Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 10 Dicembre 2016 - Ore 05:58


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
DAL BROLETTO
MOTTINELLI

Provincia, Mottinelli conferma in blocco la polizia provinciale

70 unità, tra Agenti e Ufficiali, distribuiti su 3 sedi provinciali, che svolgono funzioni di vigilanza e controllo in materia di circolazione stradale, rifiuti, agricoltura, foreste, caccia e pesca. Dopo avere ottenuto, grazie ad un emendamento targato “Brescia”, che il decreto legge n. 78 del 2015, in cui era stato inizialmente previsto che il personale delle Polizie Provinciali transitasse nelle Polizie Municipali, consentisse invece alle Province di continuare a svolgere funzioni di polizia amministrativa locale nelle materie attribuite, il Presidente della Provincia di Brescia Pier Luigi Mottinelli ha deciso di avvalersi di tale facoltà.

Lo scorso dicembre, con proprio decreto, il Presidente Mottinelli ha quindi stabilito che il Corpo di Polizia Provinciale di Brescia avrebbe continuato ad operare sul territorio con gli stessi numeri di prima: si tratta di uno dei pochi casi a livello nazionale, che evidenzia l’importanza della nostra Provincia per vastità e conformazione geografica .

Non solo, anche Regione Lombardia è stata costretta a tornare sui propri passi: infatti, con la recente legge regionale n. 7 dello scorso marzo, sono state restituite alle Polizie Provinciali le funzioni di vigilanza e controllo nelle materie agricoltura, foreste, caccia e pesca.

“L’impegno di quest’anno, nonostante le scelte contraddittorie di Regione Lombardia rispetto a deleghe e competenze - ha sottolineato il Presidente Mottinelli - ha consentito a Brescia di non disperdere del tutto professionalità di rilievo, difficilmente reperibili all'esterno, la cui formazione richiede un affiancamento prolungato nel tempo”.

Infatti, dopo trattative durate per parecchi mesi, il Presidente Mottinelli ha ottenuto che la Regione retribuisse tutto il personale della Polizia Provinciale precedentemente destinato alla vigilanza e al controllo in materia di caccia e pesca, lo storico Nucleo Ittico-Venatorio, derivante dalla figura dei Guardiacaccia e costituito da 32 unità, tra Agenti e Ufficiali.

Queste 32 unità potranno così continuare ad occuparsi non solo di caccia e pesca, ma anche di agricoltura e foreste, tutte materie ora di competenza della Regione, oltre che di rifiuti, materia rimasta di competenza delle Province, insomma tutela dell’ambiente in senso lato. Sempre in materia di tutela dell’ambiente, all’interno della Polizia Provinciale è stato costituito un nucleo incaricato di dare esecuzione alle deleghe di indagine della Procura della Repubblica di Brescia e in particolare di dare attuazione al nuovo codice dell’ambiente, per favorire la riduzione dei procedimenti penali attraverso l’istituto della depenalizzazione delle contravvenzioni, dove il trasgressore si impegna ad adottare tutti gli accorgimenti necessari e a pagare una sanzione amministrativa.

“Con questi numeri torneremo a controllare in modo capillare il territorio - ha dichiarato il Consigliere delegato alla Polizia Provinciale, Diego Peli - cui si aggiunge il prezioso contributo delle guardie ecologiche volontarie (GEV), che si aggirano intorno al centinaio.

La vera novità - aggiunge il Consigliere Peli - è che torneremo ad avere pattuglie sulle strade in servizio di polizia stradale, ricostituendo l’apposito Nucleo di Polizia Stradale, sia per attività di prevenzione delle violazioni al codice della strada, sia per supportare le Forze di Polizia dello Stato (Polizia Stradale e Carabinieri) nel rilevamento dei sinistri stradali.

Sono, infatti, partite le procedure per l’acquisto di tre autovetture da impiegare nei servizi di polizia stradale che andranno a sostituire le vecchie SKODA, diventate sinonimo del vecchio Nucleo Stradale della Polizia Provinciale di Brescia, che hanno accumulato centinaia di migliaia di chilometri percorsi sulle nostre strade.

Ma le competenze della Polizia Provinciale non finiscono qui, in quanto la Regione ha deciso di lasciare alle Province gli interventi per il contenimento di alcune specie animali che non fanno più parte della fauna selvatica, come le nutrie.

Vi è poi l’attività di contenimento (abbattimento) di alcune specie selvatiche, come i cinghiali, i piccioni e i corvidi, che la Regione, sempre con la legge regionale n. 7 dello scorso marzo, ha restituito alle Polizie Provinciali, insieme all’attività di censimento della fauna selvatica.

Non solo, sempre la Regione, dopo essersi ripresa la materia della caccia e della pesca, si è accorta di non avere una propria struttura per svolgere alcune attività che non rientrano nella funzione di vigilanza e controllo restituita alla Polizia Provinciale: ci si riferisce, in particolare, al recupero della fauna selvatica in difficoltà, come il soccorso del cervo investito sulla strada o del rapace impallinato da un bracconiere.

Si fa riferimento anche alle attività a sostegno della pesca, come le semine ittiche, agli interventi per il recupero del pesce in caso di asciutte dei corsi d’acqua, ai sopralluoghi per i danni dei cinghiali, e tante altre attività, così come le attività di contenimento (abbattimento) di alcune specie selvatiche, ad esempio i cinghiali, i piccioni e i corvidi, che, stando al passaggio di competenze alla Regione, la Polizia Provinciale non dovrebbe più svolgere.

Al fine di garantire i servizi alla collettività, in attesa di decisioni definitive adottate dalla Regione e condivise dalle Province, sul territorio bresciano si sta tentando di costruire un protocollo operativo, provvisorio e transitorio, tra l’Ufficio Territoriale Regionale e la Provincia di Brescia.



Fonte: Comunicato stampa gio 19 mag 2016, ore 11.36
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Bancomat
(UTENTE NON REGISTRATO)
Fa bene il Mottinelli Presidente bipartisan di qualcosa che non dovrebbe esistere: sta parlando di chi, come la sua Polizia, porta nelle casse della Provincia qualcosa come 25 milioni di euro tutti gli anni solo con i multavelox. Cioè con lo strumento nato per dissuadere chi corre troppo, salvo scoprire che l'identificazione del colpevole alla guida è a carico del proprietario dell'autovettura. E salvo verificare che se anche hai pagato per chi non sai che guidava quel giorno (sono passati almeno tre mesi) ma invii non nello stesso giorno i dati ai fini dell'identificazione (per la decurtazione punti patente del presunto reo) per raccomandata (costi a tuo carico) puoi vederti ulteriormente raddoppiata la sanzione amministrativa. Cittadini usati come Bancomat: almeno ci ringraziasse il buon Mottinelli.
sab 21 mag 2016, ore 18.05
Immagine profilo
provincia
(UTENTE NON REGISTRATO)
della serie aboliamo le province! Felice per il personale "salvato" , meno felice per le riforme fantasma di questo bel paesello!
gio 19 mag 2016, ore 16.06
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
03:52 Aguero Kevin
10 dic - Vai alla news »
Sono Kevin Aguero Soldado per nome e voglio che tutti sappiano che mi offrono prestiti a chi ne ha bisogno senza alcun pagamento. Offro tutt
23:23 monnez12
09 dic - Vai alla news »
Finanziamento di prestito di denaro tra Privato E-mail: sylviane.harry@hotma il.com offrono prestiti tra particolare tasso del 2%. Sei st
22:19 klero
09 dic - Vai alla news »
Da un segnalibro di avvenire, quotidiano dei cattolici, distribuito ai lettori: e' dunwue una straordimaria opportunita' per la Chiesa in It
22:02 @un Parrocchian
09 dic - Vai alla news »
Peccato pero' che alle parole roboanti di francesco non seguano i fatti, e quindi tutto rimane aria fritta. Poi, evidentemente, e' solo lui
21:43 un Parrocchiano
09 dic - Vai alla news »
Riporto ciò che ha detto oggi il Papa nella sua omelia s.Marta: I sacerdoti siano mediatori dell’amore di Dio, non intermediari che pensano
21:20 @il testimone
09 dic - Vai alla news »
Chiaro il discorso, come chiara la vicenda di molinetto e come chiara quella di mompiano o quella di s. Giovanni. Abbiamo un vescovo inetto
20:50 TRIBALI
09 dic - Vai alla news »
La notizia è in prima pagina di un grande quotidiano nazionale. Vergogniamoci per questo infame gesto di barbarie tribale.
19:41 soluzioni
09 dic - Vai alla news »
il primo passo per trovarle sta nel porsi le domande giuste e non occorrono geni particolari per saperlo...sei tu quello strano
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...