Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 05 Dicembre 2016 - Ore 17:35


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
MILANO-BRESCIA
Scalo

Scalo verso il taglio del nastro: a regime darà lavoro a mille persone

Scalo Milano - il primo city style dedicato a food, fashion e design – aprirà i battenti nell'autunno del 2016, verosimilmente a ottobre. I lavori, nel comune di Locate Triulzi, procedono secondo programma. Ed è già partita la corsa per i primi cinquecento posti (soprattutto addetti alle vendite e store manager) che si creeranno con l'apertura del centro. Che a regime raddoppieranno.

A fotografare la situazione - questa mattina nel corso di una conferenza stampa a piazza San Carlo di Milano - sono stati Ettore Lonati (presidente dell'omonimo gruppo industriale e principale finanziatore del progetto su cui ha investito circa 170 milioni di euro), Riccardo Lonati (presidente Its Machina Lonati), Filippo Maffioli (Promos, che gestisce il progetto), Aristide Peli (ex assessore provinciale e coordinatore dei progetti formativi di Scalo), Valentina Aprea (assessore alla Formazione del Pirellone), Davide Serranò (sindaco di Locate di Triulzi), Riccaro Romagnoli (direttore Its Machina Lonati), Ettore Fusco (sindaco di Opera), Giovanni Lodrini (amministratore delegato Cooperativa Foppa Group) e Maria Minervini (responsabile Politiche attive di Afol SudMilano).

Scalo (che a regime ospiterà 300 punti vendita) non sarà soltanto un'eccellenza in tre settori determinanti per l'economia italiana come la moda, il design e l'enogastronomia. Sarà anche un punto ricreativo e culturale (come hanno sottolineato Peli e Romagnoli), ed ospiterà una Scuola di alta formazione permanente, sede distaccata dell'istituto tecnico superiore Machina Lonati, con corsi (quattro semestri, per un totale di 1.700 ore) per formare tecnici specializzati di punto vendita. Inoltre nel centro sarà presente anche un'area di co-working dedicata a studenti e professionisti, per dare vita a sperimentazioni e innovazioni in ambito retail e marketing. Scelte elogiate anche dall'assessore Aprea, che ha indicato Scalo come un modello: “D'ora in poi parlerò di generazione Scalo, i ragazzi potranno vantarsi di essere stati formati qui”.

“Il mondo del lavoro”, ha dichiarato Filippo Maffioli, “sta beneficiando di una rinnovata dinamicità nel settore dell'immobiliare retail. L'apertura di Scalo rappresenta un'opportunità per coloro che vogliono mettersi in gioco in un contesto dinamico e, per sua natura, internazionale. E' per noi motivo di grande orgoglio poter contribuire alla ripresa dell'occupazione e alla valorizzazione del territori. Scalo porterà grandi benefici a Milano”.

“Puntiamo molto sui giovani”, ha aggiunto Ettore Lonati, “nessuno meglio di loro potrà valorizzare lo spirito del progetto, unico nel suo genere. Su Scalo abbiamo investito una somma importante: per avere un ritorno economico, certo, ma anche per investire sui giovani”.

Per le candidature lavorative sono stati individuati due canali principali: dal 4 aprile sarà possibile presentare domanda tramite il sito internet del Comune di Locate Triulzi (www.comune.locateditriulzi.it), il percorso alternativo sarà quello dei corsi di formazione destinati a 60 potenziali addetti.





Fonte: Redazione gio 17 mar 2016, ore 17.42
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
17:21 @ 14:20
05 dic - Vai alla news »
dai, facci restare tutti a bocca aperta: tu quanti ne hai in casa di rifugiati? guarda che la scusa della casa piccola o dei problemi di lav
16:40 veritas
05 dic - Vai alla news »
Il no ha vinto per i clandestini !! che eresia che popolo di piccini le persone si spostano quando dove sono stanno male tutti lo farebbero
16:36 errata corrige
05 dic - Vai alla news »
Il presunto jhadista al quale abbiamo concesso protezione sussidiaria non percepiva 200 bensi' 2000 euro al mese. Una vera vergogna e speria
16:32 a 14.20
05 dic - Vai alla news »
L'UNHCR, visto che ha tra i suoi capi un italiano, farebbe bene a spiegarci come mai in Africa non si adopera affinchè venga rispettata la C
16:29 veritas
05 dic - Vai alla news »
Pochi elettori hanno capito per cosa votare la propaganda ha infatti imperato importante era dire No come sempre per sempre non so se le rif
16:14 Analisi
05 dic - Vai alla news »
Si comincia ad analizzare nel dettaglio il voto di ieri e sembra che I giovani tra i 18 e i 34 anni abbiano votato all'81% NO. Ma non erano
16:06 Scusa, Luigi
05 dic - Vai alla news »
L'amico Gennarino Migliore l'hai già sentito? Chiedo perché l'ho visto parecchio abbacchiato e preoccupato dopo la scoppola referendaria. Ma
16:05 ferdi68
05 dic - Vai alla news »
Niente male la Boschi come presidente…in questa italia maschilista e zoticona una donna bella e intelligente la voto volentieri
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...