Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 06 Dicembre 2016 - Ore 03:49


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
BORGO WUHRER
Fondazione

Riforma costituzionale, se ne discute giovedì alla Fondazione San Bendetto

La Fondazione San Benedetto di Brescia ha organizzato per giovedì 7 luglio, alle 18 (con termine alle 19.30), un incontro sulla riforma costituzionale oggetto del referendum d'autunno. Interverrà Angelo Rinella, Professore ordinario di Diritto costituzionale italiano e comparato al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Roma Lumsa. L'incontro si terrà nella Sala Mons. Giussani presso la sede della Fondazione, in Borgo Pietro Wührer, ingresso al civico 119 (primo piano).



Fonte: Comunicato stampa mar 05 lug 2016, ore 14.47
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
svizzera
(UTENTE NON REGISTRATO)
La Svizzera invece difende i confini, eccome. Ieri al confine hanno trovato una valigia con dentro un immigrato clandestino: lo hanno arrestato perché toglieva spazio alle banconote....
mer 06 lug 2016, ore 17.34
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sarebbe importante chiedere ai costituzionalisti se è legittima la pressochè totale cessione di sovranità che abbiamo ceduto all'Europa, quando la nostra Costituzione prevede solo una LIMITAZIONE della SOVRANITA' e per quel che concerne la pace e la Giustizia. Cosa c'entrano le vongole, i tacchi delle parrucchiere, la pesca ecc. con la pace e la giustizia proprio nulla. E' vero che la Costituzione non ci consente un referendum sui trattati internazionali, ma che la Corte Costituzionale analizzi se i trattati internazionali ed europei siano conformi a costituzione quello invece ci è consentito e sarebbe giusto venisse fgatto subito. Tra l'altro sembra che in Europa abbiano appena approvato una legge per consentire ai profughi o falsi profughi di lavorare, quando i nostri italiani non trovano lavoro e lo stanno perdendo? Questa norma europea è palesemente incostituzionale e sarebbe ora lo si rendesse noto
mer 06 lug 2016, ore 12.53
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Penso che se ci avessero lasciato il titolo V scritto dai Padri Costituenti nel 1946 sarebbe stato meglio. Era in perfetto equilibrio e rispettoso del principio di uguagliaanza di cui all'art. 3 Costituzione in quanto le Regioni potevano deliberare ma solo avendo come tetto e come limite la legge dello Stato, e questo era garanzia di uguaglianza dei cittadini in tutto il Paese. Con la riforma del titolo V del 2001 tutto è peggiorato perchè si è dato troppo potere alle Regioni e questo ha comportato non solo piu' tasse a livello locale ma anche piu' disuguaglianza e disparità di trattamento dei cittadini da Regione a Regione, soprattutto nella sanità. Dato che la salute è un diritto universale dovrebbe essere fruito in modo uguale per tutti in ogni angolo d'Italia ed invece non è cosi' perchè vi sono Regioni dove i ticket si pagano in modo diverso, in alcune Regioni si pagano in base al reddito o all'ISEE e in altre no in piena lesione dell'uguaglianza. Se con questa riforma del titolo V tante materie ritornano allo Stato ben venga, ma non pare che tra queste ci sia la sanità o sbaglio? Quanto poi all'eliminazione del Senato e al controllo sulla maggior parte delle leggi, lasciando solo alla Camera la facoltà di emanare le leggi, manca però in costituzione la previsione di un controllo prima della loro entrata in vigore di costituzionalità delle leggi e delle sentenze, dato che non solo i cittadini ma anche tutti gli organi dello dello Stato in base al Capitolo XVIII hanno il dovere di osservare fedelmente la Costituzione e la Costituzionalità delle leggi e delle sentenze deve essere una garanzia certa che purtroppo oggi non abbiamo.
mer 06 lug 2016, ore 05.39
Immagine profilo
stradivarius
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ridurre ad un sì od un no la modifica, ampia e in molti punti radicale della Costituzione non ci pare corretto nei confronti di un elettorato che si ridurrà davvero ad un referendum pro o contro Renzi. Se poi pensiamo al supporto che la Riforma avrà dal sistema elettorale dell'Italicum, c'è di che esser preoccupati proprio per quell'ispirazione liberale e civica che giustamenete Sandro Belli richiama e che viene invece smentita.
mer 06 lug 2016, ore 00.26
Immagine profilo
Sandro
(UTENTE NON REGISTRATO)
La domanda che pongo in queste righe non è né retorica né furbesca. Chiedo agli esperti ( molto più di me) oltre che alla gente che partecipa, se intravedono la possibilità di migliorare la riforma, sapendo che il testo non è emendabile, ma anche sapendo che,per raggiungere un buon assetto politico istituzionale, esistono varie possibilità, con piccoli o grandi provvedimenti, con regole e interventi in campi accessoriali o complementari. Personalmente deciderò come votare a ottobre, a seconda di quanto si è fatto in questi mesi.
mar 05 lug 2016, ore 22.36
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Nella riforma costituzionale poi si dovrebbe prevedere che sia i trattati europei che quelli internazionali che le sentenze della Corte Europea dei diritti dell'Uomo, prima di essere approvati o diventare operativi dovrebbero passare il vaglio della Corte Costituzionale per evidenziare ed eliminare eventuali lesioni con la Costituzione. Questo perchè i principi e diritti sanciti dalla Costituzione prevalgono su tutto come pare emergere nella sentenza 348/2007 della Corte Costituzionale.
mar 05 lug 2016, ore 20.25
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Manca una decisione importantissima. La sanità che dovrebbe ritornare tra le materie esclusive dello Stato per essere gestita in modo uguale per tutti in tutto il Paese. In mano alle Regioni crea disuguaglianza e disparità di trattamento da Regione a Regione.
mar 05 lug 2016, ore 19.30
Immagine profilo
A Sandro Belli
(UTENTE NON REGISTRATO)
E'un tema ampio, molto ampio. Ma il parere di Sandro Belli ci interessa su qualcosa di specifico che rimanda alle sue riflessioni sul civismo, sulla partecipazione attiva dei cittadini alla vita della pòlis, sulla voce che devono far sentire e quindi, certamente, anche sul concetto di sussidiarietà. Bene, la riforma costituzionale targata Renzi-Boschi (incredibile nella storia repubblicana: non il Parlamento l'ha proposta, ma il Governo...) sancisce un ritorno al centralismo; ridimensiona le autonomie locali; elimina le cosiddette “materie concorrenti”, quelle su cui oggi hanno diritto di intervenire sia lo Stato che le Regioni. Con la riforma la maggior parte di esse diventa di competenza esclusiva dello Stato. Cosa ne pensa ?
mar 05 lug 2016, ore 17.48
Immagine profilo
BScittagrande
(UTENTE NON REGISTRATO)
Di una riforma c'era bisogno. I difensori dell'immutabilità della Costituzione sono fuori dalla storia. Qualche risparmio nei costi e negli sprechi della politica ben o male, si è impostato. Eliminare un ente inutile come il CNEL mi pare ok. Evitare l'anacronismo del bicameralismo perfetto è saggio.Tutto ciò premesso, ancora molte cose non vanno. Ma..è più il peso di ciò che ancora non va,oppure i vari inconvenienti e il peso di lasciarla cadere ?? Si può, fermo restando il testo, pensare di migliorarla con regolamenti o vari provvedimenti collaterali ? Se si varasse una buona legge elettorale, più aperta e liberale,il complesso dell'assetto politico istituzionale potrebbe essere accettabile ?? Se ai governatori regionali e ai sindaci futuri Senatori si imponesse un codice etico serio, e se......che fare per un buon futuro civile??
mar 05 lug 2016, ore 15.20
Immagine profilo
Bscittagrande
(UTENTE NON REGISTRATO)
Di una riforma c'era bisogno. I difensori dell'immutabilità della Costituzione sono fuori dalla storia. Qualche risparmio nei costi e negli sprechi della politica ben o male, si è impostato. Eliminare un ente inutile come il CNEL mi pare ok. Evitare l'anacronismo del bicameralismo perfetto è saggio.Tutto ciò premesso, ancora molte cose non vanno. Ma..è più il peso di ciò che ancora non va,oppure i vari inconvenienti di lasciarla cadere ?? Si può, fermo restando il testo, pensare di migliorarla con regolamenti o vari provvedimenti collaterali ? Se si varasse una buona legge elettorale, più aperta e liberale,il complesso dell'assetto politico istituzionale potrebbe essere accettabile ?? Se ai governatori regionali e ai sindaci futuri Senatori si imponesse un codice etico serio, e se......che fare per un buon futuro civile??
mar 05 lug 2016, ore 15.17
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
03:47 marian
06 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito tra privati per far fronte a difficoltà finanziarie e finalmente fuori dell'impasse causata dalle banche per il
00:00 RenatoBS
06 dic - Vai alla news »
18-35 enni generazione dell'usa e getta. Non mi piace il governo? lo butto via e avanti il prossimo. E così all'infinito ogni 12 mesi…"perch
23:43 Eureka !
05 dic - Vai alla news »
Sconfiggere il populismo di destra con uno nuovo di sinistra ? Finalmente capisco come hanno fatto i pentastellati ad essere primi nei cons
23:38 Acli & Belli
05 dic - Vai alla news »
Tosti questi delle ACLI e tosto pure Belli: consigliano ai governi che verranno di riproporre pari pari il percorso pseudo-riformista che ha
23:38 @@@@@@
05 dic - Vai alla news »
bravi continuate a sperare che adesso viene il bello
22:51 @RenatoBS
05 dic - Vai alla news »
Ehi, Renatino, guardi che il 75% dei giovani dai 18 ai 34 anni ha votato NO al referendum (sono stati voti decisivi) perchè tutte le mattine
22:35 Stellante
05 dic - Vai alla news »
Bravo, Piovanell: si aggrega nmentalmente al pensiero pentastellato, dice le stesse cose soprattutto su autorefernzialità, privilegi, lontan
22:10 RenatoBS
05 dic - Vai alla news »
E intanto nonno berlusca torna in campo vigoroso e pimpante come ai bei tempi. UN APPLAUSO A CHI HA VOTATO NO, grazie di cuore per questo tr
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...