Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



22 Gennaio 2017 - Ore 06:49


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
BRESCIA - LOMBARDIA
metro

Contributi per la metro. La Loggia chiede alla Regione 17,5 milioni e ricorre al Tar

Il Comune di Brescia porta la Regione Lombardia davanti al Tar. Il motivo? I mancati contributi chilometrici relativi alla metropolitana, che ammonterebbero a 17,5 milioni l’anno.

Il Pirellone, infatti, aveva stanziato un contributo una tantum di 6 milioni e il contributo chilometrico - a detta della Loggia - sarebbe di 10 euro al chilometro, cifra che avrebbe fatto lievitare la somma dovuta agli oltre 17 milioni richiesti.

La discussione (e la battaglia legale) sono dunque aperte.



Fonte: redazione sab 30 apr 2016, ore 10.58
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@@mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
La giurisprudenza in merito conferma che il Comune non solo poteva, ma doveva affrontare magari non un giudizio ma certamente un lodo arbitrale e risolvere (bastava e avanzava !) la controversia con la l'accollo dei sette anni di gestione che contrattualmente erano a carico dell'ATI Ansaldo Breda. E già la trattativa era impostata, se non che inevitabilmente si sarebbe sforata la fine della consigliatura Paroli. Fu solo un fatto politico scaricato però economicamente e pesantemente sul groppone dei cittadini, non informati nè coinvolti, come è normale...
dom 01 mag 2016, ore 19.04
Immagine profilo
@malgrado
(UTENTE NON REGISTRATO)
Appunto. Doppiamente spesa inutile. Oppure fra un po' per obbligarci a prenderla ci tireranno via tutti i bus. Cosi' l'anziana che aveva la fermata sotto casa dovra' farsi qualche chilometro per arrivsre alla metro... Viva la metropolitana!!!!
dom 01 mag 2016, ore 14.43
Immagine profilo
mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
punto 1) non voto da almeno 15 anni e quindi non mi riconosco nè in Corsini nè in Paroli; punto 2) se questo signore pensa che ATI Ansaldo si sarebbe spaventata per la minaccia di un ricorso vive sulla Luna. E ATI avesse minacciato di lasciare i lavori fermi cosa avrebbe fatto il Comune? E se i giudici avessero dato ragione al costruttore? punto 3) il vero problema è che non si doveva costruire punto e stop. Ma fra chi ha avuto appalti, se non erro, c'erano pure alcune coop....
dom 01 mag 2016, ore 14.40
Immagine profilo
Malgrado
(UTENTE NON REGISTRATO)
il giocattolo o costoso vedo girare, ad ogni ora, autobus (anche quelli doppi) vuoti (non semi) o occupati, al massimo, da tre/quattro "imported" (paganti? Mah).
dom 01 mag 2016, ore 14.35
Immagine profilo
@Il cittadino r
(UTENTE NON REGISTRATO)
Peccato che abbia dei costi eccessivi e che l'utenza sia per lo più quella che prendeva i mezzi pubblici. Forse probabilmente io sento quell'altra parte di cittadini che non sono contenti e che non giustificano dei costi eccessivi per un servizio che, francamente, facevano già i mezzi pubblici...
dom 01 mag 2016, ore 11.55
Immagine profilo
Il cittadino ri
(UTENTE NON REGISTRATO)
Senza addentrarmi in tutte queste questioni tecniche sulle quali ognuno tenta di far pesare la propria tendenza politica, penso abbia la sua importanza anche l'opinione dei cittadini. A quanto mi risulta, la maggioranza dei bresciani e' assolutamente contento della metro. E'un mezzo che permette di percorrere in pochissimi minuti tragitti che prima necessitavano di tempi lunghissimi con fermate, ripartenze, frenate e accelerate stressanti. Molte persone anziane e madri con bambini piccoli benediscono come una manna dal cielo questo utilissimo mezzo, senza pensare a chi usava il proprio mezzo. In tempi brevissimi si percorre la citta' da nord a sud - sudest. Sembra che questa infrastruttura che, tra l'altro, e' bella, modernissima ed efficiente, stia suscitando ammirazione e venga indicata a modello nel resto del paese e anche all'estero.
dom 01 mag 2016, ore 10.00
Immagine profilo
@mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il parere dei giuristi interpellati era sfavorevole ad ATI Ansaldo sul tema delle riserve. Cosa si doveva fare ? Prima si paventava al costruttore il ricorso davanti alla giustizia ordinaria e solo dopo si andava all'accordo stragiudiziale che poteva risolversi benissimo solo con l'accollo dei sette anni di gestione da parte del Comune (ovvero Brescia Mobilià). Invece, non solo quello si è gentilmente donato, ma pure undici milioni di euro e la follia della presenza in Brescia Metro srl del socio privato Ansaldo. Il tutto per far inaugurare il Metrobus da Paroli e la sua Giunta. Così decretò la politica alla faccia dei cittadini-sudditi e questa sì è davvero comica.
sab 30 apr 2016, ore 23.17
Immagine profilo
mvb
(UTENTE NON REGISTRATO)
opera inutile che ha prosciugato e prosciugherà per decenni le tasche dei bresciani. In una città di media dimensioni non serve la metro se non per soddisfare gli appetiti di chi naviga nel sottobosco della politica. Basta guardare a chi ha vinto gli appalti.. Quella poi di andare in giudizio contro i costruttori è veramente comica. Voleva dire avere i costi ma non l'opera.
sab 30 apr 2016, ore 18.20
Immagine profilo
@@@considerazio
(UTENTE NON REGISTRATO)
L' UTILITA' DI UN'INFRASTRUTTURA SI GIUDICA CON IL NUMERO DI PASSEGGERI CHE LA UTILIZZANO ? NEL CASO DEL NOSTRO METROBUS SI GUARDA PURE IL NUMERO DI PASSEGGERI CHE SE NE SERVONO MA UTILIZZAVANO PRIMA MEZZI DI TRASPORTO GIA' ESISTENTI E CHE TUTTORA ESISTONO (CONTINUANO CIOE' ED ESSERE UN COSTO PER LE CASSE PUBBLICHE...). MA SI GUARDA SOPRATTUTTO IL NUMERO DI PASSEGGERI ATTUALI RISPETTO A QUELLI PREVISTI IN SEDE DI PREVISIONE, DI BUDGET E DI RAGGIUNGIMENTO DEL PUNTO DI PAREGGIO. E POI SI GUARDA LO SCOSTAMENTO DEI RICAVI RISPETTO ALLA PREVISIONE INIZIALE ED AL SISTEMA DI TARIFFAZIONE APPLICATO . ANCHE QUI I NUMERI PARLANO. SI LEGGA IL PIANO FINANZIARIO INIZIALE ALLA VOCE RICAVI DA UTENZA E PREPARI UN FAZZOLETTO (PER PIANGERE) ED UNA MAZZA DA BASEBALL (DA USARE CON CHI CI HA MESSO IN GINOCCHIO PARTORENDO UNA FOLLIA). SE VUOLE E DI PASSAGGIO, CONSIDERI PURE I 450 MILIONI DI COSTO IN APPALTO ED IL MILIARDO DI EURO FINALE: SONO SOLDI USCITI E CHE USCIRANNO ANCHE DALL SUE TASCHE...
sab 30 apr 2016, ore 17.38
Immagine profilo
Considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi quell'utenza copre i costi di gestione e i debiti contratti? Senza considerare che buona parte di quell'utenza viene dai bus. Quanto agli errori sinistri e destri e alla corsa all'inaugurazione, dimostra quanto quest'opera stava a cuore alla politica (chissà perchè), non alla gente.
sab 30 apr 2016, ore 17.36
Immagine profilo
@@considerazion
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che la gente la usi è un dato di fatto funziona ed anche piuttosto bene riguardo ai costi di costruzione sono lievitati per forza di cose trovate in Italia un opera pubblica la cui realizzazione non sia costata ben oltre a quanto preventivato.... È un male nazionale non solo bresciano
sab 30 apr 2016, ore 17.17
Immagine profilo
@@considerazion
(UTENTE NON REGISTRATO)
L'UTILITA' DI UN'INFRASTRUTTURA SI MISURA CON IL NUMERO DI UTENTI CHE LA UTILIZZANO. SE 15 MILIONI DI PASSEGGERI IN UN ANNO (DATO DEL 2014) EQUIVALENTI A OLTRE 41.000 UTENTI AL GIORNO VI SEMBRANO POCHI DITEMI VOI QUANTI UTILIZZATORI DOVREBBE AVERE PER ESSERE CONSIDERATA UTILE. I DATI PARLANO.
sab 30 apr 2016, ore 16.39
Immagine profilo
@considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Veramente anche il (mal)destro forzista Paroli, la sua Giunta nonchè molti elettori destrorsi hanno visto il Metrobus come portatore di benefica innovazione ed orgoglio dell'operosità bresciana. Al punto da voler fare di tutto, ma proprio tutto, pur di autocelebrarsi ed inaugurare la faraonica, costosa ed inutile infrastruttura entro il 2013, termine della consigliatura. Con altri danni su danni: undici milioni di euro regalati al costruttore per sanare i ricorsi sulle cosiddette riserve anzichè affrontare un giudizio di merito davanti ai giudici, i costi di gestione che dovevano essere in capo al costruttore per sette anni scaricati sulle casse comunali già esangui, l'infausta nascita di Brescia Metro srl per accontentare ATI Ansaldo Breda e regalare una lussuosa poltrona al deus ex-machina Fermi. Di qua i sinistri di là i (mal)destri e pure una "terra di mezzo": è andata così, purtroppo.
sab 30 apr 2016, ore 14.59
Immagine profilo
considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Vallo a spiegare ai sinistri radicslchic che credono che avere un'opera del genere porti ricchezza alla citta'. Intanto i debiti ci sono e sono da pagare e l'utenza e' scarsa rispetto alla spesa. Tutto come ampiamente previsto. Ma il potere supera ogni buon senso...
sab 30 apr 2016, ore 13.46
Immagine profilo
Chris
(UTENTE NON REGISTRATO)
Pazzesco, costruiscono un'opera costata il doppio del previsto che noi cittadini impiegheremo altri 20 anni a pagare e nonostante questo sono in perdita.Opera inutile e costosa.
sab 30 apr 2016, ore 13.33
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
01:33 goitesemulte
22 gen - Vai alla news »
restituite i soldi delle multe sulla goitese!
23:59 @Sandro
21 gen - Vai alla news »
Ecco, quando è riuscito a riunire anche un solo tavolo tecnico per coordinare le società pubbliche e poi quelle private perchè poi coordinin
22:21 Sandro
21 gen - Vai alla news »
Questo anonimo con anima contabile!!? Giusto elaborare dei budget di spesa, ma prima si deve concordare chi partecipa all'operazione. Nel ca
22:17 @@considerazion
21 gen - Vai alla news »
Forse il signore che denigra come la peggiore in assoluto la giunta Paroli ha la memoria corta o non era nato, quando avevamo le giunte Pane
22:16 @hammurabi
21 gen - Vai alla news »
326,26 euro il 17/10/2014. Per la precisione.
22:12 hammurabi
21 gen - Vai alla news »
Scalvini chi? Quello che va alla marcia della pace e poi si fa rimborsare il viaggio dal comune di Brescia?
20:55 Una
21 gen - Vai alla news »
foto di mottinelli senza la fascia? Orrore!
20:52 SE
21 gen - Vai alla news »
è una missione spetta il rimborso spese.
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...