Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 09 Dicembre 2016 - Ore 08:39


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
MAFIA
riina

Da Catania a Brescia. Molte librerie italiane boicottano il libro di Riina junior

La bufera sulla Rai e su Porta a Porta dopo l'intervista di Bruno Vespa a Salvatore Riina, figlio del boss mafioso, continua e si diffonde in tutta Italia all'interno delle libreria dove dovrebbe essere possibile trovare in commercio il libro "Riina, Family Life". Il condizionale è d'obbligo perché la protesta avviata dal negozio "Vicolo Stretto" di Catania si sta diffondendo a macchia d'olio. "In questa libreria non si ordina né si vende il libro di Salvatore Riina" è il messaggio affisso agli scaffali e diffuso su facebook che sta trovando seguaci in tutto lo Stivale, anche a Brescia.

Lo ha rivelato al Corriere della Sera il responsabile dei beni confiscati alla mafia per Libera Giuseppe Giuffrida, che ha contattato telefonicamente le principali libreria della città."Si stanno attivando in parecchi. Sono segnali importanti".



Fonte: redazione ven 08 apr 2016, ore 11.27
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Pubblicitàààààà
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se scrive (?) un libro Giuliano Sangiorgi o Moccia Perché no Riina? Non può averlo scritto peggio. E prima che qualcuno ribatta, si legga i libri di Moccia. Chi studia e chi lavora è uno sfigato, apologia del coatto e della violenza gratuita e dell'ignoranza totale che è quella che ti farà fare strada nella vita. Io il libro di Riina lo leggerei. Se non altro per parlarne con cognizione di causa
dom 10 apr 2016, ore 23.13
Immagine profilo
@@PAOLO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Avanti politici: fate una proposta di legge per l'abolizione dell'8 per mille e del canone rai. Pentastellati dove siete su questi argomenti? Paura di perdere voti sull'8 per mille? Siete come tutti gli altri? Avanti....
dom 10 apr 2016, ore 13.46
Immagine profilo
@@@PAOLO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Otto per mille più canone RAI: risolto il problema del mal di pancia previsionale dell'INPS. Cosa aspettiamo ? Ah, già: siamo nel paese che ospita il Vaticano e che si serve con della RAI per una delle spartizioni più succulente di poltrone e di potere politici.
dom 10 apr 2016, ore 00.02
Immagine profilo
me
(UTENTE NON REGISTRATO)
e dove sta il problema, lo compriamo su Internet, non ci si deve neanche disturbare ad uscire di casa e raggiungere la libreria.
sab 09 apr 2016, ore 18.09
Immagine profilo
@@PAOLO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Verissimo e condivisibilissimo quello che dici sulla Rai: una truffa legalizzata. Altra truffa legalizzata l'8 per mille alle chiese ed in particolare a quella cattolica. Perchè dobbiamo finanziare i culti con le tasse? Perchè se non scelgo nessuno dei culti va a quello che prende di più, cioè la chiesa cattolica. Quindi, per me che non condivido le ruberie e le ipocrisie dei preti e che penso che debbano vivere in povertà e quindi non li voglio mantenere, devo per forza darlo allo stato per non darlo a loro. Ed eliminarlo, oppure destinarlo al fondo disoccupati, all'Inps per il debito pubblico e le pensioni, per gli ospedali, per l'edilizia scolastica, per l'ambiente, le calamità naturali, invece di tarlo alle tonache nere che abbiamo visto come li utilizzano?
sab 09 apr 2016, ore 11.18
Immagine profilo
@PAOLO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ha ragione sulla parola libertà. Mi chiedevo perchè sono obbligato a pagare il cosiddetto canone RAI (sono di fatto costretto dallo Stato a finanziare direttamente e personalmente un'azienda pubblica che si occupa di comunicazione e "liberamente" invita mafiosi e pregiudicati in diretta a dire la loro...) e non obbligato dallo Stato a destinare invece questo importo, o parte di esso, ad un'altra qualsiasi azienda pubblica. Solo la RAI, ma perchè non ad esempio proprio all'INPS visto che il Presidente Boeri ha invocato un contribuito di solidarietà per sostenere le attuali sperequazioni nelle erogazioni pensionistiche. Da un canone assurdo ad una tassa di scopo: diversa la logica e diverso il risultato...
sab 09 apr 2016, ore 11.08
Immagine profilo
Porta a Porta
(UTENTE NON REGISTRATO)
Porta a Porta non è piu' quella di una volta, sull'immigrazione un precisino come Bruno Vespa avrebbe dovuto mettere da un lato i diritti degli italiani e dall'altro i diritti di chi ci invade in modo irregolare. Se l'avesse fatto si sarebbe scoperto subito che chi ci invade non ha diritto nè di pretendere asilo nè di essere mantenuto da noi, anzi si sarebbe dovuto applicare il reato di clandestinità e i regolamenti europei.
sab 09 apr 2016, ore 08.23
Immagine profilo
Mah...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non capisco tutta questa cagnara su Bruno Vespa solo perché ha invitato il figlio di Totò Riina a presentare il suo libro nella Terza Camera del paese. L’ha sempre detto che capiva bene quale era l’editore di riferimento, a seconda del governo in carica…
ven 08 apr 2016, ore 18.51
Immagine profilo
PAOLO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Salvatore Riina ha il diritto di scrivere un libro, una Casa editrice di pubblicarlo, Bruno Vespa di intervistare l'autore. Ciascuno di noi ha lo stesso diritto di scegliere di non comprare quel libro, come di non seguire o non condividere l'intervista all'autore. La libertà è questa, signori, altrimenti abbiamo chiuso.
ven 08 apr 2016, ore 14.29
Immagine profilo
@ilgruccia
(UTENTE NON REGISTRATO)
Secondo me ha ragione Manu, non avrai mai una visione completa se non ti documenti anche su testi che danno un altro punto di vista. Ad esempio, non è che se io leggo questo libro lo prendo per oro colato, lo valuto per quello che è: il libro scritto dal figlio di un mafioso e ciò mi torna anche utile per capire la mentalità mafiosa. Allo stesso modo, se studio il nazismo, devo leggere il Mein Kampf se voglio capire meglio il fenomeno. Leggere un libro non significa essere d'accordo con quello che c'è scritto, fortunatamente abbiamo il senso critico.
ven 08 apr 2016, ore 14.08
Immagine profilo
Cecco
(UTENTE NON REGISTRATO)
tendenzialmente concorde con l'idea di boicottare il libro.....però, chi lo decide quali sono i "ben altri libri" da leggere per conoscere? tu? io? una commissione apposita? chi??? Credo che se lette con la giusta coscienza critica anche le considerazioni di un elemento tirato su a pane e mafia possano essere lette senza ovviamente doverle condividere
ven 08 apr 2016, ore 13.53
Immagine profilo
ilgruccia
(UTENTE NON REGISTRATO)
Caro Manu per conoscere devi leggere ben altri libri, non avrai mai una visione completa e soprattutto reale se leggi il libro del figlio di un boss mafioso che parla del padre e della propria famiglia, mi sembra anche ovvio. Questi sono libri che non c'entrano niente con l'intenzione di far conoscere la storia.
ven 08 apr 2016, ore 13.38
Immagine profilo
Manu
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non sono d'accordo. Allora non vendiamo nemmeno il Mein Kampf e tanti altri libri. Che senso ha? Io ho la libertà di leggere ciò che voglio, di conoscere. E' un mio diritto
ven 08 apr 2016, ore 13.00
Immagine profilo
pix
(UTENTE NON REGISTRATO)
Fanno bene, anche perchè non si sono mai pentiti di tutto il male che hanno fatto e non ha nulla da insegnare, sono bestie. E' stato vergognoso anche invitare gente del genere ad un programma sulla tv pubblica. spero che nessuno lo compri.
ven 08 apr 2016, ore 12.50
Immagine profilo
Adam
(UTENTE NON REGISTRATO)
Giusto! Alla mafia bisogna tappare la bocca e questo qui ha la stessa mentalità del padre. Divieto di parola!
ven 08 apr 2016, ore 11.31
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:21 @girelli
09 dic - Vai alla news »
adire il vero venne individuata non come centro di accoglienza ma come CENTRO IDENTIFICAZIONE ESPULSIONE mi pare ci sia differenza... No Gir
08:19 NONNA
09 dic - Vai alla news »
In questo zibaldone generale in Europa piu' che dei nostri rappresentanti politici che non ci informano su nulla e guadagnano troppo per il
07:38 ORIO
09 dic - Vai alla news »
Se ne vedranno delle belle. Quando il governo transitorio scoprirà che la manovra finanziaria di Renzi è stata fatta per intero a debito e t
23:58 @Sandro
08 dic - Vai alla news »
Il Movimento per comici o di comici sta, bontà sua, per andare al Governo del Paese e sarebbe oggi più votato persino della macchina da gue
23:55 Morgan Harrison
08 dic - Vai alla news »
Ciao, Ti chiedere assistenza finanziaria per festeggiare le vacanze di Natale e Capodanno, il che rende un notevole uno? o vuoi aumentare
23:48 Collant
08 dic - Vai alla news »
Si sbaglia, Belli, per un ventennio c'erano i "collant" a tenere unito tutto il centrodestra berlusconiano, ad Arcore come a Palazzo Graziol
23:00 @2047
08 dic - Vai alla news »
Ma adesso sei arrivato tu, genio con i geni giusti, che ci dirai anche quali sono le soluzioni....rispett o ad un topolino hai poche differe
21:50 Sandro
08 dic - Vai alla news »
Si iscriva lei al nostro movimento civico e troverà un po più di serietà, non però da anonimo ( anonimo,che brutta parola! ) Non è un movi
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...