L'Austria chiude le frontiere per l'incapacità nostra e dell'Europa di proteggere i confini esterni di Schengen che fanno entrare cani e porci!
sab 02 apr 2016, ore 14.01
Immagine profilo
mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Come da contratto colf e badanti. Regolare. lo trovi facilmente in rete. Credimi per ora nessuna donna italiana si é resa disponibile.
sab 02 apr 2016, ore 12.24
Immagine profilo
@mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ti ho chiesto per quante ore e con che tipo di contratto. Puoi dare pubblicamente queste informazioni o c'e' qualcosa da nascondere?
sab 02 apr 2016, ore 10.47
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma l'avete capito o no voi dell'ipocrita mondo cattocomunista che nessun Paese d'Europa vorrà mai piu' accogliere nessun immigrato? In quante lingue ve lo devono ripetere e quante volte ancora i Capi di Stato europei, buon ultima la Merkel stamattina, che questo pare ormai un imperativo irreversibile per tutti i Paesi Europei....fuorchè per il nostro Paese del VOLONTARIATO PARASSITARIO che ha ormai la pretesa di viverci e di gozzovigliarci "a spese degli italiani", con l'immane catastrofe dell'immigrazione illegale.
sab 02 apr 2016, ore 09.38
Immagine profilo
esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
A non capirne una mazza sul diritto di asilo e sui regolamenti europei di difesa dei confini esterni sembrano essere in tanti, purtroppo anche chi invece dovrebbe saperne a fiumi . Soprattutto quando si sostiene che ci sia un obbligo di asilo e che chi arriva in Italia siano tutti profughi che scappano dalle guerre , cosi' come della possibilità di fare un ricorso quando viene negata la domanda di asilo, quando sembra proprio sia tutto smentito nella Sentenza 18549 del 25 agosto 2006 della Cassazione. La domanda è d'obbligo sarà solo ignoranza, o la consapevolezza che l'immigrazione rende piu' della droga è ormai estesa a tutta Italia, il che sarebbe drammatico?
sab 02 apr 2016, ore 09.14
Immagine profilo
@esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
Fa tenerezza .... Se uscisse e respirasse un po di ossigeno anziché rimanere sempre a casa e scrivere sempre in internet capirebbe come funziona il mondo . Curiosità x domandino ... Ma quanti anni hai ? e soprattutto se lavori ma in che settore ? Perché odi la vita ? Sono preoccupato per la tua depressione e scontento . Un abbraccio Ps fa del volontariato. Apri la tua mente verso gli altri.
sab 02 apr 2016, ore 09.11
Immagine profilo
@esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi parli di cose di cui non ne capisci una mazza. Ok.
sab 02 apr 2016, ore 08.36
Immagine profilo
mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dammi il tuo cellulare o una email che ti chiamo. A 800 euro però ho gia trovato diverse donne dell'est. Se davvero sei italiana, così parli meglio con mia madre, posso darne mille. Per ora nessuna vera disponibilità.
sab 02 apr 2016, ore 08.35
Immagine profilo
esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
Magari fossi avvocato, saprei interpretare meglio le leggi per le quali guarda un po' non è ammessa ignoranza. Quindi sarebbe quantomeno doveroso che il nostro paese cosiddetto civile, visto che per ogni cittadino che vive qui non è ammessa ignoranza della legge, desse spiegazioni su queste leggi soprattutto internazionali. Perchè la sensazione che ci stiano prendendo in giro e ci stiano facendo credere falsità per quel che concerne l'immigrazione/invas ione e il diritto all'accoglienza e all'asilo è pressochè scontato. O siamo tutti ignoranti della legge? Eppure in Parlamento ci sono tanti avvocati che partecipano a tutte le trasmissioni possibili e immaginabili e tutti a dire che concedere asilo ai profughi è un dovere, mentre la Cassazione sostiene che il diritto internazionale costruisce il diritto di asilo come un diritto cui non correla il dovere corrispondente dello Stato di concederlo. Perciò se vuole l'Italia puo' rifiutare di dare asilo a chiunque, e dovrebbe farlo perchè con un debito pubblico che cresce di 7 miliardi al mese non ci possiamo permettere di mantenere a fior di quattrini nessun clandestino o sedicente profugo, perchè nelle famiglie italiane (come nella mia) ci sono disoccupati che non trovano lavoro e che dopo i primi 3 anni di aiuti economici dello Stato con disoccupazione ecc, per gli anni successivi questi italiani sono lasciati dallo Stato, economicamente nel guano, mentre si prevede per i falsi profughi ivi compresi i sedicenti Jhadisti come nel caso di Merano lo Stato elargisce una protezione sussidiaria o umanitaria che prevede assistenza economica da parte dello Stato per 5 anni il che crea una discriminazione(razz ismo) al contrario e nessuno ne parla nemmeno i sindacati. Altro che azzeccagarbugli,. E poi le navi Frontex ci dovrebbero spiegare perchè non scaricano i naufraghi nei porti piu' vicini a dove li soccorrono e se in Libia non si puo' perchè non è un Paese sicuro, in Tunisia si puo' secondo la legge del Mare come Stato Africano piu' vicino. Frontex non sta rispettando i regolamenti europei e ci porta anche clandestini, furbi del mondo, e anche terroristi come ha detto anche l'incaricato dell'ONU.
sab 02 apr 2016, ore 07.21
Immagine profilo
@mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il tipo che cercava la badante per sua mamma, quando gli fai delle domande specifiche perchè sei interessato al lavoro sparisce. Perchè? Una balla? Paura di contrattare? Meglio sfruttare la miseria?
ven 01 apr 2016, ore 22.45
Immagine profilo
@esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
Spiegami come mail tuo amico Maroni non riusciva nemmeno lui a rimpatriare nessuno.
ven 01 apr 2016, ore 22.06
Immagine profilo
@esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
devi essere un avvocato sfigato se hai il tempo di azzaccagarbugliare qui anziché in tribunale.
ven 01 apr 2016, ore 22.04
Immagine profilo
esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma guarda che caso, l'Africa non ha obblighi, il medio-oriente anche e secondo qualcuno noi italiani od europei invece siamo obbligati ad accogliere il mondo e mantenerli e a dar loro lavoro e asilo? Davvero incredibile da credersi. Sarebbe ora che i nostri rappresentanti cambiassero queste regole assurde perchè il diritto di asilo non puo' essere trasformato in una condizione sociale eletta col diritto di pretendere diritti assoluti e di calpestare i diritti altrui. Comunque nemmeno l'Italia è obbligata a dare asilo dalla Convenzione di Ginevra del 1951 ed è scritto nella sentenza 18549 del 25 agosto 2006 della Cassazione o interpreto male anche questo, indica anche che il diritto di asilo non è contemplato nella >Convenzione Europea Diritti dell'Uomo e il diritto di asilo costituzionale per mancanza della legge di attuazione non ha contenuto piu' ampio di ricevere un permesso di soggiorno fino all'esito della procedura d'asilo e in caso di rifiuto non è previsto ricorso. Almeno una cosa sembra certa che chi si è visto rifiutare l'asilo non ha diritto di fare ricorso e dovrebbe essere rimpatriato. Tu che sai tutto mi spieghi perchè invece vengono accettati impropriamente i ricorsi e non si rimpatria nessuno?
ven 01 apr 2016, ore 17.39
Immagine profilo
@esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
La convenzione di Ginevra non dice affatto che l'asilo possa esse chiesto solo presso un paese confinante. Stai interpretando liberamente norme di cui non capisci quello che vuoi tu. Anche in geografia vai malissimo: il porto più vicino alle rotte libiche nello stretto di Sicilia non é in Tunisia.
ven 01 apr 2016, ore 16.00
Immagine profilo
esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
Comunque i Paesi che hanno ratificato la Convenzione Africana Rifugiati hanno anche ratificato la Convenzione di Ginevra del 1951 che all'art. 31 indica che chi entra clandestinamente in un altro Paese non viene punito per l'ingresso illegale solo se va alle autorità a giustificarlo con motivazioni valide. Perciò gli Africani che scappano dai propri Paesi in base alla Convenzione di Ginevra del 1951 possono andare anche loro come il resto del mondo clandestinamente senza essere puniti solo nel Paese confinante e qui chiedere asilo e da questo Paese possono andare clandestinamente in altri Paesi solo se chiedono l'autorizzazione e vengono autorizzati. Già la Convenzione di Ginevra sarebbe una legge che impedirebbe l'arrivo in Italia clandestinamente anche per i profughi. In piu' in Africa, cosa che da noi non esiste, sono tutelati anche dalla Carta Africana rifugiati che all'art. II punto 3, Indica che nessuno puo' essere sottoposto da parte di uno Stato membro a misure quali il rifiuto di ammissione alla frontiera, il respingimento o l'espulsione, mentre da noi in Europa il regolamento Schengen pare preveda il respingimento di chiunque non sia in regola con i documenti di ingresso. Comunque il diritto di asilo non puo' essere giusto venga considerato come una sorta di diritto assoluto che consente a chiunque di entrare anche clandestinamente in un Paese e pretendere di essere mantenuto calpestando i diritti di chi in questo Paese ci vive. Non puo' essere costituzionale una valutazione del genere e sarebbe opportuno venisse fatta chiarezza, visto che questo modo sbagliato di interpretazione sta incentivando le persone ad affrontare il mare morendoci anche e sta creando malumori non indifferenti in chi si vede calpestati i propri diritti. Comunque le navi che salvano i naufraghi non hanno anche la possibilità di scaricare i naufraghi nei porti piu' vicini, come la Tunisia ad esempio? Non è previsto dalla legge del mare?
ven 01 apr 2016, ore 15.00
Immagine profilo
@esiste
(UTENTE NON REGISTRATO)
La convenzione che citi non dice che si possono rimpatriare in qualsiasi paese africano i rifugiati di qualsiasi altro paese africano che sono arrivati in qualsiasi altro paese non africano. Impara a leggere. Dice che i rifugiati che giungono in un paese africano hanno diritto di chiedere asilo e chili paese che riceve la domanda ha il dovere di valutarla.
ven 01 apr 2016, ore 10.06
Immagine profilo
ESISTE!
(UTENTE NON REGISTRATO)
La Convenzione Africana rifugiati invece esiste, basta cliccare su internet e tutti la possono leggere!Non l'ho inventata io. Anzi l'Africa sembra molto piu' avanti di noi in fatto di tutela sui rifugiati, perchè non solo tanti Stati africani hanno ratificato la Convenzione di Ginevra del 1951, ma in piu' hanno questa Convenzione Africana Rifugiati che completa le mancanze della Convenzione di Ginevra del 1951! Questa Convenzione africana rifugiati è persino citata in sentenze della Corte Europea diritti dell'uomo! Esiste e vogliamo parlarne?
ven 01 apr 2016, ore 09.07
Immagine profilo
@@mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
I clandestini che dobbiamo mantenere invece quanta ricchezza producono? Sono giovani e forti...
gio 31 mar 2016, ore 23.53
Immagine profilo
Considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
In merito ai commenti sul sistema pensionistico e sulla presunta favola che gli stranieri ci pagano le pensioni, bisogna fare delle precisazioni: in un futuro non troppo lontano tutti avranno pensioni che saranno circa la metà se non meno dell'ultimo stipendio. Questo per il meccanismo del contributivo. Finirà che quasi tutti andranno in pensione di vecchiaia (67-70 anni) perchè nessuno avrà l'anzianità richiesta (oltre 40 anni) e moltissimi avranno carriere lavorative irregolari e buchi, causa licenziamenti, disoccupazioni non coperte, ecc. Cosicchè succederà che molti si ritroveranno in pensione di vecchiaia con pensioni al di sotto della minima con la conseguenza che lo stato dovrà ancora integrarle per portarle al minimo vitale. Perciò, quello che oggi percepiscono i pensionati è frutto di politiche scriteriate che hanno creato uno squilibrio dell'Inps enorme, andando in pensione giovani (50 anni, 60 anni, ecc.), con contributi bassi che non garantiscono la metà della pensione che prendono, e l'altra metà ce la mette lo stato aumentando il debito pubblico (sistema retributivo). Per non parlare delle baby e di quelle milionarie. Perciò c'è poco da stare sereni, nè per noi nè per gli extra...
gio 31 mar 2016, ore 23.28
Immagine profilo
@numeri
(UTENTE NON REGISTRATO)
Immigrati che lavorano regolari però. Questo lo sappiamo tutti. L'obiezione su questi nasce dal fatto che un paese con una disoccupazione multigenerazionale al 12% non ha bisogno di manodopera straniera, bastano gli italiani per diminuire il tasso di disoccupazione. L'altra obiezione nasce che tutti quelli che sono irregolari, profughi e clandestini vengono mantenuti dallo stato e costano allo stato in termini di spesa pubblica per sanità, mantenimento dei 35 Euro giornalieri, ordine pubblico, ecc. Quindi un paese con questi problemi non può permettersi nè di assumere regolarmente stranieri, nè di mantenere profughi e clandestini. Quindi il dato non è positivo e non riflette una realtà sana.
gio 31 mar 2016, ore 23.21
Immagine profilo
@mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Per quante ore? Con che tipo di contratto?
gio 31 mar 2016, ore 23.16
Immagine profilo
@domandino
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sei sempre tu che ti inventi di sana pianta teorie e regole che non esistono. La convenzione che citi non dice affatto quello che sostieni e nessuno può "scaricare" profughi o immigrati sul territorio di un altro stato. Sei solo un stronxo razzista !
gio 31 mar 2016, ore 21.59
Immagine profilo
BASTA1
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le fabbriche chiudono tutte e il lavoro non c'è piu' per nessuno e se i nostri governanti vogliono comportarsi secondo le rfegole del buon padre di famiglia dovrebbero dare ordini alle navi italiane e frontex di salvare i profughi e di scaricarli tutti in Africa sotto protezione dell'ONU e dell'UNIONE AFRICANA. SE IN lIBIA NON SI PUO', IN tUNISIA, aLGERIA,MAROCCO invece si puo' dato che sono obbligati dalla Convenzione Africana Rifugiati ad accoglierli. Nessuno ci puo' obbligare a dar3e asilo e la Corte Europea ci consente di rimpatriare chi ci invade in Stati Terzi sicuri, che potrebbero essere in campi ONU-unhcr o in luoghi franchi ognuno nei loro continenti. Badsta farci calpestare e l'Italia si adoperi anche tramite l'Europa e Frontex di rimpatriare tutti in luoghi terzi sicuri. Bene ha fatto una giornalista stamattina a sollecitare una parlamentare europea a darsi una mossa. Pare che dormano tutti e che tutti caschino dal pero, sono per caso tutti d'accordo di farci invadere e islamizzare?
gio 31 mar 2016, ore 17.24
Immagine profilo
mille euro
(UTENTE NON REGISTRATO)
cerco badante per mia madre anziana. Offro mille euro al mese netti, vitto e alloggio, ferie pagate, contributi, tutto in regola. Ho trovato solo donne straniera, nessuna italiana.
gio 31 mar 2016, ore 16.46
Immagine profilo
numeri
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il 69% degli italiani pensa anche che gli immigrati siano soprattutto un costo per le casse statali, solo il 26% è convinto, a ragione, del contrario. Secondo i numeri raccolti dalla Fondazione Leone Moressa, nel Rapporto Annuale sull’Economia dell’Immigrazione, il saldo tra entrate e uscite imputabili agli stranieri è, infatti, positivo per 3,9 miliardi di euro. Le imprese fondate e gestite da immigrati sono 497 mila, l’8,2% del totale, e assicurano un valore aggiunto di 85 miliardi di euro. Non solo, i redditi dichiarati dai 3,5 milioni di contribuenti nati all’estero, nel 2012 ammontavano a 44,7 miliardi di euro, arrivando a incidere per il 5,6% sull’intera ricchezza prodotta dal Paese. L’Irpef netta versata ammonta a 4,9 miliardi di euro (2.099 euro pro capite). Un contributo notevole arriva anche dai consumi degli stranieri i quali, spiega un’analisi di Bankitalia, hanno una propensione al consumo pari al 105,8%, ovvero i consumi familiari superano nettamente il reddito. Partendo dall’ipotesi che il reddito venga speso per il 90% in consumi soggetti a Iva, è possibile stimare un gettito di circa 1,4 miliardi di euro, ai quali si aggiungono altri 7,6 miliardi di euro derivanti da imposte su carburanti, lotti e lotterie, e pagamenti per il rinnovo dei permessi di soggiorno. Senza dimenticare gli 8,9 miliardi di contributi previdenziali stimati dall’Inps. L’Istituto per la Previdenza Sociale nel 2009 stimava che i contributi versati dagli stranieri rappresentavano il 4,2% del totale. Tra gettito fiscale e contributivo si arriva dunque a una cifra di 16,5 miliardi di euro. La spesa pubblica complessiva legata agli stranieri, spiega poi la Fondazione Leone Moressa, è invece di 12,6 miliardi di euro (l’1,57% della spesa pubblica nazionale), appunto 3,9 miliardi in meno rispetto alle entrate. Tenendo conto che i non nati in Italia sono 4,39 milioni, si parla di 2.870 euro pro capite.
gio 31 mar 2016, ore 16.44
Immagine profilo
@mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
Un bambino lo capisce, ma tu no: sono tutti giovani e sani e non percepiscono pensioni. Cosano poco e producono. Mantengono anche te.
gio 31 mar 2016, ore 16.41
Immagine profilo
mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
A me risulta che gli stranieri paghino meno del 4% dell'Irpef nazionale. E visto che sono l'8,5% della popolazione, e quindi dei costi per sanità, mentre costano il 15% dei costi della scuola, ed il 50% di quelli per la giustizia e le forze dell'ordine (visto che metà dei detenuti è straniera), direi che anche un bambino delle elementari capisce che il saldo è negativo!!!
gio 31 mar 2016, ore 16.30
Immagine profilo
considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Come si fa a dire che gli 8 miliardi di euro prodotti dagli stranieri nom ci darebbero stati. Sarrbbero anche di piu' se al posto loro lavorassero i nostri. Quindi non c'e' assolutamente da essere orgogliosi che stranieri producano 8 miliardi di euro all'inps con una disoccupazione interna e multigenerazionale del 12%!
gio 31 mar 2016, ore 14.59
Immagine profilo
CONTR.
(UTENTE NON REGISTRATO)
Gli ultimi del mondo? Ma se sono tutti ragazzi ben nutriti e ben vestiti! In Agorà estate dei primi di settembre c'era una orgogliosa rappresentante della Costa D'Avorio che sosteneva che i Paesi dell'Africa Sub-Shariana sono Paesi in via di sviluppo con un PIL in crescita e sono guidati da giovani molto democratici che stanno cercando di far rientrare in patria coloro che se ne sono andati (diaspora). Quando in trasmissione qualcuno ha detto che questi immigrati si sarebbero dovuti aiutare nei propri Paesi, lei di tutto impeto ha detto, aiutare chi e in casa di chi? Noi non abbiamo bisogno di aiuto da parte di nessuno, ha ribadito con tono fiero, e il grave danno che è stato fatto all'Africa è stato l'assistenzialismo e ha accusato che si sta dando in giro dell'Africa un'idea sbagliata!! Fantastica questa giovane della Costa D'Avorio!
gio 31 mar 2016, ore 13.57
Immagine profilo
@contr
(UTENTE NON REGISTRATO)
E invece sei proprio pieno di odio e di rabbia, te la prendi con gli ultimi del mondo alimentando una guerra tra poveri, senza mai attaccare chi danneggia veramente la collettività. Mai una tua parola contro gli evasori, per esempio. 130 miliardi di euro sottratti alle nostre tasche. Sei una pedina inconsapevole e rabbiosa ma utile, di chi vuole mettere poveri contro poveri per arricchirsi alle nostre spalle. Vedo che hai tolto i punti interrogativi, stai migliorando.
gio 31 mar 2016, ore 13.27
Immagine profilo
CONTRIBUTIVO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ti sbagli di grosso, io non odio proprio nessuno, però non digerisco le ingiustizie, e nei confronti dei questa invasione incontrollata di ingiustizie ne stanno facendo tantissime e di bugie ce ne stanno raccontando tantissime. Pensavo di essere in una democrazia dove si rispettano le leggi, ed invece qui fanno entrare chiunque, senza nemmeno identificarli e in piu' con la presunzione di volerci anche far credere trattarsi tutti di profughi. Ebbene, ben vengano gli immigrati che rispettano le regole di ingresso nel nostro Paese e di lavoro, anche se la Costituzione prevederebbe che prima il lavoro spetterebbe di diritto agli italiani (art.4 costituzione) e dato che in famiglia abbiamo un disoccupato da 5 anni che da due è a casa senza lavoro e senza sussidi, capirai bene che non si digerisce tanto facilmente che invece lo Stato trovi tanti soldi per mantenere a 35 euro tanti falsi profughi e per cosi' tanto tempo. E' solo una questione di giustizia che verso gli italiani è massima rispetto a chi ci invade!!! Il razzismo semmai è quello che stanno subendo gli italiani perchè chi ci invade viene protetto e messo su un gradino superiore di tutela non previsto per gli italiani, soprattutto quelli che sono a casa senza lavoro e senza aiuti economici dello Stato
gio 31 mar 2016, ore 13.15
Immagine profilo
#contr
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ti restituisco solo del tuo ! Sei pieno di odio verso gli stranieri, qs é la verità. Sei un razzista !
gio 31 mar 2016, ore 13.02
Immagine profilo
CONTRIBUTIVO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Metto il punto interrogativo perchè è difficile essere un tuttologo e si puo' sempre sbagliare. Accetto correzioni quando sono giuste. Ma sull'aggressività dai via del tuo?
gio 31 mar 2016, ore 12.00
Immagine profilo
@contributivo
(UTENTE NON REGISTRATO)
La puoi girare come vuoi, ma 8 miliardi che entrano nelle casse dell'Inps sono sempre 8 MILIARDI che altrimenti non si sarebbero e l'Inps avrebbe meno soldi per pagare le pensioni attuali. Si vede che sei un insicuro (di conseguenza aggressivo), perché metti sempre il punto interrogativo. Tieniti un punto esclamativo !
gio 31 mar 2016, ore 11.35
Immagine profilo
CONTRIBUTIVO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Da quando c'è il contributivo ogni persona percepirà la pensione in base a quanto ha versato, lo Stato non regala piu' parte della pensione come è avvenuto col retributivo, perciò non si dovrebbe piu' dire che qualcuno paga le pensioni di altri, perchè ognuno si pagherà le proprie, che poi lo Stato utilizzi questi soldi per fare altro, faccia come crede, ma non si puo' piu' dire che gli immigrati paghino le nostre pensioni o no?
gio 31 mar 2016, ore 11.20
Immagine profilo
@??
(UTENTE NON REGISTRATO)
Praticamente tu sostieni che l'inps non dovrebbe utilizzare i contributi versati dagli stranieri (OTTO MILIARDI DI EURO ALL'ANNO) per pagare le pensioni attuali, ma tenerli da parte per pagare le pensioni agli stranieri quando ne avranno diritto. Di geni come te ce ne sono pochi.
gio 31 mar 2016, ore 10.43
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Come si fa a dire che i migranti pagano la nostra pensione! Pagano solo la loro, come è per tutti, in quanto dal 1995 con l'introduzione della legge Dini si è introdotto il contributivo che significa che ognuno percepirà la pensione in base a quello che ha versato. Lo Stato non dovrebbe utilizzare questo fondo che altro non sono che risparmi del lavoratore per utilizzarli per altre spese, ma conservarli intatti per lo scopo per il quale vengono versati! Poi se proprio vogliamo parlare di immigrati noi abbiamo pagato le pensioni sociali ai parenti 65enni di immigrati privi del requisito della cittadinanza italiana in contrasto con l'art.38 primo comma della Costituzione, da 2001 al 2009 senza vincolo di residenza e dal 2009 col vincolo di residenza di 10 anni continuiamo a pagarle pur mancando il requisito indispensabile della cittadinanza italiana come prevede l'art.38 della Costituzione. Stiamo anche mantenendo impropriamente a 35 euro al giorno tutti i falsi profughi che arrivano in Italia e che dovrebbero invece essere rimpatriati nei propri continenti, dato che in Africa sono obbligati a dare asilo ai propri figli dalla Convenzione Africana rifugiati . Consentiamo poi facciano ricorso dopo che la domanda di asilo è stata rifiutata nonostante nel 2006 la Cassazione con sentenza 18549 ha bocciato un ricorso in quanto non dovuto! Siamo noi che manteniamo loro al contrario!!!
gio 31 mar 2016, ore 09.23
Immagine profilo
@inps
(UTENTE NON REGISTRATO)
Dato fuorviante. Logico che i lavoratori giovani non usufruiscono del siatema pensionistico. Il dato della spesa sanitaria come pende invece? E poi, quei lavoratori stranieri regolari (e bisognerebe compararlo con quelli irregolari) lavorano in un paese con una disoccupazione altissima e in tutte le fasce d'eta'. Forse bisognerebbe pensare che questi lavoratori non sono una risorsa ma creano concorrenza al gia' poco lavoro che c'e'.
gio 31 mar 2016, ore 09.19
Immagine profilo
inps
(UTENTE NON REGISTRATO)
Seicentomila italiani ricevono la pensione grazie ai migranti 30 marzo 2016 ore 17.09 Un dossier del ministero dell’Economia rivela che nel 2014 i lavoratori stranieri hanno versato all’istituto di previdenza contributi per circa otto miliardi di euro, a fronte di prestazioni pari a circa 642 milioni
gio 31 mar 2016, ore 08.19
Immagine profilo
NS.DIRITTIUMANI
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se l'Italia rispettasse i diritti inviolabili dell'uomo, non dovrebbe consentire che chi sbarca impropriamente nel nostro Paese, possa non essere identificato e in piu' possa circolare tra la gente indisturbato senza sapere chi sia. Va bene che le norme contenute nella Convenzione europea diritti dell'uomo sono norme pattizie e hanno valore sub-costituzionale, ma l'art.5 punto f) prevede arresto e detenzione per chi penetra irregolarmente nel nostro territorio. Perciò queste persone dovrebbero stare in arresto e detenzione fino all'esito dell'identificazione e se non ha diritto di asilo essere rimpatriato, altro che girare liberamente per le strade e lamentarsi del cibo. Possibile si valutino solo i diritti umani degli immigrati e mai i nostri? Cosa ne pensa Prefetto?
gio 31 mar 2016, ore 07.05
Immagine profilo
Andrea
(UTENTE NON REGISTRATO)
I NOSTRI"profughi"NON BISOGNA DIMENFICARLI.QUANDO SI TRATTA DI ALTRI INDIVIDUI NON ITALIANI ESCONO SUBITO I SOLDI E LE STRUTTURE PER OSPITARE. E I TANTI ITALIANI CHE NON HANNO NULLA E CHE VIVONO PER STRADA?
gio 31 mar 2016, ore 01.27
Immagine profilo
APPELLO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Navi italiane ed europee continuano a scaricare sulle nostre coste naufraghi che ormai tutti hanno capito che non scappano da nessuna guerra e che comunque la recente sentenza della Corte UE HA STABILITO che si possono rimandare in Stati Terzi sicuri. Non c'è obbligo allora per l'Italia di dare asilo e il respingimento è previsto in uno Stato Terso sicuro. Prefetto almeno lei che conosce le leggi lo evidenzi che l'Italia non ha obbligo di dare asilo e non lo dovrebbe dare a nessuno visto che abbiamo un debito pubblico che cresce di 7 miliaerdi al mese non ce lo possiamo permettere e non è nemmeno giusto che manteniamo con protezioni sussidiarie e umanitarie incostituzionali, perchè non previste anche per gli italiani ledono il principio di uguaglianza di cui all'art. 3 costituzione. Prefetto legga la sentenza della Cassazione 18549 del 25 agosto 2006, e la legge Martelli 416/1989 che ci consente di non far entrare in Italia persino i profughi e chi si è macchiato di crimini. Lo dica al Governo che meritiamo di essere protetti noi dai terrortisti e furbi del mondo!!!
dom 20 mar 2016, ore 08.02
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il padre di Aylan, ad esempio secondo la legge Martelli, dato che viveva ormai da 3 anni in Turchia come si è letto nei giornali) non avrebbe potuto chiedere secondo la nostra legge Martelli nè entrare nel nostro territorio italiano, nè chiedere asilo? Quanti ce ne saranno di questi casi tra i profughi nei Balcani e che lsolo alcuni Paesi ad esclusione di quelli dell'Est vogliono invece imporre di distribuire in Europa?
dom 13 mar 2016, ore 08.51
Immagine profilo
legge martelli
(UTENTE NON REGISTRATO)
La legge Martelli 416/1989 non solo non consente l'ingresso in Italia di chi sia stato riconosciuto rifugiato in altro Stato, ma anche per chi provenga da uno Stato diverso da quello di appartenenza che abbia aderito alla Convenzione di Ginevra nel quale abbia trascorso un periodo di soggiorno, non considerando tale il tempo di transito. Allora il ricatto incomprensibile della Turchia che riprende un clandestino e lo scambia con un profugo già presente in Turchia, non è consentito dalla nostra legge Martelli? Ci facciamo ricattare e prendere in giro dalla Turchia?
sab 12 mar 2016, ore 11.58
Immagine profilo
LEGGE MARTELLI
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma se il Prefetto deve garantire la sicurezza, sarà a conoscenza anche delle leggi sulla sicurezza e su quelle internazionali. Ad esempio il ricatto che la Turchia ci vuole fare sui profughi, non si è capito bene in cosa consista lo scambio di un clandestino con un profugo residente in Turchia? Ma se la nostra legge Martelli 416/1989 indica all'art. 4 lettera a) che non è consentito l'ingresso nel territorio dello Stato dello straniero che intende chiedere il riconoscimento di rifugiato, quando sia stato riconosciuto rifugiato in altro Stato....? Ma davvero l'Europa vuole cedere a questi ricatti?
sab 12 mar 2016, ore 09.25
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Per ridurre drasticamente ed in tempi stretti l'immigrazione dissennata sarebbe sufficiente dissuadere il parassitismo pingue che impera in tutte le associazioni sedicenti umanitarie, imponendo l'obbligo della presentazione dei bilanci di gestione, certificati dalla guardia di finanza , nè piu' nè meno di quanto avviene nelle Aziende private. Nella situazione attuale c'è tanto grasso che cola inevitabilmente nelle gole insaziabili degli opportunisti piu' scaltri e piu' cinici.
sab 12 mar 2016, ore 08.55
Immagine profilo
@Luca BS
(UTENTE NON REGISTRATO)
invece che perder tempo qui, ripassa la grammatica... poi torni quando sei "imparato" :)
ven 11 mar 2016, ore 09.52
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Chi ha il dovere di dare ai risposte ai cittadini italiani sulla sicurezza e sul rispetto delle leggi? Ad esempio l'Europa cederà al ricatto della Turchia che pretende soldi, visti e ingresso in Europa senza neanche valutare e verificare se la Turchia sta rispettando il diritto europeo ed internazionale? Se invece proprio in virtu' di questo diritto internazionale ed europeo non avrebbe invece il dovere di riprendersi i clandestini sedicenti profughi, senza ricatti e senza pretese di sorta? Ma non esistono le varie Corti europee ed internazionali cui adire prima di prendere decisioni deleterie per l'Europa?
ven 11 mar 2016, ore 09.34
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Io sono in pensione e visto che chi è deputato a difenderci dalle invasioni e dai delinquenti e per farlo prende tanti soldi come i nostri rappresentanti italiani ed europei,che sembrano chi piu' chi meno tutti piu' sensibili a garantire i diritti dei rifugiati, dei clandestini tra i quali anche terroristi nonchè degli stranieri, rispetto ai nostri diritti di cittadini italiani che paghiamo le tasse, mi documento visto che ho tempo ed esprimo il mio pensiero e le mie opinioni fino a che ci è ancora possibile. Non mi pare di offendere nessuno
gio 10 mar 2016, ore 12.06
Immagine profilo
Pace
(UTENTE NON REGISTRATO)
Forse lavora non come te che hai tempo libero e sei sempre a scrivere con mi i diversi
gio 10 mar 2016, ore 11.37
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma almeno tu che mi dai del Pirla l'hai almeno trovata la Carta o Convenzione Africana Rifugiati? L'hai letta? Ho ragione o no nel sostenere che nessun africano avrebbe il diritto di venire a chiedere asilo in Italia dato che dovrebbe cercarlo e riceverlo prima in Africa?
gio 10 mar 2016, ore 10.45
Immagine profilo
ALLORA
(UTENTE NON REGISTRATO)
In Libia noi non ci dobbiamo proprio andare, non ci vogliono e meno male, lasciamoli agire da soli. Però il dovere di difenderci dall'ISIS quello si' e dato che arrivano da noi coi barconi, e questa non è una supposizione, ma una certezza, l'unico modo di difenderci è quello di non portare mai piu' un naufrago proveniente da quei Paesi sulle nostre coste. L'Africa è tutelata da varie carte dei diritti dell'uomo e sui rifugiati e i loro profughi se li dovrebbero gestire loro. Poi non c'è il nuovo incaricato dell'ONU? Cosa sta facendo?
gio 10 mar 2016, ore 10.13
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
E allora se non si puo' dire alla Libia che noi non vogliamo piu' accettare che vengano scaricati sulle nostre coste naufraghi, tra i quali ci sono terroristi, e proprio stamattina in TV parlano di un IMAM profugo, che è giustissimo vengano salvate dalle nostre navi, ma che non è altrettanto giusto vengano portati tutti in Italia, si dovrebbe fare intervenire l'ONU che ha uffici in tanti stati africani a intervenire su Tunisia, Marocco e Algeria che secondo la Carta Africana Rifugiati sono obbligati a non rifiutare i loro fratelli di scaricarli nei loro porti, e anche Frontex che come da regolamento CE 2007/2004 non solo ha il compito di aiutarci a difendere i confini esterni e non far penetrare nessuno non in regola, ma anche di rimpatriare i clandestini e di prendere accordi con Europol e Organizzazioni internazionali e con Paesi Terzi. La sensazione è che Italia ed Europa oltre a non aver nessun obbligo internazionale di dare asilo, abbiano anche tutti gli strumenti per difendere i cittadini italiani ed europei da questa invasione incontrollata e clandestina ma che di fatto non sembra lo vogliano fare? Il ricatto della Turchia non andrebbe risolto con la Cortie internazionale dei diritti dell'uomo o noi cittadini europei non meritiamo nessuna difesa dei nostri diritti rispetto a chi ci invade?
gio 10 mar 2016, ore 10.04
Immagine profilo
@???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Come mai non sei in Libia a portare le tue belle idee? Vai a parlare con l'ISIS, cerca di convincerli. Poi ci racconti. PIRLA !
gio 10 mar 2016, ore 08.07
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Rincuora sapere che il Governo non interverrà in Libia e che la Libia non è disposta ad accettare nostre intrusioni sul suo territorio. Avremmo però voluto sentir dire alla Libia, che sono tanti gli italiani che non sono piu' disposti ad accettare sul proprio territorio la marea di clandestini in partenza dai porti della Libia e dai quali è certo vi siano terroristi, delinquenti e furbi di ogni tipo che dovrebbero essere scaricati in Tunisia, Marocco, Algeria obbligati a riceverli dalla Carta Africana Rifugiati e non scaricati sempre e solo nei nostri porti.
gio 10 mar 2016, ore 07.56
Immagine profilo
DOMANDA
(UTENTE NON REGISTRATO)
I parenti di Regeni e quelli dei 4 trattenuti in Libia dei quali ne hanno uccisi 2, dovrebbero rivolgersi alla Corte Africana dei diritti dell'uomo e lo Stato dovrebbe aiutarli, per vedere se è attiva è funziona e perchè sarebbe giusto che questi 2 paesi venissero puniti da un organo superiore che in Africa esiste o no?
mer 09 mar 2016, ore 11.50
Immagine profilo
servo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tornatene a Trapani che è meglio. Se penso che il tuo stipendio e quello della tua maestra Boldrini (quella che vuole milioni di profughi in Italia) è pagato con le mie tasse, mi viene una gran voglia di non pagare più niente.
mer 09 mar 2016, ore 11.42
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ha poi trovato la Carta Africana Rifugiati in internet? Non solo in Africa esiste la Convenzione Africana Rifugiati ma esiste anche la Carta Africana dei diritti dell'Uomo e dei Popoli, completa anche piu' di quella europea, che all'art. 4 indica che la persona umana è inviolabile, ogni essere umano ha diritto al rispetto della sua vita e all'integrità fisica e morale della sua persona.Nessuno puo' essere arbitrariamente privato di questo diritto. Per questo ci chiediamo per quale motivo noi dovremmo risarcire ABU OMAR per essere stato torturato in Egitto ? Non avrebbe dovuto rivolgersi alla Corte Africana dei diritti dell'Uomo per farsi risarcire delle torture subite nel suo Paese? Comunque bene hanno fatto Napolitano e Mattarella a dare la grazia a chi lo ha riportato in Patria, visto che pare sia stato condannato per terrorismo!
mer 09 mar 2016, ore 11.41
Immagine profilo
@ai leghisti22,
(UTENTE NON REGISTRATO)
parli per dare aria al tuo orifizio e se tu fossi a conoscenza di come si sono svolte le cose sapresti che la lega e forza italia furono gli unici a dissociarsi dai bombardamenti in libia e successiva caduta di gheddafi voluti da sarkozy e la merkel , in italia la tua sinistra applaudiva gaudente alla primavera araba e alla fine del regime , facevano i girotondi sti pirla e tu resti un ignorante perchè prima di scrivere inesattezze a vanvera INFORMATI !!
mer 09 mar 2016, ore 09.11
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se clicchi in internet carta africana rifugiati appare in PDF-cONVENZIONE DELL'oRGANIZZAZIONE DELL'uNITà aFRICANA (OUA) che regola gli aspetti specifici dei problemi dei rifugiati in Africa entrata in vigore il 20 giugno 1974. e al punto 8. è specificato che i problemi del loro continenti devono essere risolti nell'Ambito dell'Africa. al puno 11. del preambolo esprimono la convinzione che il problema dei rifugiati richiede la collaborazione stretta e continua fra l'Organizzazione dell'Unità Africana e l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Nell'art.II (Asilo) al punto 3. indica che nessuno stato membro (africano) può rifiutare l'ammissione alla frontiera, il respingimento o l'espulsione (per questo Tunisia, Marocco, Algeria e gli altri Stati che hanno ratificato questa carta pare non possano rifiutare i loro fratelli africani naufraghi) Nel punto 4. indica che quando uno stato membro ( africano) incontra difficoltà nel continuare a concedere asilo puo' rivolgere appello agli altri stati (africani)sia direttamente sia l'Organizzazione dell'Unità Africana (OUA) e gli altri Stati membri in spirito di solidarietà africana e di cooperazione internazionale adotteranno misure appropriate per alleviare l'onere di detto Stato membro (africano) concedendo l'asilo. Nell'art. XIV è indicato che la Carta è da depositare all'ONU AI SENSI DELL'ART.102 delle Nazioni Un ite e dopo il capitolo XV ci sono gli Stati Africani che l'hanno firmata, che comprendono la Libia, Tunisia, Marocco, Algeria, Niger, Nigeria, Mali, Senegal Sudan, Ghana ecc. ecc.
mer 09 mar 2016, ore 08.47
Immagine profilo
@?
(UTENTE NON REGISTRATO)
La carta rifugiati africani non esiste. Dove hai letto questa inesattezza ?
mer 09 mar 2016, ore 07.57
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Avevamo un bel da aspettare che l'incaricato ONU in Libia gestisse la situazione per costruire un campo profughi ONU-UNHCR per riportare tutti i naufraghi raccolti in mare e che era doveroso salvare, ma non era altrettanto doveroso portare sulle nostre coste e non su quelle africane magari in Tunisia o in Algeria o in Marocco, obbligati ad accogliere rifugiati dalla Carta Africana Rifugiati. Comunque in Libia non si potevano scaricare perchè c'era la guerra ci hanno detto e l'incaricato dell'ONU doveva creare le condizioni per pacificare il paese o per creare un campo di protezione per riportare tutti in Libia da dove erano partiti e lasciarli in sicurezza nelle mani dell'ONU. Questo incaricato ONU non ha fatto niente di tutto ciò, dato che si è letto che veniva pagato dagli Emirati Arabi Uniti non certo per venire incontro a noi. Cosa si aspetta allora a prendere contatti con Tunisia, Marocco e Algeria per scaricare d'ora in poi i naufraghi sulle loro coste visto che sono obbligati dalla Carta Africana Rifugiati?
mer 09 mar 2016, ore 07.37
Immagine profilo
EH NO!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Nessuno sostiene che chi scappa dalle guerre non debbano essere protetti, ma lo deve fare l'ONU-UNHCR che paghiamo per quello all'interno dello stesso Stato se è possibile e se ci sono parti del Paese non in guerra, oppure ai confini, o nei Paesi confinanti dove secondo il diritto internazionale possono entrare clandestinamente senza essere puniti, comunque all'interno del loro continente. Voi avete capito perchè c'è la guerra in Siria e chi ha ragione o chi ha torto. E'per caso un caso analogo alla Libia. Comunque una cosa l'ho capita che non è giusto che le conseguenze di chi si fa la guerra debbano poi ricadere su chi sta vivendo in pace e si vede invaso da una marea inarrestabile di persone oltretutto prepotenti e con delle pretese. Sarebbe piu' giusto che le conseguenze rimanessero in carico alla Turchia che soffia sul fuoco di questa guerra e ci chiede soldi e persino l'ingresso in Europa per islamizzarci? Ma non saranno matti a concederlo i nostri rappresentanti europei? Una cosa è certa in Italia vige il principio di uguaglianza ed è inaccettabile che sia costituzionale trasformare il diritto di asilo in una sorta di razza eletta o meglio di condizione sociale eletta, col diritto di avere dei privilegi anche economici che noi non abbiamo, come la protezione umanitaria o sussidiaria che prevedono pare mantenimento e sussidi economici per 5 anni? Eh no! si facciano pure la guerra, se vogliono, ma si vadano a rifugiare in campi ONU-UNHCR a spese dell'intero mondo e non dell'Europa o dell'Italia perchè decidono loro che debba essere l'Italia o l'Europa ad ospitarli! Ma chi sono loro da decidere chi deve essere a mantenerli ed ospitarli?
mer 09 mar 2016, ore 07.08
Immagine profilo
RATZINGER
(UTENTE NON REGISTRATO)
Accoglienza che pero' deve avvenire al di fuori delle mura vaticane!
mer 09 mar 2016, ore 00.58
Immagine profilo
@RATZINGER
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ratzinger ha anche detto "I rifugiati che chiedono asilo, fuggiti da persecuzioni, violenze e situazioni che mettono in pericolo la loro vita, hanno bisogno della nostra comprensione e accoglienza, ..."
mar 08 mar 2016, ore 22.37
Immagine profilo
@2126
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sei stupido nel mettere poveri contro poveri (se sei povero). Se invece sei ricco, allora capisco perché.
mar 08 mar 2016, ore 22.28
Immagine profilo
ai leghisti
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cari razzisti, avete votato la Lega e ora vi lamentate: la Lega ha permesso che si bombardasse la Libia pur sapendo che quello avrebbe dato il via ad uno tsunami di immigrazione.
mar 08 mar 2016, ore 22.26
Immagine profilo
RATZINGER
(UTENTE NON REGISTRATO)
Stanno costruendo un ponte che collega la Turchia all'Europa? Ma chi glielo ha consentito? Hanno già deciso anzitempo di islamizzarci con l'ingresso della Turchia in Europa? Ma la guerra in Siria da quanti anni c'è? Non pare tutto un calcolo fatto a tavolino che arrivino tutti in Europa contemporaneamente? Aveva ragione Papa Ratzinger nel 2006 a sostenere che sarebbe stato necessario porre un freno all'islamizzazione dell'Europa ed ora ne stiamo pagando le conseguenze per non averlo ascoltato!
mar 08 mar 2016, ore 21.28
Immagine profilo
@dany
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi se io invece provo piu' compassione per un bresciano senza lavoro piuttosto che per loro sono razzista?
mar 08 mar 2016, ore 21.26
Immagine profilo
Dany
(UTENTE NON REGISTRATO)
Io preferisco e provo più compassione per loro che x il bresciano senza lavoro.
mar 08 mar 2016, ore 20.09
Immagine profilo
@500:1
(UTENTE NON REGISTRATO)
Anche l'Italia unita non è stata in grado di aiutare un Sud, anzi ha creato un divario e nuova povertà anche al Nord.
mar 08 mar 2016, ore 18.34
Immagine profilo
@soldiarietà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi, prima di ogni dovere, come dici, dobbiamo aiutare loro, rispetto perciò ai nostri figli e alla nostra famiglia?
mar 08 mar 2016, ore 18.31
Immagine profilo
@piuttosto
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ognuno è libero di pensarla come crede. Tu preferisci loro a noi e quindi, avanti, portateli a casa e fai il razzista nei nostri confronti. Non lamentarti e non pretendere poi dagli altri che la pensano diversamente da te che non fanno quello che piace a te!
mar 08 mar 2016, ore 18.23
Immagine profilo
@piuttosto
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ognuno è libero di pensarla come crede. Tu preferisci loro a noi e quindi, avanti, portateli a casa e fai il razzista nei nostri confronti. Non lamentarti e non pretendere poi dagli altri che la pensano diversamente da te che non fanno quello che piace a te!
mar 08 mar 2016, ore 18.23
Immagine profilo
@lucabs
(UTENTE NON REGISTRATO)
Vedrai la muffa che ti uscirà presto sulle pareti, altro che miglioramento del DNA.
mar 08 mar 2016, ore 17.35
Immagine profilo
Luca BS
(UTENTE NON REGISTRATO)
Già in tempi non sospetti avevo proposto uno scambio. Scambio dieci leghisti con mille profughi. Poi il DNA migliora quando due razze / /etnie differenti si incontrano. Chi insulta e non li vuole è semplicemente perché è terrorizzato che altri uomini portano via il suo lavoro. Ma è giusto per l economia italiana. Dare lavoro chi merita di più , più capace E soprattutto sia più onesto. Da quando ci sono gli stranieri io mercato di è abbassato. Un meccanico , una parrucchiera o un semplice negozio straniero spesso è più economico ovvio che chi ha un attività ) è contrario di chi è Più conveniente o più bravo del solito " bresciano da generazioni " !! Non dite la solita frase che nin paga le tasse altre stupidate razziste. Preventivo x imbiancare casa da più persone rigorosamente del nord 4000 euro chi piu e chi meno. Consigliato un azienda di indiani 2500 euro !! Lavoro fatto a regola,arte. Stranieri benvenuti se vi adattate ovviamente.
mar 08 mar 2016, ore 17.11
Immagine profilo
piuttosto
(UTENTE NON REGISTRATO)
Piuttosto che uno solo dei razzisti che vomitano odio, meglio mille rifugiati. Almeno portano un DNA che migliora la razza. Qui siamo messi male con la genetica bastarda.
mar 08 mar 2016, ore 16.50
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
A PROPOSITO DI RAZZISMO. Come sempre succede da decenni, la parte piu' gretta e ignorante della sinistra taccia di RAZZISMO e di FASCISMO chi non si adegua alla loro ideologia, condannata da tempo dalla storia, in ogni parte del mondo. Non c'è spazio nella loro mente per niente altro se non per le offese, la prepotenza, tristi retaggi della piu' retriva ideologia stalinista.
mar 08 mar 2016, ore 16.00
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sarà bene che Renzi, Merkel e tutte le anime belle dell'accoglienza ad ogni costo prendano atto che l'Austria e i Paesi dell'Est, non paiono smuoversi di 1 millimetro e di migranti non ne accoglieranno piu'. Sarà dunque il caso di chiudere anche noi le nostre frontiere anche a costo di prosciugare il grande mare in cui si nutrono lautamente ormai centinaia di migliaia di avvoltoi?
mar 08 mar 2016, ore 15.51
Immagine profilo
DOMANDA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Anche stamattina hanno detto in TV che stanno preparando una mozione che accorci i tempi dei ricorsi presentati dagli immigrati che si sono visti rifiutare la domanda di asilo. Ma se la Corte di Cassazione nella sentenza 18549 del 25 agosto 2006 ha rigettato un ricorso sostenendo che in caso di esito negativo dell'asilo il permesso di soggiorno non ha giustificazione perchè esso è strumentale a consentire all'istante la permanenza nel nostro paese solo fino all'esito della procedura! Prefetto come mai si accettano i ricorsi di chi si vede rifiutata la domanda di asilo allora?
mar 08 mar 2016, ore 15.42
Immagine profilo
ritornello
(UTENTE NON REGISTRATO)
una volta c'era la libia " bel suol d' amore "...ora macerie su macerie ! barboni incapaci di un qualsiasi governo, fermi all' età del ferro e alle tribù una contro l'altra , incapaci senza una direttiva a costruire qualcosa di duraturo , soltanto con il bastone e aveva ragione gheddafi si possono tenere a bada le masnade di fazioni . non avessero il petrolio nessuno si preoccuperebbe , ora i governanti il nano sarkozy in testa insieme a brutilde merkel , i principali responsabili della caduta di gheddafi , si leccano le ferite e chiamano obama e la barzelletta onu con il suo commissario , obama chiama renzi e gentiloni , loro fanno spallucce e mandano la pinotti , la pinotti chiama i prefetti , i prefetti spargono per le strade quelli che chiamano i profughi se no non si è politicamente corretti e non sapendo più dove cacciarli li sparpagliano a caso per le nostre strade e noi obbligati a vivere a fianco di baraccopoli, delinquenti comuni , sbafatori a gratis e nullafacenti spacciatori , come vispa teresa nel giardino dell' eden . ammazzate l' italia fate prima !
mar 08 mar 2016, ore 15.03
Immagine profilo
complimenti
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ogni tanto vorremmo sentire da Sua Eccellenza il signor Prefetto cosa pensa di fare dei profughi economici che non hanno diritto all'asilo politico. Mi sembra che l'unica soluzione che stia praticando è quella di disperderli sul territorio (strade) a ingrossare le già cospicue file di clandestini presenti nel Bresciano.
mar 08 mar 2016, ore 13.52
Immagine profilo
onu
(UTENTE NON REGISTRATO)
Finalmente un giornalista l'ha detto stamattina in TV, che il problema dei profughi dovrebbe essere gestito dall'ONU e dall'alto commissariato per i rifugiati UNHCR. Era ora lo si dicesse e ci si chiedesse per che cosa paghiamo queste organizzazioni che sono nate per fare campi profughi e proteggere i profughi nei loro Stati o continenti? Di certo avevamo un bel d'aspettare che in Libia il rappresentante ONU risolvesse il problema visto che hanno scritto che riceveva soldi dagli Emirati Arabi Uniti, non certamente per risolvere i problemi nostri. Che orrore questa Europa genuflessa alla Turchia che cede ai ricatti e che darà probabilmente 6 miliardi, i visti ai Turchi e che farà entrare la Turchia in Europa che con o senza Erdogan è pur sempre uno stato islamico che per la maggior prolificità non ci penserà un minuto ad integrarsi alla nostra civiltà della quale non condivide nulla, ma piuttosto ci sottometterà tutti quanti all'islam e alle sue inaccettabili regole. Cosa aspetta l'Europa a difendere i confini esterni e ad attivare le guardie di frontiera esterne col compito di non far entrare nessuno e di riportare tutti gli invasori in campi ONU e di rivolgersi alle Corti internazionali per garantirci la sicurezza di non essere invasi da chiunque pensa di avere diritti su di noi?
mar 08 mar 2016, ore 10.08
Immagine profilo
blasf
(UTENTE NON REGISTRATO)
ma che gli accolgano a casa loro i sinistroidi demagogici , i comunistelli furbetti con tanti soldini ed i sindacalisti con le dichiarazioni dei redditi da bella vita... anziche' bla bla bla buffoncelli
mar 08 mar 2016, ore 09.27
Immagine profilo
gran figli di s
(UTENTE NON REGISTRATO)
come ciliegina sulla torta propongo l'immediata entrata della turchia nella ue...strano che non sia ancora avvenuta , probabilmente i burocrati di questa pseudo unione di non si sa cosa , vorranno certamente spalancare le porte all'islam in modo da islamizzarci del tutto ! chi ha inventato schengen dovrà rivoltarsi nella tomba , e questo infatti il destino dell' europa e della sua unione di pagliacci . ospitiamo, accogliamo e sopratutto in italia GUADAGNAMOCI SOPRA questa migrazione di sbandati, l' italia è un paese destinato a finire e scomparire . vediamo cosa farà il governo per la libia , nascosto come sempre dietro a tante parole vane ma di concreto il nulla di un governo incapace e allora gaudente e festeggiante la caduta di gheddafi e della primavera araba , gli stessi che allora applaudivano ora sono gli stessi che ci mangiano sopra alla gande .
mar 08 mar 2016, ore 08.35
Immagine profilo
ORIO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il dovere della solidarietà lo si deve solo a condizione di poterlo fare, ma non sfilando soldi dalle tasche di tutti gli italiani, anche di quelli che di soldi non ne hanno piu' da tempo.
mar 08 mar 2016, ore 08.26
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
A proposito di solidarietà umana, porta la firma di costituzionalisti tipo Onida e Zagrebelsky ecc. la sentenza 353/1997 che indica. "Le ragioni della solidarietà umana non possono essere affermate al di fuori di un corretto bilanciamento dei valori in gioco, di cui si è fatto carico il legislatore. Lo Stato non puo' infatti abdicare al compito, ineludibile, di presidiare le proprie frontiere. le regole stabilite in funzione d'un ordinato flusso migratorio e di un'adeguata accoglienza vanno dunque rispettate, e non ELUSE, o anche soltanto derogate di volta in volta con valutazioni di carattere sostanzialmente discrezionale, essendo poste a difesa della collettività nazionale e, insieme, a tutela di coloro che le hanno osservate e che potrebbero ricevere danno dalla tolleranza di situazioni illegali" Visto che mi si accusa di razzismo e odio, è per caso razzista anche questa sentenza?
mar 08 mar 2016, ore 08.19
Immagine profilo
@domandino
(UTENTE NON REGISTRATO)
Smettila di scrivere scemenze. Sei un solo un razzista incivile che cerca di dare giustificazioni al proprio odio.
mar 08 mar 2016, ore 08.05
Immagine profilo
solidarietà
(UTENTE NON REGISTRATO)
La storia darà ragione alla solidarietà. Abbiamo il dovere morale (prima di ogni altro dovere) di fare qualcosa a chi scappa dalla guerra e dalla fame.
mar 08 mar 2016, ore 08.03
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non pensa Prefetto che la piu' grande lesione che noi cittadini italiani stiamo subendo rispetto a chi ci sta invadendo clandestinamente, sia non solo che nei confronti di costoro non venga applicato il reato di clandestinità ancora in vigore, ma che per il solo fatto che presentano una richiesta di asilo, vengano creduti sulla parola e si consenta loro di scorazzare liberamente per le strade delle varie città, quando non avendo ancora accertato chi siano veramente, si potrebbero celare tra loro furbi di ogni tipo ma anche delinquenti, criminali, terroristi e tagliagole? E la nostra sicurezza chi la tutela? Non lede l'uguaglianza far prevale una semplice firma su una richiesta d'asilo essendo un privilegio che calpesta la nostra sicurezza, la nostra libertà che con persone sconosciute e libere di circolare viene limitata fortemente? Non pensate invece che sarebbe piu' giusto impedir loro di lasciare le strutture dove vengono collocati fino all'esito della procedura, che per la maggior parte ha esito negativo (anche se esito negativo dovrebbe averlo per tutti, in particolar modo gli africani che dovrebbero essere protetti in patria dalla Carta Africana Rifugiati)?
mar 08 mar 2016, ore 07.57
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non esiste nessun obbligo per gli Stati di concedere asilo e quelle protezioni umanitarie e sussidiarie imposte dall'Europa e che comportano diritti esclusivi ed economici solo per gli stranieri e non anche per gli italiani in difficoltà economica, sono palesemente incostituzionali e andrebbero eliminate. Per non creare una sorta di condizione sociale eletta col diritto di invadere gli Stati a proprio piacere e calpestare i diritti altrui, con l'eventualità anche di vedersi sequestrare immobili e beni, sarebbe ora che il diritto di asilo venisse garantito solo in campi di protezione e asilo ONU ognuno nei propri continenti,a spese internazionali e resi vivibile con l'obbligo di rimanervi fino alla fine dei conflitti.Non puo' esistere nella nostra nazione dove vige il principio di uguaglianza un diritto che come viene interpretato oggi quello dell'asilo, possa prevalere sulla sicurezza sulla libertà e sui diritti dei cittadini della nostra nazione.
mar 08 mar 2016, ore 07.22
Immagine profilo
Mark74
(UTENTE NON REGISTRATO)
Caro prefetto, lei è appena arrivato, ma potrebbe farci il piacere di alzare i tacchi e andarsene ? Grazie !
mar 08 mar 2016, ore 02.26
Immagine profilo
bah?!
(UTENTE NON REGISTRATO)
Temo che ben presto vivremmo in un bel ghetto tra persone sicuramente brave e di altre che non avran niente da perdere che si prenderanno ciò che vogliono dove e come vorranno!!!
mar 08 mar 2016, ore 01.56
Immagine profilo
500:1
(UTENTE NON REGISTRATO)
L'Europa unita, con 28 Stati e una popolazione di mezzo miliardo di persone, con il livello di vita più alto del mondo, non riesce ad aiutare temporaneamente UN milione scarso di poveracci che scappa da guerre varie??? Da gestire un po' per uno e senza che siano un problema per la popolazione residente? Ma che umanità siamo diventati se non riusciamo a fare ALMENO questo? NON è un problema.
mar 08 mar 2016, ore 01.01
Immagine profilo
@AFRICANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma infatti qui non si sta discutendo la povertà o la fame, ma il modo col quale questi fenomeni vengono gestiti.
mar 08 mar 2016, ore 00.13
Immagine profilo
AFRICANO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tutti che parlano e fanno i sapientoni a pancia piena, vorrei vedervi al loro posto, FENOMENI...
lun 07 mar 2016, ore 23.44
Immagine profilo
Luca
(UTENTE NON REGISTRATO)
Da quando sono diventato padre ho un ottica diversa di questi " disperati " . Vedere dei bambini che piangono per avere da mangiare mi rattrista. Se scappano dalla guerra e dalla fame ( vedo poca differenza ) è giusto aiutarli. Non so come dove e quando ma basta razziamo stupido. mi reputo fortunato perché abito a Brescia . Se anche io dovessi essere in una situazione disperata e non riesco a dar dar mangiare alla mia famiglia anche io emigrerei . Ritengo giusta la proposta di ottima idea. Peraltro già utilizzata in più occasioni sia dai comuni ( se non sbagli verona li ha utilizzati per la,pulizia delle strade ) che dalle famiglie ospitanti. Si può anche organizzare gruppi di solidale ricordiamoci che fra di loro ci sono anche ingeneri medici operai professori. . Cerchiamo di non vivere soltanto nel nostro cerchio. Questo è il mio pensiero senza voler polemizzare con nessuno . Avere un figlio ti cambia la vista . Diventi più altruista soprattutto con bambini.
lun 07 mar 2016, ore 22.03
Immagine profilo
@ottima idea
(UTENTE NON REGISTRATO)
....vade retro satana.....
lun 07 mar 2016, ore 21.21
Immagine profilo
ottima idea
(UTENTE NON REGISTRATO)
Parole sante la voterei come primo ministro per favore si candidi
lun 07 mar 2016, ore 21.11
Immagine profilo
@ 20:29
(UTENTE NON REGISTRATO)
che cosa ci vengono a fare lo sanno bene la cgil e le coop rosse!!! non tiriamo in ballo Dio in questo schifoso giro di soldi...
lun 07 mar 2016, ore 21.07
Immagine profilo
@ottima idea
(UTENTE NON REGISTRATO)
Già, infatti. Penso però che non siano capaci di fare niente. Però dicono di venire qui per avere più opportunità di lavoro. Quali, visto che non ce ne sono nemmeno per noi, e parlo di lavoro in regola, Dio solo lo sa...
lun 07 mar 2016, ore 20.29
Immagine profilo
ottima idea
(UTENTE NON REGISTRATO)
ottima idea piazzarli nelle ex caserme (ad esempio la "Papa"), a patto che prima la disboschino, poi la rendano agibile riparando infissi e porte, poi la ripuliscano tutta da cima a fondo e infine la tinteggino, il tutto prestando la loro manodopera completamente GRATIS in cambio del vitto, dell'alloggio e della mancetta per i loro (legittimi) bisogni/sfizi, tutte cose che attualmente percepiscono sempre e comunque solo perché si sono autoinvitati. ci metto su un euro che non ne trovi uno in tutta Brescia e provincia che sia disposto a lavorare per pagarsi il mantenimento, spalleggiati come sono da sindacati/magazzini/ comitati vari che li informano a dovere su quali sono i loro diritti tralasciando di citare i doveri di ospiti. troppo comodo impegnare sempre e solo i volontari per accudirli, volontari che sarebbero MOLTO PIU' UTILI in opere altrettanto umanitarie ma forse meno chic (e che fanno meno curriculum), ad esempio case di riposo per anziani, comunità protette, assistenza a domicilio, canili, ecc. ecc. ecc.
lun 07 mar 2016, ore 20.17
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:12 @ 14.26
04 dic - Vai alla news »
Se ti fai riconoscere ci rendi possibile controllare: quando erediti la casa della nonna, te la facciamo sequestrare. Facciamo così?
15:08 ORIO
04 dic - Vai alla news »
a 13.03 - E' appena il caso di ricordare che non solo l'Italia si affaccia sul Mediterraneo, ma anche la Francia ed anche la Spagna, e poi c
15:01 ORIO
04 dic - Vai alla news »
a 12.54 - Non perdete mai voi di sinistra il vizietto di distorcere la verità. E la verità sulla guerra di Libia è scritta ormai indelebilme
14:59 ILVO
04 dic - Vai alla news »
l'affluenza spinge il sì...
14:58 Limbo
04 dic - Vai alla news »
che m....
14:54 @Sandro
04 dic - Vai alla news »
Si richiamano tutti al civismo, ma solo nel nome: si è risposto da solo. Lei che è un saggio (di del Bono) faccia un bella tessera del PD e
14:50 @Sandro
04 dic - Vai alla news »
Che non la convincano gli unici per bene in Italia, non ci meraviglia. Ma, non le pare tutto falso ? Una cernita ? Parli chiaro, lo dica : l
14:40 a 14.26
04 dic - Vai alla news »
Non penso proprio che la Signora di Parma voglia entrare in una casa di proprietà altrui occupandola. Lei vuole una casa popolare che gli vi
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...