Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 19 Gennaio 2017 - Ore 22:19


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LA POLEMICA
Floating Piers

Floating Piers, Legambiente attacca: serve un tetto al numero dei visitatori

“Passerella di Christo: territorio stressato anche da carente gestione dei flussi di visitatori”. Con una nota firmata da Dario Balotta Legambiente Basso Sebino va all'attacco di chi gestisce “l'operazione Christo” e chiede ufficialmente che venga definito un tetto massimo di accessi alla passerella per evitare i disagi dei primi giorni.

ECCO IL TESTO INTEGRALE

Non si possono versare dieci litri d’acqua in un secchio da cinque: a otto giorni dall’inaugurazione delle Flotaing Piers, la gestione quotidiana degli enormi flussi di visitatori rende la passerella raggiungibile solo dopo lunghe code stressando il territorio di Sulzano, Monteisola, Sale Marasino ed Iseo. Oggi, per esempio, a Sulzano, 1.800 abitanti, le code sono da record. E il piccolo borgo è prossimo al collasso. Intanto i treni vanno a singhiozzo, mentre dalle 8 alle 10 le navette sono rimaste praticamente ferme dopo il primo giro: nel frattempo i parcheggi d’Iseo, Provaglio, Capriolo, Marone e Cortefranca sono stati presi d’assalto. Un fiume di gente a piedi, nonostante il divieto, ha raggiunto Sulzano, oltre che dalla provinciale 510, dalla collina sovrastante dove le auto sono state abbandonate sulla strada. I blocchi dei flussi di visitatori sono stati effettuati troppo ridosso di Sulzano, ed hanno ancora una volta impedito un ordinato accesso alla passerella nonostante l’abnegazione e lo schieramento imponente di volontari e forze di polizia. Il coordinamento operativo dovrebbe definire un tetto massimo al numero di presenze gestibili in sicurezza per evitare la congestione viabilistica, l’eccesso di rumore, l’inquinamento dell’aria e del lago, il parcheggio selvaggio e l’accumulo di rifiuti.



Fonte: Comunicato stampa lun 27 giu 2016, ore 10.39
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
non è obbligato
(UTENTE NON REGISTRATO)
..legambiente dimentica che l' organizzazione e gli organi di pubblica sicurezza , hanno vivamente sconsigliato di mettersi in viaggio soprattutto nel week end , cosa che è stata disattesa ...non è colpa dell' organizzazione se mammine con passeggini enormi , nonnetti traballanti, bambini piccoli si sono ugualmente accalcati e poi magari soccorsi per malori vari pur fi fare il viaggio della vita, buonsenso ci vuole, la passerella è di tutti e per tutti , chi vuole andarci sa benissimo cosa incontra , quindi trovo che lamentarsi sia fuori luogo perchè si può stare anche comodamente a casa propria ! Le strade , la ferrovia sono quelle , la gente lo sa , quindi che non si lamentino perchè andare sulla passerella non è obbligatorio !
mar 28 giu 2016, ore 08.15
Immagine profilo
giacomino
(UTENTE NON REGISTRATO)
no serve solo qualche bravo malghese per gestire come si deve le mandrie che pascolano tra una sponda e l'altra
lun 27 giu 2016, ore 16.17
Immagine profilo
va
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le Leghe in generale, ambiente, animali, ecc. di qualsiasi tipo sia sa solo criticare anche qualche volta hanno ragione, ma non sanno trovare soluzioni o compromessi, viaggiano come i cavalli con i paraocchi., la cosa comica è che pensano di essere sempre dalla parte corretta. A mio vedere bisogna molte volte vedere/ascoltare anche gli altri....
lun 27 giu 2016, ore 14.59
Immagine profilo
va
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le Leghe in generale, ambiente, animali, ecc. di qualsiasi tipo sia sa solo criticare anche qualche volta hanno ragione, ma non sanno trovare soluzioni o compromessi, viaggiano come i cavalli con i paraocchi., la cosa comica è che pensano di essere sempre dalla parte corretta. A mio vedere bisogna molte volte vedere/ascoltare anche gli altri....
lun 27 giu 2016, ore 14.59
Immagine profilo
@ lembent
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il testo di Legambiente riporta fatti precisi, che sono stati sotto gli occhi di tutti, il tuo commento è generico e non le contraddice nel merito. Chi è protagonista di un blablabla?
lun 27 giu 2016, ore 12.02
Immagine profilo
lembent
(UTENTE NON REGISTRATO)
le solite critiche demagogiche assurde ridicole di leghe criticone con tutto e tutti sempre. blablabla
lun 27 giu 2016, ore 11.46
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
22:13 @Sandro
19 gen - Vai alla news »
Ma lei non è il Sandro Belli consigliere particolare del Sindaco? Che cosa ha fatto in 4 anni per dire adesso che la giunta e il sindaco Del
20:27 considerazione
19 gen - Vai alla news »
Spero che la gente, tanta, si ricordi di questa incompetenza ed arroganza perche', non dimentichiamocelo, che un amministratore pubblico ha
20:24 fobal
19 gen - Vai alla news »
E' come nel calcio: dipende se il delinquente é italiano o straniero, ovvero a che squadra appartiene. Infatti chi parla di coccola-immigrat
20:22 @Hammurabi
19 gen - Vai alla news »
Pardon: che pensa soltanto....
20:20 ???
19 gen - Vai alla news »
Ben vengano i 4 anni, ma passati i 4 anni se ci sarà ancora la guerra in Siria e non si potrà rimpatriare che si farà? Speriamo che l'Europa
20:20 @2004
19 gen - Vai alla news »
Secondo me é amico tuo.
20:19 @Hammurabi
19 gen - Vai alla news »
Se siamo messi cosi' male con assessori incompetenti e arroganti, che non accettano i suggerimenti logici dei cittadini, che vogliono solo s
20:11 Ma basta
19 gen - Vai alla news »
Ma basta con queste macchinette , poi tutte le volte la stessa solfa ( dichiara l'assessore Vivina bla bla bla bla ) ok allora mettete anche
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...