Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 08 Dicembre 2016 - Ore 08:51


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
L'OPINIONE
LUCIA FERRARI

Parchi, le briciole che fanno la differenza

di Lucia Ferrari* - Quando si parla di manutenzione dei parchi il pensiero corre immediatamente allo sfalcio dell’erba, alle potature degli alberi ecc. In realtà include pure la manutenzione degli arredi e dei giochi, elementi questi che richiedono un costante monitoraggio perché, se rotti, mettono a rischio l’incolumità degli utenti. Inoltre questi elementi sono spesso realizzati con materiali che richiedono trattamenti particolari (es. il legno) e la manutenzione deve essere accompagnata da certificazioni che attestano la conformità dei prodotti utilizzati e delle modalità di posa o di utilizzo. Tutto questo rende l’idea di quanto può essere oneroso fare manutenzione.

Nei primi due anni amministrativi i parchi che hanno visto una manutenzione essenziale sono quelli di pertinenza dei plessi scolastici; per tutti gli altri l’intervento è stato semplicemente o quello di tamponare in qualche modo le emergenze per non incorrere in denunce o con la rimozione di giochi o di arredi per motivi di sicurezza. Questo a causa della situazione di bilancio in sofferenza con la quale ha dovuto fare i conti questa amministrazione fin dall’inizio del suo mandato!

Finalmente da quest’anno è stato raggiunto l’obiettivo: iniziare quel processo di razionale e costante manutenzione che permetterà di risparmiare importanti risorse economiche nei prossimi anni.

Sono 615mila gli euro messi a bilancio nel 2016 per queste manutenzioni. Soldi che si liberano grazie alla parsimonia nell’utilizzare le risorse economiche da parte dei singoli assessorati e alle puntuali e minuziose manovre di bilancio messe in atto, benché buona parte della minoranza in consiglio comunale le snobbi come una “raccolta di briciole” … Forse l’opulenza non permette di avvertire che, per chi è affamato, anche le briciole sono concreta possibilità di vita! Del resto tutti ricordiamo quante preziose “briciole” sono state sprecate per rimuovere panchine nei parchi solo per impedire a qualche extracomunitario di sostare e ristorare la propria stanchezza!

I 615 mila euro sono messi a disposizione per mantenere, sostituire e implementare giochi e arredi in questi splendidi ed essenziali spazi di socialità e di incontro senza i quali, soprattutto per tanti bambini e anziani - la porzione più fragile e delicata della nostra società - la vita avrebbe il sapore amaro della solitudine e della tristezza.

Gli interventi che si realizzeranno quest’anno toccano complessivamente 10 parchi. La scelta dei luoghi nei quali intervenire è frutto di una attenta osservazione da parte degli uffici tecnici che, tra le numerosissime priorità, hanno dovuto estrapolare le urgenze. Sistemate le urgenze, anche per questo ambito, l’assessore all’ambiente G. Fondra, avvierà un processo di coinvolgimento dei Consigli di quartiere con l’intenzione di promuovere la gestione partecipata per decidere e condividere ogni intervento territoriale.

Lucia Ferrari (consigliere comunale PD)



Fonte: Opinione lun 04 lug 2016, ore 10.40
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@tetti
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non ci sono tetti alle spese, appunto...
mer 06 lug 2016, ore 08.20
Immagine profilo
tetti
(UTENTE NON REGISTRATO)
non contenti di avere speso il triplo del costo standard di una metro, adesso si sono inventati di fare anche le 'coperture' delle scale di accesso! tanto per dire ai cittadini: facciamo come ci pare e basta.
mar 05 lug 2016, ore 20.37
Immagine profilo
metro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Appunto. Quindi investimento fallimentare? E ammettiamolo una buona volta....
mar 05 lug 2016, ore 12.39
Immagine profilo
@metro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Di quali utili sta parlando ? Forse solo di quelli di Brescia Metro srl, società di gestione pubblico-privata che tra scatole cinesi incrociate e contratto di servizio incassato dalla casamadre comunale, non ha un bilancio in perdita ? Sì, ma per il resto le casse comuunali devono reperire 25 milioni di disavanzo complessivo per l'operazione Metrobus ogni anno. Dall'utenza in base alle tariffe attuali , se è questo che si chiede, si incassa meno della metà di quanto preventivato nell'originario piano finanzniario dell'infrastruttura. E questo dice tutto...
mar 05 lug 2016, ore 00.19
Immagine profilo
metro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma gli utili della metro per cosa li usano?
lun 04 lug 2016, ore 23.24
Immagine profilo
Considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Abbiamo i debiti della metro da pagare!!! Altro che fare parchi belli e fruibili.... Accontentiamoci quindi delle scale mobili che vanno al trenino....
lun 04 lug 2016, ore 22.24
Immagine profilo
rocanal
(UTENTE NON REGISTRATO)
In realtà in Italia dei parchi non interessa a nessuno anche quelli esistenti fanno schifo con giochi vecchi e obsoleti o latrine per senzatetto ! Mai visto parchi giochi in altoadige o all'estero ?? Vadano a farsi una cultura i nostri amministratori prima di buttare lì due altalene tanto per fare !! In Spagna ho visto parchi gioco bellissimi pieno di bambini costruiti in maniera intelligente ! Anche in paesini di 500 abitanti quindi diamoci da fare
lun 04 lug 2016, ore 21.14
Immagine profilo
considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi per pagare i debiti decennali di opere inutili come la metro e l'inceneritore dobbiamo accontentarci delle briciole per la nostra salute. Pero' avremo le panchine per i poveri stranieri che la destra cattiva e fascista aveva tolto. Grazie sinistra x aver speso bene il patrimonio del comune e averci regalato opere utili e salutari...
lun 04 lug 2016, ore 20.20
Immagine profilo
@stradivarius
(UTENTE NON REGISTRATO)
Analisi tragicamente perfetta. Nello specifico aggiungerei che se la Signora Ferrari si sente in dovere di scrivere un articolo, spedirlo e farselo pubblicare su un argomento come la manutenzione del verde, vuol dire che, tragicamente, non si rendono minimamente conto del disastro cui ci stanno portando. Per fortuna lo facciamo ridendo come oche giulive, accompagnati anche dai continui divertimenti e spettacoli circensi organizzati per noi dalla gluliva Castelletti.
lun 04 lug 2016, ore 18.11
Immagine profilo
stradivarius
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quali sarebbero le puntuali e minuziose manovre di bilancio di cui parla la gentile Sig.ra Ferrari ? Vediamo. La differenza tra componenti positivi (ricavi) e negativi (costi) nel conto economico 2015 del Comune è negativa per ben 59 milioni. Come si arriva ad un risultato finale positivo anche se di soli circa 200 mila euro ? Tra le varie cifre spiccano i 46 milioni di proventi straordinari e i 36 milioni di proventi finanziari, operazioni cioè al di fuori della cosiddetta "gestione caratteristica", cioè niente di consolidato o strutturale o duraturo. Dietro questi numeri vi è la dismissione delle partecipazioni storiche ed un tempo ritenute anche strategiche: Centrale del Latte e soprattutto A2A. Si svendono pian piano "i gioielli di famiglia" e infatti in un solo anno la voce immobilizzazioni finanziarie (partecipazioni) scenda da 1 miliardo a 617 milioni di euro. Il patrimonio netto scende in un anno da 1,7 a 1,3 miliardi di euro: siamo più poveri. Non serve essere docenti universitari di Finanza Pubblica per svendere ogni anno qualcosa per pagare i debiti, su tutti quello micidiale del Metrobus. E alla fine, vendi e svendi, resteranno davvero "le briciole". Senza benzina, la macchina si ferma.
lun 04 lug 2016, ore 14.36
Immagine profilo
Silvia66
(UTENTE NON REGISTRATO)
mah veramente hanno praticamente sempre amministrato loro, abbiamo già dimenticato i tre mandati Corsini e il mandato Martinazzoli?????
lun 04 lug 2016, ore 13.57
Immagine profilo
mamma mia
(UTENTE NON REGISTRATO)
Hanno ucciso la gallina dalle uova d'oro Asm. Si tacciano.
lun 04 lug 2016, ore 13.40
Immagine profilo
considerazione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Almeno adesso ammettono, forse perche' amministrano loro, che la coperta e' corta e quindi bisogna fare delle scelte che, come sappiamo, accontentano qualcuno e scontentano qualcun altro.
lun 04 lug 2016, ore 13.20
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:41 distorsione
08 dic - Vai alla news »
Non é possibile che la notizia di una truffa mancata faccia più notizia della macroevasione di 6,5 milioni di euro che la GDF ha scoperto in
08:39 @2340
08 dic - Vai alla news »
Alla Mandolossa e Desenzano la polizia ha scoperto due case (20 in tutta Italia) dove venivano costrette alla prostituzione giovani cinesi.
08:32 abele
08 dic - Vai alla news »
quindi siccome alcuni italiani sono criminali dobbiamo tenerci quelli stranieri perché tanto anche gli italiani lo sono. ma certo!!!
07:39 Pharme587
08 dic - Vai alla news »
Hello!
07:27 COSTITUZIONE
08 dic - Vai alla news »
Speriamo davvero che si cominci a rispettare la Costituzione come prevede il capitolo XVIII della Costituzione e oltre che il lavoro anche
06:41 DIRETTIVE UE
08 dic - Vai alla news »
Proprio ieri un quotidiano ci avvertiva dell'arrivo di richiedenti asilo Pakistani che arrivano via terra. Ebbene anche costoro secondo la d
06:15 PROFUGHI?
08 dic - Vai alla news »
E' sicuro che i 130 immigrati che arrivano siano profughi? Profughi lo saranno quando verrà accertato con sicurezza il loro status. Fino ad
04:09 Oscar
08 dic - Vai alla news »
ASSISTENZA PER LA VOSTRA NECESSITÀ DI FINANZIAMENTO IN 24 ORE (assistance.financia ire55@gmail.com) Em ail : assistance.financiai re55@gmai
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...