Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 23 Gennaio 2017 - Ore 21:57


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
ROMA-BRESCIA
Cominelli

Cominelli (Pd): problemi analoghi per i siti Caffaro del Friuli e di Brescia

“Quello che emerge dall’audizione di oggi in Commissione bicamerale Ecomafie alla presidente del FVG Serracchiani è un problematico filo rosso che unisce la bonifica dei diversi siti Caffaro: del Friuli, di Brescia e anche della Valle del Sacco. Come evidenziato anche dalla Presidente del Friuli Venezia Giulia il punto critico per il SIN friulano della Caffaro riguarda la chiarezza di un quadro complessivo degli interventi necessari per mettere in sicurezza l'area, così come sulle risorse e sugli interlocutori competenti da un punto di vista societario a cui spetterebbe fare concretamente gli interventi ambientali di risanamento. La zona Caffaro potrebbe anche essere appetibile per nuovi insediamenti industriali in grado di creare nuovi posti di lavoro e l'avvio delle bonifiche, ma la situazione di incertezza scoraggia questo tipo di approccio e investimenti in questa direzione”, commenta Miriam Cominelli, membro del Pd in Commissione Ecomafie al termine dell’Audizione.

“Emerge quindi”, prosegue Cominelli, “per i diversi siti Caffaro un quadro simile per quanto riguarda le difficoltà di pianificazione degli interventi e di reperimento delle risorse.

In questo contesto Brescia può diventare capofila di una gestione operativa efficace di queste emergenze ambientali, a patto di operare un urgente chiarimento sul futuro della figura commissariale e continuare a collaborare con il Ministero dell'Ambiente sia per reperire nuove risorse che per attuare gli interventi necessari”.

“Per quanto riguarda il SIN di Trieste”, conclude Cominelli”, il quadro fatto dalla Presidente Serracchiani è positivo e sono stati fatti passi avanti per il recupero della Ferriera”.








Fonte: Comunicato stampa gio 07 lug 2016, ore 14.13
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Boh???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cominelli scusa ma siete al governo da 3 anni, Galletti aveva promesso 40 milioni e nominato un commissario, ho letto tanti articoli belli come questo ma non si muove nulla. Ora il commissario se ne è andato perchè non aveva nè soldi nè poteri e il sito è ancora uguale. Inutile fare tante analisi vuote: o il governo stanzia i soldi e procede con le bonifiche o tutto resta come è adesso.
gio 07 lug 2016, ore 18.51
Immagine profilo
qwerty
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cacchio che faina!
gio 07 lug 2016, ore 17.05
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
21:17 Elettore Bresci
23 gen - Vai alla news »
Mantelli chi??? Quello che era Dc-Udc-PDL -Ncd ora di nuovo Udc?? giro giro tondo, casca il mondo....
21:07 Scudo Crociato
23 gen - Vai alla news »
A onor del vero bisognerebbe cacciare a pedate nel posteriore Cesa e i suoi compagni di merende per come hanno ridotto il povero Scudo Croci
21:03 Omero
23 gen - Vai alla news »
Auguri ai restanti!!!
20:56 santo b.
23 gen - Vai alla news »
UDC .... chi ??? Ma esistono ancora questi qui ?
20:48 Apollo
23 gen - Vai alla news »
Se solo l'attuale amministrazione avesse un decimo delle competenze di quella di Martinazzoli o Corsini non saremmo qui a discutere. Credo c
20:26 Uno a caso
23 gen - Vai alla news »
Se stanno pensando di andare con Casini allora Cesa ha fatto bene a cacciarli!!!
19:54 che simpatici
23 gen - Vai alla news »
Che simpatici buontemponi!
19:43 MAH
23 gen - Vai alla news »
UNA VENDETTA BELLA E BUONA DI CESA. MA MANTELLI CE L'HA LA TESSERA DELL'UDC?
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...