Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 21 Gennaio 2017 - Ore 22:38


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
I DATI
Enrico Del Sordo

E-mail, i bresciani fanno meno spam di (quasi) tutti

L’indagine della società Kloudymail, con sede a Brescia 2: quasi la metà delle mail nella Leonessa non arriva a destinazione, ma con alcune accortezze i messaggi indesiderati scendono al 19 per cento

I bresciani? Finiscono nello spam meno dei bergamaschi, ma molto più dei bolognesi, che sono i più attenti d’Italia quando inviano una mail. Mentre l’ultimo posto della “classifica” va ai romani, che meno di altri connazionali sembrano applicare le buone prassi per fare in modo che un messaggio digitale arrivi a destinazione.

A indicarlo è un’indagine realizzata da KloudyMail, società bresciana leader nel settore nell’e-mail marketing, che - selezionando alcuni top user su base volontaria - ha preso in esame oltre 100mila mail inviate tramite la propria piattaforma e alcuni strumenti concorrenti tra l’1 febbraio e il 12 marzo 2016, confrontando i dati con alcune rilevazioni a campione su utenti tester che utilizzano i più comuni provider di posta elettronica gratuiti sia da web che tramite client.

Secondo una ricerca realizzata da una società del settore nel 2015, in Italia vengono spediti circa 940 milioni di messaggi e-mail al giorno, più di 30 per utente. Ma la maggioranza di queste si perde nella rete, o meglio viene bloccata dai filtri antispam dei provider e non arriva mai a destinazione. Succede a circa la metà delle e-mail inviate.

In questo quadro, secondo l’indagine di Kloudymail, i più virtuosi sono i bolognesi, le cui mail vengono etichettate come spam “soltanto” nel 33,2 per cento dei casi (che scendono al 16,4 per cento nel caso si utilizzino piattaforme professionali di e-mail marketing). Secondo posto della classifica ai bresciani con il 39,5 (19 per cento con le piattaforme). Mentre tutti gli altri sono collocati sopra quota 40 per cento. Torino con il 41,8 per cento (20,4), Milano con il 43,2 per cento (24,6), Verona con il 45,3 per cento (23,2), Palermo con il 47,3 (29,1). Segue Napoli con il 51 per cento (36,3). L’ultimo posto - tra le città monitorate da KloudyMail - va ai romani, con il 54,6 per cento delle mail che non arrivano a destinazione (33,1).

“Quest’indagine evidenza un problema che è noto a chi opera nel nostro settore e nell’e-commerce”, commenta Del Sordo, “sullo spam è necessaria maggiore educazione da parte di chi invia mail e la prima accortezza - banale, ma non applicata da molti - è quella di costruirsi un database con il pieno consenso degli utenti, evitando di acquistare indirizzi o di raccoglierli on line, e di inviare le mail con strumenti professionali di e-mail marketing, perché spedire troppe mail con il normale client è molto rischioso. La nostra indagine”, precisa, “conferma di fatto quello che dicono anche autorevoli ricerche americane: bastano queste due semplici accortezze per dimezzare il tasso di mail che non arrivano a destinazione”. 

Tra gli altri consigli per non finire nella posta indesiderata, senza entrare troppo nel dettaglio, ci sono quelli di non esagerare con le immagini rispetto alla parte testuale, di evitare immagini oltre i 600 pixel di larghezza, di controllare bene i codici html inseriti e soprattutto di non utilizzare vocaboli come viagra, cialis, sex o link a siti in Blacklist internazionali. Un buon consiglio è sicuramente anche quello di controllare i contenuti della newsletter, prima dell’invio, utilizzando uno o più sistemi di filtering antispam, come SpamAssassin.

 

LA SOCIETA’

Kloudymail è una startup con sede a Brescia fondata dal 39enne Enrico Del Sordo. Del Sordo, originario di Salò (Bs), ha iniziato assemblando pc, per poi fondare, tre anni fa, una società che distribuisce un innovativo sistema di e-mail marketing. Il servizio si caratterizza per l’esclusivo sistema che permette di evitare i filtri anti-spam, per un’interfaccia particolarmente funzionale e per il fatto che l’offerta - unica al mondo - include nel canone di abbonamento liste, destinatari, invii e banda illimitata. Da aprile 2016, inoltre, si è aggiunta la possibilità di inviare sms. Oggi Kloudymail - con un fatturato in crescita del 25 per cento ogni trimestre - può contare circa 4mila aziende clienti nel mondo (dalla Svizzera al Regno Unito, dagli Emirati Arabi agli Usa).



Fonte: Comunicato stampa mar 21 giu 2016, ore 14.36
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
22:21 Sandro
21 gen - Vai alla news »
Questo anonimo con anima contabile!!? Giusto elaborare dei budget di spesa, ma prima si deve concordare chi partecipa all'operazione. Nel ca
22:17 @@considerazion
21 gen - Vai alla news »
Forse il signore che denigra come la peggiore in assoluto la giunta Paroli ha la memoria corta o non era nato, quando avevamo le giunte Pane
22:16 @hammurabi
21 gen - Vai alla news »
326,26 euro il 17/10/2014. Per la precisione.
22:12 hammurabi
21 gen - Vai alla news »
Scalvini chi? Quello che va alla marcia della pace e poi si fa rimborsare il viaggio dal comune di Brescia?
20:55 Una
21 gen - Vai alla news »
foto di mottinelli senza la fascia? Orrore!
20:52 SE
21 gen - Vai alla news »
è una missione spetta il rimborso spese.
20:46 considerazione
21 gen - Vai alla news »
Certo che difendere un sindaco ed una giunta sottotono e incapaci paragonandoli con altri incapaci dimostra soltanto quanto lontani sono i p
20:18 NO ANARCHIA
21 gen - Vai alla news »
Ieri sera un medico ha detto che nella suo ospedale di Bologna il 60% delle spese è per i burocrati e solo il 40% è per gli ammalati. Chissà
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...